La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1° LEGGE DI KEPLERO: i pianeti si muovono su orbite ellittiche di cui il sole occupa uno dei fuochi sole 2° LEGGE DI KEPLERO: il segmento che unisce.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1° LEGGE DI KEPLERO: i pianeti si muovono su orbite ellittiche di cui il sole occupa uno dei fuochi sole 2° LEGGE DI KEPLERO: il segmento che unisce."— Transcript della presentazione:

1

2

3

4

5 1° LEGGE DI KEPLERO: i pianeti si muovono su orbite ellittiche di cui il sole occupa uno dei fuochi sole 2° LEGGE DI KEPLERO: il segmento che unisce il pianeta con il sole spazza aree uguali in intervalli di tempo uguali. (un pianeta che orbita intorno al sole viaggia più veloce quando è vicino al sole e più lentamente quando è più lontano così se il tempo per passare da A a B è uguale a quello per passare da C a D anche le aree tratteggiate hanno lo stesso valore) A BC D 3° LEGGE DI KEPLERO:i quadrati dei tempi impiegati da due pianeti per compiere la loro orbita intorno al sole stanno tra loro come i cubi dei semiassi maggiori delle loro orbite. a= semiasse maggiore a

6 Quando nel 1684 lamico di Newton e astronomo Halley chiese un parere circa le cause che costringono un pianeta a compiere unorbita ellittica intorno al Sole si meravigliò non poco nel sentirsi dire che egli aveva già trovato la soluzione a questo problema e convinse Newton a pubblicare questa sensazionale scoperta. Due corpi di massa rispettivamente m 1 e m 2 si attraggono con una forza direttamente proporzionale al prodotto delle due masse e inversamente proporzionale al quadrato della loro distanza. F = G m 1 m 2 d 2

7 Il sole è una comune stella G2 in base alla classificazione delle stelle dellosservatorio di Harvard. E una delle più di 100 miliardi di stelle della nostra galassia. Diametro: km. Massa: 1, kg temperatura: k (nucleo) temperatura: k (superficie) Il1 Sole è di gran lunga loggetto più grande nel sistema solare. Esso contiene infatti più del 99.8% della massa totale del sistema solare.

8 Leclisse di sole si manifesta quando la luna si interpone tra Sole e Terra. Leclissi sono importanti perché permettono di studiare la corona Solare. Attualmente è possibile ottenere artificialmente delle eclissi utilizzando le sonde spaziali. Lultima eclisse osservabile dallEuropa si è verificata il 11/7/1999

9 Costituzione del Sole Il sole è allo stato aeriforme nella parte esterna; procedendo verso linterno i gas devono essere sottoposti a pressioni sempre crescenti, cosicché essi si avvicinerebbero allo stato liquido. Nulla si conosce sul nucleo solare, perciò le indagini si limitano alla fotosfera, che è la parte luminosa a noi visibile e Allatmosfera che la circonda e che può essere esaminata durante le eclissi, quando cioè la Luna copre la massima parte del disco solare e perciò latmosfera non è più abbagliata dalla fotosfera. Concludendo, la struttura solare si può schematizzare cosi:

10 NUCLEO: La temperatura raggiunge i 15.6 milioni di Kelvin e la pressione è di 250 miliardi di atmosfere. FOTOSFERA: Si chiama la superficie del Sole e contiene le macchie solari, regioni fredde, 3800K, causate da perturbazioni magnetiche. CROMOSFERA: E una piccola regione si estende al di sopra della fotosfera. CORONA: E la zona sopra la cromosfera la temperatura della corona supera il milione di Kelvin.

11 Mercurio è il pianeta più vicino al Sole. La grande velocità orbitale, permette a Mercurio di compiere un giro completo intorno al Sole in soli 88 giorni, contro i 365 della Terra.non altrettanto veloce è il periodo di rotazione su se stesso, essendo di 58,7 giorni terrestri. Dalla combinazione di questi due moti consegue che una giornata sul pianeta dura 176 giorni terrestri (il giorno è più lungo dellanno!). Mercurio è una piccola sfera quasi perfetta nel diametro. La vicinanza al Sole e lassenza datmosfera che fa avvenire scambi termici fra i due emisferi portano ad avere temperature elevatissime sulla parte illuminata, e temperature bassissime sulla parte oscura. Si presenta con una superficie rocciosa, crateri, bacini, corrugamenti e faglie. Diametro 4878 Km Massa 3, Kg Distanza dal Sole 5, Km

12 Venere è il pianeta più vicino alla Terra ed è loggetto più luminoso in cielo con le ovvie eccezioni del Sole e della Luna. Le ragioni di questa particolare luminosità sono essenzialmente tre: anzitutto la vicinanza al Sole; il fatto che di tutti i pianeti è quello più vicino alla Terra, infine, il suo potere riflettente (albedo)alto a causa di una permanente spessa coltre di nubi molto riflettenti. La temperatura superficiale di Venere, a causa delleffetto serra dovuto al mantello di nubi, oscilla fra i 445 e i 485 °C. Essendo visibile, fu soprannominato Vespero nelle sue apparizioni crepuscolari e Lucifero nelle apparizioni mattutine. Diametro Km Massa 4, Kg Distanza media dal sole Km

13 TERRA La Terra è lastro più vario del sistema solare. La pressione atmosferica e la temperatura che vi regnano hanno permesso alla Terra di conservare grandi quantità di acqua allo stato liquido. Vari tipi di erosione modellano la sua superficie e le hanno dato Terra una estrema varietà di aspetti nel corso delle ere geologiche; la sua litosfera è suddivisa in una dozzina di placche, che si spostano le une verso le altre per effetto di correnti di convenzione del mantello. Lo scivolamento di due placche luna rispetto allaltra o il loro scontro, producono fenomeni geofisici. La superficie della Terra è ricoperta dallatmosfera,uno scudo protettivo di ozono ci difende dai raggi solari.La presenza dellatmosfera,dellacqua,di una pressione hanno permesso lesistenza di una forma di vita di tipo organico.La Terra ruota attorno al Sole.Il suo satellite è la Luna.Luna.

14 LA TERRA IN CIFRE DIAMETRO EQUATORIALE Km DIAMETRO POLARE Km MASSA 5, Kg DENSITÀ 5520 Kg/m 3 RIVOLUZIONE 365,25 giorni ROTAZIONE 24 ore TEMPERATURA da -90°C a +55°C NUMERO SATELLITI 1 DISTANZA MEDIA DAL SOLE 149,6 milioni di Km

15 LUNA La Luna è una sfera pressochè perfetta se si escludono le disuguaglianze dovute ai rilievi più cospicui. Non esiste atmosfera sul nostro satellite, infatti non sono mai state osservate nubi o effetti Imputabili allanalogo lunare del crepuscolo terrestre. Lassenza di atmosfera comporta anche conseguenza notevoli sulle temperature che si possono misurare sulla superficie lunare. Infatti, di giorno, i raggi solari non vengono filtrati ed attenuati e riscaldano il suolo fino a +118° C, mentre di notte il calore accumulato di giorno viene rapidamente irradiato nello spazio cosicchè la temperatura scende fino a -153°C. La distanza media Terra-Luna è km (circa 30 diametri terrestri).

16 MARTE Diametro equatoriale 6786Km Massa 6, Distanza media dal sole Km Con Marte comincia la serie dei pianeti esterni. Marte viene considerato un pianeta terrestre, perché presenta caratteristiche simili a quelle del nostro globo. Si credette a lungo che fosse il solo pianeta in grado di ospitare qualche forma di vita, per la presenza di una atmosfera, per le temperature poco differenti dalle nostre e per le variazioni di colore osservate in certi punti della sua superficie sulla quale Schiaparelli osservò dei canali che furono subito ritenuti artificiali, cioè prodotti da esseri viventi.

17 Orbita: km dal sole Diametro: km Massa:1,900×10 27 kg Giove è il quarto oggetto più luminoso nel cielo,probabilmente possiede un nucleo roccioso pari ad una massa di circa volte quella terrestre. Attorno al nucleo troviamo la maggior parte della materia costituente il pianeta sotto forma di idrogeno metallico liquido. Attorno a Giove attualmente girano 16 satelliti.satelliti.

18 Satelliti di Giove Metis Adrastea Amaltea Tebe Io Europa Ganimede Callisto Leda Imalia Lisitea Elara Anake Carme Pasifae Sinope

19 Orbita: km Diametro: km Massa:5,68×10 26 Kg Saturno è conosciuto fin dalla preistoria.Galileo osservandolo per primo con un telescopio nel 1610 notò la sua strana forma e ne rimase confuso. Saturno possiede 18 satellitisatelliti E chiamato IL SIGNORE DEGLI ANELLI

20 I satelliti di saturno Pan Atlante Prometeo Pandora Epimeteo Giano Mimas Encelado Teti Teleste Calipso Dione Elena Rea Titano Iperione Giapeto Febe I satelliti di saturno Pan Atlante Prometeo Pandora Epimeteo Giano Mimas Encelado Teti Teleste Calipso Dione Elena Rea Titano Iperione Giapeto Febe

21 Orbita: km Diametro: km Massa:8,683e25kg Urano, il primo pianeta scoperto in tempi moderni, fu scoperto da William Herschel mentre stava scandagliando il cielo con il suo telescopio il 13 Marzo Urano possiede 15 satelliti già noti più 2 scoperti recentemente.satelliti già noti

22 I SATELLITI DI URANO Cordelia Ofelia Bianca Cressida Desdemona Juliet Porzia Rosalind Belinda Puck Miranda Ariel Umbriel Titania Oberon Caliban Sycorax

23 Nettuno è lottavo pianeta dal SOLE ed il quarto per diametro. Nettuno è più piccolo di Urano, ma Ha maggiore massa. Orbita: km dal SOLE. Diametro: km (equatoriale). Massa: kg. Come gli altri pianeti gassosi, Nettuno possiede venti velocissimi confinati allinterno di bande di latitudini e grandi vortici. I venti di Nettuno sono i più veloci del sistema solare raggiungendo i 2000km/h.

24 Orbita: km Diametro: km Massa: 1, Kg Plutone venne scoperto nel 1930 grazie ad un caso fortunato.Plutone è lunico pianeta che non sia stato visitato da una sonda. Anche lHubble Spece Telescope riesce a risolvere solo le formazioni più grandi della sua superficie (a sinistra e in alto). La sua temperatura si aggira tra i 35 e i 45 Kelvin (tra -228° e - 238°C) Plutone ha un satellite, Caronte.

25 Le immagini nelle diapositive e le informazioni fornite in questa ricerca sono state prese dai siti Internet sotto elencati: Associazione astrofili trentini Associazione astrofili mantovani Giacomo Lorenzellisphotos


Scaricare ppt "1° LEGGE DI KEPLERO: i pianeti si muovono su orbite ellittiche di cui il sole occupa uno dei fuochi sole 2° LEGGE DI KEPLERO: il segmento che unisce."

Presentazioni simili


Annunci Google