La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA 2002-03 [Le biomolecole] dia n. 1 Glucidi (carboidrati o zuccheri) polialcoli con una funzione carbonilica.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA 2002-03 [Le biomolecole] dia n. 1 Glucidi (carboidrati o zuccheri) polialcoli con una funzione carbonilica."— Transcript della presentazione:

1 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 1 Glucidi (carboidrati o zuccheri) polialcoli con una funzione carbonilica

2 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 2 COSA SONO I carboidrati sono la benzina dell'organismo, ossia la principale fonte da cui il corpo trae energia per funzionare al meglio. In più, una volta utilizzati, non lasciano dietro di sé scorie metaboliche. Sono detti anche zuccheri o glucidi. I carboidrati sono la base di un'alimentazione corretta, e la loro presenza nella dieta dovrebbe rappresentare il 60% del totale delle calorie giornaliere.

3 CARBOIDRATI Carboidrato = Idrato di Carbonio Zuccheri = Aldeidi e Chetoni poliossidrilati Sintetizzati attraverso la fotosintesi Ossidati attraverso la respirazione cellulare o la fermentazione Glucosio C 6 H 12 O 6 = C 6 (H 2 O) 6 Formula generale C n (H 2 O) n

4 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 4 4 La cellula e lenergia Il metabolismo energetico è costituito dalle vie metaboliche che permettono alla cellula di ricavare energia dallambiente. La produzione di energia passa attraverso il metabolismo del glucosio. C6 H12 O6 + 6 O2 6 CO2 + 6 H2 O kJoule

5 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 5 Il glucosio entra nelle cellule intestinali ad opera di un trasportatore (SGLUT1) localizzato nella membrana luminale delle cellule dell'orletto a spazzola. Nelle cellule del resto del corpo tramite trasporto passivo facilitato da proteine di membrana, i GLUT che la cellula esibisce dopo aver legato linsulina ASSORBIMENTO DEGLI ESOSI Sono stati identificati due gruppi di trasportatori di esosi: -Trasportatori che operano secondo gradiente di concentrazione (GLUT1, GLUT2, GLUT3, GLUT4 e GLUT5: trasportatori uniporto). -Trasportatori che operano contro gradiente di concentrazione utilizzando l'energia messa a disposizione dal gradiente elettrochimico del Na + che è mantenuto ad opera della pompa Na + / K +, che a sua volta richiede ATP. (SGLUT1:simporto Na + dipendente )

6 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 6

7 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 7

8 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 8

9 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 9

10 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 10

11 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 11

12 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 12 Classificazione Monosaccaridi = Zuccheri semplici Monosaccaridi = Zuccheri semplici Disaccaridi /Oligosaccaridi Disaccaridi /Oligosaccaridi Polisaccaride Polisaccaride omosaccaridi eterosaccaridi

13 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 13 MONOSACCARIDI aldosi -C--H O || chetosi -C- O || oTriosi -C-C-C- oTetrosi –C-C-C-C- oPentosi –C-C-C-C-C- oEsosi -C-C-C-C-C-C- D Forme D L e forme L alfa Forme alfa beta e forme beta

14 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 14 Monosaccaridi Aldosi Chetosi

15 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 15 Gliceraldeide un aldotrioso Diossiacetone un chetotrioso

16 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 16 D -Gliceraldeide L -Gliceraldeide

17 Nelson and Cox: Lehninger Principles of Biochemistry. Third Edition © 2000 Worth Publishers, Inc. Specchio Gliceraldeide

18 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 18 a b c d è chirale è chirale

19 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 19 a b c d Latomo centrale ha ibridazione sp 3 ed è legato a quattro sostituenti diversi. Esiste, di conseguenza, unaltra molecola nella quale gli stessi atomi sono legati allatomo centrale in maniera speculare. a b c d enantiomeri Le due molecole, luna immagine speculare dellaltra, sono definite enantiomeri.

20 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 20 Le molecole chirali sono dotate di attività ottica, sono cioè in grado di ruotare il piano della luce polarizzata. Lattività ottica delle molecole si determina con il polarimetro

21 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n ° cella polarizzatore luce polarizzata luce ordinaria [ ] = l cl c 25°C D l è espresso in dm c è espresso in g/cm 3 Polarimetro

22 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 22 Gli enantiomeri hanno la stessa reattività chimica verso i reattivi achirali e proprietà fisiche identiche, ad eccezione del senso di rotazione del piano della luce polarizzata. Il senso destrorotatorio viene indicato con il simbolo (+) mentre quello levorotatorio con il simbolo (-). Il potere rotatorio specifico dei due enantiomeri è uguale in valore assoluto, ma di segno opposto, da qui il nome di antipodi ottici

23 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 23

24 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 24 «Ti piacerebbe di stare nella Casa dello Specchio, Frufrù? Chi sa, se ti darebbero il latte là dentro? Forse il latte della Casa dello Specchio non è buono da bere...

25 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 25 D(+) glucosio ed L(-) glucosio sono enantiomeri D(+) glucosioL(-) glucosio

26 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 26

27 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 27

28 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 28

29 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 29

30 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 30 a b cc non è chirale non è chirale

31 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 31 a b c c

32 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 32 Tre atomi di carbonio D -Gliceraldeide

33 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 33

34 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 34 Quattro atomi di carbonio D -Eritrosio D -Treosio

35 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 35 Cinque atomi di carbonio D -Ribosio D -Arabinosio D -Xilosio D -Lixosio

36 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 36 D -Aldosi Sei atomi di carbonio (aldosi) D -Allosio D -Altrosio D -Glucosio D -Mannosio D -Gulosio D -Idosio D -Galattosio D -Talosio

37 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 37

38 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 38 D -Ribosio un aldopentoso 2-desossi- D -Ribosio un aldopentoso

39 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 39 Tre atomi di carbonio (chetoso) Diossiacetone

40 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 40 Quattro atomi di carbonio (chetoso) D -Eritrulosio

41 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 41 Cinque atomi di carbonio (chetosi) D -Ribulosio D -Xilulosio

42 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 42 D -Chetosi Sei atomi di carbonio (chetosi) D -Allulosio D -Fruttosio D -Sorbosio D -Tagatosio

43 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 43 D -Glucosio un aldoesoso D -Fruttosio un chetoesoso

44 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 44 D -Mannosio (epimero in C-2) D -Galattosio (epimero in C-4) D -Glucosio

45 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 45 Conformazione lineare e ciclica del D(+)-glucosio gli esosi possono dare origine a strutture cicliche legame semiacetalico La formazione delle strutture piranosiche è resa possibile dalla formazione di un legame semiacetalico del gruppo ossidrile alcolico dellatomo di carbonio 5 con latomo di carbonio aldeidico

46 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 46

47 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 47

48 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 48 Strutture cicliche Formazione di emiacetali D-glucopiranosio D-fruttofuranosio

49 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 49 Le forme ANOMERE dei monosaccaridi: la MUTUAROTAZIONE -D-glucopiranosio 36% 64% [ ] D = ° [ ] D = +18.7° [ ] D = +52.6°

50 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 50 Equilibrio tra la forma a catena aperta e le forme anomeriche relative al glucosio. α-D- glucopiranoso possiede potere rotatorio + 112° mentre β-D-glucopiranoso ruota il piano della luce polarizzata di + 18,7°. Dopo mutarotazione si osserva un valore di equilibrio corrispondente a + 52,6°.

51 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 51 Conformazioni a sedia Proiezione di Hawort Si alza il C a sinistra Si abbassa il C a destra

52 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 52 Ossidazione di monosaccaridi Lossidazione avviene solo sugli aldosi Lossidazione passa attraverso la forma aperta Con ossidanti blandi acidi aldonici (-onico) Con ossidanti energici acidi aldarici (-arico) Acido D-gluconicoD-glucosioAcido D-glucarico

53 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 53 DISACCARIDI Zuccheri formati da due molecole di monosaccaride legate tra loro tramite un legame glicosilico Rientrano in questo gruppo: Lattosio (Glucosio + Galattosio) Saccarosio (Glucosio + Fruttosio) Maltosio (Glucosio + Glucosio)

54 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 54 LEGAME GLICOSIDICO Un monosaccaride può essere chimicamente legato ad un altro monosaccaride in seguito alla reazione dellatomo di carbonio anomerico di uno dei monosaccaridi con un gruppo ossidrilico dellaltro monosaccaride. legame glicosidico Il legame che viene così a formarsi e che unisce i due monosaccaridi è chiamato legame glicosidico.

55 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 55 DISACCARIDI Saccarosio: comune zucchero da cucina – barbabietola e canna Glucosio + Fruttosio Lattosio: latte Glucosio +galattosio Maltosio: malto di birra – degradazione amido Glucosio + Glucosio – legame alfa Cellobiosio: degradazione cellulosa Glucosio + Glucosio – legame beta

56 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 56

57 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 57 Polisaccaridi

58 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 58 POLISACCARIDI Zuccheri sono composti da più di 10 molecole di monosaccaridi (decine, centinaia o migliaia) legate tra loro tramite legami glicosilici Sono notevolmente diffusi nei vegetali e poco negli animali, nei quali il polisaccaride di riserva è il glicogeno, che si trova principalmente nel fegato e nei muscoli. Rientrano in questo gruppo: Glicogeno Amido Maltodestrine

59 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 59 POLISACCARIDI Amido: tuberi, semi, frutti, piante Glicogeno: fegato, muscoli Cellulosa: piante (funzione strutturale) glucosio –legami beta) Funzione di riserva Glucosio legami alfa amilosioamilopectina

60 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 60 Cellulosa Legami 1,4- -glicosidici tra molecole di D-glucosio Materiale strutturale Materiale di partenza per il raion acetato (acetato di cellulosa) 1,4-O-( -D-glucopiranoside) polimero

61 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 61 Cellulosa è un polisaccaride costituito da molecole di -D-glucosio, unite mediante legami (1 4), presente in quantità apprezzabili nelle piante e nei fiocchi di cotone (che possono essere costituiti fino al 95% di cellulosa pura).

62 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 62 Amido Miscela di AMILOSIO e AMILOPECTINA Materiale per accumulo energia delle piante Viene idrolizzato dalla GLICOSIDASI AMILOSIO AMILOSIO : 1,4-O-( -D-glucopiranoside) polimero 20% Legami 1,4- -glicosidici tra molecole di D-glucosio

63 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 63 AMILOPECTINA AMILOPECTINA : AMILOSIO con ramificazioni 1,6- -glucosidiche 80% Legami 1,4- -glicosidici tra molecole di D-glucosio con ramificazioni 1,6- -glicosidiche

64 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 64 AMIDO E' un polimero di glucosio ed è per luomo sicuramente la più importante fonte alimentare di glucidi, rappresentando infatti il costituente fondamentale di alimenti di largo consumo (pane pasta riso legumi patate). amilosio glicosidico (1 4).E generalmente presente per un 20% come amilosio, polisaccaride costituito da lunghe catene prive di ramificazioni in cui le unità di glucosio sono unite da un legame glicosidico (1 4). Le catene del polisaccaride assumono una conformazione a spirale (avvolgimento elicoidale dell -amilosio), in grado di conferire una intensa colorazione blu a soluzioni di iodio.

65 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 65 amilopectina legami glicosidici (1 6), con legame (1 4). Il restante 80%, chiamato amilopectina, è costituito da catene polisaccaridiche altamente ramificate. Tali ramificazioni sono originate da legami glicosidici (1 6), che costituiscono i punti di ramificazione di tratti lineari in cui il glucosio è legato con legame (1 4). La lunghezza media delle ramificazioni può essere costituita di unità monosaccaridiche di glucosio a seconda della sua origine.

66 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 66 Catene polisaccaridica ramificata non-ramificata

67 Nelson and Cox: Lehninger Principles of Biochemistry. Third Edition © 2000 Worth Publishers, Inc. Granuli di amido Fotografia al microscopio elettronico di un cloroplasto

68 Nelson and Cox: Lehninger Principles of Biochemistry. Third Edition © 2000 Worth Publishers, Inc. Amido

69 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 69 Glicogeno Legami 1,4-a-glicosidici tra molecole di D-glucosio con ramificazioni 1,6-a-glicosidiche Più unità glicosiliche e più ramificazioni dellamilopectina Materiale di accumulo energia degli animali. Si trova principalmente nel fegato e nei muscoli. Viene formato nel fegato a partire dal glucosio (glicogenesi) o anche a partire da composti non glucidici (gliconeogenesi).

70 Nelson and Cox: Lehninger Principles of Biochemistry. Third Edition © 2000 Worth Publishers, Inc. Granuli di glicogeno Fotografia al microscopio elettronico di un epatocita

71 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 71 -amilasi degradano il legami - (1--- 4) -amilasi degradano il legami - (1--- 4) rimuovendo il maltosio dalle estremità delle ramificazioni esterne amilo -(16)-glucosidasi idrolizzano i legami -( ) delle ramificazioni glicogeno

72 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 72 Glicogeno è un omopolimero ramificato del glucosio con legami a-(1,4) e ramificazioni con legame a-(1,6) presenti ogni 8-10 residui.

73 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 73 Nel processo digestivo e di assimilazione dellamido, l - amilasi, che è presente sia nella saliva che nel succo pancreatico, idrolizza i legami (1 4) con formazione di una miscela di destrine e glucosio. I polisaccaridi a lunghezza intermedia che si formano per azione enzimatica sono chiamate destrine. Le amilo -(16)-glucosidasi idrolizzano i legami -( ) delle ramificazioni, consentendo alle e -amilasi di trasformarle in glucosio, che è lunico zucchero che il nostro organismo può metabolizzare.

74 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 74 MALTODESTRINE Sono zuccheri a media e a lunga catena ricavate dallamido del mais, e formate da destrosio, maltosio tri e polisaccaridi. Esse forniscono energia gradualmente sotto forma di glucosio, riducendo lesigenza di insulina.

75 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 75 POTERE DOLCIFICANTE Saccarina Aspartame Fruttosio 150 SACCAROSIO 100 Glucosio 75 Maltosio 32 Galattosio 22 Lattosio 20

76 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 76 È composto da due amminoacidi, l'acido aspartico e la fenilalanina, e l'estremità carbossilica della fenilalanina è esterificata con il metanolo. Composto aromatico che lascia un retrogusto amaro o metallico ASPARTAME SACCARINA

77 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 77 LINDICE GLICEMICO allindice glicemico (GI glycemic index) La classificazione di tipo strutturale tra zuccheri semplici complessi è stata da poco superata ed arricchita con lintroduzione del concetto riferito allindice glicemico (GI glycemic index). Lindice glicemico esprime la variazione della glicemia causata dallingestione di un alimento e mediata dalla risposta insulinica. Ogni cibo ha un proprio indice glicemico ma sono i carboidrati quelli con valori più elevati. Minore è lindice glicemico e meno il cibo altera i livelli glicemici evitando sbalzi insulinici. LIG è valutato in base ad una scala i cui valori sono compresi tra 0 e 100 (valore attribuito al pane bianco) in accordo a quello che è lincremento di glucosio nel sangue a seguito dellassunzione. IG alto indice glicemico IG medio indice glicemico IG < 55 basso indice glicemico Alimenti ad alto IG sono quelli in cui i carboidrati vengono rapidamente digeriti ed assorbiti inducendo un repentino aumento di glicemia nel sangue

78 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 78 LE FIBRE FIBRA ALIMENTARE Tra i glucidi che l'organismo non può degradare tramite enzimi, bisogna ricordare la CELLULOSA (sostanza che costituisce la parete delle cellule vegetali) che insieme alla LIGNINA, costituisce la FIBRA ALIMENTARE. Questi non sono dei nutrienti veri e propri in quanto NON vengono digeriti. La loro funzione principale è quella di stimolare le contrazioni intestinali, ripulire i visceri e di consentire di raggiungere più rapidamente il senso della sazietà al livello gastrico.

79 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 79 ALTRI CARBODRATI Desossizuccheri –zuccheri in cui un -OH è stato sostituito da un atomo di idrogeno Amminozuccheri –zuccheri in cui un -OH è stato sostituito da un -NH 2 ( precursore di N- acetilglucosammina )

80 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 80 Acido N acetil muramico NAM NAG

81 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 81 La parete dei batteri

82 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 82 Acido glucuronicoNAG

83 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 83 I Protidi

84 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 84 Ammine ammoniaca Ammina primaria Un idrogeno dellammoniaca sostituito da un radicale alchilico Ammina secondaria Due idrogeni dellammoniaca sostituiti da due radicali alchilici Ammina terziaria Tre idrogeni dellammoniaca sostituiti da tre radicali alchilici

85 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 85

86 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 86 Amminoacido -amminoacido

87 Nelson and Cox: Lehninger Principles of Biochemistry. Third Edition © 2000 Worth Publishers, Inc. Lisina

88 Nelson and Cox: Lehninger Principles of Biochemistry. Third Edition © 2000 Worth Publishers, Inc. L -Alanina D -Alanina Carbonio alfa

89 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 89

90 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 90 L -Alanina D -Alanina Stereoisomeri dellalanina

91 Nelson and Cox: Lehninger Principles of Biochemistry. Third Edition © 2000 Worth Publishers, Inc. Glicina Alanina Valina Amminoacidi con catena laterale non-polare Metionina Isoleucina Leucina

92 Nelson and Cox: Lehninger Principles of Biochemistry. Third Edition © 2000 Worth Publishers, Inc. Fenilalanina Tirosina Triptofano Amminoacidi con catena laterale aromatica

93 Nelson and Cox: Lehninger Principles of Biochemistry. Third Edition © 2000 Worth Publishers, Inc. Treonina Cisteina Glutammina Amminoacidi con catena laterale polare senza carica Asparagina Prolina Serina

94 Nelson and Cox: Lehninger Principles of Biochemistry. Third Edition © 2000 Worth Publishers, Inc. Arginina Amminoacidi con catena laterale con carica positiva Istidina Lisina

95 Nelson and Cox: Lehninger Principles of Biochemistry. Third Edition © 2000 Worth Publishers, Inc. Acido glutammico Amminoacidi con catena laterale con carica negativa Acido aspartico

96 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 96 Cisteina Cistina Cisteina ossidazioneriduzione Ossidazione della cisteina

97 Nelson and Cox: Lehninger Principles of Biochemistry. Third Edition © 2000 Worth Publishers, Inc. Legame peptidico

98 Nelson and Cox: Lehninger Principles of Biochemistry. Third Edition © 2000 Worth Publishers, Inc. Estremità ammino-terminale Estremità carbossi-terminale Polipeptide

99 Nelson and Cox: Lehninger Principles of Biochemistry. Third Edition © 2000 Worth Publishers, Inc. Estremità ammino-terminale Estremità carbossi-terminale Conformazione spaziale del legame peptidico

100 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 100 Carbonio Azoto Ossigeno Idrogeno elica

101 Nelson and Cox: Lehninger Principles of Biochemistry. Third Edition © 2000 Worth Publishers, Inc. Vista dallalto Vista laterale Foglietto beta antiparallelo

102 Nelson and Cox: Lehninger Principles of Biochemistry. Third Edition © 2000 Worth Publishers, Inc. Vista dallalto Vista laterale Foglietto beta parallelo

103 Nelson and Cox: Lehninger Principles of Biochemistry. Third Edition © 2000 Worth Publishers, Inc. Struttura primaria

104 Nelson and Cox: Lehninger Principles of Biochemistry. Third Edition © 2000 Worth Publishers, Inc. Struttura secondaria (alfa-elica)

105 Nelson and Cox: Lehninger Principles of Biochemistry. Third Edition © 2000 Worth Publishers, Inc. Struttura terziaria

106 Nelson and Cox: Lehninger Principles of Biochemistry. Third Edition © 2000 Worth Publishers, Inc. Struttura quaternaria

107 Nelson and Cox: Lehninger Principles of Biochemistry. Third Edition © 2000 Worth Publishers, Inc. Ammino acidi -elica Catena polipeptidica Subunità assemblate Struttura Struttura Primaria Secondaria Terziaria Quaternaria Strutture della proteina

108 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 108

109 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 109

110 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 110 I lipidi

111 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n :0 Laurico :0 Miristico :0 Palmitico :0 Stearico Scheletro carboniosoStruttura Nome comune Punto di Fusione °C Solubilità a 30 °C (mg/g solvente) Acqua Benzene Alcuni ac.grassi naturali I lipidi

112 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 112 Alcuni ac.grassi saturi ed insaturi 18:0 Stearico (pf 69.6°C) Ac. n-ottadecanoico 18:1( 9 ) Oleico (pf 13.4°C) Ac. cis-9-ottadecanoico 18:2( 9,12 ) Linoleico (pf -5°C) Ac. cis-,cis-9,12-ottadecanoico

113 Nelson and Cox: Lehninger Principles of Biochemistry. Third Edition © 2000 Worth Publishers, Inc. Gruppo carbossilico Catena idrocarburica Acidi grassi

114 Nelson and Cox: Lehninger Principles of Biochemistry. Third Edition © 2000 Worth Publishers, Inc. Ac. grassi saturiMiscela di ac. grassi saturi ed insaturi Acidi grassi

115 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 115 Triacilglicerolo (Trigliceridi) + + +

116 Nelson and Cox: Lehninger Principles of Biochemistry. Third Edition © 2000 Worth Publishers, Inc. Glicerolo 1-stearil,2-linoleil,3-palmitoil glicerolo

117 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 117 Composizione di alcuni grassi naturali Liquido Solido Solido soffice duro

118 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 118 Triacilgliceroli Lipidi di riserva e di membrana Lipidi di riserva (neutri) Lipidi di membrana (polari) Glicerolo Ac. Grasso Glicerolo Ac. Grasso PO 4 Alcol Sfingosina Ac. Grasso PO 4 Colina Sfingosina Ac. Grasso Glucosio o galattosio Glicerofosfolipidi Sfingolipidi Glicolipidi Fosfolipidi

119 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 119 Glicerolo –3-fosfato

120 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 120 Glicerofosfolipide (struttura generale) Acido fosfatidico

121 Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA [Le biomolecole] dia n. 121 Nome di XFormula di X Nome del glicerofosfolipide etanolammina colina serina glicerolo inositolo fosfatidiletanolammina fosfatidilcolina fosfatidilserina fosfatidilglicerolo fosfatidilinositolo Alcoli dei fosfolipidi

122 Nelson and Cox: Lehninger Principles of Biochemistry. Third Edition © 2000 Worth Publishers, Inc. Fosfatidilcolina

123 Nelson and Cox: Lehninger Principles of Biochemistry. Third Edition © 2000 Worth Publishers, Inc. Sfingomielina

124 Nelson and Cox: Lehninger Principles of Biochemistry. Third Edition © 2000 Worth Publishers, Inc. Testa polare Nucleo steroideo Colesterolo

125 Nelson and Cox: Lehninger Principles of Biochemistry. Third Edition © 2000 Worth Publishers, Inc. Acido taurocolico (un acido biliare)

126 Nelson and Cox: Lehninger Principles of Biochemistry. Third Edition © 2000 Worth Publishers, Inc. Testosterone Estradiolo CortisoloAldosterone Ormoni steroidei


Scaricare ppt "Ud'A - CdL in Scienze Motorie - AA 2002-03 [Le biomolecole] dia n. 1 Glucidi (carboidrati o zuccheri) polialcoli con una funzione carbonilica."

Presentazioni simili


Annunci Google