La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

INFERMIERISTICA AREA CHIRURGICA (Specialistica) Maria Grazia Davanzo OCULISTICA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "INFERMIERISTICA AREA CHIRURGICA (Specialistica) Maria Grazia Davanzo OCULISTICA."— Transcript della presentazione:

1 INFERMIERISTICA AREA CHIRURGICA (Specialistica) Maria Grazia Davanzo OCULISTICA

2 PREVENZIONE I traumi oculari sono unimportante causa di invalidità potendo determinare una temporanea o permanente perdita della funzione visiva nellocchio o negli occhi interessati.

3 PREVENZIONE Una corretta educazione familiare, in ambito domestico, adeguate misure legislative in campo lavorativo e, soprattutto, leliminazione dal mercato di oggetti estremamente pericolosi rappresentano un aiuto alla prevenzione per la maggior parte dei traumi oculari.

4 TIPI DI TRAUMI Traumi contusivi Traumi sul lavoro Traumi sul lavoro causticazioni corneo-congiuntivali, provocati a pietra, da oggetto vegetale, da molla elastica da urto accidentale, da schegge metalliche da colpo di martello, da oggetto appuntito, da caduta, da esplosione

5 TIPI DI TRAUMI Traumi in ambiente domestico causticazioni corneocongiuntiuvali, causticazioni corneocongiuntiuvali, urti accidentali urti accidentali molle elastiche molle elastiche oggetti vegetali oggetti vegetali pietre pietre giocattoli giocattoli oggetti appuntiti oggetti appuntiti fuoco dartificio fuoco dartificio esplosione esplosione

6 TIPI DI TRAUMI Traumi in ambiente sportivo pallonate, pallonate, da pugno da pugno da urto accidentale da urto accidentale

7 TIPI DI TRAUMI Traumi in incidenti stradali scontri automobilistici, scontri automobilistici, da vetro, da vetro, da oggetto smusso da oggetto smusso

8 TIPI DI TRAUMI Traumi Chimici Da acidi, Da acidi, Da alcali Da alcali Da sabbia o polvere Da sabbia o polvere

9 SI DISTINGUONO IN: Traumi a bulbo chiuso Contusivi ContusiviAnnessiLamellari Traumi a bulbo aperto Penetranti senza ritenzione Penetranti senza ritenzione di corpo estraneo Penetranti con ritenzione Penetranti con ritenzione di corpo estraneo Rotture del bulbo

10

11

12

13 COMPORTAMENTO IN CASO DI TRAUMA Potremmo incontrare un paziente con trauma allocchio sia che lavoriamo in un pronto soccorso, sia in corsia, infatti sono frequenti i casi di degenti che urtano accidentalmente procurandosi danni agli occhi

14 COMPORTAMENTO IN CASO DI TRAUMA In entrambi i casi devo valutare: Se cè, e lentità dellemorragia Se sono evidenti ferite al bulbo e/o agli annessi Se cè fuoriuscita di sostanza gelatinosa o pigmentata dal bulbo

15 INTERVENTO DURGENZA Lunico caso in cui è richiesto lintervento urgente e tempestivo dellinfermiere è nel caso di contaminazione con sostanze. In tal caso è necessario rimuoverle al più presto con un corretto lavaggio

16 COMPORTAMENTO IN CASO DI TRAUMA COSA FARE COSA NON FARE INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE

17 COMPORTAMENTO IN CASO DI TRAUMA COSA POSSO FARE? Far sedere o meglio stendere linfortunato Informarsi sulla dinamica dellincidente Chiedere che cosa stava usando

18 COMPORTAMENTO IN CASO DI TRAUMA Fare qualche importante domanda: Prima dellincidente quanto vedeva con entrambi gli occhi? Prima dellincidente quanto vedeva con entrambi gli occhi? è mai stato operato nellocchio infortunato? Se sì da quanto tempo? è mai stato operato nellocchio infortunato? Se sì da quanto tempo? Soffre di qualche malattia agli occhi è in cura per qualche motivo? Soffre di qualche malattia agli occhi è in cura per qualche motivo?

19 COMPORTAMENTO IN CASO DI TRAUMA COSA NON DEVO FARE? IN OGNI CASO EVITARE DI ESERCITARE COMPRESSIONE SUL BULBO O DI FRIZIONARE PER PULIRE

20 COMPORTAMENTO IN CASO DI TRAUMA COSA DEVO FARE? In caso di contaminazione da sostanze acide alcaline o solide devo lavare abbondantemente (da 500 ml e oltre) con soluzione fisiologica, in assenza della quale anche acqua di rubinetto perché è da privilegiare lintervento rapido alla sterilità dei presidi, avendo cura di farla scorrere o meglio a spruzzo col cono di una siringa, avendo particolare cura dei fornici e delle palpebre, evitando lo sfregamento con garze o altri presidi.

21 EDUCAZIONE E INFORMAZIONE Promuovere luso degli occhiali protettivi per tutti coloro che lavorano, anche per hobby con strumenti elettrici, martelli, trapani, tagliaerba, ecc.(Vedere scheda 58-8 pag. 491) Ricordare e ricordarsi che lincidente avviene allultima martellata Stimolare tutti gli operati agli occhi di portare sempre occhiali anche con lenti neutre Ricordare agli anziani di fare movimenti accurati e sicuri

22 TRAUMI LIEVI Con lesione superficiale della congiuntiva Con lesione superficiale della cornea Con lesione superficiale della palpebra

23 TRAUMI LIEVI Fare una breve e rapida anamnesi Fare una breve e rapida anamnesi Far chiudere locchio e bendare con benda sterile Far chiudere locchio e bendare con benda sterile Avvisare il medico per un intervento terapeutico Avvisare il medico per un intervento terapeutico Non usare colliri anestetici prima della visita delloculista per non provocare sofferenze dellepitelio corneale Non usare colliri anestetici prima della visita delloculista per non provocare sofferenze dellepitelio corneale

24 TRAUMI PROFONDI PENETRANTI/PERFORANTI PENETRANTI/PERFORANTI CON FUORIUSCITA DI MATERIALE ENDOBULBARE CON FUORIUSCITA DI MATERIALE ENDOBULBARE CON RITENZIONE DI CORPO ESTRANEO CON RITENZIONE DI CORPO ESTRANEO

25 TRAUMI PROFONDI Fare una breve e rapida anamnesi Fare una breve e rapida anamnesi Far chiudere locchio e bendare CON GUSCIO RIGIDO NON COMPRESSIVO (in mancanza di questo usare un bicchierino di plastica dai bordi non taglienti) Far chiudere locchio e bendare CON GUSCIO RIGIDO NON COMPRESSIVO (in mancanza di questo usare un bicchierino di plastica dai bordi non taglienti) Avvisare il medico per un intervento terapeutico Avvisare il medico per un intervento terapeutico Non usare colliri o medicamenti di alcun tipo prima della visita delloculista per non peggiorare la situazione Non usare colliri o medicamenti di alcun tipo prima della visita delloculista per non peggiorare la situazione

26 PREPARAZIONE TERAPEUTICA IL TAVOLINO OCULISTICO DEVE CONTENERE: 1.garze 2.bende oculari 3.guscio protettivo rigido 4.cerotti di fissaggio 5.soluzione fisiologica 500ml 6.siringhe 20ml senza ago 7.siringhe 1 ml con ago ipodermico 25g 8.pomate antibiotiche 9.colliri antibiotici 10.fiale di cortisonici


Scaricare ppt "INFERMIERISTICA AREA CHIRURGICA (Specialistica) Maria Grazia Davanzo OCULISTICA."

Presentazioni simili


Annunci Google