La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I.T.C. - Bitonto Istituto Tecnico Commerciale Vitale Giordano CORSO SIRIO – Prof. Paolo Intini SOCIETA IN ACCOMANDITA SEMPLICE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I.T.C. - Bitonto Istituto Tecnico Commerciale Vitale Giordano CORSO SIRIO – Prof. Paolo Intini SOCIETA IN ACCOMANDITA SEMPLICE."— Transcript della presentazione:

1 I.T.C. - Bitonto Istituto Tecnico Commerciale Vitale Giordano CORSO SIRIO – Prof. Paolo Intini SOCIETA IN ACCOMANDITA SEMPLICE

2 SOCIETA IN ACCOMANDITA SEMPLICE Riferimenti normativi Lamministrazione Bilancio desercizio Scioglimento della società I soci Atto costitutivo

3 SOCI Le S.a.s. sono società di persone che hanno unautonomia patrimoniale imperfetta e sono caratterizzate dalla presenza di due categorie di soci:unautonomia patrimoniale imperfetta - accomandatariaccomandatari - accomandantiaccomandanti soci fondatori devono essere necessariamente almeno due: un accomandatario e un accomandante Accomandatari Solo i soci accomandatari possono amministrare e rappresentare congiuntamente, disgiuntamente o in modo misto la società;congiuntamentedisgiuntamente modo misto Il contratto costitutivo può riservare lamministrazione della società soltanto ad uno o più soci accomandatari oppure forme di amministrazione ad un socio accomandatario; Il socio è obbligato ad eseguire i conferimenti determinati nel contratto sociale. ;conferimenti I soci devono avere la capacità richiesta dalla legge per lesercizio di unimpresa commerciale (art c.c.);capacità richiesta I soci non possono senza il consenso degli altri soci esercitare attività concorrente.;attività concorrente Le quote di partecipazione dei soci non possono essere rappresentate da azioni ( art c.c.); Un socio accomandante può sciogliere il rapporto con la società per: morte, recesso ed esclusione.morterecessoesclusione. I patti contrari, con i quali viene limitata la responsabilità o viene esclusa la solidarietà di alcuni soci accomandatari, è inefficace nei confronti dei terzi, ma se non viola il divieto del patto leonino è efficace nei confronti degli altri soci accomandatari. Accomandanti I soci accomandanti sono esclusi per legge dallamministrazione e non possono compiere atti di amministrazione e trattare o concludere affari in nome e per conto della società (cosiddetto divieto di ingerenza);divieto di ingerenza I soci accomandanti possiedono comunque alcuni poteri. ; Il socio è obbligato ad eseguire i conferimenti determinati nel contratto sociale;conferimenti Un socio accomandante può sciogliere il rapporto con la società per: morte, recesso ed esclusione.morterecessoesclusione. Società in accomandita semplice

4 Divieto di ingerenza I soci accomandanti che violano il divieto di ingerenza assumono una responsabilità illimitata e solidale per tutte le obbligazioni sociali, comprese anche quelle precedenti allindebita ingerenza nellamministrazione, e gli altri soci possono deliberarne lesclusione dalla società per giusta causa (art ). Società in accomandita semplice

5 Accomandatari La S.a.s. i soci accomandatari hanno autonomia patrimoniale imperfetta in quanto mancano di personalità giuridica e il patrimonio della società non è separato dal patrimonio personale e sono responsabilità illimitatamente e solidalmente con il patrimonio personale per i debiti della società. Nella S.a.s. la responsabilità dei soci è sussidiaria rispetto a quella della società, in quanto i creditori della società possono pretendere il pagamento dei debiti sociali dai singoli soci soltanto dopo aver agito inutilmente sul patrimonio della società (art c.c.). Nella S.a.s. il socio accomandatario ha un vero e proprio diritto di escussione preventiva dal patrimonio sociale: in altri termini non è il socio ad avere lonere di chiedere al creditore sociale di agire prima sul patrimonio della società, e di indicare i beni sociali sui quali il creditore possa agevolmente soddisfarsi, ma è il creditore che, per potere agire nei confronti del socio, deve dimostrare di avere già agito sul patrimonio sociale e di non essere riuscito a soddisfare il suo credito. Accomandanti Hanno autonomia patrimoniale perfetta in quanto sono responsabili per le obbligazioni soltanto nei limiti della loro quota. Società in accomandita semplice Autonomia patrimoniale imperfetta

6 Responsabilità dei soci: Accomandatari La responsabilità è illimitata, in quanto ogni socio risponde con tutto il suo patrimonio personale (cioè con tutti i suoi beni presenti e futuri; art c.c.); La responsabilità dei soci per le obbligazioni sociali è sussidiaria rispetto a quella della società, in quanto i creditori della società possono pretendere il pagamento dei debiti sociali dai singoli soci soltanto dopo aver agito inutilmente sul patrimonio della società (art c.c.). Il socio ha un vero e proprio diritto di escussione preventiva dal patrimonio sociale: in altri termini non è il socio ad avere lonere di chiedere al creditore sociale di agire prima sul patrimonio della società, e di indicare i beni sociali sui quali il creditore possa agevolmente soddisfarsi, ma è il creditore che, per potere agire nei confronti del socio, deve dimostrare di avere già agito sul patrimonio sociale e di non essere riuscito a soddisfare il suo credito. Accomandanti La responsabilità è solidale, perché ogni socio risponde per lintero debito e i creditori sociali possono pretendere il pagamento da uno qualsiasi dei soci art c.c.); Società in accomandita semplice

7 Amministrazione congiuntiva Se lamministrazione spetta congiuntamente a più soci accomandatari, è necessario il consenso di tutti i soci amministratori per il compimento delle operazioni sociali. Se è convenuto che per lamministrazione o per determinati atti sia necessario il consenso della maggioranza questa è determinata secondo la parte attribuita a ciascun socio negli utili. In questi casi i singoli amministratori non possono compiere alcun atto, salvo che vi sia urgenza di evitare un danno alla società. Società in accomandita semplice

8 Lamministrazione spetta disgiuntamente a tutti i soci accomandatari, salvo una diversa disposizione dellatto costitutivo. Il contratto costitutivo può riservare lamministrazione della società soltanto ad uno o a più soci accomandatari. Se lamministrazione spetta disgiuntamente a più soci, ciascun socio amministratore ha diritto di opporsi alloperazione che un altro voglia compiere, prima che sia compiuta. La maggioranza dei soci, determinata secondo la parte attribuita a ciascun socio negli utili, decide sullopposizione (art c.c.). Lamministrazione disgiuntiva Società in accomandita semplice

9 Nellamministrazione mista, il potere di amministrazione viene affidato ai soci accomandatari per alcuni atti disgiuntamente e per gli altri congiuntamente. Società in accomandita semplice Lamministrazione mista

10 Società in accomandita semplice La Legge riconosce ai soci accomandanti non amministratori, che di regola rispondono limitatamente nei limiti della loro quota per le obbligazioni sociali, alcuni poteri di controllo molto incisivi sullattività degli amministratori; il loro potere non può essere escluso o derogato dallatto costitutivo. Infatti i soci accomandanti hanno il diritto di (art ): ricevere ogni anno dagli amministratori il bilancio della società, dal quale devono risultare i profitti ottenuti o le perdite subite; consultare i libri e gli altri documenti contabili della società allo scopo di verificare lesattezza dei dati che sono contenuti nel bilancio. Quando vengono a mancare tutti i soci accomandatari i soci accomandanti possono nominare un amministratore provvisorio, per un periodo massimo di 6 mesi, che può compiere soltanto gli atti di ordinaria amministrazione e non assume la qualità di socio accomandatario (art ). Poteri dei soci non amministratori

11 CONFERIMENTI Con il contratto di società due o più persone conferiscono beni o servizi per lesercizio in comune di una attività economica allo scopo di dividerne gli utili (art c.c.). Il socio è obbligato a eseguire i conferimenti determinati nel contratto sociale. Se i conferimenti non sono determinati, si presume che i soci siano obbligati a conferire, in parti eguali tra loro, quanto è necessario per il conseguimento delloggetto sociale (art c.c.). Società in accomandita semplice I CONFERIMENTI POSSONO ESSERE: in denaro; crediti apporti di beni in natura (per esempio fabbricati, automezzi, ecc.) che possono essere in proprietà o in godimento; conferimento in lavoro (socio dopera se vi sono); conferimento di azienda già funzionante.

12 Apporto costituito da crediti: In caso di apporto costituito da crediti si adottano due differenti criteri di valutazione a seconda che il socio conferente ne garantisca o meno il buon fine: In caso di apporto costituito da crediti si adottano due differenti criteri di valutazione a seconda che il socio conferente ne garantisca o meno il buon fine: criterio del valore nominale: il socio garantisce il buon fine dei crediti e si impegna a risarcire la società delle eventuali spese di incasso e degli interessi per la ritardata riscossione fino alla scadenza dei crediti; criterio del valore nominale: il socio garantisce il buon fine dei crediti e si impegna a risarcire la società delle eventuali spese di incasso e degli interessi per la ritardata riscossione fino alla scadenza dei crediti; criterio del presunto valore di realizzo: il socio non garantisce il buon fine dei crediti e quindi il rischio di insolvenza del debitore si trasferisce alla società. criterio del presunto valore di realizzo: il socio non garantisce il buon fine dei crediti e quindi il rischio di insolvenza del debitore si trasferisce alla società. Società in accomandita semplice

13 Conferimento di azienda funzionante: Si ha un apporto congiunto quando un socio conferisce lazienda già funzionante di cui è titolare. La valutazione dellazienda conferita deve essere effettuata tenendo conto dellavviamento, ossia delle qualità positive possedute dallimpresa, quali: personale specializzato, ubicazione favorevole, organizzazione sperimentata, fornitori selezionati, clientela effettiva e potenziale, ecc. Il decreto legislativo n. 358 dell08/10/1997 consente di rilevare lapporto di unazienda funzionante secondo due diverse procedure: principio della continuità dei valori principio della continuità dei valori principio della continuità dei valori principio della continuità dei valori principio delladeguamento dei valori principio delladeguamento dei valori principio delladeguamento dei valori principio delladeguamento dei valori Società in accomandita semplice

14 Principio della continuità dei valori : I beni facenti parte del complesso aziendale apportato vengono iscritti nella contabilità della società che riceve lapporto in base agli stessi valori contabili risultanti dalla contabilità dellimpresa conferita. Non viene rilevato lavviamento le immobilizzazioni immateriali e materiali vengono iscritte al loro costo originario e il corrispondente fondo ammortamento continuerà ad accogliere le quote che saranno accantonate dalla nuova società; analogamente, i crediti vengono trasferiti tra le attività al loro valore nominale mentre tra le passività vengono accolti il fondo rischi e il fondo svalutazione crediti. Società in accomandita semplice

15 Principio delladeguamento dei valori I beni facente parte del complesso aziendale conferito vengono caricati nella contabilità della nuova società in base ai valori che risultano dal bilancio straordinario con liscrizione separata dellavviamento; le immobilizzazioni materiali e immateriali sono iscritte al loro valore corrente di mercato o al costo di riproduzione o di riacquisto; le rimanenze sono valutate in base ai prezzi attuali di mercato; i crediti sono iscritti al loro presumibile valore di realizzo, non sono però trasferiti contabilmente i relativi fondi ammortamento e svalutazione crediti. Società in accomandita semplice

16 Possono partecipare alla stipula dellatto costitutivo: le persone fisiche maggiori di età e capaci di agire, salvo i casi di incompatibilità; le persone fisiche maggiori di età e capaci di agire, salvo i casi di incompatibilità; gli incapaci, per mezzo dei loro rappresentanti la loro partecipazione è condizionata al rilascio da parte de Tribunale di apposite dichiarazioni; gli incapaci, per mezzo dei loro rappresentanti la loro partecipazione è condizionata al rilascio da parte de Tribunale di apposite dichiarazioni; i coniugi in regime di comunione legale; i coniugi in regime di comunione legale; le società. le società. Non possono partecipare per motivi di incompatibilità alla stipula dellatto costitutivo : i dipendenti pubblici; i dipendenti pubblici; gli esercenti professioni protette, notai avvocati o medici; gli esercenti professioni protette, notai avvocati o medici; e per un certo periodo i soggetti dichiarati falliti. e per un certo periodo i soggetti dichiarati falliti. La giurisprudenza ammette la partecipazione di una società personale nelle persone dei loro rappresentanti mentre, nega la partecipazione di società di capitali. La giurisprudenza ammette la partecipazione di una società personale nelle persone dei loro rappresentanti mentre, nega la partecipazione di società di capitali. Società in accomandita semplice Capacità di essere soci

17 Il divieto di concorrenza si applica soltanto ai soci accomandatari. Il socio accomandatario non può senza il consenso da parte degli altri soci, esercitare in proprio o per conto terzi unattività concorrente con quella della società o assumere la qualità di socio illimitatamente responsabile in una società concorrente. In caso di violazione del divieto di concorrenza previsto dalla legge, il socio è obbligato a risarcire i danni causati dalla società e gli altri soci possono anche deciderne lesclusione dalla società per giusta causa. Società in accomandita semplice DIVIETO DI CONCORRENZA

18 Morte di un socio accomandatario: Il trasferimento della quota di un socio accomandatario agli eredi in relazione alla responsabilità patrimoniale è considerata una vera e propria modificazione dellatto costitutivo, e di regola, salvo che latto costitutivo non disponga diversamente, richiede il consenso di tutti i soci (art.2252 c.c.) Gli eredi che entrano nella società come nuovi soci non devono eseguire un nuovo conferimento in quanto, non essendo stata liquidata la loro quota, è ancora valido ed efficace il conferimento del defunto. In questo caso si procede alla redazione di un bilancio straordinario compilato secondo i criteri di cessione. Tale valore viene determinato tenendo conto delleffettiva consistenza economica dellazienda. Morte di un socio accomandante: Il trasferimento della quota di un socio accomandante, la cui partecipazione alla società è più impersonale e meno legata alla fiducia da parte degli altri soci e quindi non richiede il consenso degli altri soci e quindi lerede subentra automaticamente nel rapporto sociale (art ); Se il contratto sociale non dispone nulla a riguardo i soci possono comunque decidere di sciogliere la società prima del termine, procedendo alla liquidazione del patrimonio sociale, oppure decidere di continuare la società con gli eredi del socio accomandante, se questi accettano. Gli eredi che entrano nella società come nuovi soci non devono eseguire un nuovo conferimento in quanto, non essendo stata liquidata la loro quota, è ancora valido ed efficace il conferimento del defunto. In questo caso si procede alla redazione di un bilancio straordinario compilato secondo i criteri di cessione. Tale valore viene determinato tenendo conto delleffettiva consistenza economica dellazienda. La morte di un socio Società in accomandita semplice

19 Il recesso di un socio Accomandatario Il recesso consiste nella dichiarazione di volontà da parte di un socio di non volere più fare parte di una società. Il recesso di un socio accomandatario e lo scioglimento del rapporto sociale Il recesso di un socio accomandatario e lo scioglimento del rapporto sociale in relazione alla responsabilità patrimoniale è considerata una vera e propria modificazione dellatto costitutivo, e di regola, salvo che latto costitutivo non disponga diversamente, richiede il consenso di tutti i soci (art.2252 c.c.) In questo caso si procede alla redazione di un bilancio straordinario compilato secondo i criteri di cessione. Tale valore viene determinato tenendo conto delleffettiva consistenza economica dellazienda.Accomandante Il recesso consiste nella dichiarazione di volontà da parte di un socio di non volere più fare parte di una società. Il recesso di un socio accomandante Il recesso di un socio accomandante la cui partecipazione alla società è più impersonale e meno legata alla fiducia da parte degli altri soci non richiede il consenso degli altri soci. Società in accomandita semplice

20 Lesclusione di un socio Accomandatari Lesclusione di un socio accomandatario può essere: facoltativa Lesclusione facoltativa deve essere deliberata allunanimità dagli altri soci ed è efficace dopo 30 gg dalla comunicazione al socio escluso. di diritto Le cause previste espressamente dalla legge (art. 2886) sono: gravi inadempienze alle obbligazioni stabilite dalla legge; lincapacità legale (in seguito a una sentenza di interdizione o di inabilitazione) o una condanna legale di un socio (quando la pena comporta linterdizione dai pubblici uffici); lincapacità sopravvenuta di prestare la propria attività lavorativa, quando si tratta di socio dopera, oppure la perdita del conferimento, quando il bene che il socio ha conferito è perito per una causa non imputabile agli amministratori (se è stato concesso in godimento) o prima che la società ne abbia acquistato la proprietà (se è stato dato in proprietà); per violazione del divieto di concorrenza previsto dalla legge. In questo caso si procede alla redazione di un bilancio straordinario compilato secondo i criteri di cessione. Tale valore viene determinato tenendo conto delleffettiva consistenza economica dellazienda. Accomandanti Lesclusione di un socio accomandante può essere: facoltativa Lesclusione facoltativa deve essere deliberata allunanimità dagli altri soci ed è efficace dopo 30 gg dalla comunicazione al socio escluso. di diritto Le cause previste espressamente dalla legge (art. 2886) sono: violazione del divieto di ingerenza; gravi inadempienze alle obbligazioni stabilite dalla legge; lincapacità legale (in seguito a una sentenza di interdizione o di inabilitazione) o una condanna legale di un socio (quando la pena comporta linterdizione dai pubblici uffici); lincapacità sopravvenuta di prestare la propria attività lavorativa, quando si tratta di socio dopera, oppure la perdita del conferimento, quando il bene che il socio ha conferito è perito per una causa non imputabile agli amministratori (se è stato concesso in godimento) o prima che la società ne abbia acquistato la proprietà (se è stato dato in proprietà). In questo caso si procede alla redazione di un bilancio straordinario compilato secondo i criteri di cessione. Tale valore viene determinato tenendo conto delleffettiva consistenza economica dellazienda.

21 ATTO COSTITUTIVO LATTO COSTITUTIVO, RICHIEDE SEMPRE UNA FORMA DETERMINATA E CIOÈ DEVE ESSERE COSTITUITO CON ATTO PUBBLICO O CON SCRITTURA PRIVATA AUTENTICATA. Società in accomandita semplice LATTO COSTITUTIVO DEVE CONTENERE (ART C.C.): le generalità dei soci; le generalità dei soci; le generalità dei soci le generalità dei soci la ragione sociale; la ragione sociale; la ragione sociale; la ragione sociale; il nome dei soci ai quali viene attribuita lamministrazione e la rappresentanza; il nome dei soci ai quali viene attribuita lamministrazione e la rappresentanza; la sede sociale; la sede sociale; loggetto sociale; loggetto sociale; il valore dei conferimenti di ciascun socio; il valore dei conferimenti di ciascun socio; le prestazioni che devono eseguire i soci dopera (se sono presenti nella società); le prestazioni che devono eseguire i soci dopera (se sono presenti nella società); i criteri di ripartizione degli utili tra i soci; i criteri di ripartizione degli utili tra i soci; i criteri di ripartizione degli utili tra i soci i criteri di ripartizione degli utili tra i soci la partecipazione ai guadagni e alle perdite; la partecipazione ai guadagni e alle perdite; la partecipazione ai guadagni e alle perdite la partecipazione ai guadagni e alle perdite la durata della società. la durata della società.

22 Generalità dei soci Dei soci vanno indicate le generalità e cioè: nome e cognome, luogo e data di nascita, domicilio e cittadinanza, con laggiunta dellindicazione dei soci accomandatari e accomandanti (art c.c.) Se tra i soci fondatori vi sono anche società di persone o di capitali occorre indicare il nome della società (ragione sociale, denominazione), la sede e le generalità del legale rappresentante. La giurisprudenza nega la partecipazione di società di capitali in società di persone. Società in accomandita semplice

23 E il nome con cui opera la società di persone nei suoi rapporti con i terzi. La ragione sociale di una S.a.s. deve contenere il nome di almeno uno dei soci accomandatari con lindicazione del rapporto sociale (S.a.s.). La società può conservare nella ragione sociale il nome del socio accomandante, ma non del socio accomandatario receduto o defunto, se il socio receduto o gli eredi del defunto vi consentono. Se la ragione sociale è formata dal nome di un socio accomandante, anziché di un socio accomandatario, i terzi possono ritenere in buona fede di essere garantiti dal suo patrimonio personale, per il pagamento dei debiti della società Società in accomandita semplice Ragione sociale:

24 Riparto utili desercizio Accomandanti e accomandatari Il riparto tra i soci, avviene dopo che il bilancio è stato approvato dai soci e se non diversamente previsto nellatto costitutivo, lutile viene ripartito in proporzione alle quote di capitale conferite in società dai diversi soci. Si possono ripartire soltanto gli utili realmente conseguiti (art c.c.) Quando nella società vi sono soci dopera il riparto dellutile desercizio, oltre alle quote di capitale sottoscritte, deve tener conto del lavoro da essi svolto. Gli utili possono non essere distribuiti attuando così un autofinanziamento.autofinanziamento Accomandanti I soci accomandanti non sono obbligati a restituire alla società gli eventuali utili fittizi che abbiano riscosso in buona fede e in base a un bilancio approvato dagli amministratori (art. 2321) Società in accomandita semplice

25 FINANZIAMENTI NELLE SOCIETA DI PERSONE FONTI INTERNE Società in accomandita semplice Ricorso al capitale proprio FONTI ESTERNE Ricorso al capitale di debito a breve termine a medio termine a lungo termine Autofinanziamento con utili accantonati alla riserva volontariariserva volontaria Apporti dei soci Versamenti infruttiferi dei soci in conto capitale debiti verso banche e altri intermediari finanziari Debiti di fornitura Versamenti dei soci a titolo di finanziamento

26 La riserva volontaria La riserva nelle società di persone ha carattere facoltativo. Tale riserva, essendo costituita con utili non distribuiti, consente alla società di autofinanziarsi; essa inoltre può essere utilizzata per coprire eventuali perdite che si dovessero verificare in futuro senza intaccare il capitale sociale.capitale sociale. Società in accomandita semplice

27 CAPITALE SOCIALE Società in accomandita semplice Il capitale sociale indica il valore che è stato attribuito ai conferimenti dei soci, ed è un valore contabile in quanto può essere aumentato o diminuito, con conseguente modifica dellatto costitutivo da iscrivere nel registro delle imprese. aumentatodiminuito,

28 GLI AUMENTI DI CAPITALE SOCIALE AUMENTI DI CAPITALE SOCIALE Società in accomandita semplice Senza variazione del patrimonio netto apporti effettuati da vecchi soci Conferimenti di nuovi soci Con variazione del patrimonio netto Capitalizzazione di riserve Capitalizzazione di precedenti versamenti dei soci

29 LE DIMINUZIONI DI CAPITALE SOCIALE RIDUZIONI DI CAPITALE SOCIALE Società in accomandita semplice Senza variazione del patrimonio netto Copertura della perdita desercizio Rimborso proporzionale ai soci Recesso di soci Con variazione del patrimonio netto

30 PARTECIPAZIONE AI GUADAGNI E ALLE PERDITE Società in accomandita semplice La misura della partecipazione di ciascun socio ai guadagni e alle perdite della società viene stabilita nel contratto sociale La legge considera nullo un patto che preveda lesclusione di uno o più soci da qualsiasi partecipazione agli utili o alle perdite derivanti dallattività della società (cosiddetto patto leonino; art. 2265). Se il contratto sociale non stabilisce la misura della partecipazione dei singoli soci ai guadagni e alle perdite la legge stabilisce: le parti spettanti ai soci si presumono proporzionali ai conferimenti oppure, quando il valore dei conferimenti non è stato determinato al momento della costituzione della società, si presumono uguali; la partecipazione agli utili spettante al socio dopera deve essere stabilita dal giudice secondo equità e in ogni caso deve essere tale da garantire al socio-lavoratore un corrispettivo sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia unesistenza libera e dignitosa (art Cost).

31 LAMMINISTRAZIONE Lamministrazione di una società consiste, dal punto di vista giuridico, nella direzione e nella gestione dellattività economica per il cui esercizio in comune i soci hanno costituito la società. Lamministrazione di una società consiste, dal punto di vista giuridico, nella direzione e nella gestione dellattività economica per il cui esercizio in comune i soci hanno costituito la società. Nella S.a.s. i soci accomandatari possono essere nominati amministratori nellatto costitutivo o con atto separato, contemporaneo o anche successivo. Quando la nomina si deve fare con atto separato, richiedono il consenso di tutti i soci accomandatari e di tanti soci accomandanti che rappresentino la maggioranza del capitale da essi sottoscritto (art c.c.). La revoca dellamministratore, nominato nellatto costitutivo, non ha effetto se non ricorre una giusta causa. Nella S.a.s. i soci accomandatari possono essere nominati amministratori nellatto costitutivo o con atto separato, contemporaneo o anche successivo. Quando la nomina si deve fare con atto separato, richiedono il consenso di tutti i soci accomandatari e di tanti soci accomandanti che rappresentino la maggioranza del capitale da essi sottoscritto (art c.c.). La revoca dellamministratore, nominato nellatto costitutivo, non ha effetto se non ricorre una giusta causa. La revoca dellamministratore nominato con atto separato può essere anche senza giusta causa e secondo le norme generali sul mandato (art ,3 c.c.) con il consenso unanime di tutti gli altri soci accomandatari e di tanti soci accomandanti che rappresentino la maggioranza del capitale da essi sottoscritto (art c.c.). La revoca dellamministratore nominato con atto separato può essere anche senza giusta causa e secondo le norme generali sul mandato (art ,3 c.c.) con il consenso unanime di tutti gli altri soci accomandatari e di tanti soci accomandanti che rappresentino la maggioranza del capitale da essi sottoscritto (art c.c.). Società in accomandita semplice

32 RIFERIMENTI NORMATIVI I riferimenti normativi che riguardano le S.n.c. sono indicati nel Codice Civile dallart allart c.c. dallart allart c.c.dallart allart c.c. Società in accomandita semplice

33 ATTIVITA DEGLI AMMINISTRATORI: Indicare negli atti e nella corrispondenza della società la sede legale e lufficio del registro delle imprese nel quale la società è stata iscritto (art c.c.);registro delle imprese Adempiere le formalità pubblicitarie previste dalla legge;formalità pubblicitarie Tenere con le modalità prescritte dalla legge le scritture contabili art c.c. (le scritture contabili devono essere conservate per dieci anni dalla data dellultima registrazione) e gli altri libri obbligatori art c.c. (il libro giornale e il libro degli inventari). Svolgere le loro funzioni con la diligenza normale o media;diligenza normale Presentare agli altri soci il rendiconto dellattività di amministrazione o di gestione della società che hanno svolto. Gli amministratori hanno potere di rappresentanza;rappresentanza

34 Responsabilità degli amministratori Se non adempie con la dovuta diligenza gli obblighi imposti dalla legge o dallatto costitutivo, un amministratore può essere revocato per giusta causa ed è responsabile per i danni che ha causato alla società. La responsabilità degli amministratori nei confronti della società è solidale, in quanto ciascun amministratore è responsabile verso la società stessa per lintero ammontare del danno (salvo il suo diritto, dopo avere pagato i danni, di agire con lazione di regresso nei confronti degli altri amministratori per ottenere la loro parte del risarcimento), e comprende anche la responsabilità indiretta per non aver controllato adeguatamente loperato degli altri amministratori. Dal momento in cui si verifica una causa di scioglimento della società gli amministatori non possono più compiere nuove operazioni ma, fino a quando non vengono nominati i liquidatori, conservano il potere di amministrazione per gli affari urgenti (art. 2274), cioè per gli atti diretti a conservare il patrimonio sociale o a evitare un danno alla società. Società in accomandita semplice

35 Gli amministratori (o anche il notaio, quando la società è stata costituita con atto pubblico) della S.n.c. e della S.a.s. devono provvedere, entro 30 gg dalla costituzione della società, al deposito dellatto costitutivo presso lufficio del registro delle imprese. In caso contrario la società è irregolare. I rappresentanti, inoltre, devono depositare le loro firme autografe presso lufficio del registro delle imprese entro 15 gg dalla notizia della nomina per consentire ai terzi di verificarne lautenticità. Nel pubblico registro delle imprese, devono essere iscritti successivamente i principali fatti relativi alle società riguardanti: Gli amministratori (o anche il notaio, quando la società è stata costituita con atto pubblico) della S.n.c. e della S.a.s. devono provvedere, entro 30 gg dalla costituzione della società, al deposito dellatto costitutivo presso lufficio del registro delle imprese. In caso contrario la società è irregolare. I rappresentanti, inoltre, devono depositare le loro firme autografe presso lufficio del registro delle imprese entro 15 gg dalla notizia della nomina per consentire ai terzi di verificarne lautenticità. Nel pubblico registro delle imprese, devono essere iscritti successivamente i principali fatti relativi alle società riguardanti:società è irregolaresocietà è irregolare le modificazioni dellatto costitutivo (decise allunanimità dei soci); le modificazioni dellatto costitutivo (decise allunanimità dei soci); la nomina e la revoca degli amministratori (con le eventuali limitazioni dei loro poteri di rappresentanza); la nomina e la revoca degli amministratori (con le eventuali limitazioni dei loro poteri di rappresentanza); lo scioglimento della società e la nomina dei liquidatori. lo scioglimento della società e la nomina dei liquidatori. Società in accomandita semplice ISCRIZIONE NEL REGISTRO DELLE IMPRESE

36 Liscrizione nel registro delle imprese ha la funzione di pubblicità dichiarativa, perché i fatti che sono stati iscritti sono sempre opponibili ai terzi, mentre quelli che non sono iscritti sono efficaci nei confronti dei terzi soltanto se la società riesce a provare che ne erano ugualmente a conoscenza. Società in accomandita semplice PUBBLICITÀ LEGALE:

37 La rappresentanza di una società consiste nel potere di agire con i terzi, cioè di compiere atti giuridici, in nome e per conto della società. Il potere di rappresentanza (il potere di agire nei confronti dei terzi) nella S.a.s., secondo lart c.c., in mancanza di diversa disposizione del contratto, spetta disgiuntamente a ciascun socio amministratore, che può compiere da solo tutti gli atti che rientrano nelloggetto sociale (art ). Lamministratore che ha la rappresentanza della società può compiere tutti gli atti che rientrano nelloggetto sociale, salve le limitazioni che risultano dallatto costitutivo o dalla procura; queste limitazioni devono essere iscritte nel registro delle imprese o, in mancanza, sono opponibili ai terzi soltanto dimostrando che ne erano ugualmente a conoscenza (art ) Società in accomandita semplice LA RAPPRESENTANZA

38 IL BILANCIO DESERCIZIO Società in accomandita semplice IL BILANCIO DESERCIZIO E IL DOCUMENTO, REDATTO AL TERMINE DI OGNI PERIODO AMMINISTRATIVO, CON CUI SI RAPPRESENTA LA SITUAZIONE PATRIMONIALE E FINANZIARIA DELLAZIENDA ED IL RISULTATO ECONOMICO DELLESERCIZIO. NELLE SOCIETA DI PERSONE IL BILANCIO E UN DOCUMENTO INTERNO ALLIMPRESA REDATTO DAGLI AMMINISTRATORI PER FORNIRE PERIODICHE INFORMAZIONI AI SOCI. IL BILANCIO E COSTITUITO SOLO DAI PROSPETTI DELLO STATO PATRIMONIALE E DEL CONTO ECONOMICO.

39 Società in accomandita semplice LO STATO PATRIMONIALE METTE IN EVIDENZA IL PATRIMONIO ESISTENTE ALLA FINE DEL PERIODO AMMINISTRATIVO, DETERMINATO IN FUNZIONE DEL RISULTATO ECONOMICO CHE SI ASSEGNA ALLESERCIZIO.STATO PATRIMONIALE LE ATTIVITA SONO ESPOSTE AL NETTO DELLE POSTE DI RETTIFICA. STATO PATRIMONIALE

40 Società in accomandita semplice STRUTTURA DELLO STATO PATRIMONIALE ATTIVOPASSIVO A) Patrimonio netto I Capitale sociale II Riserve da sovrapprezzo delle azioni III Riserve di rivalutazione IV Riserva legale V Riserva per azioni proprie in portafoglio VI Riserve statuarie VII Altre riserve VIII Utili (perdite) portati a nuovo IX Utile (perdita) dellesercizio B) Fondo per rischi e oneri C) Trattamento di fine rapporto di lavoro subordinato D) Debiti di cui esigibili oltre lesercizio successivo ………euro E) Ratei e riscontri A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti B) Immobilizzazioni I Immobilizzazioni immateriali Costi storici - Fondi ammortamento e svalutazioni II Immobilizzazioni materiali Costi storici - Fondi ammortamento e svalutazioni III Immobilizzazioni finanziarie C) Attivo circolante I Rimanenze II Crediti di cui esigibili oltre lesercizio……………… euro III Attività finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni IV Disponibilità liquide D)Ratei e risconti

41 Società in accomandita semplice Il conto economico mette in evidenza la formazione del risultato economico desercizio, cioe il flusso dei valori provocati dalla gestione della produzione, dalla gestione finanziaria e dalla gestione straordinaria. Il conto economico nella forma scalare, che consente di evidenziare i risultati intermedi della gestione, utilizzando la configurazione a valore e costi della produzione, in cui i ricavi e i costi sono iscritti al netto delle eventuali rettifiche per resi, ribassi, sconti e abbuoni e le rimanenze appaiono solo per le variazioni subite rispetto allinizio dellesercizio.scalare CONTO ECONOMICO

42 STRUTTURA DEL CONTO ECONOMICO IN FORMA ABBREVIATA Valore della produzione: ricavi delle vendite e delle prestazioni; variazioni delle rimanenze di prodotti in corso di lavorazione, semilavorati e finiti, variazioni di lavori in corso su ordinazione; incrementi di immobilizzazioni per lavori interni; altri ricavi e proventi, con separata indicazione dei contributi in conto esercizio Totale…………………………. B) Costi della produzione: per materie prime, sussidiarie, di consumo e di merci; per servizi per godimento beni di terzi per il personale: salari e stipendi; oneri sociali; trattamento di fine rapporto, trattamento di quiescenza e simili, altri costi; ammortamenti e svalutazioni: ammortamento immobilizzazioni immateriali, delle immobilizzazioni materiali, altre svalutazioni delle immobilizzazioni; svalutazione crediti compresi nellattivo circolante e delle disponibilità liquide; variazione delle rimanenze di materie prime, sussidiarie, di consumo e merci; accantonamento per rischi; altri accantonamenti; oneri diversi di gestione; Totale……………………… Differenza tra valori e costi della produzione (A-B)……….. C) Proventi e oneri finanziari: proventi da partecipazioni, con separata indicazione di quelli relativi ad imprese controllate e collegate; altri proventi finanziari: da crediti iscritti nelle immobilizzazioni, con separata indicazione di quelli da imprese controllate e collegate e di quelli da controllanti; da titoli iscritti nelle immobilizzazioni e nellattivo circolante che non costituiscono partecipazioni; diversi dai precedenti, con separata indicazione di quelli da imprese controllate e collegate e di quelli da controllanti; interessi e altri oneri finanziari, con seperata indicazione di quelli verso imprese controllate e collegate e verso controllanti; utili e perdite su cambi; D) Rettifiche di valore di attivita finanziaria: rivalutazioni : svalutazioni: E) Proventi e oneri straordinari: proventi; oneri; Risultato prima delle imposte imposte sul reddito dellesercizio correnti, differite e anticipate; utile (perdita) desercizio.

43 Società in accomandita semplice SCIOGLIMENTO DELLA SOCIETÀ La società si scioglie per una delle seguenti cause indicate tassativamente dalla legge (art c.c.): se rimangono soltanto soci accomandanti o soci accomandatari ed entro 6 mesi non entrano a fare parte della società, rispettivamente, uno o più soci accomandanti oppure uno o più soci accomandatari (art ). la scadenza del termine finale indicato nellatto costitutivo, a meno che i soci non abbiano prorogato la società; la realizzazione delloggetto sociale (quando la società è stata costituita per compiere un affare specifico), o la sopravvenuta impossibilità di realizzare loggetto sociale per circostanze interne o esterne alla società (per esempio divieto legale di svolgere una determinata attività o la revoca di unautorizzazione amministrativa oppure un disaccordo grave e insanabile tra i soci; la volontà di tutti i soci o anche, se latto costitutivo della società può essere modificato a maggioranza, dalla maggioranza dei soci; le altre cause eventualmente previste nel contratto sociale (ad esempio se non si realizzano utili per un certo numero di esercizi o non si ottiene una concessione amministrativa); inoltre, se esercita solo unattività commerciale, si può sciogliere anche per effetto della sentenza di dichiarazione di fallimento (art c.c.), che apre una procedura concorsuale di liquidazione del patrimonio sociale.liquidazione

44 Società in accomandita semplice Liquidazione della società Nomina dei liquidatori Nomina dei liquidatori La liquidazione comprende tutti gli atti diretti a liquidare il patrimonio sociale allo scopo di pagare i creditori della società e di ripartire leventuale attivo residuo tra i soci. La procedura di liquidazione si può svolgere secondo le modalità stabilite nellatto costitutivo o nello statuto della società o, in mancanza, secondo le modalità concordate dai soci; se i soci non raggiungono un accordo in tal senso, però, la liquidazione si svolge secondo le regole stabilite dalla legge (art ss.).

45 Società in accomandita semplice Nomina liquidatori La liquidazione inizia con la nomina allunanimità da parte di tutti i soci, di uno o più liquidatori (che possono essere gli stessi amministratori della società); se i soci non concordano sulla persona o sulle persone da nominare, la nomina viene effettuata dallautorità giudiziaria (art ). La deliberazione o il provvedimento giudiziale di nomina dei liquidatori, e le loro eventuali modificazioni successive, sono soggetti a pubblicità legale ed entro 15 gg devono essere depositati per liscrizione, a cura degli stessi liquidatori, presso lufficio del registro imprese (art ). I liquidatori devono depositare le loro firme autografe presso il medesimo ufficio (art ) e, dal momento delliscrizione della loro nomina, hanno la rappresentanza della società anche agli effetti processuali (art. 2310).effetti processuali

46 Obblighi e responsabilità dei liquidatori Società in accomandita semplice I liquidatori sono soggetti agli stessi obblighi e responsabilità previsti per gli amministratori (art. 2276), non possono intraprendere nuove operazioni e se violano questo divieto sono responsabili personalmente e solidalmente nei confronti dei terzi per le obbligazioni che ne possono derivare (art. 2279). In particolare i liquidatori devono: prendere in consegna i beni e i documenti sociali dagli amministratori e redigere con loro linventario, o bilancio iniziale di liquidazione, dal quale devono risultare le attività e le passività sociali (art. 2277); compiere tutti gli atti necessari alla liquidazione della società (ad esempio possono vendere i beni e fare transazioni e compromessi); redigere il bilancio finale di liquidazione, con lindicazione delle operazioni che hanno compiuto, provvedere al pagamento dei debiti sociali e successivamente alla ripartizione delleventuale attivo residuo tra i soci.bilancio finale di liquidazione Il bilancio finale e il riparto devono essere comunicati ai soci a mazzo raccomandata e sintendono approvati dai soci, producendo la liberazione dei liquidatori nei loro confronti, se entro 2 mesi dalla comunicazione non vengono presentate impugnazioni (art. 2311) Per quanto riguarda il pagamento dei debiti sociali i liquidatori devono pagare soltanto i debiti certi, liquidi ed esigibili e accantonare le somme necessarie per pagare eventuali debiti futuri (art ). Se la somma ricavata dalla liquidazione, cioè dalla vendita dei beni sociali e dalla riscossione dei crediti, non sia sufficiente per soddisfare i creditori i liquidatori chiederanno ai singoli soci di integrare con conferimenti o versamenti di quanto occorre per il pagamento dei debiti, in proporzione alle quote di partecipazione. Se lattivo patrimoniale supera il passivo i liquidatori dopo aver pagato integralmente i debiti sociali e aver accantonato le somme per pagare eventuali debiti futuri, devono procedere al rimborso dei conferimenti e alla ripartizione dellattivo residuo tra i soci.

47 Dopo lapprovazione del bilancio finale di liquidazione da parte dei soci, i liquidatori devono chiedere la cancellazione della società dal registro generale delle imprese (art ) e, da questo momento, la società cessa di esistere giuridicamente come un autonomo soggetto di diritto. La giurisprudenza ritiene che con la cancellazione dal registro delle imprese non sia sufficiente ad estinguere la società ma, solo dopo leffettivo pagamento integrale dei debiti. Bilancio finale di liquidazione Società in accomandita semplice

48 La società irregolare Società in accomandita semplice Una Società in accomandita semplice è irregolare quando non è stata iscritta nel registro generale delle imprese. Accomandanti La responsabilità dei soci accomandanti resta limitata per la quota apportata a condizione non abbiano partecipato alle operazioni sociali, nei confronti dei terzi la società irregolare è disciplinata dalle norme in materia di società in nome collettivo (art. 2317). Accomandatari La responsabilità dei soci accomandatari resta invariata, ma nei rapporti con i terzi la s.a.s. irregolare è disciplinata dalle norme sulla società semplice (art ) Lautonomia patrimoniale di una s.n.c. irregolare è più attenuata rispetto a quella di una società regolare.

49 Lautonomia patrimoniale di una s.n.c. irregolare Società in accomandita semplice Lautonomia patrimoniale di una s.n.c. irregolare è più attenuata rispetto a quella di una società regolare, in quanto: i creditori sociali non hanno lobbligo di agire preventivamente sul patrimonio della società ma sono i soci che, se non vogliono pagare i debiti della società, hanno lonere di indicare i beni sociali sui quali i creditori si possono soddisfare agevolmente (art c.c.); il creditore particolare di un socio, se gli atri beni personali non sono sufficienti a soddisfare il proprio credito, può chiedere in qualsiasi momento la liquidazione della quota del debitore (art ); si presume che i soci che agiscono in nome e per conto della società ne abbiano la rappresentanza e le eventuali limitazioni dei poteri di rappresentanza non sono opponibili ai terzi, a meno che non si riesca a provare che ne erano effettivamente a conoscenza (art )

50 INGRESSO DI NUOVI SOCI Società in accomandita semplice Se i soci preesistenti non hanno la possibilità di sottoscrivere laumento di capitale sociale e la società non vuole o non può ricorrere allindebitamento esterno, può essere deliberato lingresso in società di nuovi soci. Con lingresso di nuovi soci si modificano i rapporti di partecipazione allinterno della società; tra i vecchi e nuovi soci deve essere concordato: il valore assoluto da attribuire allimpresa societaria, da cui dipende lammontare dei conferimenti;il valore assoluto da attribuire il valore relativo della partecipazione dei nuovi soci, da cui dipendono i nuovi rapporti di composizione del capitale sociale.

51 VALORE ASSOLUTO DA ATTRIBUIRE ALLA SOCIETA Società in accomandita semplice Il valore da attribuire alla società deve essere effettuato considerando limpresa un complesso operativo di beni già funzionanti e perciò in grado di produrre profitti. Detto valore viene definito valore economico ed è comprensivo dellavviamento.valore economico

52 VALORE ECONOMICO Società in accomandita semplice Per calcolare il valore economico deve essere redatto – con criteri di cessione diversi da quelli applicati per comporre il bilancio desercizio – un apposito bilancio straordinario costituito dal solo Stato Patrimoniale dove gli elementi del patrimonio non sono più espressi a costi storici, ma a valori correnti di mercato. Lammontare effettivo del nuovo apporto deve essere calcolato in proporzione al valore economico assegnato allimpresa. Il nuovo apporto viene frazionato in due parti: una, destinata a incrementare il capitale sociale; laltra da attribuire a incremento della riserva volontaria.

53 LA RIDUZIONE DEL CAPITALE SOCIALE CON RIMBORSO AI SOCI Società in accomandita semplice E UN OPERAZIONE POCO FREQUENTE E MOTIVATA DA UN ESUBERO DI MEZZI FINANZIARI A DISPOSIZIONE DELLIMPRESA O DALLA DECISIONE DI RIDIMENSIONARE LATTIVITA PRODUTTIVA. IL RIMBORSO AI SOCI DEVE ESSERE PROPORZIONALE ALLE QUOTE DA ESSI CONFERITE AL FINE DI NON MODIFICARE I RAPPORTI DI COMPOSIZIONE DEL CAPITALE SOCIALE. IL RIMBORSO PUÒ ESSERE PARZIALE ( RIDUZIONE DEL CAPITALE SOCIALE) OPPURE TOTALE (LIQUIDAZIONE DELLA SOCIETA CHE COMPORTA IL SUO SCIOGLIMENTO E LA CESSAZIONE ASSOLUTA DELLIMPRESA). E UN OPERAZIONE POCO FREQUENTE E MOTIVATA DA UN ESUBERO DI MEZZI FINANZIARI A DISPOSIZIONE DELLIMPRESA O DALLA DECISIONE DI RIDIMENSIONARE LATTIVITA PRODUTTIVA. IL RIMBORSO AI SOCI DEVE ESSERE PROPORZIONALE ALLE QUOTE DA ESSI CONFERITE AL FINE DI NON MODIFICARE I RAPPORTI DI COMPOSIZIONE DEL CAPITALE SOCIALE. IL RIMBORSO PUÒ ESSERE PARZIALE ( RIDUZIONE DEL CAPITALE SOCIALE) OPPURE TOTALE (LIQUIDAZIONE DELLA SOCIETA CHE COMPORTA IL SUO SCIOGLIMENTO E LA CESSAZIONE ASSOLUTA DELLIMPRESA).

54 Aumenti di capitale sociale senza variazione del patrimonio netto Società in accomandita semplice Si ha aumento del capitale sociale senza variazione del patrimonio netto quando si verifica un giro contabile tra le sue parti ideali. Si può capitalizzare la riserva e capitalizzare i precedenti versamenti dei soci.

55 Aumenti di capitale sociale con variazione del patrimonio netto Società in accomandita semplice Laumento del capitale sociale con lincremento del patrimonio netto è determinato da un accresciuto fabbisogno di mezzi finanziari che può essere ricondotto a diverse cause, come lespansione aziendale, la ricapitalizzazione dopo un periodo di crisi e così via. In questo caso si tratta di un finanziamento con capitale proprio e allaumento del capitale sociale corrisponde a un vero e proprio apporto di denaro o di beni. Laumento può essere effettuato con conferimenti di vecchi soci e con lingresso di nuovi soci.

56 CONFERIMENTI DI VECCHI SOCI Società in accomandita semplice Laumento del capitale sociale con ulteriori conferimenti da parte dei soci può lasciare inalterati i rapporti di comproprietà dellimpresa oppure può modificarli, a seconda che gli apporti vengano effettuati proporzionalmente, o meno, alle vecchie quote possedute dai soci.

57 Capo IV SOCIETA IN ACCOMANDITA SEMPLICE Art (SOCI ACCOMANDATARI) Hanno i diritti e gli obblighi dei soci della S.n.C. Lamministrazione della società può essere conferita soltanto a soci accomandatari. Art (NORME APPLICABILI) Nella S.a.s. si applicano le disposizioni relative alla S.n.c. perché siano compatibili con le norme s.s. Art (NOZIONE) Nella s.a.s. i soci accomandatari rispondono solidamente e illimitatamente per le obbligazioni sociali e i soci accomandanti rispondono limitatamente alla quota conferita. Art (ATTO COSTITUTIVO) Esso deve indicare i soci accomandatari e i soci accomandanti. Art (RAGIONE SOCIALE) La società agisce sotto una ragione sociale costituita dal nome di almeno uno dei soci accomandatari con lindicazione s.a.s., salvo (art 2292) la soc. può conservare la ragione sociale, il nome del socio receduto o defunto, se il socio o receduto o gli eredi del socio defunto vi consentono. Art (NOMINA E REVOCA DEGLI AMMINISTRATORI) Se latto costitutivo non dispone diversamente, per la nomina degli amministratori e per la loro revoca nel caso indicato nell art (2259) ossia, lamministratore nominato con atto separato è revocabile secondo le norme sul mandato. Art.2320 (SOCI ACCOMANDANTI) I soci accomandanti non possono compiere atti damministrazione, né trattare o concludere affari in nome della società, se non in forza di procura speciale per singoli affari. Il socio accomandante che contravviene a tale divieto, assume responsabilità illimitata e solidale verso i terzi per tutte le obbligazioni sociali, e, può essere escluso dallart. (2286) per gravi inadempienze interdizione inabilitazione o per una pena. Art (UTILI PERCEPITI IN BUONA FEDE) I soci accomandanti, non sono tenuti alla restituzione degli utili riscossi in buona fede secondo il bilancio approvato.

58 Art (PEGNO E USUFRUTTO DAZIONI) Nel caso di pegno o dusufrutto sulle azioni, il diritto di voto spetta, salvo convenienza contraria, al creditore pignoratizio o allusufruttuario (25612) se le azioni attribuiscono un atto dopzione, (art.2241) periodo di prova, questo spetta al socio. Qualora il socio non provveda almeno tre giorni prima della scadenza al versamento delle somme necessarie per lesercizio di diritto dopzione, questo deve essere alienato per conto del socio medesimo per mezzo di un agente di cambio o istituto di credito. Se sono richiesti versamenti sulle azioni, nel caso di pegno, il socio deve provvedere al versamento delle somme necessarie almeno tre giorni prima della scadenza; in mancanza, il creditore pignoratizio può vendere le azioni nel modo stabilito dal comma precedente. Nel caso dusufrutto, lusufruttuario deve provvedere al versamento, salvo al suo diritto alla restituzione al termine dellusufrutto; se ciò spetta a più persone, si applica il secondo comma dellart. 2347: le azioni sono indivisibili nel caso di comproprietà di unazione, i diritti dei comproprietari devono essere esercitati da un rappresentante comune. Se non è stato nominato, comunicazioni e dichiarazioni fatte dalla società a uno dei comproprietari sono efficaci nei confronti di tutti. Essi rispondono in solido alle obbligazioni derivanti. Art.2323 (CAUSE DI SCIOGLIMENTO) La società si scioglie, oltre che per le cause previste dall art quando rimangono soltanto soci accomandanti o accomandatari semprechè nel termine dei sei mesi non sia stato sostituito il socio che è venuto meno. Se vengono a mancare tutti gli accomandatari, per il periodo indicato dal comma precedente gli accomandanti nominano un amministratore provvisorio per il compimento degli atti di ordinaria amministrazione.,ma non assume la qualità di socio accomandatario. Art.2317 (MANCATA REGISTRAZIONE) fino a quando la società non è iscritta nel registro delle imprese, ai rapporti fra la società e i terzi, si applicano le disposizioni dellart Tuttavia per le obbligazioni sociali, i soci accomandanti rispondono limitatamente alla loro quota, salvo che abbiano partecipato alle operazioni sociali. Art.2297 (MANCATA REGISTRAZIONE) fino a quando la società non è iscritta nel registro delle imprese, i rapporti fra la società e i terzi, ferma restando la responsabilità illimitata e solidale di tutti i soci sono regolati dalle disposizioni alla S.S. tuttavia si presume che ciascun socio che agisce per la società abbia la rappresentanza sociale, anche in giudizio. I patti che attribuiscono la rappresentanza ad alcuno soltanto dei soci o che limitano i poteri di rappresentanza non sono opponibili ai terzi, salvo che si provi che questi nerano a conoscenza. Art.2261 (CONTROLLO DEI SOCI) I soci che non partecipano allamministrazione hanno diritto di avere dagli amministratori notizie dello svolgimento degli affari sociali, di consultare i documenti relativi allamministrazione e di ottenere il rendiconto quando gli affari per cui fu costituita la società sono stati compiuti. Se il compimento degli affari sociali dura oltre un anno, i soci hanno diritto di avere il rendiconto dellamministrazione al termine dogni anno, salvo che il contratto stabilisca un termine diverso

59 Trasferimento quota Società in accomandita semplice Accomandatario Il trasferimento della quota di un socio accomandatario in relazione alla responsabilità patrimoniale è considerata una vera e propria modificazione dellatto costitutivo, e di regola, salvo che latto costitutivo non disponga diversamente, richiede il consenso di tutti i soci (art.2252 c.c.) Accomandante Il trasferimento della quota di un socio accomandante, la cui partecipazine alla società è più impersonale e meno legata alla fiducia da parte degli altri soci: - quando avviene per causa di morte non richiede il consenso degli altri soci e quindi lerede subentra automaticamente nel rapporto sociale (art ); - quando avviene per atto tra vivi richiede il consenso di tanti soci che rappresentino la maggioranza del capitale sociale


Scaricare ppt "I.T.C. - Bitonto Istituto Tecnico Commerciale Vitale Giordano CORSO SIRIO – Prof. Paolo Intini SOCIETA IN ACCOMANDITA SEMPLICE."

Presentazioni simili


Annunci Google