La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CORSO DINFORMATICA BASE a cura di Diego Marianucci.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CORSO DINFORMATICA BASE a cura di Diego Marianucci."— Transcript della presentazione:

1 CORSO DINFORMATICA BASE a cura di Diego Marianucci

2 I LUCIDI I lucidi delle lezioni sono disponibili a questo indirizzo a partire dal giorno successivo della presentazione in aula.

3 PROGRAMMA HARDWARE SOFTWARE WINDOWS LE FINESTRE GESTIONE DI FILE E CARTELLE INSTALLARE LE APPLICAZIONI GLI ACCESSORI DI WINDOWS ELABORATORE DI TESTI – WORD FOGLIO ELETTRONICO – EXCEL INTERNET

4 FILE E CARTELLE

5 I FILE Un file contiene una raccolta di informazioni. I file memorizzati in un computer includono documenti di testo, fogli di calcolo, immagini digitali e brani musicali. In un computer i file sono rappresentati da icone, il cui aspetto consente di identificare immediatamente il tipo di file corrispondente. Di seguito sono elencate alcune icone di file comuni.

6 LE CARTELLE Una cartella è un contenitore nel quale è possibile archiviare i file. Se su una scrivania si disponessero migliaia di documenti cartacei, sarebbe praticamente impossibile trovare quello desiderato nel momento opportuno. Per questo motivo tali documenti vengono spesso organizzati in cartelle all'interno di un archivio, suddividendoli in gruppi logici in modo da individuarli più facilmente. Le cartelle del computer funzionano esattamente allo stesso modo. Oltre ai file, le cartelle possono contenere anche altre cartelle. Una cartella all'interno di una cartella viene in genere denominata sottocartella. È possibile creare un numero illimitato di sottocartelle, ognuna contenente un numero illimitato di file e sottocartelle.

7 ORGANIZZAZIONE DI FILE E CARTELLE In Windows è disponibile un gruppo di cartelle comuni che è possibile utilizzare come punto di partenza per l'organizzazione dei file personali. Di seguito sono elencate alcune delle cartelle più comuni nelle quali è possibile archiviare file e cartelle: Documenti: utilizzare questa cartella per archiviare file di elaborazione di testo, fogli di calcolo, presentazioni e altri file di carattere professionale. Immagini: utilizzare questa cartella per archiviare tutte le immagini digitali provenienti da fotocamere digitali, scanner o messaggi di posta elettronica. Musica: utilizzare questa cartella per archiviare tutta la musica digitale, ad esempio i brani copiati da un CD audio o scaricati da Internet. Video: utilizzare questa cartella per archiviare i video creati con fotocamere digitali o videocamere oppure scaricati da Internet. Download: utilizzare questa cartella per archiviare file e programmi scaricati dal Web. È possibile accedere facilmente a queste cartelle in diversi modi. Il modo più semplice consiste nell'aprire la cartella personale. Per aprirla, fare clic sul pulsante START e quindi scegliere il proprio nome utente nella parte superiore (semplicemente Documenti per Windows XP).

8 ORGANIZZAZIONE DI FILE E CARTELLE Nel menu Start sono inoltre disponibili le cartelle Documenti, Immagini e Musica, situate sotto la cartella personale. All'interno di ognuna di queste cartelle è possibile creare sottocartelle per semplificare l'organizzazione dei file. Nella cartella Immagini è ad esempio possibile creare sottocartelle per organizzare le immagini in base a date, eventi, nomi delle persone ritratte o qualsiasi altro schema che consenta di lavorare in modo più efficiente.

9

10 INFORMAZIONI SULLE PARTI DI UNA CARTELLA Barra degli indirizzi Utilizzare la barra degli indirizzi per spostarsi in una cartella diversa senza chiudere la finestra della cartella corrente. Pulsanti Indietro e Avanti Utilizzare i pulsanti Indietro e Avanti per passare alle altre cartelle già aperte senza chiudere la finestra corrente. Questi pulsanti vengono utilizzati insieme alla barra degli indirizzi. Dopo essersi spostati in un'altra cartella tramite la barra degli indirizzi, ad esempio, è possibile utilizzare il pulsante Indietro per tornare alla cartella originale. Casella di ricerca Digitare una parola o una frase nella casella di ricerca per cercare un file o una sottocartella archiviata nella cartella corrente. La ricerca viene avviata appena si inizia a digitare. Se si digita B, ad esempio, nell'elenco dei file della cartella verranno visualizzati tutti i file che iniziano con la lettera B. Barra degli strumenti Con la barra degli strumenti è possibile eseguire attività comuni, ad esempio modificare l'aspetto di file e cartelle, copiare file su un CD o avviare una presentazione di immagini digitali. I pulsanti della barra degli strumenti cambiano in base al contesto per visualizzare solo i comandi utili. Se ad esempio si fa clic su un file immagine, sulla barra degli strumenti verranno visualizzati pulsanti diversi da quelli visualizzati selezionando un file musicale.

11 INFORMAZIONI SULLE PARTI DI UNA CARTELLA Riquadro di spostamento Il riquadro di spostamento, analogamente alla barra degli indirizzi, consente di visualizzare altre cartelle. La sezione relativa ai collegamenti preferiti facilita il passaggio a una cartella comune o l'avvio di una ricerca salvata in precedenza. Se si accede spesso allo stessa cartella, sarà possibile trascinarla nel riquadro di spostamento per aggiungerla ai collegamenti preferiti. Elenco file Il contenuto della cartella corrente viene visualizzato in questo elenco. Se si digita del testo nella casella di ricerca per trovare un file, verranno visualizzati solo i file che corrispondono al termine di ricerca. Intestazioni di colonna Utilizzare le intestazioni di colonna per modificare l'organizzazione dei file nell'elenco file. È possibile ordinare, raggruppare o disporre in pila i file nella visualizzazione corrente. Riquadro dei dettagli Nel riquadro dei dettagli vengono visualizzate le proprietà più comuni associate al file selezionato. Le proprietà dei file sono informazioni relative a un file, ad esempio l'autore, la data dell'ultima modifica e gli eventuali tag descrittivi aggiunti al file.

12 SPOSTARSI MEDIANTE LA BARRA DEGLI INDIRIZZI La barra degli indirizzi si trova nella parte superiore di ogni cartella e visualizza il percorso corrente sotto forma di collegamenti separati da frecce. Utilizzando la barra degli indirizzi, è possibile visualizzare sempre il percorso corrente sul computer o su una rete. È possibile cambiare il percorso corrente facendo clic su un nuovo percorso o digitando il percorso all'interno della barra degli indirizzi. Per i percorsi comuni, digitare il nome, ad esempio Documenti, e quindi premere INVIO.

13 SPOSTARSI MEDIANTE LA BARRA DEGLI INDIRIZZI Per passare direttamente a un percorso già visualizzato nella barra degli indirizzi, fare clic sul percorso nella barra degli indirizzi. Per passare alla sottocartella di un percorso già visualizzato nella barra degli indirizzi, fare clic sulla freccia che si trova alla destra del percorso nella barra degli indirizzi e quindi fare clic sul nuovo percorso nell'elenco. È possibile fare clic sui pulsanti Avanti e Indietro che si trovano a sinistra della barra degli indirizzi per passare ai percorsi già visitati in modo molto simile a come avviene navigando in Internet.

14 ELENCO CARTELLE Esplora risorse di Windows aveva una struttura delle cartelle utilizzata per spostarsi in qualsiasi percorso del computer. Ora è denominata elenco Cartelle ed è disponibile nel riquadro di spostamento di ogni cartella. Per aprire l'elenco Cartelle, fare clic su Cartelle nella parte inferiore del riquadro di spostamento e quindi selezionare la cartella desiderata. Per chiudere l'elenco Cartelle, fare nuovamente clic su Cartelle.

15 VISUALIZZARE I FILE IN UNA CARTELLA Quando si apre una cartella e si visualizzano i file, è possibile scegliere di visualizzare icone più grandi o più piccole o una disposizione in cui siano elencati diversi tipi di informazioni relative a ogni file. Per apportare questo tipo di modifiche, utilizzare il pulsante Visualizza sulla barra degli strumenti. Ogni volta che si fa clic sul pulsante Visualizza, la modalità di visualizzazione delle icone di file e cartelle viene modificata, alternando tra icone grandi, una visualizzazione di icone di dimensioni minori denominata Titoli e una visualizzazione denominata Dettagli in cui sono disponibili diverse colonne di informazioni relative al file.

16 TROVARE I FILE Anche se si conosce la posizione del file che si sta cercando, ad esempio la cartella Documenti o Immagini, può risultare difficile individuarlo tra centinaia di file e sottocartelle. Per semplificare questa operazione, è possibile utilizzare la casella di ricerca. La casella di ricerca è situata nella parte superiore di ogni cartella. Per trovare un file, aprire la cartella che lo contiene, fare clic sulla casella di ricerca e iniziare a digitare. La visualizzazione corrente verrà filtrata in base al testo digitato. Se il termine di ricerca corrisponde al nome del file, ai tag o ad altre proprietà dei file, i file verranno visualizzati come risultati della ricerca. Se il termine di ricerca è presente nel testo all'interno di documenti di testo, tali documenti verranno elencati tra i risultati della ricerca. La ricerca viene eseguita nella cartella corrente e in tutte le sottocartelle. Se non si conosce la posizione del file, è possibile espandere la ricerca in modo da includere l'intero computer, anziché una singola cartella.

17 COPIARE E SPOSTARE FILE E CARTELLE Talvolta può sorgere l'esigenza di cambiare la posizione di archiviazione dei file nel computer, spostandoli ad esempio in una cartella diversa o copiandoli su supporti rimovibili, quali CD o schede di memoria, per condividerli con altri utenti. Per copiare e spostare file viene in genere utilizzato un metodo chiamato trascinamento della selezione. Aprire innanzitutto la cartella contenente il file o la cartella che si desidera spostare, quindi aprire la cartella nella quale si desidera spostarli. Posizionare le finestre delle cartelle sul desktop per visualizzare il contenuto di entrambe, quindi trascinare il file o la cartella dalla prima alla seconda cartella. L'operazione è terminata. Quando si utilizza il metodo di trascinamento della selezione, a volte l'elemento trascinato viene copiato, mentre altre volte viene spostato. Il motivo è semplice. Se si trascina un elemento tra cartelle che si trovano sullo stesso disco rigido, l'elemento verrà spostato per impedire che sullo stesso disco rigido vengano create due copie dello stesso file o della stessa cartella. Se invece si trascina l'elemento in una cartella che si trova su un disco rigido diverso, ad esempio in un percorso di rete o su un supporto rimovibile quale un CD, l'elemento verrà copiato, senza rimuoverlo dal percorso originale.

18 COPIARE E SPOSTARE FILE E CARTELLE

19 CREARE ED ELIMINARE FILE l modo più comune per creare nuovi file consiste nell'utilizzare un programma. È possibile ad esempio creare un documento di testo in un programma di elaborazione di testo o un filmato in un programma di editing video. Alcuni programmi creano un file al momento dell'apertura. Quando viene aperto WordPad, ad esempio, viene visualizzata una pagina vuota che rappresenta un file vuoto e non salvato. Iniziare a digitare e, quando si è pronti a salvare il lavoro, scegliere Salva con nome dal menu File. Nella finestra di dialogo visualizzata digitare un nome di file che consentirà di ritrovare il file in un secondo momento, quindi fare clic su Salva. Quando un file non è più necessario, è possibile rimuoverlo dal disco rigido del computer per recuperare spazio e impedire che rimangano presenti file inutilizzati. Per eliminare un file, aprire la cartella in cui è contenuto e selezionarlo, premere CANC e quindi fare clic su Sì nella finestra di dialogo Elimina file. Quando si elimina un file, questo viene temporaneamente archiviato nel Cestino, una sorta di cartella di sicurezza che consente di recuperare file e cartelle eliminati accidentalmente. È opportuno svuotare il Cestino di tanto in tanto per recuperare tutto lo spazio sul disco rigido occupato dai file inutilizzati.

20 APRIRE UN FILE ESISTENTE L'apertura di un file è la prima operazione da eseguire per visualizzare, modificare, stampare e condividere le informazioni presenti nel computer. 1.Trovare il file o la cartella che si desidera aprire. 2.Fare doppio clic sul file o sulla cartella da aprire. Note Se si fa doppio clic su un file, verrà automaticamente aperto il relativo programma associato, se non è già aperto. Per aprire il file con un altro programma, diverso da quello generalmente utilizzato, fare clic con il pulsante destro del mouse sul file, scegliere Apri con e quindi fare clic su un programma compatibile nell'elenco. Se il file non si apre, è probabilmente necessario installare un programma che sia in grado di aprire il file. Questa situazione può verificarsi nel caso di file ricevuti per posta elettronica. Andare sul sito per sapere a che programma è associato il tipo di quel file.

21 Quando si utilizza un file, è consigliabile salvarlo frequentemente per non rischiare di perdere i dati in modo imprevisto a causa di un'interruzione dell'alimentazione o di un altro problema. –Scegliere Salva dal menu File. –Quando si salva un nuovo file per la prima volta, digitare un nome per il file nella casella Nome file e quindi fare clic su Salva. Per rinominare un file, non è necessario aprirlo in un programma. –Fare clic con il pulsante destro del mouse sul file che si desidera rinominare e quindi scegliere Rinomina. –Digitare il nuovo nome e quindi premere INVIO. Se viene chiesto di specificare una password di amministratore o di confermare, digitare la password o confermare. Nota È inoltre possibile rinominare diversi file contemporaneamente. Se a file dello stesso tipo viene assegnato lo stesso nome, tutti i file avranno lo stesso nome seguito da un diverso numero sequenziale. A tale scopo, selezionare tutti i file da rinominare e quindi eseguire la stessa procedura utilizzata per la ridenominazione di un singolo file. Ogni file verrà salvato con il nuovo nome e alla fine di ogni nome file verrà aggiunto automaticamente un diverso numero sequenziale. SALVARE E RINOMINARE UN FILE

22 SELEZIONARE PIÙ FILE O CARTELLE È possibile procedere in diversi modi per selezionare più file o cartelle. Aprire la cartella contenente i file o le cartelle che si desidera selezionare. Selezionare i file o le cartelle mediante uno dei metodi seguenti: –Per selezionare più file o cartelle adiacenti, fare clic sul primo elemento e quindi sull'ultimo tenendo premuto MAIUSC. –Per selezionare più file o cartelle adiacenti senza utilizzare la tastiera, trascinare il puntatore del mouse per creare una selezione intorno a tutti gli elementi da includere. –Per selezionare più file o cartelle non adiacenti, tenere premuto CTRL e quindi fare clic su ogni elemento che si desidera selezionare. –Per selezionare tutti i file o le cartelle, fare clic su Organizza e quindi su Seleziona tutti sulla barra degli strumenti. Per annullare la selezione di singoli elementi all'interno di un gruppo selezionato, tenere premuto CTRL e quindi fare clic sugli elementi che non si desidera includere.

23 TIPI DI FILE E ESTENSIONI Con il termine estensione di file si indica un insieme di caratteri che consente a Windows di stabilire il tipo di informazioni presente in un file e il programma da utilizzare per aprirlo. È definita estensione poiché viene aggiunta alla fine del nome del file, preceduta da un punto. Nel nome di file nomefile.txt, l'estensione è txt. Indica a Windows che si tratta di un file di testo che può essere aperto con i programmi associati a quell'estensione, ad esempio WordPad o Blocco note. Ogni programma installato nel computer è progettato per aprire uno o più tipi di file, ognuno identificato da un'estensione. Se nel computer ci sono più programmi in grado di aprire un tipo di file, solo un programma verrà impostato come predefinito. Per impostazione predefinita, Windows nasconde le estensioni dei file per facilitare la lettura dei nomi, ma è possibile scegliere di visualizzarle. In genere, le estensioni di file non devono essere modificate perché in seguito a tale operazione potrebbe non essere possibile aprire o modificare il file. Tuttavia, talvolta, può rivelarsi utile modificare l'estensione dei file, ad esempio quando è necessario modificare un file di testo (con estensione txt) in un file HTML (con estensione htm) per poterlo visualizzare con un browser. Per modificare l'estensione di un file,è necessario che le estensioni le estensioni siano visualizzate. In un nome di file non è possibile utilizzare i caratteri seguenti: \ / ? : * " > < |

24 LASSOCIAZIONE DELLE ESTENZIONI Se quando si fa doppio clic su un file in Windows, esso viene aperto con il programma sbagliato, eseguire la procedura seguente per scegliere il programma che si desidera utilizzare per aprire il file. Questa impostazione può essere modificata per un singolo file oppure è possibile impostare Windows per aprire tutti i file dello stesso tipo con il programma selezionato. 1.Aprire la cartella contenente il file che si desidera modificare. 2.Fare clic col pulsante destro del mouse sul file che si desidera assegnare a un altro programma, quindi, a seconda del tipo di file, fare clic su Apri con o posizionare il puntatore su Apri con e fare clic su Programma predefinito. 3.Fare clic sul programma che si desidera utilizzare per aprire questo tipo di file. 4.Eseguire una delle operazioni seguenti: 1.Se si desidera aprire tutti i file di questo tipo con lo stesso programma, selezionare la casella di controllo Usa sempre il programma selezionato per aprire questo tipo di file, quindi fare clic su OK. 2.Se invece si desidera aprire solo questo file con il programma selezionato, deselezionare la casella di controllo Usa sempre il programma selezionato per aprire questo tipo di file, quindi fare clic su OK.

25 Per scegliere se visualizzare le estensioni di file in Windows, eseguire la procedura seguente. 1.Per aprire Opzioni cartella, fare clic sul pulsante Start, scegliere Pannello di controllo, fare clic su Aspetto e personalizzazione e quindi su Opzioni cartella (su Windows XP invece Risorse del Computer Strumenti Opzioni cartella). 2.Fare clic sulla scheda Visualizza, quindi eseguire una delle operazioni seguenti in Impostazioni avanzate: Per nascondere le estensioni di file, selezionare la casella di controllo Nascondi le estensioni per i tipi di file conosciuti, quindi fare clic su OK. Per visualizzare le estensioni di file, deselezionare la casella di controllo Nascondi le estensioni per i tipi di file conosciuti, quindi fare clic su OK. VISUALIZZARE O NASCONDERE LE ESTENSIONI DI FILE

26 FILE E CARTELLE NASCOSTE Sebbene un file nascosto non venga in genere visualizzato, è un file ordinario sotto tutti gli aspetti. È possibile scegliere se visualizzare o nascondere un file modificandone le relative proprietà in modo da designarlo come nascosto. Per una migliore organizzazione, è possibile nascondere i file utilizzati di rado. Tenere tuttavia presente che i file nascosti occupano comunque spazio sul disco rigido. Nota È possibile nascondere i file riservati in modo che non vengano visualizzati da altri utenti ma non è consigliabile fare affidamento solo sui file nascosti come unico mezzo di protezione o privacy. Per visualizzare le cartelle e i file nascosti, eseguire la procedura seguente: 1.Per aprire Opzioni cartella, fare clic sul pulsante Start, scegliere Pannello di controllo, fare clic su Aspetto e personalizzazione e quindi su Opzioni cartella. 2.Fare clic sulla scheda Visualizza. 3.In Impostazioni avanzate fare clic su Visualizza cartelle e file nascosti, quindi fare clic su OK.

27 RICERCA DI FILE E CARTELLE In Windows è possibile individuare i file e le cartelle in diversi modi. Non esiste un metodo di ricerca migliore, ma è possibile utilizzare metodi diversi a seconda delle situazioni. Per trovare un file o una cartella quando si conosce la posizione in cui cercare –Per semplificare questa operazione, è possibile utilizzare la casella di ricerca, che è situata nella parte superiore di ogni cartella. La visualizzazione corrente verrà filtrata in base al testo digitato. Per trovare un file o una cartella utilizzando la Cartella ricerche –È consigliabile utilizzare la Cartella ricerche quando: Non si conosce dove si trova un file o una cartella. Si desidera che i risultati della ricerca includano file che si trovano in più cartelle, ad esempio Immagini e Musica. Si desidera eseguire la ricerca utilizzando più nomi di file o proprietà. –Accedere all'opzione di ricerca facendo clic sul pulsante Star e, quindi, sulla casella Cerca. –La ricerca nei percorsi indicizzati rappresenta in genere il metodo di ricerca migliore. Trattandosi di percorsi indicizzati, la ricerca risulta molto rapida ed include tutti i percorsi più comuni utilizzati per l'archiviazione dei file.

28 RICERCA DI FILE E CARTELLE Per trovare un programma o un file utilizzando il menu Start –È possibile utilizzare la casella di ricerca che si trova nel menu Start per trovare programmi, file presenti nei percorsi indicizzati (ad esempio la cartella personale, i messaggi di posta elettronica e i file non in linea) e siti Web archiviati nella cronologia del browser.

29 UTILIZZARE LA CASELLA DI RICERCA Nella tabella seguente vengono riportate le proprietà comuni che è possibile utilizzare nella casella di ricerca: Nome file –Digitare tutto o una parte del nome del file che si desidera cercare. Tipologia di file –Digitare la tipologia del file che si desidera cercare (es. Documento). Tipo di file (estensione) –Digitare l'estensione del file. Se si desidera trovare solo i file MP3, digitare MP3. Per risultati più precisi, digitare *.mp3. Tag –Digitare un tag per visualizzare un elenco di file a cui è stato associato quel determinato tag. Autore –Digitare il nome di un autore per visualizzare un elenco di file che appartengono a quella persona.

30 AGGIUNGERE TAG O ALTRE PROPRIETÀ AI FILE Nelle proprietà dei file vengono visualizzate le informazioni sui file, ad esempio il nome dell'autore e la data dell'ultima modifica. Sebbene sia possibile associare molte proprietà ai file, i tag sono spesso molto più utili, poiché è possibile aggiungere ai file tag contenenti parole o frasi che ne facilitano l'individuazione nella ricerca. Durante le operazioni di ricerca e filtro è possibile organizzare e individuare rapidamente i file mediante le rispettive proprietà. È ad esempio possibile visualizzare nella cartella Documenti solo i file scritti da un particolare autore o contenenti determinati tag. È innanzitutto necessario aggiungere queste proprietà ai file. Nota Non è possibile aggiungere o modificare le proprietà di alcuni tipi di file. È possibile aggiungere o modificare le proprietà più comuni dei file, ad esempio tag, nomi degli autori e classificazioni, nel riquadro dei dettagli che si trova nella parte inferiore della finestra della cartella. 1.Per aprire Documenti, fare clic sul pulsante Start e quindi scegliere Documenti. 2.Fare clic su un file a cui applicare le proprietà. 3.Fare clic sulla proprietà che si desidera modificare nel riquadro dei dettagli nella parte inferiore della finestra della cartella, digitare la nuova proprietà e quindi fare clic su Salva.

31 AGGIUNGERE TAG O ALTRE PROPRIETÀ AI FILE Per aggiungere più proprietà, separare ogni voce con un punto e virgola. Per classificare un file mediante la proprietà di classificazione, fare clic sulla stella che rappresenta la classificazione che si desidera applicare. Nel riquadro dei dettagli sono contenute informazioni utili, ma non vengono visualizzate tutte le proprietà associate a un file. Se è necessario visualizzare tutte le proprietà associate a un file, eseguire la procedura seguente: 1.Aprire la cartella contenente il file di cui si desidera visualizzare le proprietà. 2.Fare clic con il pulsante destro del mouse sul file e quindi scegliere Proprietà. 3.Fare clic sulla scheda Dettagli per visualizzare tutte le proprietà associate al file.

32 I COLLEGAMENTI Per un rapido accesso ai file o alle cartelle, è possibile posizionare i collegamenti sul desktop o in una cartella utilizzata di frequente. È possibile distinguere un collegamento dal file originale per la presenza di una freccia sull'icona. Per creare un collegamento 1.Aprire il percorso che contiene l'elemento per cui si desidera creare un collegamento. 2.Fare clic con il pulsante destro del mouse sull'elemento e quindi scegliere Crea collegamento. Il nuovo collegamento verrà visualizzato nello stesso percorso dell'elemento originale. 3.Trascinare il nuovo collegamento nel percorso desiderato. Per eliminare un collegamento –Fare clic con il pulsante destro del mouse sul collegamento che si desidera eliminare e quindi scegliere Elimina. Autorizzazioni di amministratore necessarie Se viene chiesto di specificare una password di amministratore o di confermare, digitare la password o confermare. Nota Quando si elimina un collegamento, viene rimosso solo il collegamento. L'elemento originale non viene eliminato.

33 IL CESTINO Quando si elimina un file dal computer, questo viene temporaneamente archiviato nel Cestino. In tal modo, se un file è stato eliminato erroneamente, sarà in genere possibile ripristinarlo nel percorso originale. Eliminare definitivamente i file del Cestino Per eliminare definitivamente i file dal computer e liberare spazio sul disco rigido, è necessario eliminare i file dal Cestino, rimuovendoli singolarmente o svuotando il Cestino dell'intero contenuto. Per aprire il Cestino, fare doppio clic su Cestino su sul desktop. Eseguire una delle operazioni seguenti: –Per eliminare un file, fare clic su di esso e premere CANC. –Per eliminare tutti i file, fare clic su Svuota cestino sulla barra degli strumenti. Per svuotare il Cestino senza aprirlo, fare clic sulla relativa icona con il pulsante destro del mouse e quindi scegliere Svuota cestino. Per eliminare definitivamente un file dal computer evitando di inviarlo al Cestino, fare clic sul file e quindi premere MAIUSC+CANC.

34 IL CESTINO Ripristinare file dal Cestino Sul desktop fare doppio clic sull'icona Cestino. Eseguire una delle operazioni seguenti: –Per ripristinare un file, fare clic su di esso con il pulsante destro del mouse e quindi scegliere Ripristina. –Per ripristinare tutti i file, fare clic su Ripristina tutti gli elementi sulla barra degli strumenti. I file verranno ripristinati nel computer nei rispettivi percorsi originali. Le impostazioni del Cestino possono essere modificate in base alle esigenze. Se ad esempio non si ha l'abitudine di svuotare il Cestino regolarmente, per evitare di eliminare definitivamente file che potrebbero tornare utili in futuro, è possibile aumentare la dimensione massima di archiviazione del Cestino. È inoltre possibile disattivare la finestra di dialogo di conferma dell'eliminazione visualizzata ogni volta che si invia un file al Cestino o persino scegliere di non spostare i file nel Cestino, ma di rimuoverli dal computer al momento dell'eliminazione.

35 MASTERIZZARE UN CD O UN DVD Se nel computer è presente un masterizzatore CD o DVD, è possibile copiare file su un disco scrivibile. Questo processo viene denominato masterizzazione di un disco. Nota È possibile utilizzare Windows per masterizzare un disco dati, utile per archiviare e condividere file tra computer diversi. Se si desidera creare un disco riproducibile in un lettore di CD musicali o di DVD, è necessario masterizzare il disco utilizzando un apposito programma (es. CDBurner XP). Per masterizzare un disco utilizzando il formato Live File system 1.Inserire un CD o DVD scrivibile nel masterizzatore CD o DVD del computer. 2.Nella finestra di dialogo visualizzata fare clic su Masterizza file su disco. 3.Nella finestra di dialogo Masterizza disco digitare un nome per il disco e quindi fare clic su Avanti. La formattazione del disco nel formato Live File system predefinito potrebbe richiedere alcuni minuti. Al termine della formattazione, verrà aperta una cartella di disco vuota. 4.Aprire la cartella contenente i file da masterizzare e quindi trascinarli nella cartella di disco vuota.

36 MASTERIZZARE UN CD O UN DVD Dischi formattati con l'opzione Live File system: Funzionano come un'unità memoria flash USB o un disco floppy. È pertanto possibile copiare immediatamente i file su disco, senza che sia necessario masterizzarli. Sono pratici se si desidera lasciare un disco nell'unità di masterizzazione per copiarvi file quando è necessario. Sono compatibili solo con Windows XP e versioni successive di Windows. Dischi formattati con l'opzione Mastered: I file non vengono copiati immediatamente. È pertanto necessario selezionare l'intera raccolta di file che si desidera copiare su disco e quindi masterizzarli contemporaneamente. Sono pratici se si desidera masterizzare una raccolta composta da numerosi file, ad esempio un CD musicale. Sono compatibili con computer e dispositivi precedenti, ad esempio lettori CD e DVD.

37 I VARI TIPI DI DISCHI CD E DVD CD-ROM (700 MB) Anche noto come disco di sola lettura, viene in genere utilizzato per l'archiviazione di programmi e dati commerciali. In un CD-ROM non è possibile aggiungere o eliminare informazioni. CD-R (700 MB) Sono consentite più operazioni di masterizzazione (ognuna delle quali viene definita sessione), ma non è possibile eliminare file dal disco. Ogni masterizzazione è definitiva. CD-RW (700 MB) Sono consentite più operazioni di masterizzazione. È inoltre possibile eliminare i file non necessari dal disco per recuperare spazio e aggiungere ulteriori file. In un disco CD-RW le operazioni di masterizzazione e cancellazione possono essere eseguite numerose volte.

38 I VARI TIPI DI DISCHI CD E DVD DVD-ROM (4,3 GB – 4700 MB) Anche noto come disco di sola lettura, viene in genere utilizzato per l'archiviazione di programmi e dati commerciali. In un DVD-ROM non è possibile aggiungere o eliminare informazioni. DVD-R (4,3 GB – 4700 MB) o DVD-DL (8,5 GB) Sono consentite più operazioni di masterizzazione (ognuna delle quali viene definita sessione), ma non è possibile eliminare file dal disco. Ogni masterizzazione è definitiva. DVD+R (4,3 GB – 4700 MB) o DVD+DL (8,5 GB) Sono consentite più operazioni di masterizzazione (ognuna delle quali viene definita sessione), ma non è possibile eliminare file dal disco. Ogni masterizzazione è definitiva. Gestisce il recupero dei dati danneggiati (ECC). DVD-RW (4,3 GB – 4700 MB) Sono consentite più operazioni di masterizzazione (ognuna delle quali viene definita sessione). È inoltre possibile eliminare i file non necessari dal disco per recuperare spazio e aggiungere ulteriori file. In un disco DVD-RW le operazioni di masterizzazione e cancellazione possono essere eseguite numerose volte. DVD+RW (4,3 GB – 4700 MB) Come i DVD-RW ma con il supporto ECC. DVD-RAM Sono consentite più operazioni di masterizzazione. È inoltre possibile eliminare i file non necessari dal disco per recuperare spazio e aggiungere ulteriori file.


Scaricare ppt "CORSO DINFORMATICA BASE a cura di Diego Marianucci."

Presentazioni simili


Annunci Google