La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Compito in situazione La nostra storia… le mie radici AREA LINGUISTICA-STORICO- GEOGRAFICA Leggere il proprio territorio AREA LINGUISTICA L1-L2-L3 Tradizioni.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Compito in situazione La nostra storia… le mie radici AREA LINGUISTICA-STORICO- GEOGRAFICA Leggere il proprio territorio AREA LINGUISTICA L1-L2-L3 Tradizioni."— Transcript della presentazione:

1 Compito in situazione La nostra storia… le mie radici AREA LINGUISTICA-STORICO- GEOGRAFICA Leggere il proprio territorio AREA LINGUISTICA L1-L2-L3 Tradizioni a confronto AREA ESPRESSIVO-MOTORIA (Musica - scienze motorie) Folclore: ascoltare il proprio territorio AREA ARTISTICA-TECNOLOGICA-SCIENTIFICA Scoprire la propria città … per inventarne una ideale OBIETTIVI TRASVERSALI Prendere coscienza della propria identità Costruire una conoscenza complessa del proprio luogo di residenza Compito in situazione C1 Compito in situazione C3 Compito in situazione C4 Compito in situazione C2 Obiettivi formativi A1 Obiettivi specifici B1 Obiettivi formativi A2 Obiettivi specifici B2 Obiettivi formativi A3 Obiettivi specifici B3 Obiettivi formativi A4 Obiettivi specifici B4

2 Il territorio, quale nucleo fondante e irradiante il senso di appartenenza, è il principale interlocutore tra le necessità e i bisogni dei soggetti portatori dinteresse e la scuola. La sua conoscenza, attraverso lo studio di tradizioni, leggende, fiabe, siti di interesse artistico e storico, appropriazione di antichi linguaggi e dialetti, contribuiscono alla strutturazione di un Io consapevole e una riscoperta dei valori civili, di cittadinanza, sociali e affettivi.

3 Obiettivi formativi e specifici Tabella A 1.A1A2A3A4 1.Riscoprire il passato, i valori dei nonni e i legami con lambiente 2.riscoprire le proprie radici nelle tradizioni, negli usi, nei modi di pensare delle agente 1.dare significato alle idee di identità, di appartenenza, di riconoscimento e di rispetto dellaltro 1.sviluppare un corretto e armonioso rapporto con lambiente 2.sviluppare il metodo scientifico 3.sviluppare la creatività 1.promuovere la partecipazione attiva degli alunni allesperienza della musica intesa come forma di linguaggio e quindi di comunicazione 2.promuovere la crescita fono – gestuale per la maturazione espressiva e comunicativa B1B2B3B4 1.conoscere il proprio territorio attraverso le letture e lascolto di storie e leggende 2.leggere i racconti di letteratura locale 3.individuare personaggi, ambienti, tempi e temi di un racconto 4.conoscere e applicare le procedure delle trasposizione di un testo narrativo in un testo teatrale 1.cogliere le differenze e le affinità tra la cultura italiana e le altre culture 2.conoscere alcune usanze e tradizioni dei paesi stranieri in una prospettiva interculturale 3.comprendere e produrre, in modo globale, brevi dialoghi esprimendosi con lessico e strutture adeguate e corrette 4.cooperare ed interagire per lelaborazione creativa dei contenuti. 1.individuare gli elementi chiave utili alla conoscenza della propria città 2.rilevare le informazioni essenziali nel cambiamento del paesaggio per opera delluomo nel tempo 3.stabilire corrette relazioni fra i fenomeni sociali, economici e demografici che si verificano nel proprio territorio 4.conoscere i beni culturali ed artistici della propria terra dorigine 1.conoscere le tradizioni musicali del proprio territorio 2.cantare in coro, a una o più voci, brani appartenenti alla tradizione popolare e classificarli, in base alla loro tipologia formale, alla destinazione e alluso. 3.conoscere, attraverso lesecuzione di alcuni balli popolari, alcuni aspetti della propria cultura regionale prima e poi quelli delle culture regionali italiane. C1C2C3C4 1.svolgere unindagine sugli aspetti folcloristici del proprio ambiente di vita e coglierne gli elementi che ne hanno determinato i cambiamenti, le trasformazioni, e a volte, la scomparsa 2.realizzare interviste 1.inventare una nuova festa dopo aver analizzato alcune tradizioni italiane e straniere per mettere in evidenza punti dincontro e differenze 1.Mettere in atto le diverse competenze acquisite nei settori disciplinari per costruire il plastico della città ideale. 1.effettuare ricerche sulle canzoni e sui balli popolari del proprio territorio 2.realizzare in gruppo alcuni brani musicali

4 Obiettivi trasversali Tabella B AmbitoIndicatoriDescrittori Socio - affettivoAtteggiamenti verso la comunità Rispetto delle regole dellorganizzazione scolastica Disponibilità a partecipare alle varie iniziative Disponibilità ad offrire il proprio contributo alle varie attività Conativo attenzione Concentrazione Interesse Impegno Applicazione Tolleranza alla fatica Autonomia ed organizzazione Predisposizione degli strumenti di lavoro Capacità di prendere iniziative Metodo di lavoro Impostazione del lavoro nei modi e nei tempi stabiliti Adattabilità Capacità di controllare situazioni nuove Capacità di ricercare soluzioni per problemi nuovi o imprevisti Curiosità ed interesse per il nuovo Responsabilità Capacità di mantenere gli impegni assunti Capacità di attribuire le cause del successo o dellinsuccesso del compito svolto Affettivo relazionale Auto ed eteropercezione Capacità di giudicare realisticamente se stessi Capacità di valutare oggettivamente gli altri Capacità di regolare il proprio comportamento a seconda delle situazioni Controllo Capacità di gestire i propri stati emozionali Capacità di gestire le proprie azioni Integrazione Disponibilità a collaborare con compagni e docenti Disponibilità agli scambi interpersonali Accettazione delle idee altrui Rispetto di sé e degli altri

5 A R E A L I N G U I S T I C O – S T O R I C O - G E O G R A F I C A ATTIVITA STRATEGIE METODOLOGICHE TEMPI Metodo della ricerca Metodo autobiografico Brainstorming Discussione Raccolta di racconti di letteratura locale Lettura guidata dei testi raccolti Ricerca, riscoperta, rivalutazione e confronto dei dialetti locali Studio e approfondimento di alcuni personaggi tipici e ricorrenti Ricostruzione degli ambienti storico - geografici di appartenenza Avviare unattività di ricerca per rivalutare ed approcciare, dal punto di vista storico, il proprio territorio Tempi di svolgimento; novembre-maggio Italiano: n 2 ore mensili Storia: n.1ora mensile Geografia: n.1 ore mensile

6 A R E A L I N G U I S T I C A ATTIVITA STRATEGIE METODOLOGICHE TEMPI ricerca di tradizioni tipiche di alcune culture europee Creazione di brevi dialoghi Metodo della ricerca Lezione frontale Discussione Tempi di svolgimento; novembre-maggio Inglese: n.1ora mensile Francese: n.1 ora mensile Spagnolo: n.1 ora mensile

7 A R E A ARTISTICO –TECNOLOGICO - SCIENTIFICA ATTIVITA STRATEGIE METODOLOGICHE TEMPI Metodo della ricerca e dellosservazione Lezione frontale Metodo scientifico Discussione Le forme nello spazio Ricerca e studio dellhabitat naturale Ricerca e studio dei cambiamenti del territorio ad opera delluomo Scoperta di beni artistici ed elementi naturalistici identificativi della tipicità del territorio Tempi di svolgimento; novembre-maggio Matematica: n.1ora mensile Scienze: n.1 ora mensile Tecnica: n.1 ora mensile Arte: n.1 ora mensile

8 A R E A E S P R E S S I V O - M O T O R I A ATTIVITA STRATEGIE METODOLOGICHE TEMPI Studio ed interpretazione dei testi Attività vocale per imitazione Esperimenti di codificazione Attività di approccio alla gestualità coreografica popolare registrazione di brani vocali popolari Metodo della ricerca Brainstorming Discussione Tempi di svolgimento; novembre-maggio Musica: n.1ora mensile Scienze Motorie: n.1 ora mensile

9 Planning Area Artistica-Tecnologica-Scientifica : " Scoprire la propria città… per inventarne una ideale". Classe Prima Anno scolastico 2012/2013 ATTIVITA' DISCIPLINA SCADENZA TEMPORALE NOVEMBREDICEMBREGENNAIOFEBBRAIOMARZOAPRILEMAGGIO Le forme nello spazioMatematicaLa misura Le unità di misura Dal bidimensionale al tridimensionale La vista di un oggetto Lo sviluppo di un oggetto Dallo sviluppo alla realizzazione di forme tridimensionali Realizzazione del plastico della città ideale L'habitat naturaleScienze Mercogliano nel parco del Partenio La geomorfologia del parco La naturaLa floraLe erbeLa fauna I cambiamenti del territorio ad opera dell'uomo Tecnica Agricoltura a confronto La tecnologia in agricoltura L'ambiente artificiale a sostituzione di quello agricolo Progettazione plastico della città ideale La tipicità del territorio: beni artistici ed elementi naturalistici Arte Elementi e tipologia edilizia La mia città Elaborati grafici spontanei I materiali per la realizzazione Scelta di elementi architettonici e urbanistici Esercitazione guidata e costruzione dei modelli

10 Planning area linguistico- storico -geografica : Leggere il proprio territorio CLASSE PRIMA ANNO SCOLASTICO 2012/2013 SCADENZA TEMPORALE ATTIVITADISCIPLINANOVEMBREDICEMBREGENNAIOFEBBRAIOMARZOAPRILEMAGGIO Lettura di racconti di letteratura locale Italiano Lettura di un racconto Lavoro sul lessico, etimologia dei termini dialettali Ricerca per rivalutare dal punto di vista storico- geografico il proprio territorio Lavoro di comprensione, divisione in sequenze, i personaggi Tempo, luogo e azione Individuazione delle funzioni di Propp Ricostruzione degli ambienti storico- geografici di appartenenza Analisi del testo Spunti di riflessione Ricostruzione degli ambienti storico- geografici di appartenenza Manipolazione dellintroduzio ne e dellintreccio Ricostruzione degli ambienti storico- geografici di appartenenza Manipolazio ne del finale Ricostruzion e degli ambienti storico - geografici di appartenenza Trasferimen to delle conoscenze nel compito in situazione Storia Geografia

11 Risultati generali attesi al termine del percorso multidisciplinare Tabella C IndicatoriDescrittoriIndici (quantitativi) Controllo Capacità di gestire i propri stati emozionali. 75% Capacità di gestire le proprie azioni. Comportamento Rispetto delle regole 80% Rispetto degli altri 85% Rispetto dellambiente 90% Autostima Fiducia nelle proprie capacità 60%

12 Risultati attesi in termini di: Conoscenze Saper leggere il proprio territorio (in termini propositivi) Conoscere le tradizioni degli altri territori e confrontarle criticamente con le proprie; giudicare il folclore Abilità Essere in grado di selezionare dati appresi ed organizzarli in un primo assessement (sistema minimo verificabile Rinominare le realtà conosciute, sistemarle in un nuovo e personale ordine Competenze Consapevolezza del campo dazione del suo io, il quale risulta per lui ridimensionato dalla coscienza della complessità del suo territorio (altro da sé), per cui è in grado di ripensarlo in termini di relativa progettualità.

13 Questionario di autovalutazione in itinere e finale Verranno somministrati questionari in itinere e finale per valutare il grado di soddisfazione degli allievi sul percorso formativo seguito. I dati ricavati ci aiuteranno a capire in quale misura il percorso attuato ha soddisfatto le esigenze degli allievi e quali miglioramenti si potranno apportare per il futuro.


Scaricare ppt "Compito in situazione La nostra storia… le mie radici AREA LINGUISTICA-STORICO- GEOGRAFICA Leggere il proprio territorio AREA LINGUISTICA L1-L2-L3 Tradizioni."

Presentazioni simili


Annunci Google