La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lezione 3 – Vantaggio competitivo Definizioni Il processo di pianificazione strategica Analisi SWOT Il vantaggio competitivo Richiami di economia dimpresa.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lezione 3 – Vantaggio competitivo Definizioni Il processo di pianificazione strategica Analisi SWOT Il vantaggio competitivo Richiami di economia dimpresa."— Transcript della presentazione:

1 Lezione 3 – Vantaggio competitivo Definizioni Il processo di pianificazione strategica Analisi SWOT Il vantaggio competitivo Richiami di economia dimpresa Analisi di casi

2 Mario Bolognani Definizione di vantaggio competitivo Quando due o più imprese competono allinterno dello stesso mercato, unimpresa possiede un vantaggio competitivo sui suoi rivali quando ottiene in maniera continuativa una redditività superiore Grant, Lanalisi strategica…

3 Mario Bolognani Altre definizioni di vantaggio competitivo Capacità di creare valore per gli azionisti Valore creato = B eneficio percepito dal cliente - C osto della disponibilità e delluso del prodotto/servizio (prezzo, installazione, manutenzione, costi di esercizio) - costo della transazione Consumer surplus = B eneficio percepito - P rezzo è la quota di valore acquisita dal cliente (il cliente acquista se B>P) Valore creato = Beneficio percepito - Costo dei fattori di produzione (B-C) = Consumer surplus + Profitto = (B- P)+(P-C), cioè il valore si distribuisce su più soggetti Altre: Quota di mercato, Customer satisfaction, Fedeltà del cliente…

4 Mario Bolognani 2012 Misure di redditività Risultato o profitto netto ROS (Return on Sales): risultato in %tuale sui ricavi da vendite ROA (Return on Assets) o ROI (Return on Investments): rapporto %tuale tra profitto lordo e totale attività (v. Stato patrimoniale) ROE (Return on Equity): risultato come %tuale del capitale netto azionario EVA (Economic Value Added): EBIT – costo del capitale… 4

5 Mario Bolognani Come nasce il vantaggio competitivo? Fonte: Grant, cit

6 Mario Bolognani Confronto fra produttori di automobili Fonte: Grant, cit

7 Mario Bolognani Redditività molto diversificata Fonte: Pellicelli, cit.

8 Mario Bolognani Le fonti della redditività e il vantaggio competitivo Fonte: Grant, cit Il vantaggio competitivo si ha quando unimpresa consegue una redditività superiore alla media del settore con una strategia che non può essere facilmente imitata

9 Mario Bolognani Analisi della redditività Redditività delle vendite (influenzata da: obiettivi di vendita, costo del venduto, costi di sviluppo): Dimensione degli ordini Gamma dei clienti Vendite per cliente Tasso di rotazione dei clienti Costo per consegne Costi di manutenzione Reclami dei clienti Tempo di sviluppo di un nuovo prodotto Redditività del capitale (influenzata da: rotazione scorte e liquidità, utilizzo capacità produttiva) Lavoro indiretto/diretto Tempo di pagamento dei fornitori Tempo di pagamento dei clienti Tempo di inattività degli impianti e delle risorse

10 Mario Bolognani Redditività delle vendite in EII GRUPPO/DIVISIONIMISURE DI PRESTAZIONEVALORI Redditività delle vendite Produttività commerciale (ricavi/addetti) Costo del venduto Dimensione degli ordini Tariffa media giornaliera Gamma dei clienti Vendite per cliente Tasso di rotazione dei clienti Costante In linea con il mercato In aumento In diminuzione Ampia in alcuni segmenti, concentrata in altri Variabili per segmento Basso

11 Mario Bolognani Utilizzazione del capitale e liquidità in EII GRUPPO/DIVISIONIMISURE DI PRESTAZIONE VALORI Utilizzazione della capacità produttiva e rotazione della liquidità Tasso di saturazione delle risorse Tempo di pagamento dei clienti Tempo di pagamento dei fornitori Lavoro indiretto / diretto Ricorso a subappalti Contenzioso Alto ottimizzato a livello divisione e gruppo Diverso per segmenti di mercato, in crescita In linea con quello dei clienti Basso 25-30% Basso

12 Mario Bolognani Il vantaggio competitivo di una università Ununiversità possiede un vantaggio competitivo rispetto alle altre confrontabili quando, rispettando il vincolo dellequilibrio economico e quelli imposti dalla normativa vigente, fornisce nel lungo periodo una quantità di prestazioni per unità di risorse impegnate più elevata e, a parità di livello, di migliore qualità, secondo la valutazione dellambiente socio-economico al quale le prestazioni sono rivolte. Contribuisce alla formazione del vantaggio competitivo la disponibilità di migliori capacità gestionali che le permettono di adattarsi più rapidamente al cambiamento dell'ambiente, di acquisire una quota più elevata di risorse esterne, di interagire più efficacemente con le istituzioni e con il tessuto economico-sociale e di accrescere più rapidamente le competenze e le motivazioni del personale.

13 Mario Bolognani Riferimenti Robert M. Grant, Lanalisi strategica per le decisioni aziendali, Il Mulino, Bologna, Capitolo I Giorgio Pellicelli, Management vol 3, Strategia, Il Sole 24 Ore, Università Bocconi, La Repubblica, 2006


Scaricare ppt "Lezione 3 – Vantaggio competitivo Definizioni Il processo di pianificazione strategica Analisi SWOT Il vantaggio competitivo Richiami di economia dimpresa."

Presentazioni simili


Annunci Google