La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Antonella Bianconi - Piera Pandolfi LA RICERCA SCIENTIFICA NEGLI ATENEI Antonella Bianconi Piera Pandolfi Ripartizione Ricerca e Trasferimento della Conoscenza.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Antonella Bianconi - Piera Pandolfi LA RICERCA SCIENTIFICA NEGLI ATENEI Antonella Bianconi Piera Pandolfi Ripartizione Ricerca e Trasferimento della Conoscenza."— Transcript della presentazione:

1 Antonella Bianconi - Piera Pandolfi LA RICERCA SCIENTIFICA NEGLI ATENEI Antonella Bianconi Piera Pandolfi Ripartizione Ricerca e Trasferimento della Conoscenza Università degli Studi di Perugia

2 Antonella Bianconi - Piera Pandolfi LA RICERCA SCIENTIFICA NEGLI ATENEI 1.Come è strutturato il sistema che finanzia la ricerca? 2.Quali sono gli enti e i programmi che finanziano la ricerca? 3.Come rispondere/organizzarsi efficacemente?

3 Antonella Bianconi - Piera Pandolfi 1. IL SISTEMA DI FINANZIAMENTO DPEF: Documento di programmazione economico- finanziaria PNR: Programma Nazionale per la Ricerca Misure specifiche di finanziamento

4 Antonella Bianconi - Piera Pandolfi Programmazione politica DPEF (Documento di programmazione economica e finanziaria) definisce le strategie politiche e le risorse finanziarie disponibili. Inoltre, illustra priorità e indicazioni per la ricerca. PNR (Programma Nazionale per la Ricerca) steso e approvato ogni 3 anni, è rivisto ogni anno in base alle linee individuate nel DPEF, nasce dalle considerazioni fatte sia a livello europeo che locale. Definisce gli obiettivi generali della ricerca e i metodi per raggiungere gli obiettivi previsti.

5 Antonella Bianconi - Piera Pandolfi 2. ENTI E PROGRAMMI MiUR è la principale fonte di finanziamento pubblico della ricerca (PRIN, FIRB, FISR, FAR, Centri di Eccellenza). Altri Ministeri possono finanziare la ricerca nei loro settori di interesse, p. es. il Ministero della Salute, il Ministero delle Politiche Agricole e Forestali. Commissione Europea, p. es. Programma Quadro

6 Antonella Bianconi - Piera Pandolfi FFO: Fondo di finanziamento ordinario Autonomia e sistema di finanziamento Il fondo di finanziamento ordinario e la ricerca scientifica

7 Antonella Bianconi - Piera Pandolfi EVOLUZIONE LOGICA ASSEGNAZIONE FINANZIAMENTI MIUR NEGLI ANNI PRIMA DEL 2004: Interventi contrattati col Ministero e gestione a Pie di listaPRIMA DEL 2004: Interventi contrattati col Ministero e gestione a Pie di lista DAL 1995 AL 2003: Interventi di riequilibrio e incentivazioneDAL 1995 AL 2003: Interventi di riequilibrio e incentivazione NEL 2004: proposta CNVSU nuovo modelloNEL 2004: proposta CNVSU nuovo modello DAL 2005: programmazione e valutazione su base triennale del sistema universitario (L. n. 43/05)DAL 2005: programmazione e valutazione su base triennale del sistema universitario (L. n. 43/05)

8 Antonella Bianconi - Piera Pandolfi RIPARTIZIONE PERCENTUALE FFO

9 Antonella Bianconi - Piera Pandolfi Modello per la ripartizione teorica FFO – Ricerca scientifica Il finanziamento viene ripartito in proporzione al Potenziale di Ricerca dellAteneo dato dal numero di docenti, ricercatori e personale tecnico (qualifiche D e EP area tecnico-scientifica). Ciascuna categoria di personale contribuisce con diverso peso. Lindicatore viene corretto da un coefficiente corrispondente al tasso di successo nei bandi PRIN e da un coefficiente che misura la capacità di attrarre risorse esterne per la ricerca. PotenzialeRicerca (corretto PRIN-FinanziamentiEsterni) = PotRicerca (corretto PRIN) + RIC FE PotRicerca (correttoPRIN) = Pot ric * F PRIN F PRIN =Tasso di successo nei bandi PRIN Pot ric =PO * p 1 +PA * p 2 +RU * p 3 +AR DR * p 4 +AR * p 5 +DR * p 6 +BPD * p 7 +TECN * p 8 RIC FE =Finanziamenti Esterni/ (Costo medio di un ricercatore di ruolo)

10 Antonella Bianconi - Piera Pandolfi ATTORI DELLA PROGRAMMAZIONE TRIENNALE SOGGETTI INTERNI ALLATENEO: ORGANI DI GOVERNO (Rettore, Senato Accademico, Consiglio di Amministrazione) ORGANI DI GESTIONE (Direttore amministrativo, Dirigenti) NUCLEO DI VALUTAZIONE SOGGETTI ESTERNI ALLATENEO: MiUR ORGANI DI VALUTAZIONE E CONSULTIVI (CNSVU, CUN, CIVR, CRUI, ANVUR)

11 Antonella Bianconi - Piera Pandolfi GLI STRUMENTI PER LA PROGRAMMAZIONE La produzione e la gestione dei dati necessari per programmare I sistemi di raccolta, monitoraggio, utilizzo dei dati prodotti Lintegrazione e lorganizzazione

12 Antonella Bianconi - Piera Pandolfi IL PROCESSO Individuare strategie e gli obiettivi di sistema connessi alla missione dellateneo Tradurre gli obiettivi di sistema in obiettivi di gestione e in azioni concrete (organizzazione delle risorse) Prevedere un sistema di autovalutazione Essere valutati da organismi esterni Sistema di distribuzione delle risorse

13 Antonella Bianconi - Piera Pandolfi 3. ORGANIZZAZIONE EFFICACE Nuove esigenze: Gestire i progetti di ricerca in modo più efficace Essere competitivi e attrattivi nel reperimento di risorse finanziarie Autovalutarsi

14 Antonella Bianconi - Piera Pandolfi LORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI PER LA RICERCA NEGLI ATENEI Il rapporto tra amministrazione centrale e dipartimenti Gli strumenti gestionali I modelli organizzativi Le nuove figure professionali

15 Antonella Bianconi - Piera Pandolfi IL RAPPORTO TRA AMMINISTRAZIONE CENTRALE E DIPARTIMENTI oppure Autonomia e Coordinamento Accentramento / decentramento

16 Antonella Bianconi - Piera Pandolfi AUTONOMIA E COORDINAMENTO Cooperazione tra amministrazione centrale e amministrazioni decentrate Individuazione referenti per un rapporto facilitato tra amministrazione centrale e amministrazioni decentrate Coordinamento per lo sviluppo di monitoraggio delle attività scientifiche anche mediante lutilizzo di strumenti informatici

17 Antonella Bianconi - Piera Pandolfi AUTONOMIA E INTEGRAZIONE Integrazione tra amministrazione centrale e strutture di ricerca Integrazione tra personale docente e tecnico-amministrativo Integrazione tra le competenze scientifiche e le competenze gestionali

18 Antonella Bianconi - Piera Pandolfi STRUMENTI GESTIONALI Diffusione di una nuova cultura dellorganizzazione sia tra il personale docente che tra il personale tecnico amministrativo Formazione continua del personale di supporto alla ricerca Organizzazione dei servizi basata sulla conoscenza delle attività scientifiche e sul riconoscimento del valore di tutte le componenti dellUniversità

19 Antonella Bianconi - Piera Pandolfi I MODELLI ORGANIZZATIVI Ambiti di competenza di livello centrale (Scelte strategiche; governo delle risorse; consulenza gestionale ai ricercatori; supporto giuridico-legale; processi di valutazione; funzione normativo-generale; formazione) Ambiti di competenza di livello dipartimentale, coordinati con gli ambiti dellamministrazione centrale (Supporto alla progettazione; fund raising; raccordo con lamministrazione per il monitoraggio delle attività di ricerca) Attività da svolgere nei dipartimenti (Gestione delle risorse attribuite; gestione dei contratti; monitoraggio dei dati relativi alle proprie attività scientifiche)

20 Antonella Bianconi - Piera Pandolfi SUPPORTO NELLA RICERCA DEI FINANZIAMENTI Relazioni efficaci con gli enti finanziatori Reperimento e diffusione delle informazioni Semplificazione dei processi interni per migliorare la propria capacità dattrazione

21 Antonella Bianconi - Piera Pandolfi SUPPORTO ALLA PROGETTAZIONE Progettazione in ambito istituzionale misure bottom up: PRIN, IDEAS misure top down: FIRB, FISR, Ricerca Sanitaria Finalizzata, VII PQ misure negoziali: progetti autonomi, a sportello Progettazione in conto terzi (natura pattizia) -Progettazione ad elaborazione guidata -Progettazione a libera elaborazione - Norme concordate -Norme da bando

22 Antonella Bianconi - Piera Pandolfi IL PROGETTO Caratteristiche: –Un obiettivo unico –Un risultato finale specifico –Un inizio e una fine –Tempi definiti per il completamento –Coinvolgimento di un gruppo interfunzionale di persone creato ad hoc –Una serie limitata di risorse –Una sequenza di attività interdipendenti –Utenti dei risultati ben definiti Ruoli chiave –Ente finanziatore; committente; coordinatore; project manager; gruppo di lavoro del progetto; beneficiari

23 Antonella Bianconi - Piera Pandolfi Fattori fondamentali Linformazione –Contenuti del programma –Tipologie progettuali –Condizioni di partecipazione Lidea progettuale –La regola delle cinque W Why? – Definire obiettivi del progetto e risultati attesi What? – Definire le attività che consentono di raggiungere i risultati Who? – Scegliere la partnership più appropriata When? – Posizionare le attività nel tempo Where? – Allocare i costi a ciascuna attività

24 Antonella Bianconi - Piera Pandolfi Definizione degli obiettivi Devono essere generati dallanalisi di un problema che si desidera risolvere Devono essere: –Dichiarati –Coerenti con gli interessi e la missione dei partner –Condivisi dal gruppo di lavoro e dai partner Possono essere organizzati: –Primari a lungo/medio/breve termine (analisi degli effetti diretti) –Secondari a lungo/medio/breve termine (analisi preventiva delle ricadute)

25 Antonella Bianconi - Piera Pandolfi Risultati attesi Devono: –Essere coerenti con gli obiettivi che sono stati definiti –Essere coerenti con le aspettative dei partner –Tenere conto dellimpatto del progetto su tutti i potenziali beneficiari –Potere essere qualificati e possibilmente quantificati

26 Antonella Bianconi - Piera Pandolfi Attività Partire dagli obiettivi che si vogliono raggiungere Scegliere percorsi metodologici comprovabili e ripetibili (stato dellarte, modalità sperimentali verificabili, contesto bibliografico di riferimento, etc) Identificare gruppi coerenti di attività (work package) Identificare un percorso logico Identificare le competenze necessarie per realizzare il progetto

27 Antonella Bianconi - Piera Pandolfi Ruoli Ruoli generali –Interno : Coordinamento e management Coordinatore generale del progetto (Studio degli obiettivi primari e generali, scelta e coordinamento delle partnershi, audit interno) Project manager (ingegnerizzazione del piano progettuale, audit interno) Segretario amministrativo (Studio della gestione amministrativo-contabile, coordinamento amministrativo delle unità operative, rendicontazione finanziaria, audit interno) –Esterno : Tutor (Revisore terzo della congruità scientifica e finanziaria del progetto in itinere) Ruoli specifici –Attengono alle singole unità operative : Responsabile di unità operativa (Studio degli obiettivi specifi, coordinamento con il coordinatore generale e coordinamento del gruppo di ricerca) Ricercatori (Sviluppo delle attività) Segretario amministrativo (gestione amministrativo-contabile della quota di progetto di competenza dellunità operativa)

28 Antonella Bianconi - Piera Pandolfi Articolazione temporale Progettare –la durata necessaria alla realizzazione di ciascuna fase (avvio, durata e fine di ciascuna attività) –la sequenza logico-temporale e le relazioni di interdipendenza tra le fasi Diagramma di GANTT –Durata dei pacchetti di attività e delle fasi –Interrelazione tra pacchetti di attività e delle fasi (Milestone e deliverables)

29 Antonella Bianconi - Piera Pandolfi Il Budget Verifiche preliminari : –Le regole applicabili Costi ammissibili e non ammissibili Eventuali massimali consentiti –A livello di budget complessivo (ad es. nel 7PQ massimali definiti negli inviti a presentare proposte in relazione alle dimensioni del progetto) –A livello di attività (ad es. nel 6PQ max 7% di contributo per attività di management) –A livello di categoria di costo (ad es. nei progetti LIFE max 7% costi indiretti) Regole rispetto ad alcune categorie di costo –Es. personale strutturato, ammortamento per beni durevoli, limiti per subcontracting

30 Antonella Bianconi - Piera Pandolfi Il Budget Quali risorse sono necessarie allo svolgimento del progetto? –Risorse umane (cofinanziamento e finanziamento diretto) –Attrezzature e strumentazioni –Materiali di consumo –Missioni –Consulenze –Altre risorse necessarie per pubblicazioni, ospitalità, traduzioni, organizzazione eventi, ecc.: altri costi –Spese generali = costi indiretti = overheads

31 Antonella Bianconi - Piera Pandolfi Strumenti operativi di gestione Fogli di calcolo per la rendicontazione dei costi –Rendicontazione dei costi sostenuti nel progettoRendicontazione dei costi sostenuti nel progetto –Rendicontazione dei costi portati a cofinanziamento del progetto (ore uomo/mesi uomo - costi indiretti pro quota)Rendicontazione dei costi portati a cofinanziamento del progetto (ore uomo/mesi uomo - costi indiretti pro quota) Diagramma di GANTT

32 Antonella Bianconi - Piera Pandolfi SUPPORTO AL TRASFERIMENTO DELLA CONOSCENZA Supporto nelle attività di negoziazione con soggetti terzi Promozione delle competenze verso lesterno Supporto a relazioni efficaci con imprese Supporto brevettazione

33 Antonella Bianconi - Piera Pandolfi STRATEGIE PER IL POTENZIAMENTO DEI SERVIZI PER LA RICERCA Obiettivo sistemico: evoluzione delle strutture amministrative dedicate alla ricerca da strutture puramente amministrativo-gestionali a strutture politico-gestionali. Monitoraggio del contesto e delle competenze Ideazione di nuove figure professionali

34 Antonella Bianconi - Piera Pandolfi MONITORAGGIO DEL CONTESTO E DELLE COMPETENZE Organizzazione di Osservatori tematici di Ateneo Elaborazione di sistemi per linventario delle competenze scientifiche presenti nei Dipartimenti Sviluppo di sistemi stabili di dialogo con i soggetti esterni potenzialmente interessati alle attività di ricerca dei Dipartimenti Analisi dei contesti territoriali di riferimento

35 Antonella Bianconi - Piera Pandolfi NUOVE FIGURE PROFESSIONALI Gestione integrata tra la componente scientifica e la componente amministrativa Potenziamento delle competenze reciproche per la comprensione degli aspetti scientifici e per il supporto negli aspetti gestionali

36 Antonella Bianconi - Piera Pandolfi Esempio di realizzazione di progetto PRIN FIRB


Scaricare ppt "Antonella Bianconi - Piera Pandolfi LA RICERCA SCIENTIFICA NEGLI ATENEI Antonella Bianconi Piera Pandolfi Ripartizione Ricerca e Trasferimento della Conoscenza."

Presentazioni simili


Annunci Google