La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LE PRIME DECISIONI SECONDA MEDIA. PROGRAMMA DELLA SERATA Importanza della seconda Orario settimanale Novità della terza media Alcuni articoli di legge.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LE PRIME DECISIONI SECONDA MEDIA. PROGRAMMA DELLA SERATA Importanza della seconda Orario settimanale Novità della terza media Alcuni articoli di legge."— Transcript della presentazione:

1 LE PRIME DECISIONI SECONDA MEDIA

2 PROGRAMMA DELLA SERATA Importanza della seconda Orario settimanale Novità della terza media Alcuni articoli di legge riguardanti le ripetizioni Alcune indicazioni relative alla licenza Presentazione di un progetto sperimentale

3 SCEGLIERE UN INDIRIZZO SCOLASTICO PROFESSIONALE ANNO FONDAMENTALE - ANNO MOLTO IMPEGNATIVO - PREPRARSI PER TEMPO - METTERE LE BASI PER IL FUTURO

4 Introduzione Introduzione di corsi specifici di corsi specifici ed opzionali Tutti i corsi Tutti i corsi sono comuni Max 25 allievi per classe Max 23 allievi per classe

5 di cui 2 di labo Piano orario settimanale Corsi A o B a piccoli gruppi Italiano Francese Tedesco Inglese Storia e civica Geografia Matematica Scienze naturali Educazione visiva Educazione musicale Arti plastiche Educazione fisica Insegnamento religioso Ora di classe Opzione orientamento Opzione capacità espressive/tecniche Opzione latino Opzione francese III I I II IV Facoltativi

6 Corsi attitudinali – base Matematica Tedesco Inglese per tutti (2.5 ore) Francese facoltativo (2 ore) Latino facoltativo (2 ore) *4 ore lezione, compreso il pasto, di cui 2 fuori orario ½ classe laboratorio scienze ½ classe educazione alimentare* ½ classe laboratorio scienze Classe completa (scienze) 12 settimane Novità della terza media Scienze + ed. alimentare

7 1 ora (ed. fisica) Il corso opzionale di francese CLASSE TERZA a l m e no n o t a 4 i n I I 2 ore settimanali CLASSE QUARTA a l m e no n o t a 4 i n I I I 2 ore settimanali 2 ore su 2 opz. orientamento 1 ora fuori orario

8 Il corso opzionale di latino 1 ora fuori orario 1 ora italiano CLASSI QUARTA a l m e no n o t a 4 i n I I I 4 ore settimanali CLASSE TERZA 2 ore settimanali 2 ore fuori orario 1 ora su 4 italiano 1 ora ed. fisica

9 Cosa si studia a latino? Il lavoro si svolge su tre fronti: Oggetto dellattività didattica è il testo latino. Perché studiare latino? Studiare latino significa: familiarizzare con una lingua e una civiltà antiche che hanno contribuito alla formazione di lingue e civiltà europee. Gli antichi Romani hanno scritto un terzo della nostra storia! xLingua (grammatica) xLessico (vocaboli) xStoria e cultura

10 Francese e poi… Liceo Gli allievi che hanno seguito il corso opzionale di francese in terza e quarta media possono: abbandonare il francese iscriversi in prima liceo al corso di "francese di livello superiore" Questa seconda scelta permette liscrizione ad altre opzioni offerte dal liceo, ma soprattutto dà la possibilità di scegliere il francese come lingua da portare allesame di maturità.

11 Francese e poi… Liceo Gli allievi che non hanno seguito o hanno seguito parzialmente il corso opzionale di francese in terza e quarta media possono: abbandonare il francese iscriversi in prima liceo al corso di "francese normale e quindi continuare lo studio negli anni successivi con il francese come terza lingua nei due casi la seconda lingua nazionale che dovrà essere portata allesame di maturità sarà il tedesco

12 Latino e poi… Liceo Gli allievi che hanno seguito il corso di latino alla Scuola media possono iscriversi al liceo: a latino a greco opzione specifica

13 È possibile ottenere, su richiesta della famiglia, una deroga (decisa dal Consiglio di classe) quando la media nelle materie obbligatorie è almeno 4.5. ItalianoFranceseTedesco StoriaGeografiaMatematica ScienzeEd. VisivaEd. Musicale Ed. fisica Arti plastiche 4.5 Matematica e tedesco base o attitudinale per iscriversi ai corsi attitudinali bisogna ottenere almeno 4.5 nella rispettiva materia in seconda media. Iscrizione ai corsi differenziati

14 Cambiamento di curricolo Entro la fine di febbraio …. … per decisione concorde del Consiglio di classe e della famiglia In caso di disaccordo il passaggio non può aver luogo Gli allievi dei corsi base possono essere ammessi nei corsi attitudinali per un periodo di prova di al massimo 4 settimane in vista di un cambio di corso

15 Salvo casi eccezionali la scelta delle opzioni è vincolante per lintero anno scolastico Corsi opzionali

16 La differenziazione curricolare Il CdC può concedere la LICENZA agli allievi che frequentano il corso pratico se esiste una nota positiva assegnata a corso pratico se la somma delle note mancanti e di quelle insufficienti non supera tre sostituisce una o più materie per un massimo di 12 ore settimanali agli allievi del ciclo dorientamento; agli allievi che hanno compiuto i 13 anni agli allievi con estese e rilevanti difficoltà ha quale scopo: rafforzare la formazione di base preparare linserimento professionale è offerto: valorizzare le capacità pratiche

17 IN CONCLUSIONE 4 corso base/att. di matematicaNOTA 4,5 corso base/att. di tedesco NOTA 4,5 corso opzionale di francese NOTA 4 corso opzionale di latino opportunità a scelta corso dinglese obbligatorio corso di educazione alimentare ora di classe settimanale

18 Articoli di legge riguardante la promozione

19 Promozione (Articoli 59 e 60 RSme) La decisione di ripetizione può essere presa una sola volta nel quadriennio, riservate le disposizioni dellart 60. Una seconda ripetizione può essere decisa solo nel caso di assenze prolungate. Di regola un allievo è promosso alla classe successiva; sono tuttavia riservate le disposizioni concernenti lammissione ai corsi attitudinali o ai corsi opzionali. Il CdC, sentiti preliminarmente la famiglia e lallievo, può decidere la ripetizione di una classe solo quando cumulativamente: le insufficienze siano ritenute superabili attraverso la ripetizione della classe, sulla base di un esame delle cause, delle difficoltà e delle possibilità di sviluppo delle attitudini e del comportamento dellallievo; la ripetizione della classe risulti la soluzione più appropriata per permettere allallievo di riprendere un corso di studi regolare. Nel caso di promozione di una classe con una o più insufficienze, i genitori possono chiedere di far ripetere la classe con motivazione scritta al consiglio di direzione, a cui spetta decidere. Un allievo ammesso in III, senza la possibilità discrizione ad almeno un corso attitudinale, può ripetere la II per decisione della famiglia.

20 Alcune indicazioni relative alla licenza

21 Criteri per lottenimento della licenza Esoneri o frequenza a DC Tre note 3 Una nota 3 e una nota 2 Una o due note 3 Una nota 2 LICENZA Sufficienza in tutte le materie più la materia scelta nellopzione di capacità espressive e tecniche Indipendentemente dalla media ottenuta La somma delle note mancanti e insufficienti è al massimo di 3. La valutazione di DC, se positiva, compensa lassenza di una nota La media nelle materie obbligatorie più lopzione di capacità espressive e tecniche non raggiunge il 4 CONSIGLIO DI CLASSE La media nelle materie obbligatorie più lopzione di capacità tecniche e espressive è almeno 4

22 Un nuovo progetto sperimentale per gli allievi di terza LIFT Verso lapprendistato Unopportunità per i giovani, la scuola media e le aziende ticinese

23 Leistungsfähig durch Individuelle Förderung und praktisce Tätigkeit ossia Efficienti grazie a un sostegno individualizzato abbinato ad unattività pratica. PROGETTO LIFT

24 CHI PARTECIPA? Già presente da alcuni anni in svizzera tedesca e francese Cinque le sedi che aderiscono alla sperimentazione Scuola media di Balerna Scuola media di Gravesano Scuola media di Morbio Inferiore Scuola media di Riva San Vitale Scuola media di Viganello

25 QUALI OBIETTIVI? Sviluppare e prendere coscienza delle proprie preferenze, delle proprie qualità e del proprio potenziale. Avvicinare i giovani alle aziende per facilitare lentrata nel mondo del lavoro. Aumentare la fiducia in se stessi e sviluppare le proprie competenze sociali. Contribuire a integrare i giovani e prevenire le difficoltà di inserimento nel mondo del lavoro. Le aziende scoprono i nostri allievi e le loro competenze. Rimotivare gli allievi al lavoro scolastico.

26 A CHI SI RIVOLGE? Agli allievi che necessitano di ritrovare la motivazione e la soddisfazione in ambito scolastico, sperimentando la realtà professionale.

27 COME? - Preparazione adeguata - Monitoraggio Accompagnamento a scuola Gli allievi vengono seguiti unora alla settimana da un docente della sede durante lora singola di educazione fisica sovrapposta al francese.

28 Lavoro in azienda Gli allievi hanno la possibilità di esercitare dei compiti semplici per familiarizzare con la professione e i datori di lavoro. - fuori orario scolastico (mercoledì pomeriggio o sabato); - per almeno tre mesi; - compenso simbolico (5/8 Fr); - una persona di contatto allinterno dellazienda.

29 Parola dordine Lunione del gregge costringe il leone a coricarsi affamato. Proverbio africano

30 Scuola media di Riva San Vitale Grazie per lattenzione e Buona serata a tutti !


Scaricare ppt "LE PRIME DECISIONI SECONDA MEDIA. PROGRAMMA DELLA SERATA Importanza della seconda Orario settimanale Novità della terza media Alcuni articoli di legge."

Presentazioni simili


Annunci Google