La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Percorsi di apprendimento e valutazione degli alunni NAI Udine, 23 maggio 2011 Elio Gilberto Bettinelli.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Percorsi di apprendimento e valutazione degli alunni NAI Udine, 23 maggio 2011 Elio Gilberto Bettinelli."— Transcript della presentazione:

1 Percorsi di apprendimento e valutazione degli alunni NAI Udine, 23 maggio 2011 Elio Gilberto Bettinelli

2 Nella.s. 2009/ alunni CNI provenienti dallestero (NAI) alunni CNI entranti per al prima volta nella scuola italiana*; di essi oltre nella S.P. ; quasi nella SS1° * nella.s. 2008/2009 sono stati

3 CICNI SP0,42.3 SS1°4,311,1 SS 2°9,413,4 Percentuali di bocciati nelle classi prime

4 Percentuali di alunni in ritardo scolastico CICNI SP1,919,3 SS1°8,149,2 SS2°25,171,3

5 Le problematiche nei percorsi scolastici degli alunni NAI (dal punto di vista di insegnanti e scuole) Non conoscenza dei livelli (competenze, abilità e conoscenze) degli alunni in ingresso Sfasatura fra percorsi personali e obiettivi standard previsti per la classe La difficoltà di realizzare percorsi personali La normativa sulla valutazione che non considera le specificità degli alunni NAI L esame di stato come passaggio obbligato – forche caudine

6 Le criticità: una visione sistemica tripolare

7 Alunni NAI: sfide e compiti Il piano relazionale e affettivo La dimensione identitaria e culturale Il mestiere di alunno ( acculturazione/inculturazione, socializzazione …) Gli apprendimenti

8

9 le sfide nellapprendere lItaliano L2 la competenza linguistico-comunicativa ITALBASE leggere e scrivere in italiano competenze linguistiche necessarie per imparare a scuola: ITALSTUDIO Riflessione linguistica

10 Piani personali transitori

11 Interventi propedeutici Moduli e corsi intensivi estivi e a settembre in parziale sovrapposizione con lavvio delle lezioni Interventi a supporto durante la.s. in tre fasi - Accoglienza Italbase in laboratori linguistici - Fase ponte Italbase e avvio Italstudio in lab. Linguistico - Terza fase Italstudio. Facilitazione in classe e sostegni in parallelo Interventi in parallelo - doposcuola, tutoring, moduli brevi …

12 Adattamento dei programmi di insegnamento (DPR 31 agosto 1999 n. 394) e piani personali

13 La valutazione

14 Tipologie di valutazione Idiografica Normativa, (parametro standardizzato, parametro relativo) Criteriale

15 pedagogica didattica relazionale burocratica Le funzioni della valutazione

16 Come possiamo far sì che listanza pedagogica e formativa che sorregge la scelta dei percorsi personali sia presente anche nella valutazione? In che misura essa trova spazio nelle norme ?

17 Riferimenti normativi generali DPR 275/99 (art.1 comma 2) regolamento sullautonomia delle istituzioni scolastiche DPR 122/09 regolamento sulla valutazione Legge 169 del 30/10/09 (art. 2 e 3)

18 Riferimenti normativi specifici per alunni stranieri DPR 31 agosto 1999 n. 394, art. 45 Iscrizione scolastica. Iscrizione e assegnazione alla classi. Adattamento dei programmi di insegnamento. Rapporti scuola-famiglia. Linee guida per laccoglienza e lintegrazione degli alunni stranieri (marzo 2006). Iscrizione alle scuole secondarie di 2° grado. Piani personali. Valutazione La via italiana per la scuola interculturale e lintegrazione degli alunni stranieri (ottobre 2007). Atto di indirizzo 8/9/09, punto 1.3. interventi intensivi bei confronti degli stranieri, la loro accoglienza e il loro equilibrato inserimento nella scuola.

19 Il collegio docenti Formalizzazione dei percorsi personali transitori e della valutazione ad essi congruente mediante delibere dei collegi docenti che indichino riferimenti alle normative generali e specifiche.

20 A proposito di esiti: la scuola può essere al contempo di qualità e integrativa, interculturale ? Ricerca su PISA, fondazione Bertelsamnn: confronto delle performance di nativi, 1^ e 2^ generazione Analisi di contesti europei in Chaloff, Queirolo Palmas, Scuole e migrazioni in Europa

21 Punti di attenzione Rapporto statisticamente minimo fra performance scolastiche e composizioni etnica della scuola Rilevanza delle determinanti socio-economiche Significative differenze fra le scuole in ordine ad aspetti quali: - la relazione educativa e il servizio fornito, - coinvolgimento continuo e stabile dei genitori, - tipo di pedagogia, - supporto fornito alle scuole per gli alunni dei ceti più svantaggiati - atteggiamento della popolazione autoctona

22 Le condizioni ostative a buone performance Mancata percezione delleffettivo potenziale dellalunno La differenza intesa come deficit o mancanza: lidea che occorra compensare valori e conoscenze che le culture di origine non sarebbero in grado di trasmettere Mancanza di riconoscimento culturale, se non saltuario e folclorico Persistenza dellidea di programma ufficiale, di cultura scolastica ufficiale cui lalunno deve adattarsi piuttosto che esservi accompagnato


Scaricare ppt "Percorsi di apprendimento e valutazione degli alunni NAI Udine, 23 maggio 2011 Elio Gilberto Bettinelli."

Presentazioni simili


Annunci Google