Uscita formativa a San Michele

Slides:



Advertisements
Presentazioni simili
Liceo Scientifico “G. Pellecchia”
Advertisements

1° Rivoluzione Industriale
Lavoro di Elisa Castrogiovanni e Monica Rissone. Con la chiusura dei campi, i contadini e i piccoli proprietari terrieri hanno bisogno di comprare prodotti.
Le seterie di San Leucio
Identificare variabili & Progettare investigazioni.
Stato liquido Stato gassoso Stato solido.
Litografia Introduzione alla Litografia
CLASSE PRIMA CLASSE SECONDA CLASSE TERZA CLASSE QUARTA CLASSE QUINTA
SCUOLA ELEMENTARE DI MONTEGROSSO
Rotazione di un corpo rigido attorno ad un asse fisso
VISITA AL FORNAIO Le classi della Scuola Primaria di Lusiana
Classi terze A e B – Maggio 2005 Scuola Goldoni, Ins. Rosa Santarelli
IL GOMITOLO DISEGNA UNA STRADA...
LA VIGNA Realizzato dalla classe 4^
I LAVORI TRADIZIONALI DEL PADULE DI FUCECCHIO
DAL GIRINO ALLA RANA A cura della 1^B Scuola media
Progetto EDUC 2011/2012 Giovani, volontariato e cittadinanza A CURA DI DENIS GENITONI.
Scopo dell’esperimento
TUTORIAL PER COSTRUIRE UN CESTINO CON CANNE D’INDIA
Istituto Comprensivo di Latisana Anno scolastico 2010/2011
AL COMPUTER CON “PAINT”
L’esperienza di spremitura a scuola
Il Cerca – costellazioni
Ciao! Siamo bimbi africani …e vogliamo raccontarvi qualcosa della nostra vita.
Le cose di ogni giorno raccontano segreti a chi le sa guardare
al Concorso Internazionale
Le bufale vengono munte
La trasmissione del moto
Preparazione alla tessitura: ORDITO
Istituto Comprensivo di Latisana Anno scolastico 2011/2012
SCUOLA PRIMARIA DI VIRLE PIEMONTE PLURICLASSE I/III
I nonni raccontano… ...la vita di una volta.
la classe 1° D ha fatto il pane!
La Sq. ORSI Fr4 Riparto Altair, durante le due settimane trascorse, si è riunita più volte per la realizzazione del Terrario; come prevedeva la terza.
HO 85 ANNI… BY MACC DANY.
Scuola Media Statale “Giovanni Falcone” Anzio
FARE I CESTI CON I VIMINI UN LAVORO DEI NOSTRI NONNI: 2 DICEMBRE 2010
Seconda tappa dell' impresa Buona Lettura.
Museo Patrimonio Industriale
QUANDO ALCUNI BAMBINI SI SONO SOFFERMATI SULLA POTENZA DEL SOLE ABBIAMO CAPITO CHE IL CALORE DEL SOLE NON C'ENTRA CON LA LUNGHEZZA DELLE OMBRE MA … C'ENTRA.
Glossario tessile ANNODATURA: operazione di raccordo tra due subbi di ordito per cui ogni capo del nuovo subbio è annodato al suo corrispondente del vecchio.
Avventura al campo estivo
La matassa PROGETTO PER: Bambini età 4 anni Obiettivi:
Progetto mulino a vento
Classe IV a.s Collegio Gallio
Tessuti a maglia.
ALLA SCOPERTA DELLA CERAMICA LA PRODUZIONE DELLE CERAMICHE ANTICHE
Classe IV Collegio Gallio Como
LE STRUTTURE Strutture elementari Strutture derivate.
Avanzamento con clic del mouse Vi piacciono questi pendenti? Sono realizzati con “perline” ottenute da ritagli di carta! Questi sono cilindretti di 3.
La palizzata piena di buchi
ARCHIMEDE e le sue invenzioni
Istituto Comprensivo “Salvo D’Acquisto”-Monza Un’esperienza cominciata quattro anni fa e che tutt’ora continua….
IL MUSEO DEL PATRIMONIO INDUSTRIALE Di BOLOGNA
Materiali *.
LA MOSTRA DI ARCHIMEDE.
TRASFORMAZIONE DEL LAVORO IN CALORE. Per eseguire la prova si usa il seguente materiale: Un calorimetro cavo con all’interno dell’acqua.
Funzioni: Forma e sostegno alla cellula Posizione degli organuli Polarità cellulare Movimento organuli, fagocitosi, citochinesi Movimento della cellula.
LE LEVE.
ATTIVITA’ DI TECNOLOGIA a cura di Daniele, Charles, Denis e Michele USCITA DI ISTRUZIONE DEL 17 NOVEMBRE 2015 AL MUSEO DEL TESSILE: DALLA PIANTA DEL COTONE.
Nell’ambito del Progetto Bilaterale Comenius “LIBRI DI PIETRA” la classe 2^B ha approfondito concetti geometrici e matematici inerenti le conoscenze presenti.
Le fasi della costruzione della mappa concettuale 1.Pianificazione del lavoro (obiettivi, che tipo di informazioni vogliamo rappresentare? …) 2.Identificazione.
ATTIVITA’ DI TECNOLOGIA a cura di Riccardo, Samuele, Mariam e Beatrice USCITA D’ISTRUZIONE DEL 17 NOVEMBRE AL MUSEO DEL TESSILE: DALLA PIANTA DEL COTONE.
ATTIVITA’ DI TECNOLOGIA a cura di Moustapha, Francesco, Sarah e Matteo. USCITA DI ISTRUZIONE DEL 17 NOVEMBRE 2015 AL MUSEO DEL TESSILE: DALLA PIANTA DEL.
Abbandonate le pelli di animali come indumenti, l’uomo passò all’uso di intrecci vegetali, per produrre tessuti. Il sistema primitivo di filatura rimase.
DAL PUNTO ALL’OPERA D’ARTE
ATTIVITA’ DI TECNOLOGIA a cura di Miriam, Eleonora, Maddalena, Gabriele e Andrea USCITA D’ISTRUZIONE DEL 17 NOVEMBRE 2015 AL MUSEO DEL TESSILE: DALLA PIANTA.
GLI ESPERIMENTI.
Transcript della presentazione:

Uscita formativa a San Michele

presentazione Attività: filo da torcere: l’arte dell’intreccio:

Filo da torcere Questo è uno dei tanti telai che si trovano a San Michele

Tessitura (ordito + trama = tessuto) Preparare il telaio per tessere è un’ operazione lunga e complessa, che richiede molta pazienza. La tessitrice disponeva infine il filato sul telaio in modo da avere una serie di fili verticali ORDITO che intrecciava con i fili orizzontali TRAMA e otteneva così il tessuto. trama ordito

L’arte dell’intreccio Abbiamo intrecciato il midollino e fatto un piccolo cesto.

Come abbiamo fatto: Mettere il midollino nell’acqua per circa un paio di minuti. Preparare la base: un cerchio di compensato con 13 buchi all’estremità. Inserire i fili lunghi di midollino nei buchi e bloccarli nella parte sotto (bastoncini verticali). Passiamo con un filo di midollino tra il bastoncino verticale e l’altro e intrecciamo. Finito il primo filo prendiamo il successivo e così via fino alla conclusione del cesto. Buon lavoro!!!

sala della lana aspo Diversi tipi di fusi

Dal fuso alla matassa. Il filo doveva essere tolto dai fusi carichi di lana e avvolto in matasse perché non si ingarbugliasse. L’ attrezzo usato per questa operazione era l’aspo, che veniva azionato a mano. Girando la manovella il filo si dispone attorno alle quattro traversine di legno. Dalla matassa al gomitolo. Le matasse di filo si avvolgevano in gomitoli mediante l’arcolaio. Conclusa questa operazione si poteva utilizzare il filato sia per i lavori a maglia che per fare i tessuti al telaio. La matassa era infilata dall’alto selle costole dell’arcolaio poi di prendeva in mano il bandolo della matassa e si cominciava a formare il gomitolo.