TESSUTO IN SETA 29/03/ CAMPIONE LA STORIA DELLA FIBRA

Slides:



Advertisements
Presentazioni simili
COMBUSTORE TERMORIGENERATIVO PER SFIATI CLORURATI
Advertisements

Progetto di educazione alimentare
Capitolo primo La fondazione della città di Catanzaro risale all’ 855. Il nome della città deriva da un misto di greco e arabo. Catanzaro è divisa in tre.
A cura della prof.ssa Luchetti Stefania
I legumi.
Introduzione ¢ I detergenti sono quei prodotti in grado di allontanare dalle superfici quel materiale estraneo e non, definito come sporco. ¢ Lo sviluppo.
Elettricità Per strofinio i corpi acquistano una proprietà detta stato elettrico,per cui risultano in possesso di elettricità.
LAVORO – ENERGIA ELETTRICITÀ
Sintesi delle osservazioni di laboratorio
Solubilità e proprietà colligative
Luigi Rigano, Rosa D’Agostino
Petrolio Greco Sofia 3C.
ENERGIA NUCLEARE URANIO
STORIE DI FILATI E TESSUTI
Fiumefreddo di Sicilia Classe IIA A.S. 2007/2008
NYLON ARAMIDI I NYLON O POLIAMMIDI
Dryarn una fibra innovativa al servizio del comfort
LABORATORIO DI RICERCA E SVILUPPO SANTO STEFANO
Blu & Rosso.
I perché dell’ACQUA Classe 5°B Progetto continuità AS
La carta di ieri e di oggi
Il ciclo vitale dei materiali
EVOLUZIONE DEGLI STUDI SULLA CHIMICA DEL TARTUFO
La chimica nella vita quotidiana
 Cotone Il cotone ( Gossypium , Linnaeus 1758 ) è una pianta arbustiva della famiglia delle Malvacee, originaria del subcontinente indiano e delle regioni.
LAVORO SVOLTO DA LUCA GIORGIONE
Seta La seta è un filamento sottile e lucente, lungo anche più di 1 Km. Si ricava dal bozzolo prodotto dal baco da seta (Bombyx mori) Questo lepidottero.
Pelle e concia OPTICA 1 CAMPIONE LA STORIA DEL MATERIALE
LA CHIMICA.
SCUOLA PRIMARIA “F. DE ANDRÈ” I CINESI CLASSE 4^A A.s
Chimica e didattica della chimica
PRODUZIONE DELLA FIBRA
Il ‘600, età d’oro della seta in Piemonte
L’800 e il ‘900 Il periodo napoleonico terminò e tornarono a regnare in Piemonte i Savoia, tuttavia il declino dell’industria serica fu sempre più diffuso,
La bachicoltura, dalla Cina all’Occidente
LA CIVILTÁ CINESE A cura di: Annalisa, Marta, Christian Z.
I CINESI Jennifer, Alessandra, Luca.
La Carta Che cos’è? Applicazioni Riciclaggio Come è fatta?
I diversi tipi di magma Il contenuto in silice influisce sostanzialmente sulle caratteristiche dei magmi, ne determina la classificazione e il comportamento.
REAZIONI NUCLEARI FERRETTO MATTEO ZAMAI AGOSTINO.
L'ELETTRICITA'.
TECNOLOGIA DEI MATERIALI
Christian Rando & Moreno Vanzini
A cura di vanessa capuano
LE PROPRIETA’ FISICHE E CHIMICHE DELL’ACQUA
Agricoltura.
nel settore industriale
Tutti i giorni con la PLASTICA.
A CURA DI SAMUELE MOIOLI
Le fibre Taglialavore jessica.
Le fibre animali Le fibre animali, sono costituite dai peli ricavati dal vello di alcuni mammiferi (pecora, cammello, capra, ecc.) o da lunghi filamenti.
Le fibre naturali vegetali
Le fibre tessili Una fibra è un elemento in forma allungata, flessibile e sottile che, per queste sue caratteristiche, si presta a essere filato. Alcune.
IL MUSEO DEL PATRIMONIO INDUSTRIALE Di BOLOGNA
Materiali *.
FIBRE TESSILI La fibra tessile è l'insieme dei prodotti fibrosi che, per la loro struttura, lunghezza, resistenza ed elasticità, hanno la proprietà di.
Le fibre naturali e vegetali
BIONAD project LIFE 12 ENV/IT/352 C.D."Ugo Schiff" 18th month meeting: Elda 07July 2015.
Le fibbre tessili animali e vegetali!!
Il mondo delle fibre La fibra tessile è l'insieme dei prodotti fibrosi che, per la loro struttura, lunghezza, resistenza ed elasticità, hanno la proprietà.
AMMINOACIDI E PROTEINE
TECNOLOGIE ALIMENTARI PER LA CONSERVAZIONE DEGLI ALIMENTI
STORIE DI FILATI E TESSUTI
1 Sistemi di abbattimento delle polluzioni atmosferiche Prof. Ing. Riccardo Melloni Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Civile Università degli Studi.
Storia del Tè. Il tè Dopo l’ acqua, il tè è la bevanda più diffusa al mondo. La sua patria d’ origine la Cina.
Gli archeologi fanno risalire a circa 10
Abbandonate le pelli di animali come indumenti, l’uomo passò all’uso di intrecci vegetali, per produrre tessuti. Il sistema primitivo di filatura rimase.
ATTIVITA’ DI TECNOLOGIA a cura di Miriam, Eleonora, Maddalena, Gabriele e Andrea USCITA D’ISTRUZIONE DEL 17 NOVEMBRE 2015 AL MUSEO DEL TESSILE: DALLA PIANTA.
BIONAD project LIFE 12 ENV/IT/352 C.D."Ugo Schiff" 30th month meeting: Matera, may 2016.
Transcript della presentazione:

TESSUTO IN SETA 29/03/2017 1 CAMPIONE LA STORIA DELLA FIBRA La seta è un tessuto che conosciamo da circa 5000 anni. Si dice che fu scoperta grazie a Xiling, moglie dell'imperatore cinese Huang-Di. Viene onorata come "Signora dei bachi da seta" perché, secondo una leggenda, mentre si accertava dei danni subiti dai gelsi dell'imperatore, scoprì per prima fra i mortali che il baco produceva la seta. diffuse il segreto fra il suo popolo e diede vita all'arte della sericoltura. Durante tutto il tredicesimo secolo la seta fu un prodotto d'importazione dall'Oriente che solo i benestanti potevano permettersi. In Europa, l'Italia diventò ai tempi dei Normanni roccaforte della bachicoltura e della filatura della seta. L'Italia rimase a lungo tempo la nazione numero uno per la produzione di seta in Europa finché dalla metà del diciassettesimo secolo la Francia non ampliò le sue tessiture, primeggiando sull'Italia. Al giorno d'oggi i maggiori produttori di seta sono India, Cina, Giappone, Brasile e Thailandia. CAMPIONE PRODUZIONE DELLA FIBRA La seta è prodotta dal filugello (Bombyx mori) che la secerne in forma di un lungo filamento doppio e continuo (bava), che avvolge intorno a sé formando il bozzolo. I bozzoli vengono immersi in acqua calda in modo che si distacchino i capi e il filamento possa essere dipanato. In filatura si riuniscono due o più filamenti, il filo tenuto si torce, si incanna sull'aspo, ottenendo così la seta greggia. CARATTERISTICHE DELLA FIBRA Il filamento serico è costituito da due sostanze proteiche: fibroina e sericina,contiene inoltre 2-3 % di materie grasse,cerose, coloranti minerali. E' di colore bianco, più o meno puro, poi varia dal verdognolo, giallo, sino a rossastro. Tende a rammollire al caldo. E' sensibile agli acidi forti concentrati e diluiti. A contatto con la luce solare si indebolisce. La seta è una cattiva conduttrice di elettricità, si elettrizza per strofinio.  IMPIEGHI DELLA FIBRA Viene usata per biancheria costosa, stoffe per abbigliamento, cravatte, foulards , tappezzeria, calze e guanti. Oltre la seta prodotta dal Bombyx mori, viene utilizzata anche la seta selvatica (seta tussah) e la seta marina (bisso), che deriva da molluschi e dalle valve di alcuni specie di Pinna. Si producono anche strumenti ottici con seta di ragno. CARATTERISTICHE DI COSTRUZIONE DEL TESSUTO E SUOI TRATTAMENTI (TINTURA & FINISSAGGI) C'è da dire che la seta ha una quasi ottima affinità con i coloranti (acidi e basici), assorbendo i medesimi a temperature non troppo elevate. Con i coloranti solidi per cotone (es. al tino) si ottengono elevate solidità purché la concentrazione alcalina sia molto bassa. Con i coloranti basici garantisce brillantezza. Con i coloranti acidi e diretti offre sia solidità che brillantezza. Le operazioni di finitura possono essere: operazioni che modificano l'aspetto dei tessuti (via meccanica o termica),operazioni che modificano la mano (che dipendono dalla struttura chimica e dalla sua sezione) e operazioni di finitura particolari (antimacchia e easy care).   DATI della SQUADRA E BIBLIOGRAFIA NEW FLAPPERS ITIVEM Marzotto Valdagno www.tessutiinseta.info www.lapelle.it “Manuale di tecnologie tessile” di ZANICHELLI / ESAC by Edizioni Scientifiche A. Cremonese “Manuale delle fibre tessili” di ETAS KOMPASS by ETAS KOMPASS S.p.A. MANUTENZIONE DEL TESSUTO Si sporca poco ed è lavabile,anche se è preferibile il lavaggio a secco. Se si lava a mano o in macchina,l'azione deve essere blanda,senza superare i 30°C. Per tempi brevi e alla fine una leggera strizzata. Il candeggio deve essere effettuato con perborato o acqua ossigenata. Per quanto riguarda la stiratura non si devono superare i 110 °C. 1