La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CFP, 11-13 MARZO 2005 AREA 4:Sistema politico e politiche pubbliche nellItalia che cambia MODULO 4:Culture politiche, identità e nuove fratture sociali.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CFP, 11-13 MARZO 2005 AREA 4:Sistema politico e politiche pubbliche nellItalia che cambia MODULO 4:Culture politiche, identità e nuove fratture sociali."— Transcript della presentazione:

1 CFP, MARZO 2005 AREA 4:Sistema politico e politiche pubbliche nellItalia che cambia MODULO 4:Culture politiche, identità e nuove fratture sociali nella fase di transizione: quale bipolarismo in Italia? MODULO 4:Culture politiche, identità e nuove fratture sociali nella fase di transizione: quale bipolarismo in Italia? di Nicola Pasini e Luciano Fasano

2 Democrazia competitiva e sistema politico italiano Transizione tuttora incompiuta Transizione tuttora incompiuta Democrazia competitiva? Alternanza di governo sì, valori condivisi no Democrazia competitiva? Alternanza di governo sì, valori condivisi no Struttura attuale: bipolare Struttura attuale: bipolare Legge elettorale (maggioritario con effetti proporzionali che … si mantengono) Legge elettorale (maggioritario con effetti proporzionali che … si mantengono) Aspettative dellelettorato e adattamento partitico > divergenza di meccanismi Aspettative dellelettorato e adattamento partitico > divergenza di meccanismi

3 Domanda e offerta politica al bivio Frammentazione strutturale Frammentazione strutturale i cleavages (passato e presente) e il loro «effetto» sulle coalizioni i cleavages (passato e presente) e il loro «effetto» sulle coalizioni continuum destra/sinistra (cosa cambia) continuum destra/sinistra (cosa cambia) la nuova dimensione liberalismo/comunitarismo la nuova dimensione liberalismo/comunitarismo Le strategie di adattamento dei partiti: verso che tipo di bipolarismo? Le strategie di adattamento dei partiti: verso che tipo di bipolarismo?

4 Cultura politica e programmi

5

6 Proporzionalizzazione dei collegi maggioritari Tra il 1994 e il 2001 … Tra il 1994 e il 2001 … Riduzione numero schieramenti, diminuzione numero liste proporzionali che prendono seggi Le liste civetta del 2001 (seggi compl.): Le liste civetta del 2001 (seggi compl.): 1. Abolizione Scorporo (Casa delle Libertà) 90% 2. Paese Nuovo (Ulivo) 53,2%

7 Le liste civetta

8 Il bilancio delle liste civetta Ds e Margherita 91,3% seggi assegnati Ds e Margherita 91,3% seggi assegnati Forza Italia 47,6% seggi assegnati Forza Italia 47,6% seggi assegnati Alleanza Nazionale (25,4%), UDC (15,2%), Lega Nord (10,5%) … quindi le liste minori del centro-destra si vedono riconoscere più seggi di quelle del centro-sinistra Alleanza Nazionale (25,4%), UDC (15,2%), Lega Nord (10,5%) … quindi le liste minori del centro-destra si vedono riconoscere più seggi di quelle del centro-sinistra

9 Attribuzione seggi maggioritari

10 Il bilancio dei seggi maggioritari 78% = DS (48,4%) + Margherita (29,3%) 78% = DS (48,4%) + Margherita (29,3%) forze minori: 22,3% (PDCI 12%) forze minori: 22,3% (PDCI 12%) 75,3% (AN + Forza Italia); FI 48,3% 75,3% (AN + Forza Italia); FI 48,3% (Lega Nord + UDC) = 24,7%. (Lega Nord + UDC) = 24,7%.

11 Proporzionalizzazione dellarena maggioritaria … oppure no? Esito non scontato: legge maggioritaria a turno unico (plurality) + elevata frammentazione politica Esito non scontato: legge maggioritaria a turno unico (plurality) + elevata frammentazione politica Se vi sono partiti refrattari al maggioritario (quelli minori) non dispersi nei collegi Se vi sono partiti refrattari al maggioritario (quelli minori) non dispersi nei collegi Potere di ricatto dei più piccoli nei collegi marginali Potere di ricatto dei più piccoli nei collegi marginali

12 Proporzionalizzazione dellarena maggioritaria … oppure no? Tesi: proporzionalizzato dalla politica delle alleanze, il maggioritario partorisce così il paradosso del bipolarismo frammentato [Di Virgilio, 2004] falso Tesi: proporzionalizzato dalla politica delle alleanze, il maggioritario partorisce così il paradosso del bipolarismo frammentato [Di Virgilio, 2004] falso Frammentazione politica>elevato numero di partiti>sistema elettorale maggioritario a turno unico>partiti piccoli: strutturati e diffusi nei collegi, necessari per vincere>la pressione maggioritaria della legge non è efficace … bipolarismo ANATRA ZOPPA Frammentazione politica>elevato numero di partiti>sistema elettorale maggioritario a turno unico>partiti piccoli: strutturati e diffusi nei collegi, necessari per vincere>la pressione maggioritaria della legge non è efficace … bipolarismo ANATRA ZOPPA

13 Offerta politica 1994, 1996, 2001 Si riduce il numero delle coalizioni concorrenti: 4 (3), 2, 2 Si riduce il numero delle coalizioni concorrenti: 4 (3), 2, 2 Aumenta il numero delle forze politiche non coalizzate: 0, 2, 5 Aumenta il numero delle forze politiche non coalizzate: 0, 2, 5 Diminuiscono le liste proporzionali che ottengono seggi: 7, 8, 5 Diminuiscono le liste proporzionali che ottengono seggi: 7, 8, 5

14 I regolamenti parlamentari La composizione numerica dei gruppi alla Camera dei Deputati (20, 10 nel misto) e al Senato della Repubblica (10, 5 in deroga) La composizione numerica dei gruppi alla Camera dei Deputati (20, 10 nel misto) e al Senato della Repubblica (10, 5 in deroga) La composizione numerica del Gruppo misto e le sue prerogative istituzionali La composizione numerica del Gruppo misto e le sue prerogative istituzionali La fioritura dei gruppi parlamentari e dei sottogruppi del gruppo misto La fioritura dei gruppi parlamentari e dei sottogruppi del gruppo misto

15 Regolamento Senato Presentazione di liste in almeno 15 regioni Presentazione di liste in almeno 15 regioni Conquista di seggi in almeno 3 regioni Conquista di seggi in almeno 3 regioni Numero minimo 5 senatori per costituire un gruppo Numero minimo 5 senatori per costituire un gruppo

16 Regolamento Camera Presenza di propri candidati in almeno venti collegi Presenza di propri candidati in almeno venti collegi Conquista di almeno un seggio in un collegio Conquista di almeno un seggio in un collegio Ottenimento di non meno di 300 mila voti Ottenimento di non meno di 300 mila voti

17 La forza del precedente Fine della XI Legislatura: alcuni deputati costituiscono il gruppo del CCD Fine della XI Legislatura: alcuni deputati costituiscono il gruppo del CCD DALLA formazione esterna allarena parlamentare (DC, PCI, PSI, PPI di Sturzo) DALLA formazione esterna allarena parlamentare (DC, PCI, PSI, PPI di Sturzo) ALLA formazione interna allarena parlamentare (CCD, Rinnovamento Italiano, PDCI/PRC, UDR) ALLA formazione interna allarena parlamentare (CCD, Rinnovamento Italiano, PDCI/PRC, UDR)

18 Gruppi e Regolamenti 13 giugno giugno 2001 Delibera della Giunta per il Regolamento della Camera PRC (11 deputati) fa Gruppo Delibera della Giunta per il Regolamento della Camera PRC (11 deputati) fa Gruppo Principio invocabile solo a inizio Legislatura Principio invocabile solo a inizio Legislatura Partiti stabilmente organizzati sul territorio Partiti stabilmente organizzati sul territorio Liste presentate in larga parte del paese Liste presentate in larga parte del paese

19 Dieci anni di maggioritario allinsegna della sopravvivenza Vincere le elezioni con coalizioni a gradi di omogeneità variabile sul piano programmatico Vincere le elezioni con coalizioni a gradi di omogeneità variabile sul piano programmatico Fratture sub-coalizionali Fratture sub-coalizionali Sopravvivenza partiti minori (sede parlamentare): aggiramento regola elettorale Sopravvivenza partiti minori (sede parlamentare): aggiramento regola elettorale Esito: aumento della frammentazione Esito: aumento della frammentazione


Scaricare ppt "CFP, 11-13 MARZO 2005 AREA 4:Sistema politico e politiche pubbliche nellItalia che cambia MODULO 4:Culture politiche, identità e nuove fratture sociali."

Presentazioni simili


Annunci Google