La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Corso di Statistica e Gestione delle Imprese Insegnamento: MARKETING Docente: Roberto Grandinetti Università di Padova Cap. 3 - Vantaggio competitivo e.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Corso di Statistica e Gestione delle Imprese Insegnamento: MARKETING Docente: Roberto Grandinetti Università di Padova Cap. 3 - Vantaggio competitivo e."— Transcript della presentazione:

1 Corso di Statistica e Gestione delle Imprese Insegnamento: MARKETING Docente: Roberto Grandinetti Università di Padova Cap. 3 - Vantaggio competitivo e rete del valore Testo: Grandinetti R., Marketing. Mercati, prodotti e relazioni, Roma, Carocci, 2008

2 Cosa rende più o meno attrattivo un settore

3 Il sistema delle forze competitive Settore focale Settore di fornitura

4 Cosa rende più o meno attrattivo un settore Ad esempio, il potere contrattuale dei fornitori aumenta allaumentare della concentrazione nel settore di fornitura, che a sua volta dipende dallintensità delle economie di scala in questo settore

5 Dalla redditività settoriale alla redditività aziendale Fattori endogeni Fattori esogeni

6 Un indice di redditività aziendale: il ROS = EBIT / Sales Bilancio 2009Milioni di Fatturato Variazione delle scorte- 840 =Valore della produzione Costi per acquisto di beni e servizi9.290 =Valore aggiunto Costo del personale4.380 =Margine operativo lordo o EBITDA Accantonamenti e ammortamenti650 =Margine operativo netto o EBIT640 Earnings before interest, taxes, depreciation and amortization

7 Due tipi di vantaggio competitivo Strategia Oceano Blu Vedi Cap. 8

8 Le tre dimensioni dellambito competitivo A.Grado di diversificazione produttiva: aumenta il numero di mercati (di prodotto) in cui opera limpresa B.Grado di copertura del mercato: aumenta il numero di segmenti in cui opera limpresa C.Grado di internazionalizzazione: aumenta il numero di mercati geografici in cui opera limpresa

9 Le tre dimensioni dellambito competitivo Un esempio: la strategia di nicchia globale

10 Le strategie competitive di base secondo Porter

11 Un approccio complementare a quello strategico di Porter: la resource-based view Sempre più importanti le risorse immateriali, ossia le CONOSCENZE e le RELAZIONI. Nel marketing le prime sono loggetto del knowledge marketing management, Le seconde sono alla base dellapproccio di relationship marketing

12 La SWOT analysis Fattori endogeni Impresa Fattori esogeni Settore

13 Tornando allapproccio porteriano Fattori endogeni Fattori esogeni

14 La catena (interna) del valore

15 La catena del valore di unimpresa diversificata

16 Il sistema verticale del valore

17 La rete del valore: esempi di relazioni

18 La rete del valore: relazioni dirette e indirette

19 Le variabili-chiave della cooperazione tra imprese F iducia reciproca: risorsa critica della cooperazione I mpegno (commitment): disponibilità allimpiego di risorse e promessa reciproca di continuità del rapporto T rasparenza informativa: scambio di informazioni e conoscenze A dattamento reciproco: modalità di coordinamento della cooperazione

20 Lo sviluppo di una relazione cooperativa: il circuito FITA

21 La cooperazione come processo evolutivo

22 La rete del valore del Catas, centro-servizi nel settore dellarredamento Fornitore di macchine


Scaricare ppt "Corso di Statistica e Gestione delle Imprese Insegnamento: MARKETING Docente: Roberto Grandinetti Università di Padova Cap. 3 - Vantaggio competitivo e."

Presentazioni simili


Annunci Google