La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE1 Responsabilità degli amministratori nelle S.p.a. art. 2392 c.c. gli amministratori devono adempiere i doveri ad essi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE1 Responsabilità degli amministratori nelle S.p.a. art. 2392 c.c. gli amministratori devono adempiere i doveri ad essi."— Transcript della presentazione:

1 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE1 Responsabilità degli amministratori nelle S.p.a. art c.c. gli amministratori devono adempiere i doveri ad essi imposti dalla legge e dallo statuto con la diligenza richiesta dalla natura dellincarico e dalle loro specifiche competenze

2 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE2 Responsabilità degli amministratori nelle S.p.a. I DOVERI DEGLI AMMINISTRATORI Quaderni del Consiglio Superiore della Magistratura, 1997, 472 obblighi posti a garanzia dellintegrità del capitale 1.controllo dei valori di conferimento 2343 c.c. 2.divieto di distribuire utili fittizi o sulla base di bilanci non approvati 2433 c.c. 3.divieto di acquisto di azioni proprie se non nei limiti di legge 2357 c.c. 4.divieto di garantire lacquisto di azioni proprie 5.la ricostituzione del capitale andato perduto 2447 c.c. 6.ecc.

3 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE3 Responsabilità degli amministratori nelle S.p.a. I DOVERI DEGLI AMMINISTRATORI Quaderni del Consiglio Superiore della Magistratura, 1997, 472 obblighi posti a garanzia del corretto impiego del capitale sociale 1.potere di compiere atti al di fuori degli scopi sociali obblighi riconducibili al dovere di fedeltà 1.non concorrenza 2390 c.c. 2.divieto di divulgare notizie riservate 2621 c.c. 3.divieto di agire in conflitto di interessi 2391 c.c. 4.divieto di utilizzazione a vantaggio proprio o di terzi di dati, notizie, opportunità di affari acquisiti nellesercizio dellincarico 2391, comma 5, c.c.

4 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE4 Responsabilità degli amministratori nelle S.p.a. I DOVERI DEGLI AMMINISTRATORI Quaderni del Consiglio Superiore della Magistratura, 1997, 472 obbligo di documentare le operazioni svolte 1.contabilità generale 2.contabilità industriale 3.bilanci, budget 4.piani strategici obblighi attinenti al regolare funzionamento degli organi sociali 1.convocazione dellassemblea 2.richiesta di informazioni periodiche agli amministratori delegati o con particolari incarichi

5 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE5 Responsabilità degli amministratori nelle S.p.a. COME DEVONO ESSERE ADEMPIUTI I DOVERI DEGLI AMMINISTRATORI ? Secondo loriginaria formulazione: la diligenza del mandatario = operare secondo il buon padre di famiglia La nuova dottrina verso lart c.c. nellambito delle obbligazioni inerenti lesercizio di unattività professionale, la diligenza deve valutarsi con riguardo alla natura dellattività esercitata

6 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE6 Responsabilità degli amministratori nelle S.p.a. COME DEVONO ESSERE ADEMPIUTI I DOVERI DEGLI AMMINISTRATORI ? il Giudice dovrà valutare – caso per caso – prendendo in considerazione: 1.le dimensioni dellazienda 2.la struttura organizzativa 3.il tipo di attività svolta 4.limportanza delloperazione 5.il tempo ed i mezzi messi a disposizione dellamministratore 6.ecc.

7 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE7 Responsabilità degli amministratori nelle S.p.a. IL RIFERIMENTO ALLA NATURA DELLINCARICO il riferimento alla natura dellincarico impone di considerare la posizione ricoperta dallamministratore allinterno del Consiglio, distinguendo, a seconda che si tratti: 1.del presidente 2.dellamministratore delegato 3.dellamministratore con particolari incarichi 4.dellamministratore senza deleghe

8 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE8 Responsabilità degli amministratori nelle S.p.a. IL RIFERIMENTO ALLE SPECIFICHE COMPETENZE il riferimento alle specifiche competenze consente di graduare la responsabilità di ciascun amministratore sulla base delle conoscenze tecniche Così la relazione al testo di legge: specifiche competenze NON significa dovere amministrare con perizia anche allamministratore più diligente non si potrà chiedere di essere perito in ciascuna materia che di volta in volta andrà ad interessare le operazioni di gestione

9 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE9 Responsabilità degli amministratori nelle S.p.a. LE RESPONSABILITA CONNESSE ALLINADEMPIMENTO art c.c. gli amministratori sono solidalmente responsabili verso la società dei danni derivati dallinosservanza di tali doveri, a meno che si tratti di attribuzioni proprie del comitato esecutivo o di funzioni in concreto attribuite ad uno o più amministratori occorre andare oltre al comportamento omissivo, per verificare se da esso è derivato un danno per la società responsabilità risarcitoria = DANNO DERIVATO

10 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE10 Responsabilità degli amministratori nelle S.p.a. CONSEGUENZE IN CASO DI MALA GESTIO la mala gestio non è equiparabile con i risultati negativi della gestione nei casi di mala gestio la responsabilità giuridica dellamministratore andrà riscontrata nel comportamento dallo stesso tenuto e che ha contribuito ai risultati negativi (Cass. 28 aprile 1997, n. 3652) operazioni compiute: 1.senza sufficienti cautele 2.senza una indagine preventiva 3.senza la lopportuna assistenza di periti 4.ecc.

11 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE11 Responsabilità degli amministratori nelle S.p.a. DOVÈ FINITO LOBBLIGO DI VIGILANZA SUL GENERALE ANDAMENTO DELLA GESTIONE ? art c.c. gli amministratori …. sono solidalmente responsabili se, essendo a conoscenza di fatti pregiudizievoli, non hanno fatto quanto potevano per impedirne il compimento o eliminarne o attenuarne le conseguenze Lobbligo di vigilanza nellarticolo 2381 c.c. dove sono dettate le regole per informare gli amministratori affinché il Consiglio possa Valutare: ladeguatezza dellassetto organizzativo, contabile ed amministrativo della società il generale andamento della gestione

12 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE12 Responsabilità degli amministratori nelle S.p.a. DOVÈ FINITO LOBBLIGO DI VIGILANZA SUL GENERALE ANDAMENTO DELLA GESTIONE ? E se da una parte vi è lobbligo di informare (amm.re delegato) dallaltra vi è lobbligo di essere informati (CDA) art c.c. ultimo comma gli amministratori sono tenuti ad agire in modo informato; ciascun amministratore può chiedere agli organi delegati che in consiglio siano fornite informazioni relative alla gestione della società.

13 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE13 Responsabilità degli amministratori nelle S.p.a. LAZIONE DI RESPONSABILITA da parte dellassemblea art c.c. la deliberazione concernente la responsabilità degli amministratori può essere presa in occasione della discussione del bilancio, anche se non indicata nellelenco delle materie da trattare, quando si tratta di fatti di competenza dellesercizio cui si riferisce il bilancio linterpretazione estensiva Di Sabato Manuale delle società, 1999 comprende anche i fatti pregressi che esercitano la loro influenza sullultimo esercizio cui si riferisce il Bilancio

14 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE14 Responsabilità degli amministratori nelle S.p.a. LAZIONE DI RESPONSABILITA da parte dellassemblea Termine per esperire lazione di responsabilità art c.c. entro cinque anni dalla cessazione dellamministratore dalla carica DECADENZA O PRESCRIZIONE ? ha preso piede lorientamento della PRESCRIZIONE 1.il 2409 sexies c.c. parla espressamente di prescrizione trattando della responsabilità dei revisori 2.Difficile applicazione in caso di decadenza 3.possibile applicazione della sospensione ex art. 2941, n. 8, c.c. in ipotesi in cui lamministratore abbia fraudolentemente nascosto i fatti.

15 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE15 Responsabilità degli amministratori nelle S.p.a. LAZIONE DI RESPONSABILITA da parte dei soci Per una più efficace tutela delle minoranze: Il legislatore ha stabilito che tanti soci che rappresentano almeno il 20% del capitale sociale (5% per le società quotate) possono esercitare lazione di responsabilità nei confronti dellamministratore. La misura di tali quorum può essere variata nellatto costitutivo

16 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE16 Responsabilità degli amministratori nelle S.p.a. LAZIONE DI RESPONSABILITA da parte dei soci Lazione da parte dei soci è diretta a reintegrare il patrimonio sociale e NON a risarcire leventuale danno subito dai soci agenti Trattasi di sostituzione processuale ove la società è litisconsorte necessario ed alla quale andrà notificato latto di citazione Ove fossero coinvolti tutti gli amministratori: notifica al Presidente del Collegio Sindacale o al CURATORE GIUDIZIALE, nominato ai sensi dellarticolo 78 c.p.c.

17 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE17 Responsabilità degli amministratori nelle S.p.a. LAZIONE DI RESPONSABILITA da parte dei soci Nel corso della causa, i soci NON potranno rinunziare allesercizio dellazione di responsabilità o transigere (ex art c.c.) perché, in tal caso, priverebbero la società di un proprio diritto, non ancora prescritto I soci potranno invece rinunziare agli atti o fare transazioni a mero titolo personale

18 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE18 Responsabilità degli amministratori nelle S.p.a. LAZIONE DI RESPONSABILITA da parte dei soci e della società azione promossa dalla società o dai soci responsabilità contrattuale. la SOCIETA o I SOCI sono tenuti a provare soltanto lesistenza del danno imputabile allinadempimento dellamministratore al quale spetta dimostrare di aver agito senza colpa, con la diligenza prescritta (art c.c.)

19 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE19 Responsabilità degli amministratori nelle S.p.a. LAZIONE DI RESPONSABILITA e coinvolgimento dei soci prima della riforma, gli amministratori potevano sottrarsi alla responsabilità sottoponendo allesame dellassemblea le decisioni che intendevano assumere OGGI non è più possibile in quanto la gestione dellimpresa spetta soltanto agli amministratori (art Bis, comma 1° c.c.) Per contro:estensione della responsabilità a quei soci che si sono calati in atti di gestione ed hanno autorizzato comportamenti di mala gestione

20 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE20 Responsabilità degli amministratori nelle S.p.a. LAZIONE DI RESPONSABILITA Del creditore sociale La responsabilità dellamministratore scatta quando si verifica incapienza patrimoniale e contestuale insoddisfazione del creditore linsufficienza patrimoniale non coincide con linsolvenza: vi può essere insolvenza per mancanza di liquidità ma capienza patrimoniale e viceversa.

21 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE21 Responsabilità degli amministratori nelle S.p.a. LAZIONE DI RESPONSABILITA del creditore sociale Rinunzia allazione da parte della società la rinuncia allazione di responsabilità da parte della società NON impedisce lesercizio dellazione da parte del creditore Mentre leventuale transazione intervenuta tra la società e gli amministratori, con conseguente loro reintegrazione del patrimonio, preclude ai creditori lesercizio dellazione loro spettante se la transazione risulti pregiudizievole i creditori potranno impugnarla con lazione revocatoria

22 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE22 Responsabilità degli amministratori nelle S.p.a. LAZIONE DI RESPONSABILITA del creditore sociale Sui termini il termine quinquennale di prescrizione NON decorre dal momento in cui si verifica lo sbilancio patrimoniale, ma da quando lo stesso si manifesta Cassazione 28 maggio 1998, 5287 Lonere di provare lintervenuta prescrizione incombe sugli amministratori convenuti, i quali dovranno dimostrare che già prima della dichiarazione di fallimento erano intervenuti fatti specifici idonei a rendere conoscibile allesterno linsufficienza patrimoniale della società

23 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE23 Responsabilità degli amministratori nelle S.p.a. LAZIONE DI RESPONSABILITA AMMINISTRATORE DI FATTO Rinunzia allazione da parte della società la rinuncia allazione di responsabilità da parte della società NON impedisce lesercizio dellazione da parte del creditore Mentre leventuale transazione intervenuta tra la società e gli amministratori, con conseguente loro reintegrazione del patrimonio, preclude ai creditori lesercizio dellazione loro spettante se la transazione risulti pregiudizievole i creditori potranno impugnarla con lazione revocatoria

24 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE24 Responsabilità degli amministratori nelle S.p.a. LAZIONE DI RESPONSABILITA AMMINISTRATORE DI FATTO Agli amministratori di fatto si applicano le norme sulla responsabilità previste per gli amministratori legalmente nominati. Quando si potrà parlare di amministratore di fatto? CASSAZIONE (6 marzo 1999, 1925, e 14 settembre 1999, 9795) Le regole che disciplinano gli amministratori SONO APPLICABILI a COLORO CHE SI SONO INTROMESSI IN MANIERA CONTINUATIVA E SISTEMATICA nella gestione della società senza avere avuto alcuna investitura dellassemblea La responsabilità degli amministratori di fatto diviene quindi di natura contrattuale

25 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE25 Responsabilità degli amministratori nelle S.p.a. LAZIONE DI RESPONSABILITA del socio e del terzo art c.c. Lazione di responsabilità è percorribile nel caso in cui il danno, cagionato dal comportamento dellamministratore, incida direttamente sul patrimonio del singolo socio o del terzo Occorrono, quindi, i seguenti presupposti: 1.compimento da parte dellamministratore di un atto illecito nellesercizio delle proprie funzioni; 2.danno subito direttamente dal socio o dal terzo; 3.causa – effetto tra comportamento ed evento dannoso;

26 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE26 Responsabilità degli amministratori nelle S.p.a. LAZIONE DI RESPONSABILITA del socio e del terzo alcuni casi esaminati dalla giurisprudenza 1.false comunicazioni che inducono il socio o il terzo allacquisto di azioni a prezzo eccessivo ovvero a non vendere azioni poi risultate prive di valore 2.presentazione in banca di false situazioni patrimoniali per ottenere finanziamenti la responsabilità degli amministratori ha natura extracontrattuale per cui spetterà al socio o al terzo provare il dolo o la colpa degli amministratori oltre al danno procurato

27 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE27 Responsabilità degli amministratori nelle S.p.a. LAZIONE DI RESPONSABILITA del socio e del terzo art. 2395, ultimo comma, c.c. lazione può essere esercitata entro cinque anni dal compimento dellatto che ha pregiudicato il socio o il terzo. Interpretazione più vicina alla giurisprudenza maggioritaria la decorrenza del termine va individuata nel momento in cui si è completata la condotta illecita

28 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE28 Responsabilità degli amministratori nelle S.p.a. LAZIONE DI RESPONSABILITA del socio e del terzo esempio: nel caso di una falsa rappresentazione dei dati contabili per giustificare la necessità di aumento del capitale sociale con ipotesi di conseguente annacquamento delle quote di alcuni soci, il termine di prescrizione decorrerebbe: non dallatto di falsificazione delle scritture non dallatto di sottoscrizione dellaumento del capitale non dalla conoscenza del danno che può essere anche successiva nel tempo ma dal concretizzarsi del comportamento dannoso riconducibile alla pubblicazione del Bilancio (falso)

29 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE29 Responsabilità degli amministratori nelle S.r.l. IL CONTROLLO DEL SOCIO Il sistema del controllo interno nelle SRL si esercita sostanzialmente attraverso due norme: lart. 2476, comma 2°, c.c. in materia di controllo individuale del socio; lart c.c. in materia di controllo legale dei conti; Il diritto di controllo da parte dei soci era comunque riconosciuto anche ante riforma, dal previgente articolo 2489 c.c. e ne esce maggiormente rafforzato dopo la riforma

30 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE30 Responsabilità degli amministratori nelle S.rl. IL CONTROLLO DEL SOCIO Da un punto di vista soggettivo Il vecchio articolo 2489 c.c. Nelle società in cui non esiste il collegio sindacale, ciascun socio ha diritto di avere dagli amministratori notizia dello svolgimento degli affari sociali e di consultare i libri sociali Lart c.c. assicura il controllo individuale del socio anche nelle società ove per obbligo o per autonomia statutaria siano presenti organi di controllo: collegio sindacale e/o revisore Novità: il diritto di ispezione spetta soltanto a quei soci che non siano Partecipi allamministrazione della società

31 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE31 Responsabilità degli amministratori nelle S.r.l. IL CONTROLLO DEL SOCIO Da un punto di vista oggettivo in passato si discuteva se la formulazione utilizzata dallarticolo 2489 si applicasse ai soli libri sociali (quelli del 2421 c.c.) o se invece si potesse estendere anche ai libri contabili (art c.c.) OGGI la riforma ha ampliato la consultazione a tutti i documenti inerenti lamministrazione: libri sociali, libri contabili, contratti, corrispondenza ecc.

32 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE32 Responsabilità degli amministratori nelle S.r.l. IL CONTROLLO DEL SOCIO Casi particolari Soci con particolari diritti di amministrazione (art. 2468, co. 3, c.c.) comproprietà Spetta al rappresentante comune (art. 2468, comma 5, c.c.) pegno Spetta sia al socio che al creditore pignoratizio - salvo diversa disposizione risultante dal titolo o dal provvedimento del giudice usufrutto Spetta sia al nudo proprietario che allusufruttuario - salvo diversa disposizione risultante dal titolo o dal provvedimento del giudice (art. 2471bis con richiamo allarticolo 2352, comma 6, c.c.)

33 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE33 Responsabilità degli amministratori nelle S.r.l. IL CONTROLLO DEL SOCIO Controllo indiretto Larticolo 2476, comma 2, c.c., speculare a quanto previsto per le società di persone dallarticolo 2261 c.c., consente a ciascun socio, non coinvolto nellattività gestoria, di ottenere dagli amministratori informazioni sullo svolgimento degli affari sociali, sia nel corso delle trattative, sia durante laffare, sia ella fase di conclusione dellaffare medesimo le richieste possano essere rivolte: -senza particolari formalità; -senza limiti di tempo; -non soltanto in occasione delle adunanze assembleari ma in qualsiasi momento dellesercizio

34 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE34 Responsabilità degli amministratori nelle S.r.l. IL CONTROLLO DEL SOCIO Controllo diretto attraverso la consultazione sui libri sociali libro soci libro delle decisioni dei soci libro delle decisioni dellorgano amministrativo libro del collegio sindacale e del revisore sui libri contabili libro giornale libro inventari registri IVA registro cespiti ammortizzabili libri del personale

35 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE35 Responsabilità degli amministratori nelle S.r.l. IL CONTROLLO DEL SOCIO Controllo diretto attraverso la consultazione Controllo della documentazione contabile documentazione bancaria fatture emesse e ricevute contratti verbali di accertamento di contestazioni atti giudiziari, contenziosi amministrativi e fiscali pareri professionali corrispondenza Il socio può esercitare il diritto di consultazione personalmente oppure facendosi assistere da professionisti di fiducia o dando loro la delega

36 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE36 Responsabilità degli amministratori nelle S.r.l. IL CONTROLLO DEL SOCIO Richiesta di copia della documentazione consultata L art c.c. nulla dice in merito Unoccasione persa per fare chiarezza ! (Tribunale di Parma 25/10/2004) il Giudice respinge le richieste di ottenere un provvedimento cautelare ex art. 700 cpc. che imponesse allorgano amministrativo di consegnare tutta la documentazione concernente la gestione sociale

37 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE37 Responsabilità degli amministratori nelle S.r.l. IL CONTROLLO DEL SOCIO Il controllo può esercitarsi in qualsiasi giorno lavorativo, negli orari di apertura degli uffici e comunque con modalità non oppressive per la società Cosa significa? Significa che, comunque, si deve operare senza arrecare danni alla Società, nel rispetto dei principi di correttezza (art c.c.) e di buona fede (art c.c.) non pregiudicando il diritto alla riservatezza della società

38 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE38 Responsabilità degli amministratori nelle S.r.l. IL CONTROLLO DEL SOCIO si potrebbe arrivare a sostenere come CORRETTO il comportamento di quella società che si oppone alle continue visite presso gli uffici amministrativi per la consultazione di libri e documenti di ogni genere senza alcuna giustificazione e con criteri che si dimostrano del tutto estranei alla funzione di controllo sulloperato dellorgano amministrativo, volendo essere, invece, forme di ostruzionismo ! Contraria la recente sent. Tribunale di Civitavecchia del 21/04/2004: s.r.l. priva di collegio sindacale il socio ha un diritto potestativo ad esercitare il controllo sulla gestione e la società non può sindacare i motivi sottostanti

39 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE39 Responsabilità degli amministratori nelle S.r.l. IL CONTROLLO DEL SOCIO La derogabilità del diritto di controllo individuale del socio Una ulteriore questione da affrontare concerne la possibilità o meno di derogare, convenzionalmente, i diritti previsti dallarticolo 2476, comma 2, c.c. La dottrina e la giurisprudenza prevalente (vedi Trib. Bari 10/05/2004) condividono linterpretazione secondo cui il diritto di controllo del socio è disciplinato da una norma indisponibile e inderogabile se non in melius

40 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE40 Responsabilità degli amministratori nelle S.r.l. IL CONTROLLO DEL SOCIO Potranno al contrario essere previste statutariamente clausole volte a disciplinare le modalità di esercizio di tali diritti, come ad esempio: indicazione degli orari di accesso divieto di circolare liberamente allinterno degli uffici divieto di fare domande ai dipendenti ecc.

41 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE41 Responsabilità degli amministratori nelle S.r.l. AZIONE DI RESPONSABILITA nelle SRL da pare della società e del socio Gli amministratori sono solidalmente responsabili verso la società dei danni derivanti dallinosservanza dei doveri ad essi imposti dalla legge e dallatto costitutivo per lamministrazione della società. Se la norma la si confronta con lart c.c. per le Spa colpisce la mancanza di ogni riferimento alla diligenza che gli amministratori devono tenere nelladempimento dellincarico ! trova applicazione il criterio generale di cui allarticolo 1176 c.c. come per le Spa

42 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE42 Responsabilità degli amministratori nelle S.r.l. AZIONE DI RESPONSABILITA nelle SRL da pare della società e del socio Trattandosi di responsabilità contrattuale, come per le Spa, spetterà agli amministratori dimostrare di essere esenti da colpa come previsto allart. 2476, 1° comma, c.c.: …..la responsabilità non si estende a quelli che dimostrino di essere esenti da colpa e …… abbiano fatto constare del Proprio dissenso In pratica se latto dannoso è stato compiuto dallamministratore chiamato in giudizio dovrà dimostrare di essere esente da colpa, mentre se è stato posto in essere da altro amministratore dovrà dimostrare di non esserne a conoscenza o di aver fatto constare il proprio dissenso

43 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE43 Responsabilità degli amministratori nelle S.r.l. AZIONE DI RESPONSABILITA nelle SRL da pare della società e del socio Lazione di responsabilità potrà essere azionata dalla società e da ciascun socio; in questo caso il socio si sostituisce nel diritto della società – verificandosi un caso di sostituzione processuale con le conseguenze che abbiamo visto per le Spa: latto di citazione va notificato anche alla Società il socio può vedersi opporre le eccezioni opponibili alla società lazione è diretta a reintegrare il patrimonio sociale e non del singolo il singolo socio ha diritto al rimborso delle spese

44 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE44 Responsabilità degli amministratori nelle S.r.l. AZIONE DI RESPONSABILITA nelle SRL da pare della società e del socio lazione del socio è preclusa nel caso in cui sia la Società ad azionarsi, preventivamente, nei confronti dellamministratore la società potrà decidere di rinunciare allesercizio dellazione ovvero di transigerla con gli amministratori Tale decisione deve essere presa dai soci con la maggioranza di 2/3 del capitale sociale e senza il voto contrario di almeno 1/10 del capitale sociale solo un socio che detenga almeno il 10% potrà esperire lazione senza il rischio di vedersela interrompere da una decisione dei soci !

45 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE45 Responsabilità degli amministratori nelle S.r.l. AZIONE DI RESPONSABILITA nelle SRL AZIONE DEI CREDITORI SOCIALI Nulla si ripropone circa lazione dei creditori sociali ai quali rimane comunque la possibilità di esperire azione di responsabilità extracontrattuale per lesione del credito Basti pensare a quanto disposto allarticolo 2497 c.c. in tema di DIREZIONE E COORDINAMENTO.

46 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE46 Responsabilità degli amministratori nelle S.r.l. AZIONE DI RESPONSABILITA nelle SRL sono altresì solidalmente responsabili con gli amministratori….i soci che hanno intenzionalmente deciso o autorizzato il compimento di atti dannosi per la società, i soci o i terzi il legislatore inquadra come amministrazione di fatto quelle situazioni nelle quali i soci si calano nella gestione Con la differenza che in questo si applica ai soci che abbiano deciso o autorizzato anche un solo affare dannoso.

47 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE47 Responsabilità degli amministratori nelle S.r.l. AZIONE DI RESPONSABILITA nelle SRL La responsabilità è però limitata alle sole decisioni o autorizzazioni che i soci hanno compiuto intenzionalmente e cioè consapevoli della potenzialità dannosa dellatto Quando accade che i soci si calano nella gestione ? I casi sono molteplici e li ritroviamo nel c.c.: è rimessa ai soci la decisione di compiere operazioni che comportano una sostanziale modificazione delloggetto sociale (art. 2479, 2° comma, c.c.) è rimessa ai soci la decisione in ordine ad uno o più atti che uno o più amministratori o tanti soci che rappresentano almeno un terzo del capitale sociale sottopongono alla loro approvazione (art. 2479, 1°comma, c.c.)

48 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE48 Responsabilità degli amministratori nelle S.r.l. AZIONE DI RESPONSABILITA nelle SRL ed in ogni caso in cui lo statuto rinvia alla decisone dei soci anche su materie attinenti la gestione della società (art ° comma c.c.) lattribuzione ai soci di particolari diritti riguardanti lamministrazione della società (art. 2468, 3° comma, c.c.) gli amministratori non si salvano con il solo intervento del Socio, salvo il caso in cui si siano opposti alla decisione

49 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE49 Responsabilità degli amministratori nelle S.r.l. INTERESSI DEGLI AMMINISTRATORI nelle SPA e nelle SRL Nellambito delle SRL larticolo 2475 ter c.c. trova applicazione unicamente nelle ipotesi in cui lamministratore sia portatore di un interesse che si contrapponga a quello della società mentre Nellambito delle SPA Ai sensi dellarticolo 2391 c.c. sarà sufficiente la mera sussistenza di un interesse dellamministratore nelloperazione, anche non qualificabile come in conflitto.

50 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE50 Responsabilità degli amministratori nelle S.r.l. INTERESSI DEGLI AMMINISTRATORI nelle SPA e nelle SRL per le SPA è richiesta la seguente condotta: obbligo di informare preventivamente gli altri amministratori dellinteresse che ha si ha sulloperazione oggetto di decisione; lamministratore delegato deve astenersi dal compiere loperazione (anche se nei poteri della delega) rimettendo la decisione al Consiglio di amministrazione; obbligo di motivare la delibera consiliare in ordine alle ragioni e alla convenienza delloperazione;

51 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE51 Responsabilità degli amministratori nelle S.r.l. INTERESSI DEGLI AMMINISTRATORI nelle SPA e nelle SRL in ambito sanzionatorio, per le SPA: nel caso di inosservanza di tali obblighi: costituisce di per sé giusta causa per la revoca dellamministratore interessato e dellintero consiglio direttivo in assenza di adeguate motivazioni prese da tale organo;

52 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE52 Responsabilità degli amministratori nelle S.r.l. INTERESSI DEGLI AMMINISTRATORI nelle SPA e nelle SRL in ambito sanzionatorio, per le SPA: laccertamento di un danno alla società rende impugnabile la delibera del CDA o del comitato esecutivo che sia stata adottata in assenza di informazione preventiva (sub 1) oppure in difetto di adeguata motivazione (sub 3) oppure con voto determinante dellamministratore interessato diversamente mantenere in essere la decisione presa vale a configurare una grave irregolarità denunciabile ai sensi dellarticolo 2409 c.c. denuncia al tribunale, ed in presenza di un danno effettivo alla società, ai creditori, ai terzi, lamministratori si espone allazione di responsabilità ai sensi del 2392 c.c.

53 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE53 Responsabilità degli amministratori nelle S.r.l. INTERESSI DEGLI AMMINISTRATORI nelle SPA e nelle SRL in ambito sanzionatorio, per le SRL: Per gli amministratori delle SRL la legge non contempla alcun dovere di informazione preventiva, né obblighi di astensione per lamministratore delegato e neppure doveri di adeguata motivazione della relativa deliberazione.

54 30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE54 Responsabilità degli amministratori nelle S.r.l. INTERESSI DEGLI AMMINISTRATORI nelle SPA e nelle SRL in ambito sanzionatorio, per le SRL: Il codice si limita a prevedere: 1) lannullamento dei contratti conclusi dallamministratore in conflitto, se il conflitto era conosciuto o riconoscibile dal terzo (art ter, 1° comma) 2) lannullamento delle decisioni adottate dal consiglio con il voto determinante dellamministratore in conflitto di interessi, il quale presuppone non già il mero danno potenziale, ma un danno effettivo (fatti salvi i diritti acquisiti in buona fede dal terzo in base agli atti compiuti in esecuzione della decisione – art ter c.c.).


Scaricare ppt "30 marzo 2007COMMISSIONE CULTURALE1 Responsabilità degli amministratori nelle S.p.a. art. 2392 c.c. gli amministratori devono adempiere i doveri ad essi."

Presentazioni simili


Annunci Google