La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il metro del dolore Clinica di Anestesia e Rianimazione Clinica di Anestesia e Rianimazione Dir. Prof. G. Della Rocca Dr. Michele DIVELLA A.z. Ospedaliero-Universitaria.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il metro del dolore Clinica di Anestesia e Rianimazione Clinica di Anestesia e Rianimazione Dir. Prof. G. Della Rocca Dr. Michele DIVELLA A.z. Ospedaliero-Universitaria."— Transcript della presentazione:

1 Il metro del dolore Clinica di Anestesia e Rianimazione Clinica di Anestesia e Rianimazione Dir. Prof. G. Della Rocca Dr. Michele DIVELLA A.z. Ospedaliero-Universitaria Udine 1Terapia del dolore - Misura del dolore

2 2

3 Identificazione sistematica dei malati con dolore Guida nella scelta della terapia analgesica Linguaggio comune tra discipline diverse Possibilità di documentare, in cartella, il grado di risposta alla terapia Miglioramento del rapporto medico-paziente Perché misurare il dolore? 3Terapia del dolore - Misura del dolore

4 VALUTAZIONE ESPERIENZA SOGGETTIVA DI DOLORE: aspetti fisici, cognitivi, affettivi, relazionali, sociali…dolore globale! Distinguo MISURAZIONE DOLORE: applicazione di strumenti metrici 4Terapia del dolore - Misura del dolore

5 Strumenti dindagine Colloquio clinico col paz., coniuge, care givers Osservazione comportamentale : auto: diario attività e assunzione farmaci etero: espressione facciale, atteggiamento posturale, riflesso allontanamento, riposo….(Karnofsky Performance Status, 1948) consumo farmaci (oppioidi), PCA Rilevazione indici neuro-fisiologici: Biofeedback: FC, attività EMG, risposta vascolare perif., conduttanza cutanea, SpO2 Quantificazione: somministrazione scale e questionari 5Terapia del dolore - Misura del dolore

6 Scale di valutazione UNIDIMENSIONALI Valutano una sola dimensione del dolore: la sua intensità misurata dal paziente. Esse tendono a considerare il dolore come un fenomeno semplice. 6Terapia del dolore - Misura del dolore

7 Misurazione dellintensità esperienze precedenti significato della situazione emozioni rinforzi contingenti INTENSITA DOLORE FISICO 7Terapia del dolore - Misura del dolore

8 Scala verbale semplice (verbal rating scale, VRS) in 5 punti. Scale verbali Qual è il livello attuale del vostro dolore ? - assenza di dolore - debole - moderato - intenso - estremamente intenso 8Terapia del dolore - Misura del dolore

9 VRS – VDS le distanze fra i termini descrittivi utilizzati si suppongono uguali sensibile alla posologia dei farmaci, al sesso e alle differenze etniche offre un numero ristretto di termini sensibilità del test aumenta quando aumentano i punti (15 es. VDS: verbal descriptor scale) 9Terapia del dolore - Misura del dolore

10 Scala Numerica (NRS) Potete dare un numero da 0 a 10 per descrivere il livello del vostro dolore ? 0 = assenza di dolore 10 = massimo dolore immaginabile elimina la necessità della coordinazione visiva e motoria maggiori possibilità di completamento più utile per la misurazione nell'immediato periodo postoperatorio (recovery room) Tasso d'insuccesso 2%. 10Terapia del dolore - Misura del dolore

11 Scale visive Scala Analogo Visivo (Visual Analogue Scale: VAS) Il termometro del dolore Può indicare col dito dove si pone il proprio dolore ? 11Terapia del dolore - Misura del dolore

12 VAS semplice ampiamente utilizzato indipendente dal linguaggio facilmente compreso dalla maggior parte dei pazienti facilmente ripetibile bambini di età > 7 anni tasso di insuccesso 3-7 %. L'esecuzione richiede una certa coordinazione visiva e motoria (paz. terminale ?) Consigliato dalla SIAARTI 12Terapia del dolore - Misura del dolore

13 13Terapia del dolore - Misura del dolore

14 VAS significativamente più sensibile nel percepire piccole differenze dintensità del dolore. VDS : a lungo termine vengono utilizzati solo 6 dei 15 termini descrittori La metodica deve essere spiegata prima e compresa. non deve esserci stimolo algico in quel momento non residuo anestesiologico in atto Inoltre è emerso... 14Terapia del dolore - Misura del dolore

15 Certi nomi o aggettivi qualificativi possiedono un valore di orientamento diagnostico.. Es: per un paziente che soffre di mal di testa, il termine pulsante evoca unemicrania, sordo una cefalea da contrazione muscolare, la bruciatura e a scarica elettrica evoca un dolore neurogeno. Esiste un traduttore ? Il vocabolario del dolore 15Terapia del dolore - Misura del dolore

16 Lautodescrizione non si limita ai soli aspetti sensoriali, ma esprime anche la ripercussione affettiva del dolore che può essere noioso, insopportabile, angosciante, deprimente o suicidario… INFLUENZATA aspettativa di indennizzo uso di farmaci (specie alcool, bdz e narcotici) dal protagonismo e dalle loro speranze di trattamento. Scale multidimensionali 16Terapia del dolore - Misura del dolore

17 78 termini raccolti in 20 classi raggruppate in 3 dimensioni principali che si rifanno al modello dei determinanti del dolore di Melzack e Casey (1968): - Sensoriale - Affettivo-motivazionale - Valutativo Esamina: Influenza delle diverse componenti sulla percezione soggettiva del dolore ed il loro andamento nel tempo Localizzazione del dolore e della sua intensità (mappa) Stima del dolore attuale mediante una VRS a 6 punti (PPI) MPQ 17Terapia del dolore - Misura del dolore

18 Occorrono circa offre valutazione quantitativa e qualitativa allo stesso tempo punteggio tot. valido come misura generale del dolore, non altrettanto le sottoclassi dolore acuto: bassi punteggi (bassi valori nei descrittori affettivi e alti nei sensoriali) + modesta variabilità nella scelta termini il questionario di aggettivi non si presta a misure ripetute. E adatto a valutazioni nel lungo termine. possibile gestirlo oralmente dipendente dal grado di attitudine verbale dei soggetti. esistono molte traduzioni e versioni Short Nollis data

19 Multidimensional Pain Inventory Kerns, Turk, Rudy 1985 (versione italiana 2000 Ferrari et al.) + utilizzato internazionalmente 61 items ad autocompilazione Diviso in 3 parti: – intensità dolore – percezione delle risposte degli altri alle sue comunicazioni di dolore – attività generale Breve e semplice Buona correlazione con altre scale 19Terapia del dolore - Misura del dolore

20 BPI Cleeland 1989, versione italiana Caraceni et al Adatto a dolore oncologico - Quantifica: variabilità dolore nelle 24 h variabilità dolore nelle 24 h lintensità soggettiva del dolore lintensità soggettiva del dolore interferenza sulla vita, umore, relazione interferenza sulla vita, umore, relazione 15 items = veloce (5-15) 15 items = veloce (5-15) Alta compliance (6% non riesce, 7% rifiuta) Alta compliance (6% non riesce, 7% rifiuta) Scelto dalla SIAARTI (linee guida 2003 su dolore cr. Oncologico) Scelto dalla SIAARTI (linee guida 2003 su dolore cr. Oncologico) Brief Pain Inventory 20 Terapia del dolore - Misura del dolore

21 21Terapia del dolore - Misura del dolore

22 San Salvadour scale Response to manipulation during physical examination, basal state, and sleep. Correlated with the level of autonomy. VAS verticale > 6-7 aa NRS > 5-6 aa Bieri > Smiley Analogue Scale MPQ > 9 aa The Children's Hospital of Eastern Ontario Pain Scale CHEOPS DEGR scale based on observation of child behavior by physicians or nurse Senza ritardo cognitivo Con ritardo cognitivo Comunicazione impossibile 22Terapia del dolore - Misura del dolore

23 86 giovani vs 89 anziani stimolo termico misurato con VAS, NRS (21 punti), VDS, VNS (11 punti), Faces Pain Scales Tutte le metodiche si sono rivelate efficienti in sensibilità, VDS + sensibile e ripetibile tasso dinsuccesso minimo, eccetto VAS NRS preferita in entrambi i gruppi VDS preferita da anziani anche con difficoltà cognitive 23Terapia del dolore - Misura del dolore

24 In sintesi Lunico ed affidabile indicatore di esistenza ed intensità del dolore è il report soggettivo del paziente! La scala monodimensionale perfetta non esiste! Ben si adattano al periodo postoperatorio: – VAS migliore indicatore sensibile e ripetibile – NRS nel postoperatorio immediato Scale monodimensionali integrate a questionari sono adatti al dolore cronico: – il + diffuso MPQ – la SIAARTI consiglia il BPI come rivelatore di qualità del dolore Qualsiasi scala deve essere sempre accompagnata da altri sistemi dindagine: osservazione comportamentale, consumo di analgesici. 24Terapia del dolore - Misura del dolore

25 Conclusioni Predisponi un momento per informare sui metodi disponibili per la terapia antalgica e il suo controllo Concorda protocolli interdisciplinari di intervento su un target di dolore (es. VAS >3) Valuta dolore con scala /questionario di valutazione più idonea Valuta sempre anche le risposte comportamentali e fisiologiche Predisponi la modifica della terapia al paz. se inefficace (rescue dose) Consulta lo specialista quando non riesci! Anestesista disponibile ad intervenire (APS). 25Terapia del dolore - Misura del dolore


Scaricare ppt "Il metro del dolore Clinica di Anestesia e Rianimazione Clinica di Anestesia e Rianimazione Dir. Prof. G. Della Rocca Dr. Michele DIVELLA A.z. Ospedaliero-Universitaria."

Presentazioni simili


Annunci Google