La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

OCCLUSIONE INTESTINALE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA DIPARTIMENTO DI CHIRURGIA CATTEDRA DI CHIRURGIA DURGENZA E P.S. DIRETTORE PROF. GIUSEPPE VADALA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "OCCLUSIONE INTESTINALE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA DIPARTIMENTO DI CHIRURGIA CATTEDRA DI CHIRURGIA DURGENZA E P.S. DIRETTORE PROF. GIUSEPPE VADALA."— Transcript della presentazione:

1 OCCLUSIONE INTESTINALE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA DIPARTIMENTO DI CHIRURGIA CATTEDRA DI CHIRURGIA DURGENZA E P.S. DIRETTORE PROF. GIUSEPPE VADALA

2 IL CANALE ALIMENTARE HA UNA LUNGHEZZA DI 830 CENTIMETRI DUODENO 21 CENTIMETRI DUODENO 21 CENTIMETRI DIGIUNO E ILEO 700 CENTIMETRI DIGIUNO E ILEO 700 CENTIMETRI COLON 109 CENTIMETRI COLON 109 CENTIMETRI

3 LINTESTINO TENUE SI ESTENDE DAL PILORO AL CIECO, COSTITUITO DA DUODENO (RETROPERITONEALE) DUODENO (RETROPERITONEALE) DIGIUNO E ILEO (TENUE MESENTERIALE) DIGIUNO E ILEO (TENUE MESENTERIALE)

4 IL MESENTERE E UNAMPIA LAMINA DI PERITONEO CHE SOSPENDE LINTESTINO DALLA PARETE ADDOMINALE POSTERIORE STABILIZZANDOLO E PREVENENDO EVENTUALI TORSIONI SULLASSE VASCOLARE

5 VASCOLARIZZAZIONE LINTESTINO TENUE E IRRORATO DALLA ARTERIA MESENTERICA SUPERIORE, MEDIANTE I SUOI RAMI COLLATERALI DI SINISTRA LINTESTINO TENUE E IRRORATO DALLA ARTERIA MESENTERICA SUPERIORE, MEDIANTE I SUOI RAMI COLLATERALI DI SINISTRA LE VENE DRENANO MEDIANTE TRE GROSSI TRONCHI (DIGIUNALE, INTERMEDIO E ILEALE), NELLA VENA MESENTERICA SUPERIORE LE VENE DRENANO MEDIANTE TRE GROSSI TRONCHI (DIGIUNALE, INTERMEDIO E ILEALE), NELLA VENA MESENTERICA SUPERIORE

6

7

8 IL DRENAGGIO LINFATICO PROCEDE DALLA RETE LINFATICA SOTTOMUCOSA AI LINFONODI PARAORTICI ATTRAVERSO TRE TAPPE LINFONODI PERIFERICI (ARCATA MARGINALE) LINFONODI PERIFERICI (ARCATA MARGINALE) LINFONODI INTERMEDI (ARCATE MESENTERICHE) LINFONODI INTERMEDI (ARCATE MESENTERICHE) LINFONODI CENTRALI (ARTERIA MESENTERICA LINFONODI CENTRALI (ARTERIA MESENTERICA SUPERIORE) SUPERIORE)

9 INNERVAZIONE SISTEMA NERVOSO AUTONOMO - SISTEMA NERVOSO ESTRINSECO FIBRE SIMPATICHE E PARASIMPATICHE FIBRE SIMPATICHE E PARASIMPATICHE - SISTEMA NERVOSO INTRINSECO PLESSO MIOENTERICO DI AUERBACH PLESSO MIOENTERICO DI AUERBACH PLESSO SOTTOMUCOSO DI MEISSNER PLESSO SOTTOMUCOSO DI MEISSNER

10 PARETE INTESTINALE MUCOSA MUCOSA SOTTOMUCOSA SOTTOMUCOSA MUSCOLARE MUSCOLARE SIEROSA SIEROSA

11 TONACA MUCOSA COSTITUITA DA UN EPITELIO DI RIVESTIMENTO, DALLA LAMINA PROPRIA E DALLA MUSCULARIS MUCOSAE COSTITUITA DA UN EPITELIO DI RIVESTIMENTO, DALLA LAMINA PROPRIA E DALLA MUSCULARIS MUCOSAE SOLLEVATA IN PLICHE TRASVERSALI (VALVOLE CONNIVENTI), ASSENTI NEL TERZO DISTALE DELLILEO SOLLEVATA IN PLICHE TRASVERSALI (VALVOLE CONNIVENTI), ASSENTI NEL TERZO DISTALE DELLILEO CARATTERIZZATA DALLA PRESENZA DEI VILLI E DELLE CRIPTE DI LIEBERKUHN CARATTERIZZATA DALLA PRESENZA DEI VILLI E DELLE CRIPTE DI LIEBERKUHN

12 TONACA SOTTOMUCOSA STRATO DI TESSUTO CONNETTIVALE FIBROBLASTICO ED AREOLARE STRATO DI TESSUTO CONNETTIVALE FIBROBLASTICO ED AREOLARE CONTIENE VASI, NERVI E STRUTTURE LINFONODALI CONTIENE VASI, NERVI E STRUTTURE LINFONODALI

13 TONACA MUSCOLARE TONACA MUSCOLARE E COSTITUITA DA DUE STRATI DI MUSCOLATURA LISCIA: LONGITUDINALE ESTERNO E COSTITUITA DA DUE STRATI DI MUSCOLATURA LISCIA: LONGITUDINALE ESTERNO CIRCOLARE INTERNO CIRCOLARE INTERNO

14 FUNZIONI DELLINTESTINO TENUE MOTORIA MOTORIA DIGESTIVA DIGESTIVA ADSORBENTE ADSORBENTE IMMUNITARIA IMMUNITARIA ENDOCRINA ENDOCRINA

15 OCCLUSIONE INTESTINALE SINDROME CARATTERIZZATA DALLARRESTO BRUSCO, COMPLETO E PERSISTENTE DEL TRANSITO DEL CONTENUTO SOLIDO, LIQUIDO E GASSOSO DELLINTESTINO.

16 OCCLUSIONE INTESTINALE Ippocrate (430 a.C.) prima descrizione Prassigora (350 a.C.) fistola entero-cutanea Hartwell-Huguet (1921) infusione fisiologica (1945) chirurgia, anestesia, antibioticoterapia MORTALITA MORTALITA 100% 100% 70-40% 70-40% 6-8% 6-8% CENNI STORICI

17 OCCLUSIONE INTESTINALE LA SINTOMATOLOGIA E POLIMORFA IN RAPPORTO A ETIOLOGIA SEDE DURATA

18 OCCLUSIONE INTESTINALE ILEO PARALITICO (O ADINAMICO) ILEO PARALITICO (O ADINAMICO) ILEO MECCANICO ILEO MECCANICO

19 ILEO PARALITICO CONDIZIONE DI OCCLUSIONE IN ASSENZA DI OSTACOLO MECCANICO, CARATTERIZZATA DA UNA DISTENSIONE DI TUTTO IL TRATTO GASTROINTESTINALE (IN PARTICOLARE STOMACO E COLON) SOLITAMENTE TRANSITORIA O POTENZIALMENTE REVERSIBILE SU BASE FUNZIONALE. ESSA DETERMINA UNA MANCANZA DI PROPULSIONE DEL CONTENUTO INTESTINALE. CONDIZIONE DI OCCLUSIONE IN ASSENZA DI OSTACOLO MECCANICO, CARATTERIZZATA DA UNA DISTENSIONE DI TUTTO IL TRATTO GASTROINTESTINALE (IN PARTICOLARE STOMACO E COLON) SOLITAMENTE TRANSITORIA O POTENZIALMENTE REVERSIBILE SU BASE FUNZIONALE. ESSA DETERMINA UNA MANCANZA DI PROPULSIONE DEL CONTENUTO INTESTINALE. ESSO E IL PIU FREQUENTE. ESSO E IL PIU FREQUENTE.

20 ILEO PARALITICO CAUSE INTRADDOMINALI CAUSE INTRADDOMINALI CAUSE EXTRADDOMINALI CAUSE EXTRADDOMINALI

21 CAUSE INTRADDOMINALI INTRAPERITONEALI INTRAPERITONEALI A) LAPAROTOMIA B) PERITONITE C) IRRITAZIONE PERITONEALE DA CORPI ESTRANEI O AGENTI CHIMICI (BILE, SANGUE) CHIMICI (BILE, SANGUE) D) INSUFFICIENZA VASCOLARE MESENTERICA ACUTA EXTRAPERITONEALI EXTRAPERITONEALI A) EMORRAGIA O FLOGOSI RETROPERITONEALE (ANEURISMI AORTICI, FRATTURE PELVICHE) (ANEURISMI AORTICI, FRATTURE PELVICHE) B) PANCREATITE ACUTA C) SINDROMI DOLOROSE GRAVI (ES. COLICA RENALE)

22 ILEO PARALITICO CAUSE EXTRADDOMINALI - DI ORGANO A) BRONCOPOLMONITE A) BRONCOPOLMONITE B) TRAUMI DEL TORACE B) TRAUMI DEL TORACE C) INFARTO MIOCARDICO C) INFARTO MIOCARDICO D) EMORRAGIA O TROMBOSI CEREBRALE D) EMORRAGIA O TROMBOSI CEREBRALE E) INTERVENTI NEUROCHIRURGICI E) INTERVENTI NEUROCHIRURGICI - SISTEMICHE A) ALTERAZIONI IDROELETTROLITICHE (IPONATRIEMIA, A) ALTERAZIONI IDROELETTROLITICHE (IPONATRIEMIA, IPOKALIEMIA, IPOMAGNESEMIA) IPOKALIEMIA, IPOMAGNESEMIA) B) ALTERAZIONI METABOLICHE (CHETOACIDOSI DIABETICA, UREMIA, B) ALTERAZIONI METABOLICHE (CHETOACIDOSI DIABETICA, UREMIA, ALCALOSI) ALCALOSI) C) ALTERAZIONI DA FARMACI (GANGLIOPLEGICI, NARCOTICI, C) ALTERAZIONI DA FARMACI (GANGLIOPLEGICI, NARCOTICI, ANTICOLINERGICI) ANTICOLINERGICI)

23 ILEO PARALITICO MODIFICAZIONI FISIOPATOLOGICHE LA STIMOLAZIONE SENSORIALE DEL PERITONEO PROVOCA UN ARRESTO DELLATTIVITA MOTORIA INTESTINALE LA STIMOLAZIONE SENSORIALE DEL PERITONEO PROVOCA UN ARRESTO DELLATTIVITA MOTORIA INTESTINALE LINIBIZIONE DELLA MOTILITA INTESTINALE SAREBBE MEDIATA DAL SISTEMA ADRENERGICO COME CONSEGUENZA DI UN MECCANSMO RIFLESSO IN RISPOSTA ALLE STIMOLAZIONI DOLOROSE DEI RECETTORI PERITONEALI LINIBIZIONE DELLA MOTILITA INTESTINALE SAREBBE MEDIATA DAL SISTEMA ADRENERGICO COME CONSEGUENZA DI UN MECCANSMO RIFLESSO IN RISPOSTA ALLE STIMOLAZIONI DOLOROSE DEI RECETTORI PERITONEALI

24 ILEO PARALITICO SINTOMATOLOGIA ALVO CHIUSO A FECI E GAS ALVO CHIUSO A FECI E GAS NAUSEA NAUSEA VOMITO VOMITO DOLORE ADDOMINALE DOLORE ADDOMINALE (MENO INTENSO E LOCALIZZATO CHE NELLOSTRUZIONE MECCANICA) (MENO INTENSO E LOCALIZZATO CHE NELLOSTRUZIONE MECCANICA) DISTENSIONE ADDOMINALE DISTENSIONE ADDOMINALE

25 ILEO PARALITICO DIAGNOSI RX DIRETTA DELLADDOME RX DIRETTA DELLADDOME ECOGRAFIA ECOGRAFIA LAPAROSCOPIA LAPAROSCOPIA TAC TAC

26 ILEO PARALITICO TERAPIA MEDICA POSIZIONAMENTO DI UN SONDINO NASO-GASTRICO POSIZIONAMENTO DI UN SONDINO NASO-GASTRICO CORREZIONE DEGLI SQUILIBRI IDROELETTROLITICI CORREZIONE DEGLI SQUILIBRI IDROELETTROLITICI ANTIBIOTICOTERAPIA ANTIBIOTICOTERAPIA

27 ILEO MECCANICO CONDIZIONE DI OCCLUSIONE INTESTINALE DIPENDENTE DA UN OSTACOLO FISICO LA CAUSA OSTRUENTE PUO ESSERE LOCALIZZATA ALLINTERNO DEL LUME (OCCLUSIONE INTRALUMINALE) O ESSERE LEGATA AD UNA PATOLOGIA DELLA PARETE INTESTINALE (OCCLUSIONE INTRAMURALE) O AD UNA PATOLOGIA ESTRINSECA CHE COMPRIME UN INTESTINO NORMALE (OCCLUSIONE EXTRAINTESTINALE)

28 ILEO MECCANICO CAUSE INTRALUMINALI - CALCOLI BILIARI - CORPI ESTRANEI - ENTEROLITI - PARASSITI - FECALOMA

29 ILEO MECCANICO MESH PENETRATA ALLINTERNO DEL COLON TRASVERSO ATTRAVERSO LANASTOMOSI ILEOCOLICA

30 ILEO MECCANICO CAUSE INTRAMURALI - CONGENITA: ATRESIA, STENOSI - INFIAMMATORIA: MORBO DI CROHN, DIVERTICOLITE, COLITE ULCEROSA COLITE ULCEROSA - NEOPLASTICA - POSTATTINICA - TRAUMATICA - INVAGINAZIONE INTESTINALE - ENDOMETRIOSI

31 ILEO MECCANICO

32 INVAGINAZIONE DELLILEO TERMINALE NEL CIECO

33 ILEO MECCANICO CAUSE EXTRAINTESTINALI CAUSE EXTRAINTESTINALI - POSTOPERATORIA: ADERENZE, BRIGLIE, EMATOMI, VOLVOLO, LAPAROCELE, MALPOSIZIONAMENTO DI ANSE, ERNIA INTERNA IN BRECCIA MESENTERICA, ERNIA PARACOLOSTOMICA - POSTINFIAMMATORIA: ADERENZE - ERNIE: INTERNE ED ESTERNE

34 ILEO MECCANICO CAUSE EXTRAINTESTINALI - CARCINOMATOSI - ASCESSI - EMATOMI - GRAVIDANZA - PANCREAS ANULARE - GLOBO VESCICALE - CORPI ESTRANEI - SINDROME DEL COMPASSO AORTOMESENTERICO

35 ILEO MECCANICO ERNIA INTERNA PARADUODENALE

36 ILEO MECCANICO ETA ETA CAUSE CAUSEINTRALUMINALI INTRAMURALI INTRAMURALI CAUSE CAUSE EXTRAMURALI EXTRAMURALI NEONATIINFANTI < 24 MESI ILEO DA MECONIO OSTRUZIONE DA LATTE CORPI ESTRANEI ATRESIA, STENOSI DUPLICAZ. CISTICA INTUSSUSCEZIONE PORPORA DI S.-H. ERNIA INGUINALE VOLVOLO ADERENZE POSTOPERATORIE RAGAZZI GIOVANI ADULTI CORPI ESTRANEI PARASSITI(LUMBRICOIDI) MORBO DI CROHN TUBERCOLOSINEOPLASIE ERNIA INGUINALE VOLVOLOADERENZE COMPLIC. APPENDICITE ANZIANI CORPI ESTRANEI CALCOLIFECALOMI MORBO DI CROHN TUBERCOLOSINEOPLASIERADIAZIONI ADERENZE, ERNIE NEOPLASIE COLON E/ O OVAIO, PROCESSI INFIAMMATORI

37 ILEO MECCANICO LOCCLUSIONE PUO ESSERE SIA COMPLETA CHE PARZIALE (EPISODI SUBACUTI O RICORRENTI) LOCCLUSIONE PUO ESSERE SIA COMPLETA CHE PARZIALE (EPISODI SUBACUTI O RICORRENTI) PUO VERIFICARSI LA COMPROMISSIONE VASCOLARE DELLANSA OCCLUSA (OCCLUSIONE CON STRANGOLAMENTO) PUO VERIFICARSI LA COMPROMISSIONE VASCOLARE DELLANSA OCCLUSA (OCCLUSIONE CON STRANGOLAMENTO) IL 70% DELLE OCCLUSIONI MECCANICHE INTERESSA LINTESTINO TENUE IL 70% DELLE OCCLUSIONI MECCANICHE INTERESSA LINTESTINO TENUE

38 ILEO MECCANICO LE ADERENZE E LE BRIGLIE POSTOPERATORIE SONO LE CAUSE PIU FREQUENTI NELLADULTO LE ADERENZE E LE BRIGLIE POSTOPERATORIE SONO LE CAUSE PIU FREQUENTI NELLADULTO LE ERNIE STROZZATE E LE NEOPLASIE SONO PIU COMUNI NEGLI ANZIANI LE ERNIE STROZZATE E LE NEOPLASIE SONO PIU COMUNI NEGLI ANZIANI

39 ILEO MECCANICO MODIFICAZIONI FISIOPATOLOGICHE MODIFICAZIONI FISIOPATOLOGICHE DISTENSIONE GASSOSA DEL TRATTO INTESTINALE A MONTE DELLOSTRUZIONE DISTENSIONE GASSOSA DEL TRATTO INTESTINALE A MONTE DELLOSTRUZIONE PROGRESSIVO ACCUMULO ENDOLUMINALE DI LIQUIDI PROGRESSIVO ACCUMULO ENDOLUMINALE DI LIQUIDI (RIDOTTO ASSORBIMENTO, AUMENTATA SECREZIONE DAL COMPARTIMENTO VASCOLARE AL LUME INTESTINALE) (RIDOTTO ASSORBIMENTO, AUMENTATA SECREZIONE DAL COMPARTIMENTO VASCOLARE AL LUME INTESTINALE) VARIAZIONI DELLA FLORA MICROBICA VARIAZIONI DELLA FLORA MICROBICA (DI TIPO FECALE, CON PRESENZA DI ANAEROBI, NELLE OCCLUSIONI DEL TENUE; MARCATO AUMENTO DEGLI ANAEROBI NELLE OCCLUSIONI DEL COLON) (DI TIPO FECALE, CON PRESENZA DI ANAEROBI, NELLE OCCLUSIONI DEL TENUE; MARCATO AUMENTO DEGLI ANAEROBI NELLE OCCLUSIONI DEL COLON)

40 ILEO MECCANICO MODIFICAZIONI FISIOPATOLOGICHE TRASLOCAZIONE BATTERICA DAL LUME INTESTINALE AI LINFONODI MESENTERICI TRASLOCAZIONE BATTERICA DAL LUME INTESTINALE AI LINFONODI MESENTERICI ( PERMEABILITA DELLA MUCOSA, DIFESE GENERALI) ( PERMEABILITA DELLA MUCOSA, DIFESE GENERALI) VARIAZIONI DELLA PERFUSIONE VARIAZIONI DELLA PERFUSIONE (PERFUSIONE PREFERENZIALE DELLA TONACA MUSCOLARE RISPETTO ALLA MUCOSA) (PERFUSIONE PREFERENZIALE DELLA TONACA MUSCOLARE RISPETTO ALLA MUCOSA) ALTERAZIONI DELLA MOTILITA ALTERAZIONI DELLA MOTILITA (INIZIALE INCREMENTO DELLA PERISTALSI, CHE SI RIDUCE SE NON VIENE RIMOSSA LA CAUSA OSTRUENTE PER POI RIPRENDERE DOPO RIPRISTINO DEL TRANSITO INTESTINALE) (INIZIALE INCREMENTO DELLA PERISTALSI, CHE SI RIDUCE SE NON VIENE RIMOSSA LA CAUSA OSTRUENTE PER POI RIPRENDERE DOPO RIPRISTINO DEL TRANSITO INTESTINALE)

41 ILEO MECCANICO MODIFICAZIONI FISIOPATOLOGICHE ALTERAZIONI DELLEMOCOAGULAZIONE ALTERAZIONI DELLEMOCOAGULAZIONE (INTERRUZIONE DEL CIRCOLO ENTEROEPATICO DEI SALI BILIARI CON RIDOTTO ASSORBIMENTO DI VIT. K NELLE OCCLUSIONI DEL TENUE A MONTE DELLILEO TERMINALE; INSUFFICIENTE ASSORBIMENTO DI VIT. K PER LA NOTEVOLE CRESCITA BATTERICA NELLE OCCLUSIONI DISTALI PROLUNGATE) (INTERRUZIONE DEL CIRCOLO ENTEROEPATICO DEI SALI BILIARI CON RIDOTTO ASSORBIMENTO DI VIT. K NELLE OCCLUSIONI DEL TENUE A MONTE DELLILEO TERMINALE; INSUFFICIENTE ASSORBIMENTO DI VIT. K PER LA NOTEVOLE CRESCITA BATTERICA NELLE OCCLUSIONI DISTALI PROLUNGATE) ALTERAZIONI DEL SISTEMA CARDIORESPIRATORIO ALTERAZIONI DEL SISTEMA CARDIORESPIRATORIO

42 ILEO MECCANICO ISPEZIONE - DISTENSIONE ADDOMINALE DI GRADO VARIABILE - DISEGNO DELLE ANSE INTESTINALI DISTESE - EVENTUALE PRESENZA DI CICATRICI (PREG. INTERV. CHIRURGICI) - PRESENZA DI EVENTUALI ERNIE INGUINALI PALPAZIONE - CONSISTENZA TESOELASTICA DELLADDOME - CONTRATTURA ANTALGICA DELLA PARETE MUSCOLARE DURANTE LE IPERCONTRAZIONI INTESTINALI - DIFFUSA DOLORABILITA NELLE PAUSE - DOLORABILITA IN UNA SEDE SPECIFICA (Mc BURNEY, BLUMBERG) - POSSIBILE INDIVIDUAZIONE DI MASSA ADDOMINALE ESAME OBIETTIVO DELLADDOME

43 ILEO MECCANCO PERCUSSIONE OCCLUSIONE ILEALE MODESTO TIMPANISMO DA DISTENSIONE GASSOSA, ALTERNATO AD AREE DI OTTUSITA PLESSICA (PRESENZA DI LIQUIDO NELLE ANSE INTESTINALI) OCCLUSIONE COLICA MARCATO TIMPANISMO ESAME OBIETTIVO DELLADDOME

44 OCCLUSIONE INTESTINALE AUSCULTAZIONE PRESENZA DI TONI METALLICI, SINCRONI COL DOLORE ADDOMINALE, CHE GRADATAMENTE DIVENTA PERCETTIBILE AD INTERVALLI SEMPRE MAGGIORI (OCCLUSIONE MECCANIICA) LASSENZA DI RUMORI PERISTALTICI PUO ESPRIMERE UNA SOFFERENZA VASCOLARE DELLINTESTINO O LA PRESENZA DI UN ILEO PARALITICO ESAME OBIETTIVO DELLADDOME

45 ILEO MECCANICO DISTENSIONE ADDOMINALE

46 ILEO MECCANICO

47 SINTOMATOLOGIA CLINICA ALVO CHIUSO A FECI E GAS O DIARROICO ALVO CHIUSO A FECI E GAS O DIARROICO VOMITO (BILIARE, FECALOIDE) VOMITO (BILIARE, FECALOIDE) DOLORE ADDOMINALE DOLORE ADDOMINALE (INTERMITTENTE NELLOCCLUSIONE PILORICA O DUODENALE, CRAMPIFORME NELLE OCCLUSIONI DEL TENUE, SORDO E PROFONDO IN QUELLE DEL COLON) (INTERMITTENTE NELLOCCLUSIONE PILORICA O DUODENALE, CRAMPIFORME NELLE OCCLUSIONI DEL TENUE, SORDO E PROFONDO IN QUELLE DEL COLON) DISTENSIONE ADDOMINALE DISTENSIONE ADDOMINALE

48 ILEO MECCANICO SINTOMATOLOGIA FEBBRE FEBBRE (STRANGOLAMENTO, PERFORAZIONE, DIVERTICOLITE, ASCESSO, MALATTIE INFIAMMATORIE GRANULOMATOSE) (STRANGOLAMENTO, PERFORAZIONE, DIVERTICOLITE, ASCESSO, MALATTIE INFIAMMATORIE GRANULOMATOSE) TACHICARDIA TACHICARDIA IPOTENSIONE IPOTENSIONE OLIGURIA OLIGURIA

49 ILEO MECCANICO ESAMI DI LABORATORIO - ESAMI EMATOCHIMICI, EMATOCRITO - ESAMI EMATOCHIMICI LEUCOCITOSI, EMATOCRITO - EQUILIBRIO IDROELETTROLITICO - EQUILIBRIO IDROELETTROLITICO PERDITA DA 5 A 9 LITRI DI LIQUIDI ED ELETTROLITI NEL LUME INTESTINALE ED IN CAVITA PERITONEALE PERDITA DA 5 A 9 LITRI DI LIQUIDI ED ELETTROLITI NEL LUME INTESTINALE ED IN CAVITA PERITONEALE - EQUILIBRIO ACIDO-BASE - EQUILIBRIO ACIDO-BASE ALCALOSI METABOLICA (OSTRUZIONE PILORICA) ALCALOSI METABOLICA (OSTRUZIONE PILORICA) ACIDOSI METABOLICA (OCCLUS. DUODENALE O DIGIUNALE) ACIDOSI METABOLICA (OCCLUS. DUODENALE O DIGIUNALE)

50 ILEO MECCANICO COMPLICANZE STRANGOLAMENTO STRANGOLAMENTO ERNIA STROZZATA ERNIA STROZZATA VOLVOLO VOLVOLO INVAGINAZIONE INVAGINAZIONE

51 ILEO MECCANICO STROZZAMENTO E STRANGOLAMENTO DI ANSE INTESTINALI

52 ILEO MECCANICO DIAGNOSI RX DIRETTA DELLADDOME RX DIRETTA DELLADDOME CLISMA DEL TENUE CON M.D.C. CLISMA DEL TENUE CON M.D.C. CLISMA OPACO A DOPPIO CONTRASTO CLISMA OPACO A DOPPIO CONTRASTO ESOFAGOGASTRODUODENOSCOPIA ESOFAGOGASTRODUODENOSCOPIA COLONSCOPIA COLONSCOPIA TAC TAC RMN RMN ECOGRAFIA ECOGRAFIA ANGIOGRAFIA ANGIOGRAFIA

53 ILEO MECCANICO OCCLUSIONE DEL COLON

54 ILEO MECCANICO

55 NEOPLASIA COLON DISCENDENTE

56 ILEO MECCANICO TERAPIA MEDICA MONITORAGGIO DEI PARAMETRI VITALI MONITORAGGIO DEI PARAMETRI VITALI INFUSIONE ENDOVENA DI LIQUIDI ED ELETTROLITI INFUSIONE ENDOVENA DI LIQUIDI ED ELETTROLITI SOMMINISTRAZIONE DI ANTIBIOTICI SOMMINISTRAZIONE DI ANTIBIOTICI POSIZIONAMENTO DI UN SONDINO NASO-GASTRICO POSIZIONAMENTO DI UN SONDINO NASO-GASTRICO

57 ILEO MECCANICO TERAPIA CHIRURGICA LAPAROTOMIA SENZA APERTURA DELLINTESTINO LAPAROTOMIA SENZA APERTURA DELLINTESTINO LISI DELLE ADERENZE LISI DELLE ADERENZE RIDUZIONE DI ERNIA O INVAGINAZIONE RIDUZIONE DI ERNIA O INVAGINAZIONE DEROTAZIONE DI UN VOLVOLO DEROTAZIONE DI UN VOLVOLO LAPAROTOMIA CON APERTURA DELLINTESTINO LAPAROTOMIA CON APERTURA DELLINTESTINO ENTEROSTOMIA SEMPLICE (ASPORT. CORPI ESTRANEI) ENTEROSTOMIA SEMPLICE (ASPORT. CORPI ESTRANEI) ENTEROSTOMIA DECOMPRESSIVA CON O SENZA RESEZIONE ENTEROSTOMIA DECOMPRESSIVA CON O SENZA RESEZIONE RESEZIONE INTESTINALE CON O SENZA ANASTOMOSI RESEZIONE INTESTINALE CON O SENZA ANASTOMOSI

58


Scaricare ppt "OCCLUSIONE INTESTINALE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA DIPARTIMENTO DI CHIRURGIA CATTEDRA DI CHIRURGIA DURGENZA E P.S. DIRETTORE PROF. GIUSEPPE VADALA."

Presentazioni simili


Annunci Google