ITMA MONACO PICANOL NV Ter Waarde IEPER – Belgium

Slides:



Advertisements
Presentazioni simili
Il terminale DART Registra le informazioni su supporti ROM rimovibili, oppure le trasmette attraverso connessioni GSM/GPRS, rileva il posizionamento geografico.
Advertisements

STORIA Industrial Frigo è uno dei maggiori produttori di sistemi di refrigerazione e termoregolazione in Italia. Più di 10,000 aziende in tutto il mondo.
1° Rivoluzione Industriale
Apprendimento e condizionamento
I COMPONENTI DEL Computer
Via del boglio n° montezemolo (CN)
Implementazione di piattaforme di misura per il miglioramento della qualità di processo nel settore tessile e calzaturiero Staff 2 professori ordinari;
L’occhio Lente composta Diaframma Rivelatore.
Leggi che mirano all’aumento dell’uso delle risorse rinnovabili. Direttiva 2001/77 CE “Promozione dell’energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili”
Presentazione del Ve. Pro. L. G
VERSOMAT Versomat 2007 Moretti.
. Per incidenza gli angoli sono tutti zero non vi è conversine da P ad SV o da SV a P,via via che l’ angolo cresce aumenta la conversione. Le Equazioni.
TECNOLOGIE DEI SISTEMI DI CONTROLLO
WATER JET MACHINING Prof. Gino Dini – Università di Pisa.
TAGLIO CON GETTO D’ACQUA
… ma tutto questo cosa centra con la matematica?...
FRULLATORI E SBATTITORI PORTATILI. CLASSIFICAZIONE Apparecchi portatili il cui utensile è inteso per trattare un prodotto alimentare in un contenitore.
L’APPARATO CIRCOLATORIO
Valgreghentino (LECCO)
LA CENTRALE TERMOELETTRICA: PRINCIPIO FISICO MODELLO E SPERIMENTAZIONE
ATR ITALIA RETTIFICATRICI
1 36 th WING MISURAZIONE DELLA TEMPERATURA DELL'ARIA IN PISTA.
rivoluzione industriale
Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica
Cale MP 104 Compact. Cale MP 104 Compact I parcometri MP 104 possono essere caratterizzati in più colori.
PRESENTAZIONE di RICCARDO
Sensori di presenza Con tale denominazione si intendono dispositivi atti a generare informazioni associate alla presenza o all’assenza di determinati oggetti.
Le fonti energetiche 2.
Unità di trattamento aria per settore ospedaliero
PISTOLE. Pistola ST-1200 La Pistola ST-1200 permette di lavorare ad una pressione massima di 24 bar e ad una portata dacqua di 100 l/min. La Pistola ST-1200.
Preparazione alla tessitura: ORDITO
LABORATORIO PROVE FUOCO
Benvenuti in Stand alone.
FINTEL MULTISERVIZI Linee guida per ottimizzare gli impianti di pubblica illuminazione dal punto di vista energetico.
SOLUZIONI E PRODOTTI CODING SOLUTIONS. Coding Solutions progetta e realizza sistemi informatici per il controllo e lautomazione dei processi produttivi,
JANCO S.R.L. Produttore italiano di fashion casualwear
Potenziometri I trasduttori lineari di posizione serie PL sono potenziometri estremamente robusti per applicazioni industriali. Le loro caratteristiche.
Protezione di archivi e biblioteche con impianti Water Mist
ITIS “L. DA VINCI” CARPI AZIENDE APERTE 2002 © Classe 2F.
SISTEMA AUTOMATICO COMANDO TAPPARELLE
METODI DI RAPPRESENTAZIONE DI UN SISTEMA
Corso di Microscopia Elettronica a Scansione e Microanalisi EDS
™.
RASE 3030 PALO CENTRALE A RIBALTAMENTO ELICOIDALE:
Produzione e trattamento dell’aria compressa
PRESENTAZIONE DI MONTAGGIO in opera CASSA CLIMATICA.
Tessuti a maglia.
UNIBG_preITMA2007 / Innovazione alla fiera ITMA di Monaco.
1. 2 Distruggidocumenti personale e da ufficio a striscia “ENERGY SMART” con coperchio apribile e 2 gruppi di taglio separati Coperchio apribile trasparente.
NELLA SCUOLA E NEL LAVORO
Il valore di una macchina disegnata per il cliente.
1 ITMA 2007 MCS Termoelettronica. 2 Presentazione : Giuseppe Chiappini.
ESPERIMENTO DI RÜCHARDT
Metodi numerici per lo studio di sistemi multicorpo
CONFEZIONE di ABBIGLIAMENTO
Corso di Sistemi di Trazione
Elcon Elettronica S.r.L..
Perdite istantanee e Cadute lente in travi di CAP
Something new in the air. Innova nasce nel 2004 e da sempre opera nel settore delle energie rinnovabili, sviluppando sistemi avanzati per il comfort climatico.
La struttura di un computer
Il Rocchetto di Ruhmkorff
THE CORNER, INDOOR OR OUTDOOR FOR SALE UNA GRANDE OPPORTUNITA’, DA POSIZIONARE…. DOVE LO RITIENI PIU’ OPPORTUNO!
Il trattamento dentro la propria attività.  È un moderno, impianto tecnologico,che eroga acqua trattata liscia o gasata, fredda.  Le sue dimensioni.
Il trattamento dentro la propria attività.  È un moderno, impianto tecnologico,che eroga acqua trattata liscia o gasata, fredda.  Le sue dimensioni.
CATALOGO MATERIALE IN SVENDITA (FINO AD ESAURIMENTO SCORTE) stato 29/02/2016.
Prof.ssa Veronica Matteo
 4 stabilimenti di produzione situati nel Nord Italia  Più di m² coperti  Più di 200 macchine utensili  700 diversi tipi di pompe  Più di
La parola” computer “ deriva dal latino”computare” che significa “fare di conto”. All’inizio erano macchine utili e costose, solo per pochi, ma poi diventarono.
FONDERIA Ottenimento di un componente nella sua forma ‘finale’ attraverso la colata di metallo liquido in un ‘adeguato’ contenitore. Metallo liquido da.
Massa d’aria in movimento:
Transcript della presentazione:

ITMA 2007 - MONACO PICANOL NV Ter Waarde 50 8900 IEPER – Belgium www.picanol.be  ITMA 2007 (Munich) 13-20 Settembre Hall B4 – Booth 304   Buon giorno a tutti voi. Mi chiamo R.R. e sono sales manager per Picanol in Italia. Durante la mia presentazione introdurrò la macchine Picanol a pinze Optimax e a getto d’aria Omniplus800, nelle varie versioni ed equipaggiamenti. Inoltre entreremo in alcuni dettagli tecnici che Picanol presenterà all’ITMA.

ITMA 2007 - MONACO Ecco, questa è la nuova macchina a pinze Optimax, presentata al mercato lo scorso mese di marzo 2007

ITMA 2007 - MONACO Macchina a pinze OptiMax 8-R 190: camiceria 8 colori, ratiera, altezza pettine 190 cm Catena titolo Ne 100/2 materiale cotone densità 52 fili/cm Trama titolo Ne 50 densità 44 battute/cm Altezza rimettaggio 182 cm Caratteristiche speciali: Sistema di inserzione guidato con gancini tipo C Sistema Quick Style Change con “Split frame” Predisposta per il raffreddamento ad acqua E questi sono i vari tessuti ed equipaggiamenti che verranno mostrati durante l’ITMA. Ogni slide vi mostrerà: Il tipo di telaio Il tessuto prodotto La specifica tecnica del tessuto Inoltre: Caratteristiche speciali delle macchine In questo caso camiceria (leggi schermo)

ITMA 2007 - MONACO Macchina a pinze OptiMax 12-J 190: abbigliamento femminile 12 colori, Jacquard, altezza pettine 190 cm Catena titolo dtex 56/f 48 materiale poliestere densità 108 fili/cm Trama materiale poliestere dtex 150 + 330 cotone Nm 20/2 fantasia Nm 2 + 4 densità 61 battute/cm Altezza rimettaggio 145 cm Caratteristiche speciali: Inserzione 12 colori con presentatrice di trama QuickStep Taglio trama meccanico, regolabile durante il funzionamento Optispeed per la programmazione di velocità variabili Abbigliamento femminile

ITMA 2007 - MONACO Macchina a pinze OptiMax 4-R 360: denim 4 colori, ratiera, altezza pettine 360 cm Catena titolo Ne 7,5 materiale cotone densità 22 fili/cm Trama titolo Ne 7,5 materiale cotone multicount densità 16,5 battute/cm Altezza rimettaggio 354 cm Caratteristiche speciali: Sistema di inserzione guidato con gancini tipo C Taglio trama rotativo “EDC” PSO denim

ITMA 2007 - MONACO Macchina a pinze OptiMax 8-R 340: fancy voile 8 colori, ratiera, altezza pettine 340 cm Catena titolo denier 20 materiale poliestere mono densità 37 fili/cm Trama titoli vari materiale acciaio inossidabile 0,035 mm, poliestere dtex 167, poliestere monofilo 20 denier, ciniglia Nm 4,5 densità variabile Altezza pettine 328 cm Caratteristiche speciali: Pinze a volo libero per la tessitura di tessuti delicati Quadri ibridi senza cavaliere centrale Display interattivo Illuminazione sopra e sotto il tessuto Optispeed per la programmazione di varie velocità di tessimento tendaggio

ITMA 2007 - MONACO Macchina a pinze OptiMax 4-P 460: tessuti tecnici per spalmatura 4 colori, movimento a camme, altezza pettine 460 cm Catena titolo dtex 1100/f210 - Z60 materiale poliestere densità 6,8 fili/cm Trama titolo dtex 1100/f24 - T0 densità 6,8 battute/cm Altezza rimettaggio 434 cm Caratteristiche speciali: Sistema di inserzione guidato con gancini tipo C Doppi rulli di pressione Taglio termico Avvolgitore esterno Neuenhauser per grandi rotoli Tessuti tecnici

ITMA 2007 - MONACO Macchina a pinze OptiMax 8-P 250: tessuto a giro inglese 8 colori, movimento a camme, altezza pettine 250 cm Catena titolo dtex 1100/f 210 - Z60 dtex 78/f24 - Z800 materiale poliestere densità 4 fili/cm Trama titolo dtex 1100/f210 materiale poliestere/ciniglia densità variabile Altezza rimettaggio 200 cm Caratteristiche speciali: Sistema di giro inglese Optileno Giro inglese

ITMA 2007 - MONACO Macchina a pinze OptiMax 6-R 220: drapperia (stand Stäubli) 6 colori, ratiera, altezza pettine 220 cm Catena titolo Nm 72/2 materiale lana densità 26 fili/cm Trama titolo Nm 46/1 densità 29 battute/cm Altezza rimettaggio 175 cm Caratteristiche speciali: Inserzione a volo libero Sistema Quick Style Change con “Split frame” Cimossatrici pneumatiche Estrattore di nodi Picanol “PKE” Fresco di lana

ITMA 2007 - MONACO Questa invece è l’OMNIPLUS800, Come molti di voi sapranno, anche questo telaio è stato presentato recentemente, esattamente 2 anni fa.

ITMA 2007 - MONACO Macchina a getto d’aria OMNIplus 800 4-P 190: foderame 4 colori, movimento camme, altezza pettine 190 cm Catena titolo dtex 72/36 materiale poliestere densità 35 fili/cm Trama titolo dtex 76 densità 22 battute/cm Altezza rimettaggio 150 cm E questi sono gli articoli e gli equipaggiamenti sulle macchine a getto d’aria Fodera

ITMA 2007 - MONACO Macchina a getto d’aria OMNIplus 800 4-R 220: tessuto per automotive 4 colori, ratiera, altezza pettine 220 cm Catena titolo dtex 540/f144 materiale poliestere densità 24 fili/cm Trama titolo dtex 540/f144 densità 17 battute/cm Altezza rimettaggio 194 cm Caratteristiche speciali: Dispositivo pneumatico “PDC” Elsy per alta velocità Movimento positivo del portafili Tecnici per automotive

ITMA 2007 – MONACO Macchina a getto d’aria OMNIplus 800 2-P 340: lenzuola 2 colori, movimento a camme, altezza pettine 340 cm Catena titolo Ne 40 materiale cotone densità 50 fili/cm Trama titolo Ne 80 densità 28 battute/cm Altezza rimettaggio 320 cm Caratteristiche speciali: ARVD Cimossatrice pneumatica Quadri ibridi senza cavaliere centrale Inserzione 4 trame simultanee Movimento positivo del portafili lenzuola

ITMA 2007 - MONACO Macchina a getto d’aria OMNIplus 800 4-J 190: tessuto per fodera (stand Bonas) 4 colori, Jacquard, altezza pettine 190 cm Catena titolo dtex 76 materiale poliestere densità 54 fili/cm Trama titolo dtex 84 densità 40 battute/cm Altezza rimettaggio 154 cm Caratteristiche speciali: Jacquard Bonas Display interattivo Riparazione automatica della trama Fodera jacquard

ITMA 2007 - MONACO Macchina a getto d’aria OMNIplus 800 4-J 250: tessuto per materassi (stand Grosse) 4 colori, Jacquard, altezza pettine 250 cm Catena titolo dtex 167 materiale poliestere densità 33 fili/cm Trama titolo denier 300 materiale polipropilene densità 17 battute/cm Altezza rimettaggio 234 cm Caratteristiche speciali: Jacquard Grosse PSO Display con tastiera Tessuto per tralicci

ITMA 2007 - MONACO Macchina a getto d’aria TERRYplus 800 8-J 260: spugna 8 colori, Jacquard, altezza pettine 260 cm Catena titolo Ne 24/2 – Ne 20/2 materiale cotone densità 12,26 fili/cm Trama titolo Ne 14/1 densità 18 battute/cm Altezza rimettaggio 235 cm Caratteristiche speciali: Altezza riccio programmabile Inserzione 8 colori Protezione ottico del tirapezza ad aghi Dispositivo di controllo altezza riccio Jacquard Stäubli spugna

ITMA 2007 - MONACO Sulla base del telaio ad aria OMP800, recentemente è stato presentata una nuova macchina a spugna: il terryPlus 800. Il lancio è del settembre 2006 Come avrete potuto notare, tutti i prodotti Picanol sono stati recentemente rinnovati. Quindi picanol si mostra al mercato come una azienda che ancora crede e investe nel mercato, soprattutto quello europeo. Infatti tutti questi prodotti sono stati progettati e costruiti in Europa e più precisamente in Belgio, dove abbiamo la casa madre, e in Germania presso la ditta Gunne, di proprietà Picanol.

ITMA 2007 - MONACO Dispositivi comuni alle due macchine Comando principale: SUMO Raffreddamento ad acqua Quick Style Change Display di comando e di controllo Le 2 piattaforme per i telai a pinze e a getto d’aria sono differenti, ma alcuni equipaggiamenti sono comuni alle 2 macchine Ad esempio il SUMO, il raffreddamento ad acqua, il QSC e i quadri di comando e controllo sono stati utilizzati per tutte le nostre macchine

Comando principale: SUMO Ecco l’ormai famoso SUMO. Motore a comando diretto presentato e brevettato alla fine degli anni ’90, ha rivoluzionato il modo di concepire l’azionamento dei telai moderni. Il motore innanzitutto: E’ un motore a riluttanza magnetica alternata ad alta efficienza, in parole semplici un motore dove il rotore è fatto ruotare da uno statore composto da 8 bobine avvolte singolarmente: quindi 8 campi magnetici, che danno al motore durante la rotazione “informazioni” che possono essere differenti: accelera, rallenta, ferma, ruota in senso inverso. Tutto questo in un solo giro del rotore. Grazie a questo sistema sono stati eliminati frizione, freno, motore ausiliario di marcia lenta. Anche l’inverter non si rende + necessario. Inoltre la lubrificazione dei cuscinetti a liquido porta almeno 2 vantaggi: totale assenza di manutenzione ai cuscinetti, temperatura del motore sempre costante Comando diretto: come potete vedere dall’immagine il comando è diretto: nè cinghie e nemmeno cascate di ingranaggi per I comandi del battente e dei nastri. Prima accennavo all’alta efficienza: il consumo energetico di questo motore è inferiore a quello dei motori tradizionali e ai “brushless” o a magneti permanenti Un altro dispositivo collegato al SUMO è l’AKM. Questo sistema permette di cambiare il tempo di incrocio del passo dal microprocessore. Semplice, certo, veloce, pulito, e memorizzabile

Raffreddamento ad acqua Permette riduzioni dimensionali dell’ impianto A/C Riduce i costi di condizionamento Picanol ha anche sviluppato un sistema per trasferire il calore generato sia dal telaio che dalla ratiera fuori dalla sala di tessitura. Il cliente dovrà prevedere un circuito di acqua, con un piccolo serbatoio e uno scambiatore di calore. Circa il 50% del calore sviluppato verrà trasferito all’esterno. Risultato: minor consumo di aria per il condizionamento, maggior efficienza dei telai durante i mesi estivi, eventuale ri-utilizzo del calore trasferito all’esterno.

Quick Style Change Qui viene mostrato il QSC, dove la parte posteriore del telaio, divisa dal telaio stesso, è rapidamente separabile In questo modo i nuovi articoli possono essere preparati esternamente la sala di tessitura, mentre il telaio continua a tessere Un cambio completo può essere realmente effettuato in meno di 1 ora, da 1 solo operatore

Regolazioni - Microprocessore I-Display Key-board Display Qui vengono mostrati i 2 display: con tastiera e “touch screen” interattivo Collegamenti bidirezionali, remoti, porta infrarossi e USB, Grafica semplice e intuitiva Diagnostica avanzata Schermo di grandi dimensioni All’Itma chiedete a me o ai miei colleghi di mostrarvelo: immediatamente ne capirete la semplicità d’uso

Inserzione Ancora un’immagine del display interattivo, dove si evidenzia la pagina per la regolazione dell’inserzione. Semplice, logico, efficace

Ora passiamo ad alcuni dettagli costruttivi del telai a pinze Optimax

Nuova piattaforma Velocita’ Versatilita’ Qualita’ del tessuto Riduzione scarto Altezze in pettine Campi applicativi Energia Ergonomia e facilita’ d’uso Una nuova piattaforma per (vedi schermo)

Nuova piattaforma Struttura Robusta Stabile Modulare La nuova struttura (vedi schermo)

Per qualsiasi applicazione Da 190cm a 540cm Altezza macchina = altezza utile Riduzione simmetrica sino ad 1 metro In varie altezze da 190 a 540 cm

Inserzione Versione guidata – GC Versione volo libero – FF (con supporti o con pista) Versioni facilmente intercambiabili Sistema di pinze a volo libero per una maggior versatilità e guidato per maggior velocità

Apertura della traente (ERGO) Apertura positiva (momento ed angolo) Comando elettronico programmabile Controllo perfetto dello scarto Set up per canale, o rispetto alla armatura Marcia lenta facilitata con trame elastiche Apripinza sulla traente comandato, programmabile trama per trama, sia in lunghezza per ca 7 cm, che in pressione Trame elastiche apertura ritardata, trame rigide apertura anticipata. Anche la pressione esercitata sulla pinza traente è programmabile. Trama sottile, pressione leggera, trama grossa pressione maggiore Anche qui abbiamo 7 possibili regolazioni

Ora passiamo al telaio a getto d’aria Omniplus800

Soffiatori principali fissi Qui si vedono gli ugelli principali fissi e mobili. Quelli mobili accelerano la trama, quelli fissi la inseriscono nel passo Il comando indipendente degli ugelli fissi e mobili permette un’inserzione ottimale della trama nel passo

Soffiatori principali - Comando Gli ugelli principali fissi e mobili sono controllati da queste valvole modulari. Ogni blocco comanda 2 ugelli. Anche il sistema “ELCA” è ora integrato in questi blocchi. Elca è un sistema brevettato che riduce la pressione dell’aria agli ugelli principali quando questi non stanno inserendo la trama Inoltre a macchina ferma, la pressione degli ugelli viene ridotta al minimo, singolarmente per ogni ugello, in funzione delle differenti trame in utilizzo.

Nuove Staffette Queste sono i nuovi ugelli a staffetta a 16 fori La pressione dinamica è stata incrementata di più del 60% La direzione del getto non va più a disturbare i fili di ordito nel passo inferiore Tutto ciò si traduce in minor consumo e miglior aspetto del tessuto

Nuove Staffette : posizione Ecco visualizzato il flusso di aria nel passo A differenza degli ugelli monoforo, con questo tipo di ugelli il cono creato dal flusso d’aria non varia al variare della pressione

Staffette : Valvole Qui possiamo notare la nuova posizione delle valvole a staffetta,ognuna delle quali comanda solamente 2 ugelli Il tubetto di collegamento è molto più corto per una miglior efficienza e minor consumo d’aria

Nuovo detettore: ARGUS Anche l’ARGUS, il sensore di controllo dell’arrivo della trama ha ora una lettura più efficace, in quanto il campo di lettura si estende su tutta la sua superficie, e non solamente tra 2 raggi ottici Questo migliora l’efficienza del telaio riducendo le false fermate sopratutto con trame ad alta torsione.

ARVD: Principio di funzionamento Ad ogni inserzione il tempo di svolgimento del premisuratore viene comparato dal microprocessore con un valore di riferimento Dato che c’è una variazione della velocità di inserzione, non è necessario soffiare sempre nello stesso modo con gli ugelli a staffette Di conseguenza la macchina adatterà automaticamente la chiusura delle valvole degli ugelli a staffetta. Trame veloci, solo il tempo schematizzato in giallo, trame lente, l’apertura sarà più lunga, (giallo + nero) Questo già dalla 2° valvola. La parte evidenziata in nero visualizza il risparmio di energia Machine Le valvole a staffetta sono responsabili di circa il 75% del consumo totale di un telaio a getto d’aria. Capite quindi l’importanza della ricerca nella riduzione dei tempi di soffiaggio delle singole valvole. Ad ogni inserzione il tempo di svolgimento del premisuratore viene comparato dal microprocessore con un valore di riferimento Dato che c’è una variazione della velocità di inserzione, non è necessario soffiare sempre nello stesso modo con gli ugelli a staffette Di conseguenza la macchina adatterà automaticamente la chiusura delle valvole degli ugelli a staffetta. Trame veloci, solo il tempo schematizzato in giallo, trame lente, l’apertura sarà più lunga, (giallo + nero) Questo già dalla 2° valvola. La parte evidenziata in nero visualizza l’eventuale risparmio di energia

Autospeed: Principio di funzionamento Il sistema è una evoluzione dell’AICQ, dove veniva rilevata l’arrivo della trama e aumentata o ridotta la pressione degli ugelli principali. Ora, invece di regolare solamente la pressione degli ugelli, viene regolata anche la velocità del telaio entro alcuni parametri: secondo esperienze acquisite l’aumento di produzione è dell’ordine del 4-7%. Machine Invece di regolare la velocità del filo di trama durante l’inserzione, l’Autospeed mantiene l’arrivo della trama costante modificando la velocità del telaio. In pratica: Il sistema è una evoluzione dell’AICQ, dove veniva rilevata l’arrivo della trama e aumentata o ridotta la pressione degli ugelli principali. Ora, invece di regolare solamente la pressione degli ugelli, viene regolata anche la velocità del telaio entro alcuni parametri: secondo esperienze acquisite l’incremento di produzione è dell’ordine del 4-7%.

ITMA 2007 - MONACO PROSIT! PICANOL N.V. Hall B4 - Booth 304 Arrivederci a Monaco. PROSIT! Beh, che dirvi ora: Arrivederci a Monaco! E buone ferie!