La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 STATI DI AGGREGAZIONE DELLA MATERIA Il corpo ha volume e forma ben definiti Il corpo ha volume ben definito, ma assume la forma del recipiente che lo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 STATI DI AGGREGAZIONE DELLA MATERIA Il corpo ha volume e forma ben definiti Il corpo ha volume ben definito, ma assume la forma del recipiente che lo."— Transcript della presentazione:

1 1 STATI DI AGGREGAZIONE DELLA MATERIA Il corpo ha volume e forma ben definiti Il corpo ha volume ben definito, ma assume la forma del recipiente che lo contiene Il corpo occupa tutto lo spazio disponibile Si dice fluido un corpo allo stato liquido o gassoso Solido Liquido Gassoso

2 2 PRESSIONE La pressione è il rapporto fra la forza normale agente su una superficie e larea della superficie Densità di un fluido Densità dellacqua

3 3 PRESSIONE Nel sistema C.G.S.

4 4 PRESSIONE La pressione che il fluido esercita su una superficie non dipende dalla sua orientazione, ma solo dalla sua profondità. La pressione che il fluido esercita su una faccia è uguale a quella esercitata sulla faccia opposta.

5 5 PRINCIPIO DI PASCAL Laumento di pressione prodotto in un punto di un fluido si trasmette inalterato ad ogni altro punto del fluido. Amplificazione di una forza

6 6 LEGGE DI STEVINO Condizione di equilibrio

7 7 LEGGE DI STEVINO La pressione esercitata da una colonna di liquido sulla sua base non dipende dalla sezione, ma dipende dalla sua altezza Poiché la pressione è uguale alla stessa profondità, il liquido si dispone in recipienti comunicanti, ma di varia forma, alla stessa altezza (principio dei vasi comunicanti)

8 8 PRINCIPIO DI ARCHIMEDE Un corpo immerso in fluido è sottoposto ad un sistema di forze, la cui risultante è detta spinta di Archimede S, diretta verticalmente verso lalto ed uguale al peso del fluido spostato S=dVg d = densità del fluido spostato V = volume del corpo

9 9 PRESSIONE ATMOSFERICA Esperienza di Torricelli p = dgh = Pa = Pa 10 5 Pa = 1 atm

10 10 MANOMETRO DIFFERENZIALE Differenza di pressione fra gas e atmosfera misurata dal dislivello h h Fluido p p0p0 Applicazione per la misura della pressione arteriosa con lo sfigmomanometro

11 11 FLUIDODINAMICA Portata di un condotto S1S1 S2S2 v vt Volume di fluido che attraversa una sezione del condotto nellunità di tempo

12 12 FLUIDODINAMICA La portata assume lo stesso valore su ciascuna sezione S1S1 S2S2 v1v1 v2v2 La velocità è inversamente proporzionale allarea della sezione Moto stazionario: le condizioni fisiche rimangono costanti nel tempo

13 13 TEOREMA DI BERNOULLI Su qualunque sezione del condotto Si applica al moto di un fluido ideale (senza viscosità e incompressibile) in moto stazionario in un condotto a pareti rigide h1h1 h2h2 a)c) b)d) S1S1 v 1t v 2t v1v1 v2v2 S2S2 p1p1 p2p2

14 14 TEOREMA DI BERNOULLI Se il fluido è in quiete si ricava la legge di Stevino Effetto Venturi In un condotto orizzontale la pressione aumenta se larea della sezione aumenta

15 15 STENOSI Se si produce un restringimento della sezione di un vaso sanguifero S2S2 S1S1 p1p1 p2p2

16 16 ANEURISMA Se si produce un allargamento delle sezione di un vaso sanguifero p2p2 S2S2 S1S1 p1p1

17 17 FLUIDI REALI Esse sono dovute alle forze di coesione fra le molecole del fluido ed alle forze di attrito fra le molecole del fluido e le pareti del condotto. Durante lo scorrimento di un fluido reale in un condotto si manifestano forze di attrito interno che ne ostacolano il moto. Tali forze di resistenza sono lorigine di una proprietà del fluido detta viscosità e producono una perdita di energia che si trasforma in calore

18 18 FLUIDI REALI Quando un liquido reale scorre in un condotto cilindrico a bassa velocità (moto laminare), tutto avviene come se cilindri concentrici scorressero luno dentro laltro con velocità decrescente dal centro verso la periferia

19 19 LEGGE DI HAGEN-POISEUILLE Lattrito interno produce una caduta di pressione secondo la legge di Hagen-Poiseuille R= resistenza idraulica Condotto cilindrico = coefficiente di viscosità d = lunghezza del condotto r = raggio del condotto

20 20 COEFFICIENTE DI VISCOSITÀ Equazione dimensionale S.I. C.G.S. Acqua a 20°C 1 cpoise= Pa·s Sangue a 37°C cpoise= Pa·s

21 21 SISTEMA CARDIOVASCOLARE Il cuore è diviso in quattro scomparti: atri e ventricoli. Esso funziona come una pompa sincrona, compiendo ciclicamente una contrazione (sistole) seguita da un periodo di rilassamento (diastole)

22 22 SISTEMA CARDIOVASCOLARE Parametri fisici Gittata sistolica: volume di sangue immesso nellaorta ad ogni contrazione sistolica (80 cm 3 ) Portata cardiaca: volume di sangue immesso nellaorta nellunità di tempo (80 cm 3 /s) Frequenza cardiaca: numero di contrazioni sistoliche nellunità di tempo (60 battiti/min)

23 23 SISTEMA CARDIOVASCOLARE Pressione cardiaca Valori medi alluscita dei due ventricoli: 120 mm Hg per laorta 25 mm Hg per larteria polmonare Valori medi al ritorno nei due atri: 4 mm Hg per la vena cava 8 mm Hg per la vena polmonare


Scaricare ppt "1 STATI DI AGGREGAZIONE DELLA MATERIA Il corpo ha volume e forma ben definiti Il corpo ha volume ben definito, ma assume la forma del recipiente che lo."

Presentazioni simili


Annunci Google