La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Maurizio CASSIGOLI1 GUIDARE UN MEZZO DI SOCCORSO A cura di Maurizio Cassigoli Procedure operative.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Maurizio CASSIGOLI1 GUIDARE UN MEZZO DI SOCCORSO A cura di Maurizio Cassigoli Procedure operative."— Transcript della presentazione:

1

2 Maurizio CASSIGOLI1 GUIDARE UN MEZZO DI SOCCORSO A cura di Maurizio Cassigoli Procedure operative

3 Maurizio CASSIGOLI2 DEFINIZIONI PRINCIPALI PROTOCOLLO LINEE GUIDA ORIENTAMENTO OPERATIVO

4 Maurizio CASSIGOLI3 INGRESSO IN TURNO

5 4 1) PRESA IN CONSEGNA 2) CONTROLLO AUTOMEZZO 3) DISPOSIZIONI DI SERVIZIO 4) CHECK LIST CAMBIO IN SEDE

6 Maurizio CASSIGOLI5 A) Disposizioni di servizio B) Cambio sul luogo delle operazioni C) Presa in consegna D) Controllo automezzo CAMBIO FUORI SEDE RIENTRO IN SEDE CHECK LIST

7 Maurizio CASSIGOLI6 C H E C K L I S T OK Si procede nella normale attività NON OK Si informa il responsabile: se il problema compromette la sicurezza stradale, non si utilizzerà il veicolo finché il pericolo non sia stato rimosso ed il problema risolto

8 Maurizio CASSIGOLI7 RIASSUMIAMO LA PROCEDURA

9 8

10 9ALLERTAMENTO

11 10 Accertamento del luogo della chiamata Salire sul mezzo di soccorso ed allacciarsi le cinture Accendere il motore mantenendo il mezzo frenato

12 Maurizio CASSIGOLI11 PRIMA DI PARTIRE VERIFICA CHE tutte le porte siano perfettamente chiuse e che tutti gli occupanti siano seduti con le cinture di sicurezza allacciate CHIEDI AGLI OCCUPANTI IL BENESTARE ALLA PARTENZA INFORMA LA C.O. DELLINIZIO DELLA MISSIONE

13 Maurizio CASSIGOLI12 ANABBAGLIANTI LAMPEGGIANTI SIRENA

14 Maurizio CASSIGOLI13 RIASSUMIAMO LA PROCEDURA

15 Maurizio CASSIGOLI14

16 Maurizio CASSIGOLI15PARTENZA

17 Maurizio CASSIGOLI16 Verifica le condizioni climatiche Verifica lo stato della strada Adatta il tuo stile di guida Non far perdere mai aderenza alle ruote motrici!

18 Maurizio CASSIGOLI17 Limportante è arrivare! Nel più breve tempo possibile ma guidando sempre e comunque nel rispetto della comune diligenza e prudenza!

19 Maurizio CASSIGOLI18 RIASSUMIAMO LA PROCEDURA

20 Maurizio CASSIGOLI19

21 Maurizio CASSIGOLI20 INCROCIO

22 Maurizio CASSIGOLI21 I conducenti dei veicoli provenenti da direzioni diverse non si vedono prima dellincrocio. NON CÈ RECIPROCITÀ DI VISUALE In tutti questi casi FERMATI (entro la linea di arresto) VERIFICA solo dopo RIPARTI

23 Maurizio CASSIGOLI22 RIPETIAMO LA PROCEDURA

24 Maurizio CASSIGOLI23

25 Maurizio CASSIGOLI24 Se da almeno 100/150 metri si vede liberamente chi proviene da tutte le direzioni. CÈ RECIPROCITÀ DI VISUALE! RALLENTA inserisci la 2^ marcia ed adegua la velocità PROCEDI al transito solo se hai la strada libera. VERIFICA sempre con attenzione la possibilità di transito in sicurezza. Anche se hai la precedenza!

26 Maurizio CASSIGOLI25 SIRENA E LAMPEGGIANTI

27 Maurizio CASSIGOLI26 USA SOLO ED ESCLUSIVAMENTE DISPOSITIVI OMOLOGATI

28 Maurizio CASSIGOLI27 Intraprendendo un servizio urgente distituto, che comporti lomissione delle norme del C.d.S. i dispositivi devono essere usati sempre: CONGIUNTAMENTE TRA LORO E IN MANIERA CONTINUA

29 Maurizio CASSIGOLI28 Non udenti, distratti, bambini e animali POSSONO RAPPRESENTARE UN SERIO PERICOLO ANCHE SE HAI LA SIRENA IN FUNZIONE ATTENZIONE!

30 Maurizio CASSIGOLI29 VELOCITA IN EMERGENZA

31 Maurizio CASSIGOLI30 Tutti i conducenti sono tenuti ad adeguare la propria velocità in modo da non rappresentare mai un pericolo per la circolazione stradale. ANCHE COLORO CHE GUIDANO MEZZI DI SOCCORSO

32 Maurizio CASSIGOLI31 LE CURVE

33 Maurizio CASSIGOLI32 La curva in urgenza si effettua disegnando una traiettoria che inizia larga in ingresso, si chiude fino al punto più interno della curva, allargando di nuovo in uscita. Sfruttando in tal modo, se a doppio senso di marcia, tutta la larghezza possibile della corsia altrimenti, se a senso unico, tutta la larghezza possibile dellintera carreggiata. CORDOLO - CORDA - CORDOLO

34 Maurizio CASSIGOLI33

35 Maurizio CASSIGOLI34 GUIDA SOTTO SCORTA

36 Maurizio CASSIGOLI35 Il mezzo scortato dovrà mantenere più costante possibile la velocità precedentemente scelta in base ai parametri di sicurezza e alla patologia del trasportato

37 Maurizio CASSIGOLI36 In vista di un incrocio la scorta anticiperà il mezzo di soccorso favorendolo nel transito SEMPRE MASSIMA ATTENZIONE E RISPETTO DEI PROTOCOLLI DI ESECUZIONE RELATIVI AGLI INCROCI

38 Maurizio CASSIGOLI37 GUIDA IN TANDEM CON ALTRI MEZZI DI SOCCORSO

39 Maurizio CASSIGOLI38 posizionare sempre il veicolo più piccolo davanti a quelli di dimensioni maggiori se ciò non è possibile, chi segue dovrà distanziarsi almeno della distanza di sicurezza formare un convoglio di veicoli di soccorso può essere molto pericoloso meglio evitare procedendo a debita distanza

40 Maurizio CASSIGOLI39 SULLA CARREGGIATA GUIDANDO IN EMERGENZA

41 Maurizio CASSIGOLI40 preferire il CENTRO DELLA STRADA Strada a senso unico

42 Maurizio CASSIGOLI41 Strada a doppio senso di marcia A CAVALLO DELLA LINEA DI MEZZERIA E SUBITO A DESTRA DELLA STESSA

43 Maurizio CASSIGOLI42 Corsia preferenziale in città AL CENTRO (Attenzione alle intersezioni)

44 Maurizio CASSIGOLI43 ARRIVO SULLA SCENA DELLEVENTO E POSIZIONAMENTO

45 Maurizio CASSIGOLI44 REGOLA DELLE 3P PREVENIRE PROTEGGERE PREDISPORRE

46 Maurizio CASSIGOLI45 PROTEGGERE PREDISPORRE PREVENIRE La scena dellevento e i soccorritori arrestando il mezzo tra il flusso del traffico e la scena stessa Il veicolo di soccorso in modo che non ostacoli larrivo di altri mezzi evitando, se possibile, di bloccare tutto Situazioni di pericolo (considerando la necessità di un rapido abbandono della scena), arrestandosi con il muso del veicolo sempre verso il libero

47 Maurizio CASSIGOLI46

48 Maurizio CASSIGOLI47 INCROCIARE UN ALTRO MEZZO DI SOCCORSO IN EMERGENZA

49 Maurizio CASSIGOLI48 Tra due veicoli in urgenza, transiterà per primo chi dispone del semaforo verde su chi ha il rosso così come chi ha la precedenza su chi non ce lha.

50 Maurizio CASSIGOLI49 TRANSITO CONTROSENSO/CONTROMANO IN EMERGENZA

51 Maurizio CASSIGOLI50 SOLO SE INDISPENSABILE E NEL CASO MANTIENITI PIÙ A DESTRA CHE PUOI

52 Maurizio CASSIGOLI51 SE NO È MEGLIO EVITARE CONTROSENSO, RIESCO A SCAMBIARMI CON UN MEZZO DI DIMENSIONI ALMENO UGUALI AL MIO?

53 Maurizio CASSIGOLI52 AGLI INCROCI CHE RISULTANO COPERTI MANDA SEMPRE QUALCUNO AVANTI A PIEDI PER SEGNALARTI PERICOLI

54 Maurizio CASSIGOLI53 IN OGNI CASO PROCEDI SEMPRE E COMUNQUE A PASSO DUOMO

55 Maurizio CASSIGOLI54 RICHIESTA DI AIUTO DURANTE UNA MISSIONE PRECEDENTEMENTE ASSEGNATA

56 Maurizio CASSIGOLI55 SE IL SERVIZIO È URGENTE verifica la situazione fermandoti avvisa immediatamente la C.O. 118 attieniti alle istruzioni che ti verranno impartite SE IL SERVIZIO NON È URGENTE verifichi la situazione fermandoti se necessario inizi i protocolli sanitari, avvisi la Centrale Operativa attendi istruzioni

57 Maurizio CASSIGOLI56 COMPORTAMENTO NEL CASO DI INCIDENTE AL MEZZO DI SOCCORSO

58 Maurizio CASSIGOLI57 DURANTE UN SERVIZIO URGENTE NON URGENTE

59 Maurizio CASSIGOLI58 SERVIZIO URGENTE Ti fermi e verifichi (feriti – condizioni del mezzo) avvisi immediatamente la Centrale Operativa 118 informandola sullaccaduto e attendi istruzioni

60 Maurizio CASSIGOLI59 SERVIZIO NON URGENTE Ti fermi e verifichi (feriti - condizioni del mezzo) nel mentre inizi i protocolli sanitari avvisi la Centrale Operativa 118 informandola sullaccaduto e attendi istruzioni

61 Maurizio CASSIGOLI60 La ragione non si conquista con la prepotenza o alzando la voce ma solo a seguito di un precedente comportamento stradale corretto!

62 Maurizio CASSIGOLI61 IN AUTOSTRADA E SU STRADE EXTRAURBANE PRINCIPALI

63 Maurizio CASSIGOLI62 Lampeggianti o girevoli accesi solo per servizi urgenti distituto e…

64 Maurizio CASSIGOLI63 Come recita lart. 176 comma 14 durante le manovre di: Fermata in corsia di emergenza Marcia in corsia demergenza Retromarcia Inversione del senso di marcia

65 Maurizio CASSIGOLI64 ATTENZIONE! In considerazione del contesto dove vengono eseguite dette manovre, esse sono da considerarsi ad alto/altissimo rischio e vanno quindi effettuate solo se ritenute indispensabili ed insostituibili e SEMPRE CON LA MASSIMA PRUDENZA

66 Maurizio CASSIGOLI65

67 Maurizio CASSIGOLI66 GIREVOLI O LAMPEGGIANTI IN STAZIONAMENTO

68 Maurizio CASSIGOLI67 Devono essere lasciati accesi obbligatoriamente tutte le volte che il mezzo di soccorso in servizio, non è parcheggiato regolarmente

69 Maurizio CASSIGOLI68 DISPOSIZIONE DEGLI OCCUPANTI SU UN MEZZO DI SOCCORSO E SISTEMI DI RITENUTA

70 Maurizio CASSIGOLI69 Il numero massimo di occupanti e la loro disposizione è specificata sul LIBRETTO DI CIRCOLAZIONE

71 Maurizio CASSIGOLI70 Ogni occupante, paziente compreso, deve avere a disposizione una cintura di sicurezza

72 Maurizio CASSIGOLI71 CINTURE DI SICUREZZA

73 Maurizio CASSIGOLI72 E meglio allacciarle sempre anche durante un intervento demergenza, anche se lautista e gli operatori sanitari possano contare su una esenzione prevista dalla legge!

74 Maurizio CASSIGOLI73 ATTENZIONE Cè già una sentenza che ritiene non risarcibili le lesioni personali subite in occasione di un sinistro stradale quando le stesse siano ascrivibili esclusivamente al mancato uso della cintura di sicurezza da parte del danneggiato. Nella fattispecie questultimo risultava, al momento del fatto, privo del necessario presidio pur non trovandosi in una situazione di tensione operativa tale da legittimarlo ad astenersi dalluso delle cinture.

75 Maurizio CASSIGOLI74 CENNI SULLE COMUNICAZIONI RADIO

76 Maurizio CASSIGOLI75... occupa il canale radio per il più breve tempo possibile Chiare Concise e…

77 Maurizio CASSIGOLI76 Approccio in sicurezza scenari dintervento POSIZIONAMENTO 3P G.A.S. Guardo-Ascolto-Segnalo INTERVENGO IN SICUREZZA SI NO

78 Maurizio CASSIGOLI77 SI!INTERVENGO IN SICUREZZA FASE DI BONIFICA Accedo al luogo Affronto e rimuovo Stabilizzo la scena FASE DI CONTATTO CON LA VITTIMA Inizio i protocolli sanitari

79 Maurizio CASSIGOLI78 NO! NON INTERVENGO LO SCENARIO NON È SICURO E QUINDI NON INTERVENGO MA ATTENDO LARRIVO DEL SOCCORSO TECNICO QUALIFICATO(VV.F.) PER STABILIZZARE LA SCENA I PROTOCOLLI SANITARI INIZIERANNO DOPO CHE E STATA MESSA IN SICUREZZA LA SCENA DELLEVENTO

80 Maurizio CASSIGOLI79 NORME DI SICUREZZA IN CASO DI ATTERRAGGIO DI ELIAMBULANZA

81 Maurizio CASSIGOLI80 Per una rapida individuazione dallelicottero: NON NASCONDERE IL MEZZO DI SOCCORSO ED USA I FUMOGENI

82 Maurizio CASSIGOLI81 In fonia e con chiare indicazioni manuali segnala sempre la PRESENZA DI CAVI AEREI in prossimità della zona dove si presume possa avvenire latterraggio

83 Maurizio CASSIGOLI82 TRANCIACAVI SU BK 117

84 Maurizio CASSIGOLI83 TUTTI GLI SPORTELLI ED I FINESTRINI DEI VEICOLI PROSSIMI AL PUNTO DELLATTERRAGGIO DEVONO ESSERE BEN CHIUSI

85 Maurizio CASSIGOLI84

86 Maurizio CASSIGOLI85

87 Maurizio CASSIGOLI86

88 Maurizio CASSIGOLI87 ATTENZIONE AL BEACON e un lampeggiante rosso posto quasi sempre nel punto più alto dellaeromobile

89 Maurizio CASSIGOLI88 IL LAMPEGGIO ROSSO DEL BEACON SIGNIFICA CHE LAEROMOBILE È IN MOTO OPPURE, SE SPENTO, È IN PROCINTO DI ESSERE AVVIATO MASSIMA ATTENZIONE ! Ciò può rappresentare una grave minaccia alla sicurezza dei presenti.

90 Maurizio CASSIGOLI89

91 Maurizio CASSIGOLI90

92 Maurizio CASSIGOLI91

93 Maurizio CASSIGOLI92

94 Maurizio CASSIGOLI93

95 Maurizio CASSIGOLI94

96 Maurizio CASSIGOLI95 NELLIMMINENZA DELLAVVIAMENTO DEL MOTORE PER IL DECOLLO SGOMBRARE LAREA CIRCOSTANTE

97 Maurizio CASSIGOLI96 LINTESA CON IL PERSONALE DI BORDO È INDISPENSABILE! Nel dubbio richiedi nuovamente il consenso prima di iniziare qualsiasi manovra o procedura.

98 Maurizio CASSIGOLI97 Grazie della cortese attenzione e buon lavoro! Maurizio Cassigoli


Scaricare ppt "Maurizio CASSIGOLI1 GUIDARE UN MEZZO DI SOCCORSO A cura di Maurizio Cassigoli Procedure operative."

Presentazioni simili


Annunci Google