La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ADENOCARCINOMA DEL TRATTO GASTRO-ENTERICO (ESOFAGO, STOMACO, COLON, PANCREAS)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ADENOCARCINOMA DEL TRATTO GASTRO-ENTERICO (ESOFAGO, STOMACO, COLON, PANCREAS)"— Transcript della presentazione:

1 ADENOCARCINOMA DEL TRATTO GASTRO-ENTERICO (ESOFAGO, STOMACO, COLON, PANCREAS)

2 ESOFAGO Epidemiologia: 4-8/ Italia 40/ Asia Anatomia Patologica: Istologia: Carcinoma squamoso Adenocarcinoma da Barrett Diffusione: Contiguità Linfaticalinfonodi celiaci, mediastinici, laterocervicali Ematicafegato, ossa, polmoni, cervello

3 ESOFAGO

4 stadiazione INDICAZIONE: TUMORI DELLESOFAGO APPROPRIATA Stadiazione dei tumori dellesofago potenzialmente operabili T staging La sensibilità della 18 F-FDG PET nellidentificazione del tumore primitivo è variabile e dipende da: - Profondità di invasione della parete dellesofago da parte del tumore - Stadio (in particolare, coinvolgimento linfonodale) - Dimensioni 18 F-FDG PET è complementare ad altre tecniche diagnostiche per il T staging possibilità di individuare il tumore prima che risulti evidente alla TC Sensibilità: 50%Specificità: 80% Limiti: valutazione della profondità di invasione nella parete esofagea ed invasione delle strutture adiacenti Bombardieri E. The added value of metabolic imaging with FDG-PET in oesophageal cancer: prognostic role and prediction of response to treatment. Eur J Nucl Med Mol Imaging, 2006 Ott K et al. The importance of PET in the diagnosis and response evaluation of esophageal cancer. Dis Esophagus, 2006

5 stadiazione INDICAZIONE: TUMORI DELLESOFAGO APPROPRIATA N staging Molti studi hanno dimostrato la maggior sensibilità, specificità ed accuratezza diagnostica della 18 F-FDG PET rispetto alla TC nellidentificare linfonodi metastatici Cause di falsi negativi alla 18 F-FDG PET: - linfonodi molto vicini al tumore primitivo (scarsa risoluzione spaziale) - dimensioni ridotte delle mts linfonodali (< 5 mm) - artefatti da peristalsi gastrica - uptake fisiologico di FDG Kato H et al. The incremental effect of positron emission tomography on diagnostic accuracy in the initial staging of esophageal carcinoma. Cancer, 2005 Studio su 149 pz 18 F-FDG PET sensibilità: 55% specificità: 90% accuratezza: 72% Rispetto a TC, incremental value della 18 F-FDG PET in 14 su 98 pz operati: 6 pz FN alla TC VP alla 18 F-FDG PET 6 pz FP alla TC VN alla 18 F-FDG PET 2 pz: alla 18 F-FDG PET scoperti linfonodi cervicali metastatici (oltre a mediastinici e addom)

6 stadiazione INDICAZIONE: TUMORI DELLESOFAGO APPROPRIATA M staging Sensibilità media: 69% (range %) Specificità media: 93% (range %) Incremental value della 18 F-FDG PET rispetto alla TC nella stadiazione iniziale del K esofageo nel 14% dei pz in studio. Alla luce dei risultati dei vari studi condotti sino ad ora, la metodica diagnostica delezione per il corretto staging pre-operatorio del tumore esofageo sembra essere la combinazione di 18 F-FDG PET e TC Kato H et al. The incremental effect of positron emission tomography on diagnostic accuracy in the initial staging of esophageal carcinoma. Cancer, 2005

7 ristadiazione INDICAZIONE: TUMORI DELLESOFAGO POTENZIALMENTE UTILE Valutazione delle sospette recidive Diversi studi dimostrano lutilità della 18 F-FDG PET in caso di sospetta recidiva sensibilità > 90% specificità ~ 70%accuratezza ~ 80% 18 F-FDG PET/TC appare indispensabile quando vi siano dubbi clinici e radiologici di ripresa di malattia capacità di evidenziare e localizzare anche piccole recidive sia nelle aree fibrotiche Iatrogene periesofagee, sia nei linfonodi e negli organi intra ed extratoracici capacità di dimostrare piccole recidive o progressione di malattia nella parete dellesofago In presenza di endoprotesi Fiore D et al. Imaging multimodale del carcinoma dellesofago e del cardias pre- e post-trattamento. Radiol Med, 2006 Kato H et al. Value of positron emission tomography in the diagnosis of recurrent oesophageal carcinoma. Br J Surg, 2004

8 risposta INDICAZIONE: TUMORI DELLESOFAGO POTENZIALMENTE UTILE In diversi studi la 18 F-FDG PET si è dimostrata appropriata nel determinare il corretto iter terapeutico dei pazienti con tumore esofageo Studio condotto su 53 pz 18 F-FDG PET eseguita pre-intervento per valutare la risposta a RT o CT In 19 pz (36%) il risultato dellesame (discordante rispetto al reperto TC) ha influenzato significativamente liter terapeutico. Il risultato PET è stato verificato successivamente (AP o follow-up): CORRETTO nel 79% dei casi Follow-up mediano: 19 mesi (range 1-52 mesi) Conferma dell importante valore prognostico dellesame PET effettuato dopo terapia neoadiuvante - Pz con risposta metabolica completa durata media di sopravvivenza: 45 mesi - Pz con risposta metabolica parziale durata media di sopravvivenza: 20 mesi - Pz non responders durata media di sopravvivenza: 4 mesi Cuong P Duong et al. FDG-PET status following chemoradiotherapy provides high management impact and powerful prognostic stratification in oesophageal cancer. Eur J Nucl Med Mol Imaging, 2006

9 ESOFAGO LIMITI: nella valutazione di: - diffusione locale di malattia per contiguità - linfonodi perilesionali Stadiazione di lesione esofagea potenzialmente operabile

10 ESOFAGO Linfonodi celiaci VANTAGGI: nella valutazione di interessamento linfonodale non perilesionale

11 Linfonodo mediastinico ESOFAGO Esclusione dell'approccio chirurgico

12 STOMACO Epidemiologia: in diminuzione Toscana ed Emilia Romagna sono le regioni con il più alto numero di tumori gastrici: 70/ Anatomia Patologica: 90% Adenocarcinoma Papillare/Tubulare/Mucinoso/a cellule ad anello con castone 10% K Squamoso, Indifferenziato, Linfomi, Malt, Gist Diffusione: Contiguità Linfatica Ematica encefalo, fegato, polmone Peritoneale Krukember

13 STOMACO

14 stadiazione INDICAZIONE: TUMORI DELLO STOMACO POTENZIALMENTE UTILE Completamento di staging pre-chirurgico in pazienti potenzialmente operabili con intento radicale T staging La sensibilità della 18 F-FDG PET nellidentificazione del tumore primitivo è variabile e dipende da: - Istotipo - Modalità di crescita microscopica (sec. Lauren) - Stadio - Dimensioni In particolare, bassa sensibilità in caso di: - adenocarcinoma (K mucinoso, K a cellule ad anello con castone, poco diff.) - crescita diffusa (non intestinal growth) - early gastric cancer - dimensioni < 30 mm Sensibilità media: 60% Sensibilità in K con crescita diffusa: 41% Stahl A et al. FDG PET imaging of locally advanced gastric carcinomas: correlation with endoscopic and histopathological findings. Eur J Nucl Med Mol Imaging, 2003

15 stadiazione INDICAZIONE: TUMORI DELLO STOMACO POTENZIALMENTE UTILE N staging 18 F-FDG PET meno sensibile della TC nellidentificare metastasi nei linfonodi perigastrici (scarsa risoluzione spaziale) Per lidentificazione di linfonodi metastatici più distanti dal tumore primitivo la 18 F-FDG PET mostra sensibilità, specificità ed accuratezza diagnostica non significativamente differenti da TC Yun M et al. Lymph node staging of gastric cancer using 18 F-FDG PET: a comparison study with CT. J Nucl Med, 2005 Linfonodi gruppo N2 (lungo art. gastrica sx, art. epatica comune, art. celiaca, art. splenica) 18 F-FDG PETTC Sensibilità34%44% Specificità96%86% Accuratezza 72%69% Linfonodi gruppo N3 (legamento epatoduodenale, art. retropancreatica, art. mesenterica) 18 F-FDG PET e TC Sensibilità50% Specificità99% Accuratezza 95%

16 stadiazione INDICAZIONE: TUMORI DELLO STOMACO POTENZIALMENTE UTILE M staging Il maggior vantaggio della FDG-PET rispetto alle tecniche di imaging convenzionali consiste nella sua capacità di identificare metastasi a distanza situate in organi solidi (fegato, polmoni, surreni, ovaie) E dimostrato che la FDG-PET è la tecnica di imaging non invasiva più sensibile per lidentificazione di metastasi epatiche da tumori del tratto gastro-intestinale Kinkel K et al. Detection of hepatic metastases from cancers of the gastrointestinal tract by using noninvasive imaging methods (US, CT, MR imaging, PET): a meta-analysis. Radiology, 2002 A pari specificità (> 85%) FDG-PETCTRMNECO Sensibilità media 95%72%76%55%

17 ristadiazione INDICAZIONE: TUMORI DELLO STOMACO POTENZIALMENTE UTILE Ristadiazione in pazienti potenzialmente operabili con sospetto di ripresa di malattia e radiologia dubbia o negativa 18 F-FDG PET, in quanto metodica di imaging funzionale, può essere utile per la caratterizzazione metabolica di lesioni di dubbia interpretazione rilevate alla TC, specie in presenza di anatomia sovvertita da precedenti interventi chirurgici ed in sede di anastomosi. Sensibilità: 70%Specificità: 69%VPN: 60% Limiti della metodica: - istotipi poco captanti FDG -(adenoca mucinoso, a cellule ad anello con castone, scarsamente differenziato) - piccoli noduli peritoneali (scarsa risoluzione spaziale) - captazione peritoneale fisiologica (ampiamente variabile da individuo a individuo) De Potter T et al. Whole-body PET with FDG for the diagnosis of recurrent gastric cancer. Eur J Nucl Med, 2003

18 follow-up INDICAZIONE: TUMORI DELLO STOMACO INAPPROPRIATA De Potter T et al. Whole-body PET with FDG for the diagnosis of recurrent gastric cancer. Eur J Nucl Med, 2003 Follow-up con 18 FDG PET non appropriato nel K gastrico operato La scarsa accuratezza diagnostica della metodica (70%) non la rende idonea al follow-up dei pazienti operati per carcinoma gastrico La bassa sensibilità (70%) e il basso valore predittivo negativo (60%) della 18 FDG PET la rendono una metodica non cost-effective per il monitoraggio nel tempo dei pazienti trattati

19 STOMACO Krukember

20 STOMACO Lesione primitiva

21 STOMACO Linfonodi retroperitoneali

22 STOMACO Linfonodi retroperitoneali

23 STOMACO LIMITI:nella valutazione di estensione locoregionale nella valutazione di stazioni linfonodali perilesionali nell'istotipo a cellule ad anello con castone VANTAGGI: nell'esclusione di malattia a distanza

24 COLON-RETTO Epidemiologia : In Italia il rischio di avere una diagnosi di tumore del colon-retto nel corso della vita (fra 0 e 74 anni) è di 50,9 fra i maschi e di 31,3 fra le femmine Anatomia Patologica: Adenocarcinomi, tra cui rare forme mucinose, a cellule ad anello con castone, squamocellulari e le forme indifferenziate Diffusione: Contiguità Linfatica Ematica fegato, polmone, scheletro Peritoneale propagazione endocavitaria

25 COLON-RETTO

26

27 ristadiazione INDICAZIONE: TUMORI DEL COLON-RETTO APPROPRIATA Ristadiazione in pazienti con sospetto laboratoristico e/o reperti di diagnostica per immagini dubbi o negativi RECIDIVA LOCALE TC non molto accurata per la diagnosi precoce di recidiva locale, a causa dellanatomia alterata dallintervento chirurgico Selzner et al.: sensibilità CT: 53% vs sensibilità 18 F-FDG PET: 93% METASTASI LINFONODALI Linfonodi addominali coinvolti dalla malattia sono spesso di dimensioni < 1 cm. Questo spiega la scarsa sensibilità della TC. Kantorova et al.: la 18 F-FDG PET è spesso in grado di individuare alcune di queste piccole mts; la sua sensibilità risulta comunque bassa (29%), ma alta specificità (88%). Vogel WV et al. Colorectal cancer: the role of PET/CT in recurrence. Cancer Imaging, 2005

28 CT FDG-PET FUSION Ristadiazione per sospetta recidiva loco-regionale

29 Pregresso adenocarcinoma del colon aumento del CEA

30 T Whiteford MH et al, Colon Rectum 2000 Doerr RJ et al, Radiology 1998 Kantorova I et al, JNM 2003 Bassa risoluzione: no informazioni su invasione locale Falsi positivi in caso di: (sospetta lesione sincrona) malattie infiammatorie intestinali polipi Falsi negativi in caso di: tumori < 1cm istotipi mucinosi COLON-RETTO STADIAZIONE

31 N Sensibilità PET nei linfonodi addomino-pellici Doerr RJ et al, Radiology 1998 Kantorova I et al, JNM 2003 COLON-RETTO STADIAZIONE PET78- 88% TC38- 67% US25%

32 PET 59% TC62% Tuttavia tali valori non sono confermati da altri studi: Ridotta sensibiltà della PET nell'identificazione di linfonodi metatastatici adiacenti alla lesione primitiva Furukawa H, Gut, 2006 COLON-RETTO STADIAZIONE N

33 Donna, 73 anni Pregresso k mammario Nuova diagnosi di Adenocarcinoma del retto (G2)

34

35 Donna, 71 anni Adenocarcinoma retto distale

36 Valutazione resecabilità mts epatiche The changes in the clinical management (%) of colorectal liver metastases are charted on a patient basis for each study and for all studies combined 25% Wiering B., Cancer 2005 M COLON-RETTO STADIAZIONE

37 TC evidenziava due aree ipodense sospette per natura secondaria

38 COLON-RETTO Completamento di stadiazione adenocarcinoma del sigma

39 COLON-RETTO Conferma di lesione epatica sospetta Assenza di altre lesioni Potenzialmente trattabile con termoablazione mediante radiofrequenze

40 PANCREAS Epidemiologi: Anatomia Patologica: Diffusione: 17/ Adenocarcinoma Cistoadenocarcinoma Contiguità: 70% si sviluppa nella testa Linfatica Ematica

41 PANCREAS

42 LIMITI Nella caratterizzazione metabolica di lesione pancreatica di sospetta natura discariocinetica Falsi negativi:Bassa sensibilità nei carcinoidi movimento respiratorio Falsi positivi:pancreatite PANCREAS

43 Caratterizzazione metabolica di lesione pancreatica di ndd adenocarcinoma

44 PANCREAS Caratterizzazione metabolica di lesione pancreatica di ndd Cisti

45 Concludendo… La PET/TC con FDG trova molte e consolidate applicazioni nellambito ei tumori del tratto gastro-enterico Lutilizzo di questa metodica impatta sul management dei pazienti influendo sulla prognosi


Scaricare ppt "ADENOCARCINOMA DEL TRATTO GASTRO-ENTERICO (ESOFAGO, STOMACO, COLON, PANCREAS)"

Presentazioni simili


Annunci Google