La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Percorso 1 ORAL INTERACTION. Obiettivi per gli insegnanti Riconsiderare il proprio lavoro di docente di lingue, sia da un punto di vista teorico che pratico.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Percorso 1 ORAL INTERACTION. Obiettivi per gli insegnanti Riconsiderare il proprio lavoro di docente di lingue, sia da un punto di vista teorico che pratico."— Transcript della presentazione:

1 Percorso 1 ORAL INTERACTION

2 Obiettivi per gli insegnanti Riconsiderare il proprio lavoro di docente di lingue, sia da un punto di vista teorico che pratico per sviluppare le competenze degli apprendenti. Sperimentare un lavoro con altri colleghi e utilizzare le proprie competenze informatiche allo stesso tempo.

3 Obiettivi per i discenti Gli studenti avranno l'opportunità di: raggiungere un migliore livello di interazione orale, in una situazione comune, nota; migliorare la capacità di lavoro cooperativo con altri studenti, lavorando verso un obiettivo comune; essere in grado di comunicare in attività semplici e di routine utilizzando semplici frasi per chiedere e fornire le cose, per ottenere informazioni semplici e per discutere di cosa fare dopo. dare e rispondere ai suggerimenti e chiedere e dare indicazioni.

4 METODOLOGIA Step 1 Riflessione ( Linsegnante riflette sui problemi collegati alla produzione orale e su quanto richiesto dal QCER ) Step 2 Possibili soluzioni (Come affrontare il problema? ) Step 3 Idee per unattività in classe (Creare una storia usando foto personali)

5 STRATEGIE DINSEGNAMENTO Exercising: Prima di iniziare la descrizione di qualsiasi tipo di input visivo è fondamentale per ogni studente controllare il suo vocabolario e costruire la fiducia nel suo utilizzo. Co-operative work :Inventare una storia può sembrare troppo impegnativo se fatto singolarmente. Questo è il motivo per cui si preferisce il lavoro cooperativo. L'uso della lingua inglese in questa fase iniziale richiede l'apprendimento di frasi molto semplici utili al turn-taking.

6 Step 1 RIFLESSIONE DEGLI INSEGNANTI 1.Come valutare la vostra padronanza orale in relazione alle altre competenze nella lingua? 2.Quali competenze linguistiche hanno più contribuito allo sviluppo della vostra scioltezza? 3.Quale esperienza sarebbe più utile al fine di sviluppare la scioltezza ? 4.Talvolta si sostiene che la fluidità si sviluppa naturalmente in risposta ad un bisogno di comunicare. Fino a che punto ciò è confermato dalla vostra esperienza di apprendimento delle lingue?

7 Problemi con la fluidità orale: Mancanza di fiducia Paura di fare errori. La sensazione di non avere nulla da dire sull'argomento. Mancanza di un linguaggio appropriato. Mancanza di pratica nelle conversazioni.

8 Step 2 Come affrontare il problema Con il brainstorming in gruppo, l'insegnante può trovare soluzioni per risolvere i problemi. Eccone alcune: 1.Pre-insegnare il vocabolario chiave 2. Prepararsi per qualsiasi discussione attraverso il brainstorming e lo scambio di idee. 3. Organizzare la classe in modo che le attività si svolgano in piccoli gruppi. 4. Far precedere l attività con ampie fasi di preparazione del linguaggio da usare 5. Dare bassa priorità alla correttezza orale. 6. Suscitare curiosità verso parole nuove. 7. Fornire materiali stimolo. 8. Concentrarsi inizialmente sulle informazioni. 9. Fornire agli studenti una formazione specifica in strategie di comunicazione. 10. Incoraggiare ed organizzare la discussione delle competenze e degli obiettivi di apprendimento. 11.Analizzare un video di madrelingua chiedendo agli studenti di prestare attenzione alla velocità del discorso, ai movimenti del corpo e ai gesti.

9 Il ruolo del turn- taking Dal momento che le conversazioni hanno bisogno di essere organizzate, occorrono regole o principi per stabilire chi parla. Questo processo si chiama turn-taking. Ci sono due principi guida nelle conversazioni: 1.Dovrebbe parlare una persona alla volta. 2. Non ci deve essere silenzio (il passaggio tra un interlocutore e il successivo deve essere senza pausa).

10 STEP 3 IDEE PRATICHE PER UNATTIVITA IN CLASSE COSTRUIRE UNA STORIA DA FOTOGRAFIE PERSONALI DESTINATARI: alunni del primo anno di Scuola Media PREREQUISITI: Parole relative alla famiglia (madre, padre, parenti ecc; era nato, hanno figli, lavorano, vivono ecc;). Strutture di base della frase inglese e come porre domande semplici (presente semplice dei verbi essere, avere e verbi più comuni relativi alle attività di tutti i giorni).

11 FASE 1 Ogni studente è invitato a portare una foto di famiglia con i suoi parenti. A ognuno è chiesto di preparare un piccolo discorso per descrivere l'immagine che ha scelto, entro un dato tempo ( minuti al massimo). FASE 2 Entro la stessa lezione possibilmente, gli studenti in coppia riferiscono la loro descrizione ( 10 – 15 minuti al massimo).

12 FASE 3 L'inizio della lezione successiva deve essere dedicata ad un follow-up basato sulle osservazioni del docente sulla lezione precedente. FASE 4 Nella stessa lezione, agli studenti è affidato il compito finale, cioè scegliere una delle due immagini e inventare una storia su due persone nella foto. La storia sarà poi detta a un altro paio di studenti.

13 FASE 5 La metà di questa lezione sarà dedicata alla creazione di una storia che non dovrebbe durare più di 2 minuti. La seconda metà sarà utilizzata per raccontare la storia a un'altra coppia. Ruolo dell'insegnante: valutare la storia raccontata.

14 FASE 6 Nella lezione finale, il follow-up potrebbe essere scegliere la storia migliore. Avviso Per evitare argomenti o situazioni delicate, l'insegnante potrebbe dare immagini di famiglie di persone famose o utilizzare la famiglie dei cartoni animati.

15 Ulteriori commenti Ulteriori attività simili di scrittura creativa possono essere proposte utilizzando le nuove tecnologie, rendendo così l'apprendimento più efficace per gli studenti e anche per facilitare l'interazione orale in aula.Potrebbero essere storie interattive e multimediali: create direttamente dagli studenti con l'aiuto delle risorse disponibili on line; illustrate e commentate in classe dagli studenti utilizzando un PC o se disponibile, una Lim.

16 Lo studente ha capito le informazioni fornite da altri? Erano intelligibili gli enunciati dello studente? Erano sufficientemente precisi nel significato gli enunciati dello studente? Erano gli enunciati dello studente adatti al contesto socio- culturale? Le risposte dello studente erano coerenti con la discussione? Lo studente era in grado di interagire con gli altri? Lo studente era in grado di fare i turni? Lo studente era in grado di mantenere la conversazione? Lo studente era in grado di generare le domande? Era il discente in grado di costruire sulle idee? Ha avuto bisogno dellaiuto degli altri? Lo studente ha fornito informazioni utili per la discussione? Lo studente è riuscito a trarre una conclusione? IL DOCENTE VALUTA SE:

17 TABELLA DI VALUTAZIONE 5 eccellente: soddisfa completamente i criteri. 4 buono: ha raggiunto un alto standard dei criteri indicati 3 Soddisfacente: ha raggiunto un livello soddisfacente dei criteri indicati 2 povero:non riesce a soddisfare i criteri se non in misura limitata 1 molto povero:non è possibile soddisfare i criteri indicati

18 Condivisione Ogni insegnante presenta e discute il suo lavoro con gli altri colleghi, notando i punti di forza e di debolezza dell'attività. Le revisioni possono essere decise di comune accordo

19 AUTOVALUTAZIONE 1. Il mio atteggiamento verso la pratica in classe è cambiato? 2. Sento più familiarità con l'osservazione della lezione? 3. Sono in grado di tracciare le principali tappe dell'organizzazione di una lezione? 4. Sono in grado di riflettere e di decidere sulla metodologia in modo consapevole? 5. Sono in grado di selezionare un punto focale per la mia lezione? 6. Sono in grado di riflettere e valutare il materiale raccolto? 7. Posso riferire i risultati ad altri colleghi e prendere decisioni in relazione al mio contesto didattico?

20 Testing I seguenti indicatori possono essere utili per valutare i vostri progressi, utilizzando la scala da 1 a 5: 1 = molto scarso 2 = scarso 3 = soddisfacente 4 = buono 5 = eccellente


Scaricare ppt "Percorso 1 ORAL INTERACTION. Obiettivi per gli insegnanti Riconsiderare il proprio lavoro di docente di lingue, sia da un punto di vista teorico che pratico."

Presentazioni simili


Annunci Google