La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Comunicazione Aumentativa Alternativa PAOLA MERONI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Comunicazione Aumentativa Alternativa PAOLA MERONI."— Transcript della presentazione:

1 Comunicazione Aumentativa Alternativa PAOLA MERONI

2 Le esigenze : -studiare e fornire soluzioni che facilitino linterazione tra il bambino ed il suo ambiente di vita: favorire la comunicazione con tutti in ogni momento della giornata; -compensare gravi disordini espressivi attraverso soluzioni comunicative immediatamente utili, di facile apprendimento; - Sviluppare nellalunno un efficace sistema personale convenzionale di comunicazione globale che comprenda la verbalità residua, le modalità naturali e speciali.

3 A CHI SI RIVOLGE: Il progetto si rivolge ad alunni della scuola con disabilità complessa che presentano una produzione verbale non adeguata che limita ed impedisce una comunicazione efficace ed utile alle esigenze di vita personale.

4 OBIETTIVO: permettere a persone con gravi disordini della comunicazione nelle aree del linguaggio orale e/o scritto e con gravi disabilità fisiche e/o intellettive di comunicare ed interagire efficacemente allo scopo di ottenere una reale integrazione nella società - individuazione delle esigenze comunicative degli alunni (assestment dinamico); - recupero, valorizzazione ed incremento delle diverse abilità possedute in ambito di relazione e di comunicazione: - potenziamento e consolidamento del linguaggio verbale posseduto; - offerta di modalità aumentative/alternative di comunicazione; - offerta di strumenti e modalità facilitanti la comunicazione: materiale visivo/tattile (oggetti, fotografie, figure, pittogrammi, simboli), ausili tecnologici (VOCA, computer); offerta di strumentazione che favorisca e faciliti la navigazione in rete (NavigAbile).

5 Lintervento di CAA si caratterizza, per ogni alunno, da un primo momento di assestment dinamico, a cui segue una progettazione specifica ed un intervento mirato. Durante lassestment si vanno ad osservare e rilevare abilità, bisogni e difficoltà di comunicazione che lalunno incontra nellinterazione e si individuano le soluzioni più idonee per facilitare lespressione alla luce anche delle abilità motorie, sensoriali, cognitive, di attenzione e memoria possedute. Nello studiare le soluzioni si concentra lattenzione sulla vita quotidiana dellalunno, sulla rete di relazioni, sui bisogni comunicativi. Il percorso progettato per ogni alunno è personalizzato e mirato. Si forniscono strumenti ed ausili specifici, adattati alle personali esigenze.

6 Durante lanno scolastico si procede, con interventi ed uso di materiali ed ausili specifici, alla strutturazione e al consolidamento di un codice comunicativo convenzionale che può essere organizzato in singoli simboli (oggettuali e cartacei), in tabelle di comunicazione personale, in tabelle di comunicazione tematiche, in quaderni di comunicazione a seconda dellutente.

7 I possibili obiettivi specifici dellintervento, visti nellottica di un continuum educativo, sono il raggiungimento di competenze nellespressione di: approvazione/disapprovazione, accettazione/rifiuto, SI/NO, ancora/basta, scelte, bisogni/desideri, stati danimo, esperienze, domande, spiegazioni, racconti, riflessioni, commenti.


Scaricare ppt "Comunicazione Aumentativa Alternativa PAOLA MERONI."

Presentazioni simili


Annunci Google