La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Progettare e gestire le attività di carattere educativo, culturale e di intrattenimento a diretto contatto con bambini, adolescenti, anziani,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Progettare e gestire le attività di carattere educativo, culturale e di intrattenimento a diretto contatto con bambini, adolescenti, anziani,"— Transcript della presentazione:

1

2

3

4

5

6

7 Progettare e gestire le attività di carattere educativo, culturale e di intrattenimento a diretto contatto con bambini, adolescenti, anziani, portatori di handicap, soggetti con disturbi psichiatrici, ecc… Progettare e gestire le attività di carattere educativo, culturale e di intrattenimento a diretto contatto con bambini, adolescenti, anziani, portatori di handicap, soggetti con disturbi psichiatrici, ecc…

8 Gli ambienti di intervento fanno riferimento a principali aree: Area socio-culturale, allinterno di progetti e servizi di carattere culturale, espressivo, comunicativo; Area socio-educativa, allinterno di progetti e servizi di carattere educativi, espressivo, ludico; Area assistenziale, allinterno di servizi residenziali e semi residenziali e nellambito di progetti di prevenzione, cura riabilitazione ed assistenza. Lanimatore opera in stretta collaborazione con altre figure professionali e con sevizi del territorio.

9

10 Lanimatore sociale deve avere conoscenze di base di psicologia, pedagogia e sociologia. In particolare egli deve essere in grado di: Osservare i comportamenti individuali e di gruppo; Programmare e realizzare attività di animazione; Instaurare e favorire le dinamiche di gruppo e le relazioni interpersonali; Rilevare i bisogni, gestire i conflitti e valutare lefficacia degli interventi; Collaborare con altre figure professionali o servizi nei diversi ambiti di competenza, per sostenere attività in rete; Svolgere attività di studio e ricerca per perfezionare le sue capacità.

11

12 Lanimatore sociale conosce dunque le teorie e le tecniche di gestione dei gruppi, nonché le tecniche di animazione collegate al teatro, al gioco, al canto e allespressione corporea

13 Il percorso formativo dellanimatore sociale non avviene alla CEPU

14 Il suo percorso professionale non ha mai ricevuto una codificazione univoca e definitiva. Per questa figura si possono delineare iter formativi diversi: Corsi post diploma biennali della durata di circa 1000 ore, fra teoria e pratica, presso scuole regionali o istituti convenzionati oppure, a livello universitario; Corsi di laurea triennale nel settore dellanimazione socio- educativa promossi da alcune Facoltà di Scienze delleducazione e della formazione.

15 Lanimatore sociale può trovare collocazione in istituzioni pubbliche e private come: Servizi residenziali e territoriali per anziani ( strutture protette, case di riposo, centri diurni); Servizi per linfanzia e ladolescenza, come le case di vacanza, i centri ricreativi, le ludoteche, i centri di aggregazione giovanili e le comunità per minori; Servizi per soggetti con disabilità psichiatriche; Servizi di animazione di strada; Servizi di prevenzione primarie nellambito della tossicodipendenza ; Servizi indirizzati ad unutenza adulta con disabilità psico-fisiche. In questa professione è riscontrabile una leggera prevalenza maschile.

16 ABBIAMO BISOGNO DI GENTE COME TE!


Scaricare ppt "Progettare e gestire le attività di carattere educativo, culturale e di intrattenimento a diretto contatto con bambini, adolescenti, anziani,"

Presentazioni simili


Annunci Google