La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Oh Acqua (Assi Giada) ……… (Baroni Laura, Visini Martina) Il Serio che piange (Calegari Matteo, Remondi Giorgio) …? (Cereda Stefano, Dervishi Antonio)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Oh Acqua (Assi Giada) ……… (Baroni Laura, Visini Martina) Il Serio che piange (Calegari Matteo, Remondi Giorgio) …? (Cereda Stefano, Dervishi Antonio)"— Transcript della presentazione:

1

2 Oh Acqua (Assi Giada) ……… (Baroni Laura, Visini Martina) Il Serio che piange (Calegari Matteo, Remondi Giorgio) …? (Cereda Stefano, Dervishi Antonio) La natura (Fratus Marika) Acqua (Locatelli Matteo) Il fiume malato (Patelli Federica) Il fiume (Sonzogni Jessica)

3 Come il fiore appena nato la tua acqua cristallina Aspetta la nascita della nuova [mattina; come una speranza di vita di [piccola margherita. Ma tu che sei la vera vita Sei colei che da il cibo agli [affamati E disseti dando la tua vita A coloro che dalla fortuna non [sono stati baciati Ed eccoti così sgorgare limpida nel [ruscello Che dalla montagna scende [monello. Mentre la neve si scioglie [lasciando lavoro alla primavera Che arriva lieta e fiera Ma io a nome di tutti,che credono [nella tua salute ti dico: acqua a farci vivere come se fossi [unamica non ti preoccupare che ci prenderemo [cura di te a patto che orgogliosa rimarrai e salutare diverrai…………. O ACQUA!!!

4 …… Lacqua scende, casca umile dalle montagne, adagio, celermente e noi uomini scaliamo, saliamo sempre più in alto. Lacqua arriva pura e libera, ma noi scendiamo sempre più sporchi, più prigionieri di noi stessi, noi stiamo perdendo la nostra purezza, in più ne stiamo privando anche [lacqua. lacqua scende per noi, per la nostra sopravvivenza; ma noi la avveleniamo, la [sciupiamo e ignoriamo la sua magnificenza. Lacqua scorre nel letto del fiume, noi scorriamo nelle brame, di chi crediamo che sia più [considerevole di noi. Lacqua è indipendente, lei segue la sua via, saltando tutti gli ostacoli in qui si [imbatte, E noi uomini?

5 Il Serio piange… Argini spogli Alcuni alberi qua e là Il Serio piange dorme… Autunno Trasporta le morte foglie. Si prepara al freddo pare tranquillo mera illusione di cancro in arrivo stanco, ammalato puro scende dal diavolo si lancia dal pizzo e sporco va a morire nellAdda nel tragitto sarricchisce di nostro vasto rusco… Si difende, scappa nei rivoli sotterranei… Riemerge a stento arranca Il Serio piange dorme… Inverno!

6 …? Oh acqua del Serio! Esprimi un desiderio, vorresti azzurra e trasparente scendere lentamente? Ma col soffiare del vento arriva l inquinamento nero e turbolento. Tu respiri a stento? Arriva la pioggia tutto si pulisce. E arrivato il sole splendente e luminoso. Tu sei gioioso? Splende l arcobaleno nel cielo sereno, Tutto sembra sorridere E tu? Oh Serio perch é non rispondi?

7 La natura La natura è un mondo Che luomo sta rovinando Con tutte quelle costruzioni E inquinamento… In autunno la natura È come vedere un arcobaleno nel [cielo Che si avvia verso linverno!!! In inverno sembra di vedere Morir la natura Con tutta quella tristezza nellaria Causata dal freddo e dalla neve In primavera,la natura sembra Risvegliarsi da un sonno profondo Anticamente sulle sponde del fiume Sorgevano alberi le quali, le radici Si immergevano nel fiume Adesso, invece, sulle sponde Del fiume sorgono costruzioni e Città….

8 Acqua Essenza della vita Arrivasti un dì dal cielo, dalle montagne limpida pura perfetta… Ma poi entrasti nelle uman dimore ti trasformasti e di noi ti sporcasti e ti lasciasti rifiutare vomitare nei canali ti ingrossasti nei letti fiumosi ti adagiasti negli oceani sudasti e su di nuovo nel ciel e così con il grigio che da anni ormai taddice ripercorri il ciclo. Sempre più stanca sofferente… malata di noi

9 Il fiume malato Improvvisamente ricordo… mentre guardo il mare limpido [della Sardegna quando mi rispecchiavo nel [fiume quando era ancora sano adesso ormai sono solo ricordi perduti in unacqua malata che destate si ritira quasi come se avesse vergogna di farsi vedere, come è diventato per mano di noi umani [incoscienti. Che forse senza volerlo stiamo facendo sparire gli ultimi residui di natura che forse in un futuro ci lascerà soli senza colori vivaci, ma solo con un tetro vivere grigio in mezzo a palazzi che non ci fanno vedere lo sbaglio.

10 Il fiume Il fiume lento e sporco scorre… Sembra quasi abbandonato Al nulla eterno. Come una persona sola, senza amici… Non è azzurro, non è blu, ma è una macchia di colore dove il fondo, ormai non si vede più… Linquinamento Sembra ammalare Il povero fiume… Non cè vita, piano, piano si sta spegnendo… e nessuno se ne accorge…


Scaricare ppt "Oh Acqua (Assi Giada) ……… (Baroni Laura, Visini Martina) Il Serio che piange (Calegari Matteo, Remondi Giorgio) …? (Cereda Stefano, Dervishi Antonio)"

Presentazioni simili


Annunci Google