La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lo sviluppo embrionale Primi stadi dello sviluppo embrionale: segmentazione formazione della blastula gastrulazione Nella gastrula si individuano i tre.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lo sviluppo embrionale Primi stadi dello sviluppo embrionale: segmentazione formazione della blastula gastrulazione Nella gastrula si individuano i tre."— Transcript della presentazione:

1

2 Lo sviluppo embrionale Primi stadi dello sviluppo embrionale: segmentazione formazione della blastula gastrulazione Nella gastrula si individuano i tre foglietti embrionali, da cui si origineranno i tessuti adulti.

3 Lo sviluppo embrionale Con la neurulazione si forma il tubo neurale Nei Vertebrati il tubo neurale originerà: encefalo midollo spinale

4 I tessuti I tessuti epiteliali hanno funzione di rivestimentosecernente

5 I tessuti Il tessuto osseo è il principale costituente delle ossa. Il tessuto muscolare striato forma i muscoli scheletrici. Il tessuto muscolare cardiaco si trova nel cuore. Il tessuto nervoso comprende cellule della glia (A), neuroni (B) e recettori (C).

6 Le cavità del corpo Cavità digerente con una o due aperture per la comunicazione con lesterno. Celoma, cavità allinterno del mesoderma, in cui sono sospesi gli organi.

7 La metameria In molti animali si sviluppa la metameria, una suddivisione del corpo in segmenti, i metameri. Ogni metamero è dotato di organi propri.

8 Struttura degli organi cavi Gli organi sono formati da tessuti con una funzione specifica, possono essere cavi o parenchimatosi. Gli organi cavi hanno la parete costituita dalla successione di strati concentrici di tessuti, le tonache. Partendo dal lume, si susseguono: tonaca mucosa tonaca sottomucosa tonaca muscolare tonaca sierosa

9 I rapporti con lambiente esterno In animali con due soli strati di cellule gli scambi con lesterno sono assicurati dalla diffusione. Negli animali complessi si sviluppano superfici interne attraverso le quali un liquido scambia materiali con lesterno.

10 Ambiente interno ed esterno I meccanismi di feedback negativo permettono il mantenimento dellomeostasi. Lambiente interno si mantiene quasi costante nonostante le notevoli variazioni dellambiente esterno.

11 La digestione Digestione intracellulare (poriferi) Digestione extracellulare negli cnidari (B) e negli animali con tubo digerente a due aperture (C).

12 La respirazione A.Animali con due strati di cellule (diffusione) B.Animali con respirazione cutanea C.Animali acquatici con branchie

13 La respirazione D.Animali terrestri con trachee E.Animali terrestri con polmoni

14 La respirazione Negli uccelli si trova un sistema di dotti interconnessi (parabronchi) che consente un flusso unidirezionale di aria nei polmoni. Questi dotti terminano in sacchi aerei.

15 La circolazione Nel sistema circolatorio aperto le cellule sono immerse nellemolinfa. Il sistema circolatorio chiuso può essere: semplice doppio incompleto doppio completo

16 La locomozione La locomozione è resa possibile dallazione di muscoli che si inseriscono sugli elementi dello scheletro (endoscheletro, come nei vertebrati, o esoscheletro, come negli artropodi). Alcuni animali hanno un idroscheletro.

17 Il mantenimento dellambiente interno: lescrezione filtrazione dei liquidi interni riassorbimento delle sostanze utili eliminazione attiva delle sostanze di scarto Lapparato escretore è specializzato nella rimozione degli scarti del metabolismo. Lescrezione consiste in:

18 Il mantenimento dellambiente interno: lescrezione Negli animali celomati più semplici lapparato escretore è formato da nefridi. Negli artropodi terrestri si trovano i tubuli malpighiani, che sfociano nellintestino. I vertebrati hanno i reni, formati da numerose unità di escrezione dette nefroni, responsabili della formazione dellurina.

19 Il mantenimento dellambiente interno: losmoregolazione Nei pesci la sopravvivenza in acqua dolce dipende dalla capacità di evitare che, per osmosi, vi sia un eccessivo ingresso di acqua. Il contrario avviene in acqua salata.

20 Il mantenimento dellambiente interno Negli animali la termoregolazione dipende: da fattori comportamentali (ectotermi) dal calore che si libera nelle reazioni metaboliche (endotermi) Molti animali utilizzano ormoni per scandire le tappe del proprio ciclo vitale.

21 Il sistema nervoso Nei sistemi nervosi complessi si possono distinguere: recettori, percepiscono stimoli ambientali; vie sensitive, trasmettono segnali in arrivo; modulatori, interpretano i segnali, li integrano ed elaborano una risposta; vie motorie, trasmettono segnali di risposta; effettori, mettono in atto risposte

22 Il sistema nervoso I neuroni possono organizzarsi in vari modi: rete nervosa (A), cordoni e gangli (B, C) o in un sistema nervoso centralizzato (D, E).

23 Organi di senso Negli animali si trovano vari tipi di organi di senso: occhi (A), membrane timpaniche (B), antenne (C), fossette nasali (D)


Scaricare ppt "Lo sviluppo embrionale Primi stadi dello sviluppo embrionale: segmentazione formazione della blastula gastrulazione Nella gastrula si individuano i tre."

Presentazioni simili


Annunci Google