UN MOTORE “MODELLO”.

Slides:



Advertisements
Presentazioni simili
PERDITE NEI NUCLEI MAGNETICI
Advertisements

Equazioni differenziali
AVVOLGIMENTI NELLE MACCHINE ELETTRICHE ROTANTI
MACCHINE ASINCRONE.
MACCHINE SINCRONE.
DIMENSIONAMENTO DI UN GENERATORE SINCRONO
Motori Elettrici: i fondamenti
Motore a Induzione.
Corso di Fisica B – C.S. Chimica
Induzione elettromagnetica: evidenza sperimentale
Motori ad alto rendimento per l’Efficienza Energetica Tecnologia e risparmi Andrea Solzi ANIE – Energia.
RELE’ ELETTROMAGNETICI
Essendo le materie scientifiche e tecniche la linfa
La centrale elettrica Corso di Tecnologia Prof. Giuseppe Sciacca
Elettricità e magnetismo
IL CAMPO ELETTROMAGNETICO LENTAMENTE DIPENDENTE DAL TEMPO
Induzione Legge di Faraday E dS B x x x x x x x x x x E R B 1 E E.
CIRCUITO EQUIVALENTE DEL GENERATORE SINCRONO
Fisica 2 15° lezione.
Macchine in Corrente Continua
MACCHINE A CORRENTE CONTINUA
Motore asincrono Allievi Cdl Ing. Navale.
Il Magico Mondo dell’Elettromagnetismo
Parametri di un motore passo-passo
L’AUTOMOBILE AD IDROGENO: IL MOTORE ELETTRICO PER LA TRAZIONE
MOTORI ASINCRONI TRIFASI
Macchina sincrona Macchina elettrica rotante, funzionante in corrente alternata La frequenza f delle grandezze elettriche ai morsetti e la velocità di.
Motori passo-passo a riluttanza variabile e ibrido
MACCHINA ASINCRONA TRIFASE.
Macchine elettriche rotanti fondamentali
Elettrotecnica Anno accademico
Motore passo passo.
Meccanismi e movimento
Merceologia delle Risorse Naturali
CIRCUITI IN CORRENTE CONTINUA
Elettrotecnica Anno accademico
9. Fenomeni magnetici fondamentali
11. Induzione elettromagnetica
Elettromagnetismo 11. La corrente alternata.
PROPRIETA’ ELETTRICHE
IL TRASFORMATORE.
Motore Asincrono (parte II) e Sincrono
Alcune esperienze di laboratorio sull’elettromagnetismo
PRINCIPI DI FUNZIONAMENTO
Macchine Elettriche Insieme di componenti o un sistema fisico
Trasformatore Macchina elettrica statica
INDUZIONE ELETTROMAGNETICA
Le Centrali Idroelettriche.
MACCHINE E AZIONAMENTI ELETTRICI
COPPIE PARASSITE: ASINCRONE E SINCRONE
Controllo della velocità di un motore in corrente continua
Il campo magnetico.
FISSIAMO LE IDEE: Magnetismo ed Elettromagnetismo
I volti che hanno segnato il mondo della scienza:
Motore sincrono: Un motore realizzato utilizzando la rotazione del campo magnetico è detto motore sincrono poiché esiste sincronismo tra la velocità angolare.
Grandezze elettriche.
1)Glossario dei termini specifici sui motori elettrici:
Trasduttori di posizione e velocità: sincro e resolver
Il Rocchetto di Ruhmkorff
INDUZIONE ELETTROMAGNETICA
Motorino elettrico.
A cura del prof.ing. del Forno Fabio Simone. La materia è costituita da molecole composte da particelle ancora più piccole chiamate atomi. Un atomo si.
Scegliendo, invece, una rappresentazione con variabili complesse si ottiene:
Modalità di Controllo del Motore Asincrono.
Fino agli inizi degli anni ‘90 la stragrande maggioranza degli azionamenti utilizzava un motore in corrente continua; tale scelta era, essenzialmente,
Il comportamento del motore asincrono è descritto da un sistema di equazioni non lineari; non è, quindi, possibile, quando si desidera ricavare dei legami.
Emilio Zappa, Stefano Pecorario 5^G a.s 2012/2013.
Parallelo degli alternatori
Applicando la schematizzazione bifase equivalente ai circuiti di statore e di rotore, è possibile ricavare diversi modelli per descrivere il comportamento.
Transcript della presentazione:

UN MOTORE “MODELLO”

Le macchine elettriche Per macchine elettriche si intendono quei dispositivi in grado di trasformare energia, i cui principi di funzionamento si basano sulle leggi dell’elettromagnetismo

Motore asincrono trifase - Definizione Il motore asincrono trifase è una macchina elettrica che trasforma l’energia elettrica in energia meccanica. Il suo principio di funzionamento è basato soprattutto sulle leggi dell’induzione elettromagnetica, e sulla formazione dei campi elettromagnetici. Il MAT trova impiego enorme in tutti gli ambiti ed è un componente indispensabile della maggior parte dei sistemi e delle apparecchiature di uso più frequente nell’ambito della produzione, trasporto ecc.

Aspetti costruttivi La struttura generale di una macchina asincrona si può ricondurre alle seguenti parti fondamentali: Cassa Statorica (o statore): è la parte fissa del motore,ha la funzione di contenere le parti interne della macchina e di permetterne il fissaggio su di un supporto. Avvolgimenti statorici: sono alloggiati all’interno dello statore; sono i responsabili del generarsi del campo magnetico rotante statorico (c.m.r.).

Aspetti costruttivi La struttura generale di una macchina asincrona si può ricondurre alle seguenti parti fondamentali: Rotore: è la parte che si muove,quando sottoposta all’azione del c.m.r. statorico, entrando in rotazione.

Principi di funzionamento Il funzionamento del MAT, ossia la messa in rotazione del rotore, è basato sulla creazione di un campo magnetico derivante dall’avvolgimento rotorico, come diretta conseguenza della sua sottoposizione ad un flusso magnetico variabile nel tempo prodotto dagli avvolgimenti statorici attraversati da corrente. L’interazione tra i due campi magnetici, genera quindi una coppia di forze che agiscono sul rotore trascinandolo in rotazione. Perché la macchina si dice asincrona? La velocità di rotazione del rotore non è la stessa del campo magnetico rotante prodotto nello statore, per cui la macchina si dice asincrona.

Modellizzazione Ma da tutto questo, come si arriva a creare un modello? Realizzare il modello di un sistema vuol dire tradurre in termini matematici, grafici ecc. le sue caratteristiche o le grandezze in gioco nel sistema. Il fine dello studio di un modello è quello di consentire un’analisi delle caratteristiche del sistema senza dover ricorrere, per questo, a prove o esami sul sistema stesso. Di seguito, procederemo passo dopo passo alla creazione di un circuito elettrico che tiene conto di tutte le grandezze in gioco in un M.A.T., iniziando dalla modellizzazione dello statore, relativamente ad una fase.

Modellizzazione Il circuito equivalente è il seguente.

Modellizzazione Le resistenze e le induttanze cerchiate rappresentano le grandezze legate all’avvolgimento statorico.

Modellizzazione In questo caso i simboli cerchiati rappresentano le grandezze legate agli avvolgimenti rotorici.

Modellizzazione L’utilità della modellizzazione, in questo caso, è il fatto che possa essere riportata con un insieme di elementi statici (non in movimento) grandezze che nella realtà sono poste in movimento.

Modellizzazione In una macchina asincrona, come già detto, la velocità di rotazione del rotore non è la stessa del c.m.r. statorico. La frazione di giro che il rotore perde ad ogni giro del c.m.r. statorico, prende il nome di scorrimento, e viene indicato con s. Detti nc e nr rispettivamente la velocità di rotazione del c.m.r. statorico e del rotore:

Modellizzazione Ma tutto questo, come si lega alla matematica? I punti in comune sono tanti. Per metterne in evidenza uno, riportiamo la relazione che rappresenta la resistenza variabile.

Modellizzazione dove con RL indichiamo il carico meccanico applicato al nostro motore, espresso sottoforma di grandezza elettrica. Questa tiene conto della resistenza stessa R2 ed è in funzione dello scorrimento s.

Grafico equivalente I suoi valori possono essere riportati su di un grafico, ad esempio, mettendo in evidenza come varia la coppia prodotta dal motore al variare del valore di questa resistenza.