La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Classe 5M Liceo delle Scienze Sociali Laura Bassi a.s. 2003/2004.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Classe 5M Liceo delle Scienze Sociali Laura Bassi a.s. 2003/2004."— Transcript della presentazione:

1 Classe 5M Liceo delle Scienze Sociali Laura Bassi a.s. 2003/2004

2 Presentazione del lavoro La nostra inchiesta Il lavoro in laboratorio Risultati delle singole risposte, non aggregati Risultati dellindagine I N D I C E FINE

3 PRESENTAZIONE DEL LAVORO

4 L INCHIESTA Finalità di uninchiesta Raccogliere informazioni su conoscenze, opinioni, emozioni, comportamenti, intenzioni, credenze. Verificare gli effetti di qualche evento sulla popolazione

5 QUESTIONARIO = STRUMENTO PRINCIPALE DELLINCHIESTA Si possono utilizzare questionari: Già esistenti: veloci ma non sempre applicabili Nuovi

6 PROGETTO DI UN QUESTIONARIO Occorre Chiarire lo scopo obiettivi una o più aree tematiche Scegliere i tipi di domande da usare

7 REQUISITI DELLE DOMANDE comprensibilità brevità univocità concretezza neutralità

8 DOMANDE CHIUSE VANTAGGI -non richiedono la formulazione di discorsi -evitano il rischio di risposte prive di senso -sono più semplici da codificare e da elaborare SVANTAGGI -limitano la spontaneità -favoriscono la possibilità di errori

9 DOMANDE APERTE VANTAGGI -consentono di esprimersi liberamente -consentono di indagare argomenti complessi SVANTAGGI -sono difficili da codificare e da elaborare -permettono di formulare discorsi anche privi di senso

10 LA NOSTRA INCHIESTA -Riguarda il disagio giovanile -Utilizza un questionario progettato da noi -È rivolta a un campione della popolazione statistica costituita dagli studenti delle scuole statistica costituita dagli studenti delle scuole superiori della Provincia di Bologna superiori della Provincia di Bologna

11 STRUTTURA DEL QUESTIONARIO UTILIZZATO a risposta chiusa (quasi tutte) 154 domande a risposta aperta Le domande a risposta chiusa prevedono sempre ununica risposta.

12 DATI DELLINTERVISTATO Nella prima pagina del questionario sono richiesti : - -SCUOLA - -INDIRIZZO DI STUDI - CLASSE - SEZIONE - COMUNE - SESSO - ETA

13 PRIMO TIPO DI DOMANDE A RISPOSTA CHIUSA SI =1 NO =2 Prevedono come risposta SI / NO Per facilitare lelaborazione al computer, utilizzeremo i codici

14 SECONDO TIPO DI DOMANDE A RISPOSTA CHIUSA ABBASTANZA=3 MOLTO=4 MOLTISSIMO=5 Queste domande (21-73) rilevano limportanza, per lintervistato, di certe fonti di disagio oppure (74-93) la misura in cui si utilizza una strategia per superare il disagio Prevedono cinque risposte possibili, codificate come segue: POCO=2 PER NIENTE=1

15 TERZO TIPO DI DOMANDE A RISPOSTA CHIUSA MAI=1 RARAMENTE=2 QUALCHE VOLTA=3 SPESSO=4 SEMPRE=5 Queste domande (94-146) rilevano la frequenza con la quale lintervistato si trova in determinate situazioni di disagio Prevedono cinque risposte possibili, codificate come segue:

16 DOMANDA 149 Rileva il livello di benessere, in una scala da 1 a 15

17 GESTIONE DELLERRORE RISPOSTA (CHIUSA) MANCANTE O SBAGLIATA codice 99

18 DOMANDE APERTE FONTI DI DISAGIO NON PREVISTE (147) STRATEGIE NON PREVISTE (148) OSSERVAZIONI DELLINTERVISTATO (150) NON ELABORATE IN EXCEL LIBERA ASSOCIAZIONE ALLA PAROLA DISAGIO ( )

19 IL CAMPIONE Abbiamo intervistato studenti che frequentano: -scuole di Bologna e della Provincia -Licei, Istituti Tecnici e Istituti Professionali

20 SCUOLA, COMUNI, INDIRIZZI Per facilitare linserimento dei dati abbiamo assegnato ad ogni COMUNE, ad ogni SCUOLA e ad ogni INDIRIZZO un numero. I comuni presi da noi in considerazione sono stati 6. Le scuole selezionate 9. Gli indirizzi di studio 9.

21 IL LAVORO IN LABORATORIO Progetto dei dati Tabelle per la codifica dei dati Realizzazione del database Utilizzo del database con dati di prova Caricamento dati reali Elaborazioni statistiche

22 PROGETTO DEI DATI

23 RAGGRUPPAMENTO DEI DATI IN ENTITA LOGICHE I dati sono stati suddivisi in quattro gruppi: Dati relativi ai comuni coinvolti Dati relativi agli indirizzi di studio coinvolti Dati relativi alle scuole coinvolte Risposte fornite dal campione intervistato

24 SUDDIVISIONE DELLE RISPOSTE Per operare più velocemente le risposte alle domande del questionario sono state suddivise in 7 gruppi (fogli) (un gruppo per ogni pagina del questionario somministrato)

25 MODELLO DEI DATI RELATIVI AL COMUNE COMUNE Cod.comune Descrizione comune

26 MODELLO DEI DATI RELATIVI ALLINDIRIZZO INDIRIZZO Cod.indirizzo Descrizione indirizzo

27 MODELLO DEI DATI RELATIVI ALLA SCUOLA SCUOLA Cod. scuola Descrizione scuola

28 MODELLO DEI DATI RELATIVI AL FOGLIO 1

29 MODELLO DEI DATI RELATIVI AI FOGLI 2-6 N° Questionario è presente in tutti i fogli

30 MODELLO DEI DATI RELATIVI AL FOGLIO 7

31 MODELLO LOGICO DEI DATI SCHEMA ENTITA RELAZIONI

32 CONTENUTO DELLE TABELLE PER LA CODIFICA DI: - COMUNI - INDIRIZZI - SCUOLE

33 Tabella comuni Struttura tabella Cod. comune numerico Descr.comune testo Contenuto tabella Cod.comune Descr.comune 1 Bologna 2 Faenza 3 Castel Maggiore 4 SanPietroinCasale 5 Casalecchio 6 Francia

34 Tabella indirizzi Struttura tabella Cod. indirizzo numerico Descr.indirizzo testo Contenuto tabella Cod.indirizzo Descr.indirizzo 1 Linguistico 2 Scienze sociali 3 Socio-psico-pedagogico 4 Geometra 5 Classico 6 Scientifico 7 Ragioneria igea 8 Erica 9 Professionale commercio

35 Codice scuolaDescrizione scuola 1 Laura Bassi - Bologna 2 Torricelli - Faenza 3 Keynes - Castel Maggiore 4 Keynes - San Pietro in Casale 5 Minghetti - Bologna 6 Pier Crescenzi - Bologna 7 Stephen Liengeard - Francia 8 Scuola Media Besta - Bologna 9 Severi – Bologna Tabella scuole Struttura tabella Contenuto tabella Cod. Scuola numerico Descr. Scuolatesto

36 REALIZZAZIONE DEL DATABASE

37 FASE 1 Definizione, in ambiente ACCESS, della struttura delle tabelle necessarie: Comuni Indirizzi Scuole Foglio1 Foglio2 Foglio3 Foglio4 Foglio5 Foglio6 Foglio7

38 FASE 2 Per facilitare linserimento delle risposte alle domande del questionario Realizzazione di una maschera per ogni foglio del questionario

39 FASE 3 Inserimento dei dati nelle tabelle relative a: COMUNI INDIRIZZI SCUOLE

40 UTILIZZO DEL DATABASE CON DATI DI PROVA

41 SCOPO DELLA SIMULAZIONE Prima di inserire ed elaborare i dati reali simulazione per: verificare la correttezza del progetto verificare la compatibilità con EXCEL e SPSS valutare i tempi del lavoro

42 FASE 1 MEMORIZZAZIONE DI POCHI DATI DI PROVA

43 FASE 2 RILEVAZIONE DEL TEMPO DI CARICAMENTO DI UNA PAGINA DEL QUESTIONARIO CALCOLO DEL TEMPO NECESSARIO: -UNA MATTINATA PER IL CARICAMENTO -ALTRE TRE ORE PER OPERAZIONI DI CONTROLLO

44 FASE 3 FUSIONE DELLE 7 TABELLE IN UNA SOLA, PER MEZZO DI UNA QUERY TRASPORTO IN EXCELLA TABELLA RISULTA COMPATIBILE CON LE ELABORAZIONI RICHIESTE

45 FASE 4 ELABORAZIONE DEL RISULTATO DELLA QUERY (INVIATO VIA ) CON SPSS CONFERMA COMPATIBILITà CON SPSS INIZIO LAVORO

46 CARICAMENTO DATI REALI

47 GRUPPI DI LAVORO Sette gruppi di lavoro (tanti quanti sono i fogli di un questionario): un gruppo per tutti i fogli 1 dei questionari un gruppo per tutti i fogli 2 dei questionari ecc.

48 ISTRUZIONI PER CARICARE I DATI DEL FOGLIO 1 Si deve usare la seguente codifica dei dati Si = 1 No = 2 Maschio =1 Femmina =2 Per lindirizzo Cfr. tabella Per il comune Cfr. tabella Per la scuola Cfr. tabella 99 se non cè risposta o non è chiara

49 ISTRUZIONI PER CARICARE I DATI DEI FOGLI 2 e 3 Sono possibili 5 livelli di disagio 1=per niente 2=poco 3=abbastanza 4=molto 5=moltissimo 99 se non cè risposta o non è chiara

50 ISTRUZIONI PER CARICARE I DATI DEL FOGLIO 4 Sono possibili 5 livelli di utilizzo di una strategia: 1=per niente 2=poco 3=abbastanza 4=molto 5=moltissimo 99se non cè risposta o non è chiara

51 ISTRUZIONI PER CARICARE I DATI DEI FOGLI 5 e 6 Sono previsti 5 livelli di frequenza 1= mai 2= raramente 3=qualche volta 4= spesso 5= sempre 99 se non cè risposta o non è chiara

52 ISTRUZIONI PER CARICARE LE RISPOSTE ALLE DOMANDE APERTE Se cè risposta riportiamo i concetti principali nel campo Se non cè risposta lasciamo il campo vuoto

53 ISTRUZIONI PER RISPONDERE ALLA DOMANDA 149 Scala di benessere/malessere attuali Lintervistato deve tracciare una crocetta sul quadratino più adatto a lui I quadratini sono 15 Riportiamo il numero del quadratino scelto nella maschera

54 CREAZIONE DATABASE COMPLETO Dopo il caricamento dei dati: Sette tabelle Sette computer Attraverso la rete o utilizzando un floppy Salvataggio su un unico computer in un unico database ACCESS

55 ELABORAZIONI STATISTICHE

56 FASI DI OGNI ELABORAZIONE Scelta dei dati da elaborare Creazione query in ambiente ACCESS Passaggio da ACCESS ad EXCEL Elaborazione in EXCEL

57 FASE 1: SCELTA DEI DATI DA ELABORARE ABBIAMO PRESO IN CONSIDERAZIONE, DI VOLTA IN VOLTA, UNA O PIU RISPOSTE. LE ABBIAMO: - ORDINATE IN BASE AL SESSO informazioni rintracciabili (prima maschi e poi femmine) nella parte iniziale del -SELEZIONATE PER INDIRIZZO questionario, nella quale vengono (licei e tecnici, solo licei, solo tecnici) richiesti i dati anagrafici Dal campione iniziale abbiamo eliminato alcuni elementi non omogenei

58 PERCHE SELEZIONARE I DATI ? IL FINE E TROVARE COLLEGAMENTI FRA LE RISPOSTE DATE I DATI ANAGRAFICI – SCOLASTICI

59 FASE 2: CREAZIONE QUERY IN AMBIENTE ACCESS Per vedere tutti i dati o solo una parte secondo la scelta fatta

60 FASE 3: PASSAGGIO DA ACCESS A EXCEL Apertura access database questionario query clic su strumenti collegamenti office analizza con excel La tabella verrà visualizzata in excel per elaborazione Creazione grafico

61 FASE 4 PER LE RISPOSTE SI/NO PER OGNI DOMANDA CON RISPOSTA SI/NO, CALCOLO DELLE FREQUENZE DEI SI E DEI NO VISUALIZZAZIONE DEI TOTALI MEDIANTE UN GRAFICO A TORTA UN ISTOGRAMMA

62 FASE 4.1 PER LE RISPOSTE 1/2/3/4/5 PER OGNI DOMANDA CON RISPOSTA MULTIPLA DA 1 A 5, CALCOLO DELLE FREQUENZE DI OGNI RISPOSTA E DEGLI INDICI CENTRALI: MEDIA, MODA, MEDIANA CALCOLO DELLA MEDIA DELLE RISPOSTE ALLE DOMANDE RAGGRUPPATE IN CATEGORIE ISTOGRAMMA

63 FASE 4.2 PER LE RISPOSTE 1/2/3/4/5 ABBIAMO VISUALIZZATO INSIEME (PER CONFRONTARLE) LE RISPOSTE CHE INDICANO LIMPORTANZA DELLE CAUSE DEL DISAGIO E LE RISPOSTE CHE INDICANO LA FREQUENZA CON LA QUALE TALI CAUSE VENGONO PERCEPITE

64 FASE 4 PER LE CORRELAZIONI ABBIAMO ELABORATO ALCUNE COPPIE DI DOMANDE DISTRIBUZIONE STATISTICA CONGIUNTA

65 RISULTATI DELLE SINGOLE RISPOSTE, NON AGGREGATI Si elencano, di seguito, le medie delle singole risposte, calcolate su tutto il campione (licei e tecnici, maschi e femmine) Maschi=108 Femmine=218

66 Primo foglio del questionario

67 Fogli 2, 3, 4 ( risposte possibili:1/2/3/4/5 )

68 Fogli 5, 6 ( risposte possibili:1/2/3/4/5 )

69 Foglio7

70 RISULTATI DELLINDAGINE I grafici che sono stati prodotti e le conclusioni che sono state tratte sono contenuti nel lavoro intitolato: IL DISAGIO GIOVANILE

71 fine Clic per uscire


Scaricare ppt "Classe 5M Liceo delle Scienze Sociali Laura Bassi a.s. 2003/2004."

Presentazioni simili


Annunci Google