1° Rivoluzione Industriale

Slides:



Advertisements
Presentazioni simili
Dalla Rivoluzione agricola alla Rivoluzione Industriale
Advertisements

INTRODUZIONE Innovazioni tecniche
Lavoro di Elisa Castrogiovanni e Monica Rissone. Con la chiusura dei campi, i contadini e i piccoli proprietari terrieri hanno bisogno di comprare prodotti.
La Rivoluzione Industriale
La rivoluzione industriale
LA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE
RIVOLUZIONE INDUSTRIALE
Le seterie di San Leucio
Le industrie tessili inglesi
LA CATAPULTA.
MEZZI DI TRASPORTO NELLA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE
Cataleta Valentina classe 3D della scuola media Goffredo Zignani.
La rivoluzione industriale in Inghilterra
STORIE DI FILATI E TESSUTI
La termodinamica Nello studio della meccanica abbiamo lasciato alcuni problemi aperti L’energia meccanica totale in presenza di forze non conservative,
La termodinamica Nello studio della meccanica abbiamo lasciato alcuni problemi aperti L’energia meccanica totale in presenza di forze non conservative,
20 bambini di 4/5 anni Dal ’11 al 12.2.’11 Dalle alle 12.15
LA BICICLETTA “Guardi chi passa nella grande estate: la bicicletta tinnula, il gran carro tondo di fieno, bimbi, uccelli, il frate curvo, il ramarro.”
Il ‘700 e la rivoluzione industriale
Costruisci il tuo percorso Nelle diapositive che seguono troverai una traccia esemplificativa per costruire il tuo percorso. Leggi prima la sintesi e il.
Le rivoluzioni agricola e industriale
La rivoluzione industriale
La Rivoluzione Industriale
Rivoluzione industriale: le istituzioni
Sociologiadellavoro/Negrelli/Marx1 K. Marx, Il capitale La produzione capitalistica: capitale individuale; impiego di molti operai nello stesso tempo e.
LA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE IN INGHILTERRA
Scuola media "F.lli Casetti" -Preglia- classe II B- Prof. Spagnuolo
La rivoluzione industriale in Inghilterra
1°Rivoluzione Industriale ( ) Inghilterra
9. Fenomeni magnetici fondamentali
I tre Porcellini.
RIVOLUZIONE INDUSTRIALE
Il teorema del momento angolare
LA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE
LA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE
Glossario tessile ANNODATURA: operazione di raccordo tra due subbi di ordito per cui ogni capo del nuovo subbio è annodato al suo corrispondente del vecchio.
IL TRASFORMATORE.
La Rivoluzione industriale
Rivoluzione Industriale
La Rivoluzione Industriale
I mulini a vento Amsterdam
Lezione 13 La nuova era: il grande mutamento.
Federazione Italiana Giuoco Handball
Esempio 1 Un blocco di massa m scivola lungo una superficie curva priva di attrito come in figura. In ogni istante, la forza normale N risulta perpendicolare.
Prima rivoluzione industriale
Negrellilavoro e risorse umane: Marx1 K. Marx, Il capitale La produzione capitalistica:  capitale individuale;  impiego di molti operai nello stesso.
Uscita formativa a San Michele
Prima rivoluzione industriale (ultimi decenni 18° secolo – primi decenni 19° secolo) Precondizioni istituzioni politiche che favorivano l’iniziativa.
LA MACCHINA A VAPORE CRIMI SAMUELE 3D ANNO SCOLASTICO 2012/2013.
Il campo elettrico In fisica, il campo elettrico è un campo di forze generato nello spazio dalla presenza di carica elettrica o di un campo magnetico variabile.
“Lo scenario economico: la rivoluzione industriale inglese.”
Che cosa sono le rivoluzioni
IL MUSEO DEL PATRIMONIO INDUSTRIALE Di BOLOGNA
LA MOSTRA DI ARCHIMEDE.
La Rivoluzione industriale
La Macchina di Wimshurst
Il Generatore di Van de Graaff Il generatore di Van de Graaff è un generatore elettrostatico di tensione. La macchina è in grado di generare tensioni.
Storia della bicicletta.
STORIE DI FILATI E TESSUTI
La Rivoluzione industriale. Presupposti teorici della rivoluzione industriale Guillaume-Thomas Raynal: Histoire de deux Indes (1770) libertà dei commerci,
ATTIVITA’ DI TECNOLOGIA a cura di Daniele, Charles, Denis e Michele USCITA DI ISTRUZIONE DEL 17 NOVEMBRE 2015 AL MUSEO DEL TESSILE: DALLA PIANTA DEL COTONE.
LA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE
ATTIVITA’ DI TECNOLOGIA a cura di Riccardo, Samuele, Mariam e Beatrice USCITA D’ISTRUZIONE DEL 17 NOVEMBRE AL MUSEO DEL TESSILE: DALLA PIANTA DEL COTONE.
ATTIVITA’ DI TECNOLOGIA a cura di Moustapha, Francesco, Sarah e Matteo. USCITA DI ISTRUZIONE DEL 17 NOVEMBRE 2015 AL MUSEO DEL TESSILE: DALLA PIANTA DEL.
Abbandonate le pelli di animali come indumenti, l’uomo passò all’uso di intrecci vegetali, per produrre tessuti. Il sistema primitivo di filatura rimase.
Le rivoluzioni agricola e industriale
La prima rivoluzione industriale
Università di Napoli – “Federico II”
LA RICHIESTA DI TESSUTI SVILUPPA PRIMA IL LAVORO DOMICILIARE POI LE PRIME MACCHINE TESSILI: IL TELAIO MECCANICO e LA SPOLETTA VOLANTE NUOVA MATERIA PRIMA.
PRIMA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE
Transcript della presentazione:

1° Rivoluzione Industriale Invenzioni tecnologiche

Industria tessile SPOLETTA VOLANTE La spoletta volante o navetta lanciata è un congegno inventato nel 1733 da John Kay per consentire la tessitura automatica. Consiste in una navetta (piccolo manufatto in legno di forma affusolata) che contiene una spoletta dove è avvolto il filato. Essa viene lanciata da un lato all'altro dell‘ordito da un apposito congegno posizionato sul porta pettine (cassa battente) di un telaio da tessitura. Correndo velocemente attraverso il passo (il varco aperto tra la serie dei fili di ordito pari e quelli dispari), scivola sulla serie inferiore, srotolando il filato della trama e va a collocarsi sull'altro lato del telaio nell'apposito alloggiamento da dove verrà lanciata alla battuta successiva. Il lancio era ottenuto, nei primi telai meccanizzati, con il tirare una maniglia che azionava la molla di lancio, successivamente l'operazione divenne completamente automatica. Prima della sua invenzione il tessitore doveva mettere la navetta nel passo con una mano, spingerla con forza e acchiapparla con l'altra mano quando arrivava sul lato opposto, poi lasciarla per mettere le mani sul pettine e battere per avvicinare il filo di trama. SPOLETTA VOLANTE

JENNY 1767 - Per aumentare la produzione Hargreaves inventa lo Spinning Jenny con cui era possibile filare più fili contemporaneamente.

FRAME 1769 - Arxwright costruisce il filatoio idraulico: water-frame La macchina di Arkwright consisteva in un telaio verticale, alla sommità del quale erano sistemate quattro bobine con il cotone. Da ciascuna bobina il cotone passava attraverso due coppie di rulli molto vicini tra loro che comprimevano il filo. La seconda coppia di rulli ruotava più rapidamente della prima, e in questo modo “stirava” il filo rendendolo più resistente. Il filo poi veniva raccolto su un fuso posto nella parte inferiore della macchina.

MULO 1779 - Crompton costruisce il Mule-Jenny che lavorava con fili sottilissimi e robusti, combinando le migliori caratteristiche dello Spinnig Jenny e del Water Frame.

TELAIO MECCANICO 1785 - Edmund Cartwright inventa il primo telaio meccanico, rapido ed automatico; inizialmente mosso dall'acqua  fu successivamente alimentato dalla macchina a vapore. Fabbrica con telai completamente meccanizzati e mossi da energia inizialmente idraulica e successivamente a vapore.