La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ATTIVITA SPECIFICHE nella PREVENZIONE delle ICA Teramo 26/06/20121Dr. Ettore Paolantonio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ATTIVITA SPECIFICHE nella PREVENZIONE delle ICA Teramo 26/06/20121Dr. Ettore Paolantonio."— Transcript della presentazione:

1 ATTIVITA SPECIFICHE nella PREVENZIONE delle ICA Teramo 26/06/20121Dr. Ettore Paolantonio

2 PREVENZIONE Non tutte le ICA sono prevenibili. Quindi è opportuno sorvegliare selettivamente quelle che sono attribuibili a problemi nella qualità assistenza. Teramo 26/06/20122Dr. Ettore Paolantonio

3 In genere si possono prevenire le Infezioni (ICA) associate a determinate procedure attraverso una: - riduzione delle Procedure non necessarie - scelta di presidi più sicuri - adozione di misure di assistenza al Paziente che garantiscono condizioni asettiche Teramo 26/06/20123Dr. Ettore Paolantonio

4 Programmi di Controllo a diversi Livelli - Internazionali - Nazionale - Locale Teramo 26/06/20124Dr. Ettore Paolantonio

5 Linee Guida Nazionali - Antibioticoprofilassi perioperatoria nelladulto. Linee Guida Anno Accordo Laboratori Legionella. Conferenza permanente per i rapporti tra lo stato, le regioni e le provincie autonome di Trento e Bolzano - Protocollo per la prevenzione, la diagnosi e la terapia delle infezioni delle vie urinarie associate a cateteri vescicali Rapporti Istisan 03/40 - La sindrome acuta respiratoria severa (SARS) Raccomandazioni per la prevenzione ed il controllo delle Malattie Infettive - Raccomandazioni per la gestione delle esposizioni occupazionali a virus Epatite B e C negli Operatori Sanitari Giornale Italiano delle Infezioni Ospedaliere luglio-settembre Testo del Decreto-Legge 9 maggio 2003 n° 103 coordinato con la legge di conversione 10 luglio 2003 n°166 Disposizioni Urgenti relative alla sindrome respiratoria acuta severa (SARS) Teramo 26/06/20125Dr. Ettore Paolantonio

6 segue Linee Guida Nazionali - Misure di Protezione nei confronti delle encefalopatie spongiformi trasmissibili relativamente ai dispositivi medici DM 16 luglio 2002 Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 17 agosto 2002 n°192 - Piano Italiano multifase demergenza per una pandemia influenzale Ministero della Salute G.U. n°72 del 26 marzo Proposta di raccomandazioni per la chemioprofilassi con antiretrovirali dopo esposizione occupazionale ad Hiv e indicazioni di utilizzo nei casi di esposizione non occupazionale Istituto Lazzaro Spallanzani Roma 19 marzo Malattia di Creutzfeldt-Jacob in Italia: norme per lassistenza dei pazienti e per il controllo dellinfezione in ambiente ospedaliero Accordo tra il ministro della Salute, le regioni e le Provincie Autonome del 22 novembre 2001 Supplemento Ordinario n°14 alla G.U. n°19 del 23 gennaio 2002 Teramo 26/06/20126Dr. Ettore Paolantonio

7 segue Linee Guida Nazionali - Documento di Linee Guida per la prevenzione ed il controllo della Legionellosi Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Provincie Autonome di Trento e Bolzano - Linee Guida per il Controllo della Malattia Tubercolare su proposta del Ministero della Sanità ai sensi dellart. 115 comma 1 lettera b) del decreto legislativo 31 marzo 1998 n°112 - Provvedimenti da adottare nei confronti di soggetti affetti da alcune malattie infettive e nei confronti di loro conviventi o contatti Circolare n°4 del 13 marzo Norme di Prevenzione del contagio professionale da Hiv nelle strutture sanitarie e assistenziali pubbliche e private – Le Precauzioni Universali Decreto Ministero della Sanità Gestione intraospedaliera del personale Hbsag o anti-Hcv positivo Consensus conference Teramo 26/06/20127Dr. Ettore Paolantonio

8 Linee Guida Regionali Regione Emilia-Romagna - Reprocessing degli endoscopi Indicazioni operative Rischio Infettivo Dossier Regione Friuli Venezia Giulia - La sindrome acuta respiratoria severa (SARS) Raccomandazioni per la prevenzione ed il controllo Marzo Linee Guida regionali per lantibioticoprofilassi in Chirurgia Urologica Ars dicembre Linee Guida per la profilassi antibiotica in chirurgia Ars luglio Linee Guida sulla gestione delle segnalazioni di sospetta contaminazione da B. Antracis Ars dicembre 2001 Regione Liguria - Linee Guida per i Blocchi Operatori. Igiene Sicurezza nelle strutture sanitarie settembre 2002 Teramo 26/06/20128Dr. Ettore Paolantonio

9 Segue Linee Guida Regionali Regione Puglia - Linee Guida per la profilassi antibiotica in chirurgia. Delibera ARES n°83 del Progetto Sanità n°7 Ottobre-Dicembre Linee Guida per la profilassi antibiotica in chirurgia anno 2004 PA Trento - La profilassi antibiotica nella chirurgia delladulto Azienda Provinciale Revisione 1 per i servizi Sanitari Anno 2006 Regione Piemonte - Linee Guida perla prevenzione delle infezioni del sito chirurgico Assessorato Sanità Anno Linee Guida per le misure di isolamento in ospedale Anno 1996 Regione Toscana - Prevenzione e trattamento delle infezioni correlate al catetere venoso centrale Documento di consenso regionale Prevenzione e trattamento delle infezioni Cvc correlate Progetto Corist versione n3,2 Aprile 2007 Teramo 26/06/20129Dr. Ettore Paolantonio

10 Ultimi Aggiornamenti 10 Maggio 2012 Ecdc: Infezioni nosocomiali e uso di antibiotici negli ospedali. Valutare lincidenza totale delle infezioni correlate allassistenza e delluso degli antibiotici negli Ospedali dellUe, descrivere le tipologie di pazienti, le procedure invasive adottate, il tipo di infezioni e antibiotici utilizzati e diffondere i risultati tra gli addetti ai lavori. Sono gli obiettivi principali del documento Ecdc «Point prevalence survey of healthcare-associated infections and antimicobial use in European acutre care hospitals- protocol version 4,3» Il testo pubblicato a maggio 2012 fornisce una metodologia standard per gli ospedali e i Paesi europei in risposta allarticolo II.8.c della raccomandazione del Consiglio 2009/C151/01 del 9 giugno 2009 sulla salute dei pazienti Teramo 26/06/201210Dr. Ettore Paolantonio

11 10 Maggio 2012 Igiene delle Mani: una giornata dedicata il 5 maggio si è svolto il World Hand Hygiene Day 2012 che è stata loccasione per ribadire a livello internazionale limportanza di promuovere ligiene delle mani come misura preventiva fondamentale per ridurre il rischio di infezioni nei luoghi di cura. Molte le pubblicazioni e gli approfondimenti sul tema sul sito OMS le pagine dedicate alla Giornata e alla campagna annuale Teramo 26/06/201211Dr. Ettore Paolantonio

12 Compendio delle principali misure per la prevenzione e il controllo delle infezioni correlate all'assistenza. Progetto "Prevenzione e controllo delle infezioni nelle organizzazioni sanitarie e socio- sanitarie - INF-OSS" finanziato dal Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie - CCM Zotti C., Moro M.L. (a cura di); p. Parole chiave: Infezioni nelle strutture sanitarie Area: Rischio infettivo Tipologia: Linee guida Teramo 26/06/201212Dr. Ettore Paolantonio

13 Grazie per la cortese attenzione………… Teramo 26/06/2012Dr. Ettore Paolantonio13


Scaricare ppt "ATTIVITA SPECIFICHE nella PREVENZIONE delle ICA Teramo 26/06/20121Dr. Ettore Paolantonio."

Presentazioni simili


Annunci Google