La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato1 Fonti energetiche rinnovabili Risparmio Energetico Altre Fonti Kyoto e certificati verdi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato1 Fonti energetiche rinnovabili Risparmio Energetico Altre Fonti Kyoto e certificati verdi."— Transcript della presentazione:

1 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato1 Fonti energetiche rinnovabili Risparmio Energetico Altre Fonti Kyoto e certificati verdi

2 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato2 INDICE DELLE PAGINE titolo relazione Computo preventivo Gli acquisti materiale Il lavoro sociale Le proprietà dei materiali strumenti duso Il tester al pomodoro Il progetto Le fasi di lavoro La teoria Le tabelle UNI Traduzione internazionale Le difficoltà Il consuntivo Una scuola anche per Donne

3 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato3

4 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato4

5 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato5

6 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato6 ETICA & LAVORO

7 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato7

8 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato8 SCHEMA UTILIZZATO PER LA RELAZIONE TECNICA 1. Dati per identificazione 2. Titolo esperienza 3. Scopo / risultato prefissato 4. Leggi, formule e conoscenze applicate 5. Materiali 6. Attrezzature e strumentazioni utilizzate 7. Avvertenze, norme di sicurezza applicate 8. Descrizione esperienza ( procedimento accompagnato da schema di montaggio e della apparecchiature ) 1. Osservazioni varie, accorgimenti usati e relative motivazioni 10. Conclusioni

9 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato9 XZXZX L'energia solare T utte le fonti di energia sul nostro pianeta hanno un'origine comune: la radiazione solare. Gli stessi combustibili fossili (carbone, petrolio, gas naturale) derivano dalla trasformazione di materiali organici formatisi con la fotosintesi grazie all'energia solare. La radiazione è di circa watt/m2 su una superficie perpendicolare ai raggi del sole.

10 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato10 La radiazione solare rende disponibile sulla superficie terrestre una potenza immensa ( miliardi di kilowatt), sufficiente a coprire circa volte l'attuale consumo energetico mondiale. Una parte di questa energia viene riflessa verso lo spazio o irradiata nello spazio come radiazione infrarossa. Unaltra parte del flusso alimenta il ciclo dellacqua. I gradienti termici dell'atmosfera, producono lenergia cinetica dei venti (energia eolica), che da soli dissipano un'energia pari a 30 volte il consumo energetico mondiale.

11 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato11 I flussi della radiazione solare

12 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato12 Insolazione nei Mesi dell'anno

13 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato13 Allo stato delle tecnologie, ci sono varie forme di utilizzo più o meno diretto dell'energia solare. 2 sono le forme più diffuse e conosciute: i sistemi solari fotovoltaici e i sistemi solari termici, ovvero la trasformazione della radiazione solare in elettricità e la trasformazione in calore. Del sole cosa ne possiamo fare?

14 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato14 Con il processo fotovoltaico si ha la generazione diretta di corrente elettrica dall'energia raggiante del sole per mezzo di celle solari costituite da materiali semiconduttori che, se colpiti da onde elettromagnetiche (come ad esempio la luce del sole), producono subito una determinata tensione elettrica tra la superficie irradiata e quella non esposta, ad esempio una lamina molto sottile. La produzione di corrente elettrica con energia solare Il solare ELETTRICO

15 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato15 Si stanno sperimentando e utilizzando anche l'arseniuro di gallio, composti di cedmio e selenio, di solfuro rameico e di solfuro di cadmio e altri semiconduttori, ognuno dei quali ha delle specificità che alzano il rendimento. Materiali a confronto Il solare ELETTRICO

16 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato16 La produzione di corrente elettrica dall'energia solare rappresenta un metodo quasi ideale per coprire una parte del fabbisogno energetico. Questo sistema presenta soltanto un grande svantaggio: si può disporre di energia elettrica soltanto nelle ore di sole o almeno alla luce del giorno; I'energia ricavata aumenta con l'intensità deII'insoIazione. E' difficile Accumulare. Il limite del progetto FOTOVOLTAICO Il solare ELETTRICO

17 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato17 Il solare ELETTRICO

18 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato18 Una parte della radiazione solare è costituita dalla radiazione termica. Ma anche una buona percentuale della luce visibile e della radiazione ultravioletta si trasforma in calore, quando cade su un corpo adatto (ad esempio un corpo nero). Il solare TERMICO

19 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato19 Basta una superficie limitata di collettori solari (circa 6-10 m2 per una famiglia composta da 4 a 8 persone) e un accumulo relativamente piccolo (0,5-1 m3). Inoltre la temperatura dell'acqua calda, generalmente usata, è relativamente bassa, e quindi si possono ottenere dei buoni rendimenti anche con un impianto relativamente semplice. Il solare termico

20 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato20 Il solare termico

21 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato21 Il solare termico

22 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato22 Quantità giornaliera di acqua calda, in litri al giorno, prodotta da 1 m2 di impianto solare; inclinazione 30°, orientamento sud. EFFICIENZAGENFEBMARAPRMAGGIULUGAGOSETOTTNOVDIC BUONA MEDIA BASSA Il solare termico

23 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato23 Risparmi ottenibili Il solare termico

24 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato24 Energia Eolica Il vento, come l'acqua, è la prima e più antica sorgente di energia meccanica d'origine naturale, sperimentata dall'uomo; vento ed acqua, figlie del sole, sono due fonti inesauribili di energia. Siamo passati dalle vele, ai mulini, fino ad arrivare, oggi, alla generazione di elettricità.

25 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato25 Energia Eolica Lenergia eolica è una fonte di energia rinnovabile molto diffusa e disponibile sotto forma meccanica. A sua volta può essere trasformata con un buon rendimento in elettricità ma è utilizzabile anche per il pompaggio e per uso industriale. Le macchine in grado di trasformare lenergia eolica in energia meccanica di rotazione sono detti aerogeneratori.

26 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato26

27 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato27 Energia Eolica 1. Rotore 2. sistema frenante 3. moltiplicatore di giri 4. generatore 5. Il sistema di controllo 6. La navicella e il sistema di imbardata 7. La torre e le fondamenta

28 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato28 Energia Eolica LA PALA opera a seconda della forza del vento; al di sotto di una certa velocità la macchina è incapace di partire; perché ci sia lavviamento è necessario che la velocità raggiunga una soglia minima di inserimento, diversa da macchina a macchina (circa 4-5 m/s).

29 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato29 Energia idroelettrica è un termine utilizzato per indicare lenergi a ottenibile a partire da una caduta da cqua e convertendo lenergia meccani ca, contenuta nella portata, in elettrica. Energia Idroelettrica

30 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato30 Quindi la potenza di un impianto idraulico dipende da due fattori: il salto (cioè il dislivello esistente fra la quota a cui è disponibile la risorsa idrica svasata e il livello a cui la stessa viene restituita dopo il passaggio attraverso la turbina) la portata (la massa d'acqua che fluisce attraverso la macchina espressa per unità di tempo). Energia Idroelettrica

31 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato31 Energia Idroelettrica

32 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato32 Realizzati a valle di opere di presa per il prelievo di acqua potabile. La turbina viene posta in sostituzione di apposite valvole utilizzate per diminuire la velocità dell'acqua prima che entri nelle vasche per la potabilizzazione. Esempio di turbina su condotta: Salto: 450m; Portata: 10l/s; Potenza max: 40kW; Produzione annua attesa: 250 MWh

33 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato33 Energia Idroelettrica In base alla taglia di potenza nominale della centrale, gli impianti si suddividono in: Grandi-impianti: P > 10 MW Mini-idroelettrico: 100 kW < P < 10 MW. Micro idroelettrico : 5 < P (kW) < 100; Pico-idroelettrico: P fino a 5 kW;

34 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato34 Le celle a H2 La reazione elettrochimica spezza le molecole del combustibile o del comburente (di solito ossigeno atmosferico) in ioni positivi ed elettroni; questi ultimi, passando da un circuito esterno, forniscono una corrente elettrica proporzionale alla velocità della reazione chimica, e utilizzabile per qualsiasi scopo.

35 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato35 Problemi I problemi connessi all'uso dell'idrogeno come combustibile sono essenzialmente la sua scarsa densità energetica su base volumetrica che richiede, per il suo stoccaggio, cilindri in pressione, in alternativa uno stoccaggio criogenico a 20 kelvin, o uso di metodologie di confinamento tramite spugne ad idruri metallici.

36 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato36 Nel caso di uso del solo idrogeno, la sicurezza del sistema è spesso citata come un grave problema, ma nell'uso operativo, se si adottano particolari accorgimenti come l'utilizzo di fonti di idrogeno a rilascio controllato (quali gli idruri metallici), l'idrogeno può essere più sicuro della benzina.

37 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato37 Biomasse Biomassa è un termine che riunisce una gran quantità di materiali, di natura estremamente eterogenea. In forma generale, si può dire che è biomassa tutto ciò che ha matrice organica Le principali applicazioni della biomassa sono: produzione di energia (biopower) sintesi di carburanti (biofuels) sintesi di prodotti (bioproducts)

38 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato38

39 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato39

40 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato40

41 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato41

42 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato42 Elettrotecnica UNI ISO S

43 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato43

44 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato44 FISICA O J Effetto Joule. Energia termica sviluppata in un conduttore dal passaggio di energia elettrica: I calore.sviluppato è direttamente proporzionale all'intensità di corrente e inversamente proporzionale alla sezione del conduttore. Legge di Ohm Legge fondamentale della conduzione elettrica, secondo la quale a temperatura costante la differenza di potenziale V tra due punti di un conduttore metallico filiforme è direttamente proporzionale all'intensità i di corrente elettrica che vi fluisce: dove R è la resistenza elettrica. Resistività Grandezza fisica che indica l'attitudine di un materiale conduttore a farsi attraversare dalla corrente elettrica; è il rapporto tra il prodotto della resistenza del conduttore per la sua sezione e la lunghezza del filo: p=R*S/T; si misura in Ω*m Materiali ionizzatiMateriali i cui atomi sono carichi positivamente a causa del distacco di uno o più elettroni.

45 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato45 INGLESE TELEFONATA ORDINE

46 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato46 ITALIANO W A

47 I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato47 HANNO COLLABORATO I ragazzi della 2A: Nomi Gli insegnanti La direzione


Scaricare ppt "I.T.I.S.Nullo Bldini RaProgetto Integrato1 Fonti energetiche rinnovabili Risparmio Energetico Altre Fonti Kyoto e certificati verdi."

Presentazioni simili


Annunci Google