La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Pag. 2 w i pinguini Pag. 3 introduzione Pag. 4 caratteristiche fisiche Pag. 5 comportamento Pag. 6 riproduzione Pag. 7 cure parentali.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Pag. 2 w i pinguini Pag. 3 introduzione Pag. 4 caratteristiche fisiche Pag. 5 comportamento Pag. 6 riproduzione Pag. 7 cure parentali."— Transcript della presentazione:

1

2 Pag. 2 w i pinguini Pag. 3 introduzione Pag. 4 caratteristiche fisiche Pag. 5 comportamento Pag. 6 riproduzione Pag. 7 cure parentali

3

4 Pinguino Nome comune degli uccelli acquatici non volatori membri dellordine degli sfenisciformi. Diffusi esclusivamente nell'emisfero australe, abitano i ghiacci dell'Antartide e le isole subantartiche; alcune specie sono originarie delle coste dell'Australia, del Sud Africa, del Sud America. Come le alche, sono tutti ottimi nuotatori.

5 La maggior parte dei pinguini ha il petto bianco e la testa e il dorso neri. Molte specie presentano chiazze rosse, arancio o gialle sulla testa e sul collo. Le zampe corte e arretrate rispetto all'asse del corpo impongono loro il tipico portamento eretto. Diversamente dalla maggior parte degli uccelli, i pinguini non hanno penne differenziate per svolgere funzioni diverse, ma sono coperti uniformemente da piccole penne tutte uguali, simili a scaglie. i pinguini cambiano tutte le penne in un periodo più breve, nel corso del quale alcune specie perdono anche gli strati esterni del becco. La capacità di resistere al freddo intenso è una delle maggiori risorse di questi animali., la maggior parte dei pinguini ha, ad esempio, piedi, ali e capo piuttosto piccoli; inoltre, i pinguini hanno tutti uno spesso strato di grasso sotto la pelle, con funzione di isolante termico.

6 Quando sono a terra, i pinguini camminano, saltellano o si lasciano scivolare sul petto spingendosi con le ali e i piedi. In acqua sono nuotatori agili e veloci; il loro unico mezzo di propulsione è rappresentato dalle ali, perché gli arti inferiori sono usati esclusivamente come timoni. Il nuoto di certi pinguini ricorda quello dei delfini: essi percorrono una certa distanza in immersione e di tanto in tanto riemergono per respirare, saltando aggraziati sulla superficie dell'acqua. Si nutrono di pesci, seppie, crostacei e altri piccoli invertebrati marini. sulla terraferma vivono in colonie comprendenti centinaia di migliaia di individui I nemici naturali del pinguino sono la foca leopardo (vedi Pinnipedi), l'orca e, limitatamente alle uova e agli immaturi, lo stercorario..

7 I luoghi per la nidificazione possono trovarsi anche a parecchi chilometri dall'oceano. I rituali del corteggiamento dei pinguini consistono nell'assunzione di pose caratteristiche e nell'emissione di richiami particolari, diverse da specie a specie. Anche le modalità di costruzione del nido variano da una specie all'altra e alcuni pinguini non lo costruiscono affatto. La maggior parte dei pinguini depone due uova per covata, di colore bianco o verdastro. Il periodo di incubazione varia da specie a specie.

8 le uova e i piccoli vengono accuditi da entrambi i genitori. Il maschio digiuna durante tutto il periodo della nidificazione, del corteggiamento,mentre la femmina fa riserve di cibo nel mare. Quando questa ritorna dall'acqua per dargli il cambio alla cova, il maschio si immerge per nutrirsi,poi torna alla colonia, portando cibo ai piccoli che nel frattempo sono usciti dall'uovo. Entrambi i genitori si dividono la responsabilità di nutrire gli immaturi. Al momento della schiusa, la maggior parte dei pulcini è ricoperta da un piumaggio grigio fuligginoso, in alcune specie macchiato di bianco e di grigio. I pulcini restano nella tana o nel nido per tutto il periodo in cui vengono nutriti dai genitori.


Scaricare ppt "Pag. 2 w i pinguini Pag. 3 introduzione Pag. 4 caratteristiche fisiche Pag. 5 comportamento Pag. 6 riproduzione Pag. 7 cure parentali."

Presentazioni simili


Annunci Google