La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Conferenza sulla multimedialità Dispensa Web preparata per una Confernza sulla Multimedialità presso lIstituto Tecnico Industriale Galilei Ente organizzatore:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Conferenza sulla multimedialità Dispensa Web preparata per una Confernza sulla Multimedialità presso lIstituto Tecnico Industriale Galilei Ente organizzatore:"— Transcript della presentazione:

1

2 Conferenza sulla multimedialità Dispensa Web preparata per una Confernza sulla Multimedialità presso lIstituto Tecnico Industriale Galilei Ente organizzatore: Provveditorato di Roma - ITIS Di Vittorio

3 Introduzione zLa multimedialità oggiLa multimedialità oggi zIl progetto multimedialeIl progetto multimediale zGli attori del progettoGli attori del progetto zVerifica, presentazione e nuove versioniVerifica, presentazione e nuove versioni z Software e hardwareSoftware e hardware zfinefine

4 Cinema, televisione, radio, persino i giornali sono diventati multimediali, oltre naturalmente i pc. In verità la multimedialità, come strumento di comunicazione che combina più media, possiamo dire che viene usata da sempre. Dai geroglifici egizi alla colonna traiana, ai segnali stradali. Ma è con lultima generazione di pc e soprattutto con lesplosione di Internet che tutto diventa multimediale. Internet non si accontenta di trasferirci informazioni scritte, ma anche suoni, la musica mp3 ecc., i filmati, qualcuno pensa anche gli odori. Esisterà un unico canale da cui far passare qualsiasi media. E tutto divenne multimediale

5 Prima di accingersi a sviluppare un prodotto, è bene definire obiettivi, target e soprattutto stendere lo story board. Nello story board definiamo il canovaccio del prodotto attraverso un processo che definiamo dal semplice al complesso. Un po come le matrioske, definisco i vari livelli e le relazioni che si devono instaurare.matrioske, Lo schema si può modificare successivamente. Questo può comportare la rivisitazione dellintero progetto, soprattutto se si modificano le relazioni fra i vari livelli. Unidea da sviluppare

6 home 1° soggetto 2° soggetto 3° soggetto 2° fav 3° fav1° fav 2° fav 1° fav suoni sfondo Uno schema semplice

7 Hardware: PC multimediale, con scheda sonora, scheda grafica AV, per acquisire o esportare immagini e video, eventuale rete LAN; telecamera digitale; scanner; stampante a colore; modem per collegamento ad Internet. Software: (la scelta è ampia, dal più semplice al più complesso): PowerPoint; Word; Action; Toolbook; Media studio; Avid; Premiere; Photoshop; Corel draw, ecc.. Per sviluppare prodotti per Internet: Frontpage; ASP; Jscript; Java; Dreammware; Perl; altri editor web. Lo stato dellarte

8 Sommariamente, finora abbiamo usato la scrittura come strumento principe nella formazione, anche nelle scuole elementari, alla quale, soprattutto negli ultimi anni, si sono affiancati altri strumenti come il disegno, materiali di diversa natura, losservazione empirica di fenomeni naturali o artistici. Riflettendoci sopra, possiamo constatare che finora, in unazione formativa, un media prevale sugli altri: la scrittura o il disegno o loggetto. In un prodotto multimediale questi media interagiscono, devono essere combinati fra di loro. E non è sufficiente luso di strumentazione multimediale perché ciò avvenga. Perché multimediale

9 Chiunque ha le idee chiare ed è disponibile a lavorare in team. Quali sono le fasi per arrivare ad un prodotto multimediale. 1. Definire lo o gli obiettivi; 2. Costituire un team (preferibilmente) 3. Raccogliere il materiale attraverso un lavoro di ricerca; 4. Definire lo story board; 5. Dividere il lavoro nel team e individuare un coordinatore (projet manager), individuare le altre figure: chi si occupa di grafica, chi scrive i testi, chi sviluppa il software, chi fa la verifica (testa il prodotto). In queste attività possono benissimo essere coinvolti gli allievi. Gli attori del progetto

10 La verifica non si può soffermare solo nella correzione dei testi o nel giudizio dei grafici, suoni o video, ma anche nella correttezza dei link, delle relazioni che si sono create fra i vari oggetti e pagine del prodotto. La presentazione deve interessare gli aspetti salienti del progetto ed eventualmente approfondire alcuni aspetti che possono interessare luditorio. Aver impostato bene il progetto, favorisce eventuali nuove versioni migliorative del prodotto. Verifica, presentazione e nuove versioni

11 fine


Scaricare ppt "Conferenza sulla multimedialità Dispensa Web preparata per una Confernza sulla Multimedialità presso lIstituto Tecnico Industriale Galilei Ente organizzatore:"

Presentazioni simili


Annunci Google