La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Attenzione, si inizia….. III FORUM dello Sviluppo Locale Lucca 19 – 20 settembre 2005 Palazzo Ducale Lucca.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Attenzione, si inizia….. III FORUM dello Sviluppo Locale Lucca 19 – 20 settembre 2005 Palazzo Ducale Lucca."— Transcript della presentazione:

1 Attenzione, si inizia….

2 III FORUM dello Sviluppo Locale Lucca 19 – 20 settembre 2005 Palazzo Ducale Lucca

3 LE-GOVERNMENT NELLA P.A. ANTONIO LE DONNE Segretario generale e Direttore generale Comune di Capannori (LU)

4 Quali sono caratteristiche del contesto esterno che hanno indotto il cambiamento della Pubblica Amministrazione negli ultimi quindici anni?

5 - Maggiore consapevolezza dei diritti di cittadinanza - Limitatezza strutturale delle risorse finanziarie - Maggiore virulenza delle problematiche sociali globalizzate

6 - Più intenso processo di obsolescenza delle soluzioni tecniche e organizzative - Importanza del fattore umano e del fattore conoscenza

7 Linnovazione nellorganizzazione della PA è dunque ineludibile è in questo processo che si inserisce le-government

8 LE-GOVERNMENT È Il processo di trasformazione delle relazioni interne ed esterne della pubblica amministrazione attraverso lutilizzo delle tecnologie informatiche e di comunicazione Rapporto sullinnovazione e sulle tecnologie digitali in Italia 2003

9 LE-GOVERNMENT SERVE a ottimizzare lerogazione dei servizi a incrementare la partecipazione di cittadini e imprese a migliorare la capacità di governo della stessa PA Rapporto sullinnovazione e sulle tecnologie digitali in Italia 2003

10 Sempre più le-government si presenta come punto di partenza come condizione abilitante per lo sviluppo delle strategie di innovazione a più ampio raggio che riguardano linsieme della società e del sistema economico Secondo rapporto sullinnovazione nelle Regioni dItalia (2004)

11 - interconnessione - modalità di erogazione servizi su canale telematico - strumenti e modalità di accesso ai servizi erogati su canale telematico - requisiti per garantire la sicurezza dei servizi on–line VISIONE CONDIVISA 26/11/2003 Conferenza unificata Le-Government nelle Regioni e negli Enti locali

12 - architetture per linteroperabilità dei servizi on–line - sistemi federati e riuso delle soluzioni - strutture di cooperazione per lattuazione delle–government VISIONE CONDIVISA 26/11/2003 Conferenza unificata Le-Government nelle Regioni e negli Enti locali

13 SVILUPPI FUTURI dalla logica della riforma delle leggi alla logica della riforma dei processi lattenzione dei decisori strategici si sposta da chi fa che cosa a come si fa che cosa

14 ...dalla concezione tradizionale di sistema informatico a quella di sistema informativo consistente in un flusso di informazioni continuo e pluridirezionale finalizzato a fornire il supporto conoscitivo alle attività decisionali Direttiva Presidente Consiglio dei Ministri

15 Il sistema informatico senza progetto informativo non ha testa e il sistema informativo senza informatica non ha gambe

16 Secondo il DPR 445/2000 ogni PA in base alla propria situazione organizzativa e tecnologica può adottare uno o più approcci Nucleo minimo Gestione documentale Workflow procedimentale

17 IL NUCLEO MINIMO (1° livello) registrazione dei documenti e loro organizzazione con adeguato software nel sistema documentario Parola dordine: Il documento esiste

18 NUCLEO MINIMO - prende in considerazione solamente i documenti protocollati - consente laccesso in via informatica alle informazioni relative ai documenti ma non ai documenti stessi

19 GESTIONE DOCUMENTALE (2° livello) consiste nella acquisizione ottica dei documenti Parola dordine: Il documento esiste ed è visibile

20 GESTIONE DOCUMENTALE - riguarda tutti i documenti non solo quelli protocollati - consente laccesso ai documenti ma non consente ancora una piena e univoca connessione tra il documento e il procedimento amministrativo

21 GESTIONE PROCEDIMENTALE (3° livello, workflow) informatizzazione dei processi relativi ai flussi documentali integrazione con gli eventuali workflow relativi ai processi primari Parola dordine: Il documento esiste è visibile e azionabile

22 GESTIONE PROCEDIMENTALE - riguarda tutti i documenti (anche relativi agli iter di processo) - consente laccesso in via informatica agli iter di processo sia dallinterno sia dallesterno

23 FILOSOFIA DEL PROGETTO in particolare la gestione procedimentale Linformatizzazione integrale dei procedimenti si fonda su tre processi Oggettivizzazione Procedimentalizzazione Multicanalità

24 DINAMICA DIPENDENTE-ENTE (primo processo interno) attua loggettivizzazione del sapere comunale attraverso il trasferimento delle conoscenze dei dipendenti al database del sistema

25 DINAMICA ENTE-DIPENDENTE (secondo processo interno) su tale sapere oggettivizzato agisce la procedimentalizzazione atomatizzata guida giornaliera al lavoro degli operatori

26 DINAMICA ENTE+DIPENDENTE - UTENTE (processo esterno) attivazione di un flusso bidirezionale che supera i confini dellEnte gli interlocutori esterni interagiscono con lEnte pubblico mediante la multicanalità

27 VANTAGGI DELLE-GOVERNMENT - protocollo informatico (nucleo minimo) - digitalizzazione di tutti i futuri archivi (acquisizione ottica) - firma digitale - interoperabilità tra le PA

28 VANTAGGI DELLE-GOVERNMENT - assistenza al controllo strategico e al controllo direzionale - accesso alle informazioni e avvio delle procedure da casa attraverso la multicanalità

29 LE-GOVERNMENT NELLA PA ANTONIO LE DONNE Segretario generale e direttore generale Comune di Capannori (LU)


Scaricare ppt "Attenzione, si inizia….. III FORUM dello Sviluppo Locale Lucca 19 – 20 settembre 2005 Palazzo Ducale Lucca."

Presentazioni simili


Annunci Google