La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

FACOLTA' DI PSICOLOGIA UNIVERSITA' "LA SAPIENZA" ROMA DISTURBI DELL'APPRENDIMENTO Quando è difficile imparare ad apprendere. Sergio Melogno.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "FACOLTA' DI PSICOLOGIA UNIVERSITA' "LA SAPIENZA" ROMA DISTURBI DELL'APPRENDIMENTO Quando è difficile imparare ad apprendere. Sergio Melogno."— Transcript della presentazione:

1 FACOLTA' DI PSICOLOGIA UNIVERSITA' "LA SAPIENZA" ROMA DISTURBI DELL'APPRENDIMENTO Quando è difficile imparare ad apprendere. Sergio Melogno

2 Difficoltà e Disturbi Specifici dellApprendimento DIFFICOLTA dAPPRENDIMENTO D. strumentali Svant.socio-cult. DSA D. Psicopat. Deficit cognitivi RM-OCB

3 Disturbi Specifici dellApprendimento PERCY Il ragazzo aveva 14 anni e non era in grado di leggere nonostante fosse brillante e intelligente, e non inferiore ai suoi coetanei. … Non leggeva correttamente nessuna parola a parte that, the, of, and. Le altre parole sembravano assolutamente sconosciute per lui e non riusciva nemmeno a tentare di pronunciarle. Quando gli fu chiesto di scrivere, non fu molto meglio. Scrisse il suo nome Precy. Il suo insegnante diceva che se tutte le lezioni fossero state condotte oralmente egli sarebbe stato il migliore della classe (Morgan, 1896)

4 Disturbi Specifici dellApprendimento – Definizione I soggetti con DSA (BDA-DAS-LD) in assenza di patologie NEUROLOGICHE, COGNITIVE, RELAZIONALI e di DEFICIT SENSORIALI, presentano difficoltà selettive e persistenti nellapprendimento del linguaggio scritto ( Lettura-scrittura) e/o del calcolo. 1. Fattori di esclusione 2. Criterio della discrepanza Dibattito sui criteri e approcci multi-stadio nellidentificazione dei DSA.

5 DSA: disturbo primario * disturbi di sviluppo * multi-stadio * specificità * espressività * tempi insorgenza * settorialità/globalità * evoluzione DSA

6 Disturbi Specifici dellApprendimento – Diagnosi clinica La diagnosi clinica dei DSA comporta vari livelli di analisi: 1. Le compromissioni neuropsicologiche di base che alterano lacquisizione degli strumenti. 2. Le modificazioni che le compromissioni apportano alluso integrato delle abilità di L- S-C nel sistema cognitivo. 3. Il differente peso che 1 e 2 hanno nei diversi compiti scolastici e nelle richieste dei diversi cicli scolari. 4. Lelaborazione emotiva del disturbo: rischio psicopatologico (difese inibitorie e vissuti depressivi).

7 Disturbi Specifici dellApprendimento NORMODOTAZIONE INTELLETTIVA - analisi dei profili cognitivi (discrepanze QIV-QIP; ricategorizzazioni Bannatyne; ACID) disarmonie nel ragionamento logico CADUTE NEUROPSICOLOGICHE - es: memoria fonologica es. memoria visuo-spaziale DEFICIT METACOGNITIVI -conoscenza controllo variabili psicologiche

8 Disturbi Specifici dellApprendimento - difficoltà a valutare le proprie capacità a risolvere un compito - difficoltà ad analizzare le difficoltà del compito - difficoltà ad individuare gli indici più pertinenti per lanalisi - difficoltà a selezionare le strategie più idonee per risolvere il compito - difficoltà a monitorare la qualità del processo di risoluzione - difficoltà ad apprendere dai propri errori

9 Disturbi Specifici dellApprendimento Sul funzionamento mentale: nucleo caratterizzato da una fragilità nella rappresentazione dei propri processi di pensiero: a. Contenuti di vulnerabilità in riferimento ai propri strumenti mentali; b. Percezione di uno scarso controllo sul compito, ambiente, destino (CDI)--- a. Disinvestimento cognitivo b. Funzionamento mentale superficiale: metacognizione

10 Elaborazione emotiva del disturbo a scuola Per il soggetto con DSA la scuola si configura come il luogo che evidenzia il disturbo, lo fa esistere e contemporaneamente lo può trasformare. Un DSA attiva molteplici CONFLITTI. La presa di coscienza e lelaborazione di tali conflitti nel rapporto tra bambino e insegnante concorre alla trasformazione del disturbo. immagini conflittuali del soggetto con DSA: è malato o non si impegna? (rischio di VOLONTARIZZAZIONE) se è intelligente perché non impara? ( timori che il PENSIERO SIA DANNEGGIATO IN TOTO)

11 Teorie dellintelligenza e DSA Teorie dellintelligenza STATICA- Intelligenza come entità fissa ed immutabile INCREMENTALE Intelligenza come capacità che può essere migliorata con lo sforzo e limpegno

12 Locus of control e DSA ABILITA Stabile, interna SFORZO Instabile, interno DIFFICOLTA DEL COMPITO Stabile, esterna FORTUNA Instabile, esterna

13 Senso di Autoefficacia Percezione delle proprie capacità di raggiungere il successo nellesecuzione di un compito – senso di competenza (Bandura) Empowerment psicologico – trasmissione di forza Programmazione basata sul successo; in grado di garantire esperienze di vera efficacia.

14 Disturbi Specifici dellApprendimento – Sottotipi clinici 1. DISTURBO DI LETTURA 2. DISTURBO DI SCRITTURA 3. DISTURBO DEL CALCOLO 4. DSA NON ALTRIMENTI SPECIFICATO

15 Disturbi Specifici dellApprendimento – Sottotipi clinici DSM IV - criteri diagnostici - prevalenza - decorso - familiarità - diagnosi differenziale

16 Disturbi Specifici dellApprendimento a scuola Dalla diagnosi allintervento: - individuare il percorso di riconoscimento del DA effettuato dalla scuola - Individuare il percorso di apprendimento alterato dal disturbo - Individuare il peso del disturbo nel processo di apprendimento - Individuare il rapporto tra modalità di insegnamento (presentazione del compito) e organizzazione del DA - Individuare gli obiettivi didattici ed educativi in rapporto alla prognosi

17 Disturbi Specifici dellApprendimento a scuola Come riconoscere i DSA a scuola: - discrepanze tra livelli integri e danneggiati di funzionamento - Disomogeneità tra più disfunzionamenti disomogeneità tra funzionamento-uso (a volte fa, a volte no, non sa/non vuole) * cè una competenza danneggiata, alterata? * cè una competenza integra non utilizzata? * cè una competenza danneggiata e disinvestita?

18 Disturbi Specifici dellApprendimento a scuola DSA e intervento: - predisporre lintervento in rapporto alla diagnosi ed alla prognosi in un costante equilibrio tra fasi di sviluppo del soggetto- organizzazione neuropsicologica e psicopatologica, richieste esterne e usi sociali - Limmagine che il soggetto ha di sé concorre a determinare levoluzione del DSA e scaturisce dai dati di realtà e dalle esperienze che il bambino/ragazzo scambia nel rapporto educativo

19 Disturbi Specifici dellApprendimento a scuola I nodi dellintervento vanno individuati: - in rapporto alla fascia evolutiva - In rapporto alla fascia scolare - Nello specifico del gruppo-classe - Nella relazione di insegnamento- apprendimento

20 Disturbi Specifici dellApprendimento a scuola Obiettivi dellintervento: 1. Acquisire strumenti allinterno di una competenza 2. Integrare tra loro strumenti 3. Utilizzarli in modo flessibile 4. Prendere coscienza delle competenze sane 5. Valutare la complessità del compito, circoscriverne le difficoltà 6. Evitare oscillazioni tra onnipotenza e disfatta

21 Disturbi Specifici dellApprendimento a scuola Scomposizione del compito (aspetti neuropsicologici, cognitivi, motivazionali e sociali) Analisi del rapporto tra compito e processo di apprendimento. es.1. Produzione del testo scritto es. 2. Leggere per studiare: abilità di studio es. 3. Decodifica e Anticipazione semantica nella lettura di un testo

22 Disturbi Specifici dellApprendimento a scuola LETTURA - * Apprendere a leggere/Leggere per apprendere - Unità di lettura - Strategie : decodifica/previsione semantica - Tipologia degli errori: non- parole,congrui,incongrui - Comprensione - Conoscenze metacognitive (credenze sul leggere) - es. supporti - es. frasi incongrue


Scaricare ppt "FACOLTA' DI PSICOLOGIA UNIVERSITA' "LA SAPIENZA" ROMA DISTURBI DELL'APPRENDIMENTO Quando è difficile imparare ad apprendere. Sergio Melogno."

Presentazioni simili


Annunci Google