La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Novit à normative italiane ed europee Anna Maria Pozzo, Direttore tecnico Federcasa Riunione Dirigenti responsabili Energia Roma, 25 gennaio 2011.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Novit à normative italiane ed europee Anna Maria Pozzo, Direttore tecnico Federcasa Riunione Dirigenti responsabili Energia Roma, 25 gennaio 2011."— Transcript della presentazione:

1 Novit à normative italiane ed europee Anna Maria Pozzo, Direttore tecnico Federcasa Riunione Dirigenti responsabili Energia Roma, 25 gennaio 2011

2 I 5 obiettivi per l'UE nel Occupazione –Il 75% delle persone fra anni di et à occupati 2.R & S / innovazione –3% del PIL dell'UE (pubblico e privato insieme) da investire in R & S / innovazione 3.Cambiamenti climatici / energia –Riduzione delle emissioni di gas serra del 20% (o addirittura del 30%, se un accordo internazionale soddisfacente può essere raggiunto a seguito di Kyoto) rispetto al –20% di energia da fonti rinnovabili –Aumento del 20% l'efficienza energetica 4.Istruzione –Ridurre i tassi di abbandono a meno del 10% –almeno il 40% di delle persone fra anno con formazione di terzo livello 5.Povert à / esclusione sociale –almeno 20 milioni di persone in meno o a rischio di povert à ed esclusione sociale

3 Strategie europee per l efficienza energetica Strategia 2020Strategia 2020 –Nuovo Action Plan –Convention dei Sindaci –Revisione Direttiva Edifici –Uso dei Fondi strutturali per la riqualificazione degli alloggi –Potenziamento dei certificati bianchi –Nuovi strumenti finanziari: ELENA –Fondo di 146 Milioni di euro per l efficienza energetica (novit à 2010)

4 Evoluzione della strategia 2020 Comunicazione "Energia 2020" (nov. 2010), dopo una consultazione sulle linee strategiche:Comunicazione "Energia 2020" (nov. 2010), dopo una consultazione sulle linee strategiche: –definisce le priorit à energetiche per il prossimo decennio e delinea le azioni da adottare per affrontare le sfide del risparmio energetico, della realizzazione di un mercato caratterizzato da prezzi competitivi e forniture sicure, della promozione del primato tecnologico e di negoziati effettivi con i nostri partner internazionali. –Per il risparmio energetico la Commissione propone di concentrare le sue iniziative su due settori che presentano le maggiori potenzialit à di risparmio energetico: i settori dei trasporti e dell'edilizia. Per aiutare i proprietari di abitazioni e le autorit à locali a finanziare le misure di ristrutturazione e di risparmio energetico, la Commissione proporr à incentivi agli investimenti e strumenti di finanziamento innovativi entro la met à del Il settore pubblico dovrebbe tener conto degli aspetti relativi all'efficienza energetica nell'acquisizione di lavori, servizi e prodotti. Nel settore industriale, i certificati di efficienza energetica potrebbero costituire un incentivo per le imprese a investire in tecnologie a basso consumo energetico.

5 Evoluzione del quadro di riferimento europeo Rapporto Roadmap 2050 guida pratica della European Climate Foundation (ECF), per un Europa prospera e a basse emissioni di carbonio (presentato ad aprile 2010)Rapporto Roadmap 2050 guida pratica della European Climate Foundation (ECF), per un Europa prospera e a basse emissioni di carbonio (presentato ad aprile 2010) –una tabella di marcia verso uno sviluppo sostenibile –Propone soluzioni praticabili per una riduzione netta delle emissioni di gas serra: l'80-95% entro il 2050, obiettivo ponderato ed elaborato da un team di esperti nel rigoroso rispetto delle normative industriali stabilite. –Per arrivare a tutto questo però, si deve agire in fretta, in un contesto politico di collaborazione, partendo da una decarbonizzazione da prima del settore elettrico, per poi passare a quello dei trasporti e in fini a quello abitativo. Energy Roadmap 2050 della Commissione EuropeaEnergy Roadmap 2050 della Commissione Europea –Prevista una tabella di marcia Energia 2050 per il secondo semestre 2011 –Consultazione aperta fino al 7 marzo –La tabella di marcia Energy 2050 avr à lo scopo di presentare percorsi diversi per raggiungere gli obiettivi del settore. –Essa si occuper à degli obiettivi stabiliti della politica energetica dell'UE - la sostenibilit à, la sicurezza energetica e la competitivit à, nella transizione verso un sistema energetico a basse emissioni di carbonio.

6

7 Attivit à europee per l efficienza energetica e le rinnovabili BUILD UP: Soluzioni energetiche per edifici miglioriBUILD UP: Soluzioni energetiche per edifici migliori –Lanciato nel 2009, BUILD UP è un nuovo ambiente per i professionisti della costruzione, le autorit à locali e gli occupanti dell'edificio disposti a condividere la loro esperienza su come ridurre il consumo energetico negli edifici. –http://www.buildup.eu/it/homehttp://www.buildup.eu/it/home PATTO DEI SINDACI: Impegni locali per un energia sostenibilePATTO DEI SINDACI: Impegni locali per un energia sostenibile –Il Patto dei Sindaci è un impegno da parte delle citt à firmatarie di andare oltre gli obiettivi della politica energetica dell'UE in termini di riduzione delle emissioni di CO2 attraverso una maggiore efficienza energetica e la produzione e l'uso di energia pulita. –http://www.eumayors.eu/home_it.htmhttp://www.eumayors.eu/home_it.htm CAMPAGNA ENERGIA SOSTENIBILE EUROPA : Campagna per cambiare il panorama energeticoCAMPAGNA ENERGIA SOSTENIBILE EUROPA : Campagna per cambiare il panorama energetico –Lanciata nel 2005 e ora prorogato fino al 2011, la Sustainable Energy Europe Campaign propone di diffondere le migliori pratiche e di costruire alleanze tra le parti interessate che servano come piattaforma per nuove idee e azioni. –http://www.sustenergy.org/http://www.sustenergy.org/ MANAGENERGY: Efficienza energetica ed energie rinnovabili a livello locale e regionaleMANAGENERGY: Efficienza energetica ed energie rinnovabili a livello locale e regionale –Lanciata nel 2002, l'iniziativa ManagEnergy sostiene il lavoro di attori operanti in materia di efficienza energetica e di energie rinnovabili a livello locale e regionale. ManagEnergy offre corsi di formazione, workshop ed eventi on-line per professionisti di energia e gestori di agenzie per l'energia. –http://www.managenergy.net/http://www.managenergy.net/

8 Programmi europei per l efficienza energetica e le rinnovabili CONCERTO: Citt à che dimostrano soluzioni politiche per il cambiamento nell energiaCONCERTO: Citt à che dimostrano soluzioni politiche per il cambiamento nell energia –CONCERTO sostiene le comunit à locali nello sviluppo e dimostrazione di strategie e azioni concrete che siano sostenibili energeticamente e altamente efficienti –http://www.managenergy.net/http://www.managenergy.net/ Energia intelligente - Europa (EIE) : Strumento dell'UE per il finanziamento di azione per migliorare queste condizioni e andare verso una energia pi ù intelligente per l'EuropaEnergia intelligente - Europa (EIE) : Strumento dell'UE per il finanziamento di azione per migliorare queste condizioni e andare verso una energia pi ù intelligente per l'Europa –Il programma aiuta a realizzare gli ambiziosi obiettivi che l'UE ha fissato per se stessa per sostenere la competitivit à della sua economia, contemporaneamente alla lotta contro il cambiamento climatico. Lo fa sostenendo progetti concreti –http://ec.europa.eu/energy/intelligent/http://ec.europa.eu/energy/intelligent/ –Bando 2011 aperto: scadenza 12 maggio 2011 ECOINNOVATION : Bandi per progetti di prima applicazione commercialeECOINNOVATION : Bandi per progetti di prima applicazione commerciale –Attraverso il meccanismo di finanziamento Eco-innovazion, l'UE vuole sostenere prodotti innovativi, servizi e tecnologie che possono fare un uso migliore delle nostre risorse naturali e ridurre l'impronta ecologica dell'Europa –http://ec.europa.eu/environment/eco-innovation/index_en.htmhttp://ec.europa.eu/environment/eco-innovation/index_en.htm –In attesa del bando 2011 (aprile?)

9 EPBD ed edilizia sociale in Europa Gli operatori dell alloggio sociale (membri del CECODHAS Housing Europe) sono proprietari di 25 milioni di alloggi in Europa, e con questo patrimonio sono pronti a contribuire agli obiettivi europei 20/20/20, in partnership con i produttori di energia, i residenti, i professionisti del settore edilizio e le autorit à locali.Gli operatori dell alloggio sociale (membri del CECODHAS Housing Europe) sono proprietari di 25 milioni di alloggi in Europa, e con questo patrimonio sono pronti a contribuire agli obiettivi europei 20/20/20, in partnership con i produttori di energia, i residenti, i professionisti del settore edilizio e le autorit à locali. Anche l implementazione della nuova direttiva EPBD dipende da quest impegno, non potendoci limitare ad intervenire su quanto si costruir à nel futuro, tralasciando il potenziale di risparmio insito nell esistente;Anche l implementazione della nuova direttiva EPBD dipende da quest impegno, non potendoci limitare ad intervenire su quanto si costruir à nel futuro, tralasciando il potenziale di risparmio insito nell esistente; La nuova versione della Direttiva EPBD contiene una serie di indicazioni condivise dal settore dell Alloggio sociale:La nuova versione della Direttiva EPBD contiene una serie di indicazioni condivise dal settore dell Alloggio sociale: –Adattamento alle condizioni climatiche –Importanza del recupero –Criteri unificati –Piani nazionali per edifici a energia quasi zero (nuovo e recupero) –Nuovi strumenti finanziari

10 Altri provvedimenti UE sull efficienza energetica in edilizia Oltre alla direttiva EPBD esistono diverse altre direttive che disciplinano gli aspetti energetici nel settore dell'edilizia:Oltre alla direttiva EPBD esistono diverse altre direttive che disciplinano gli aspetti energetici nel settore dell'edilizia: –Direttiva sulla progettazione ecocompatibile dei prodotti che consumano energia (2005/32/CE), –Direttiva sulla cogenerazione (2004/8/CE), –Direttiva sull'efficienza degli usi finali dell'energia e i servizi energetici (2006/32/CE) –Proposta di direttiva sulla promozione dell'uso dell'energia da fonti rinnovabili Disposizioni pertinenti per l'edilizia figurano inoltreDisposizioni pertinenti per l'edilizia figurano inoltre –nella direttiva sui prodotti da costruzione (89/106/CEE) –nel piano d'azione "Produzione e consumo sostenibili" e "Politica industriale sostenibile".

11 Nuovi strumenti finanziari Sono in corso di istituzione o di adeguamento strumenti finanziari comunitari e altri provvedimenti con l'obiettivo di incentivare misure legate all'efficienza energetica.Sono in corso di istituzione o di adeguamento strumenti finanziari comunitari e altri provvedimenti con l'obiettivo di incentivare misure legate all'efficienza energetica. Tali strumenti finanziari a livello comunitario comprendono:Tali strumenti finanziari a livello comunitario comprendono: –Il regolamento n. 397/2009 relativo al FESR, volto a consentire maggiori investimenti a favore dell efficienza energetica nell edilizia abitativa in tutti gli Stati membri, –l'iniziativa CE - Banca europea per gli investimenti (BEI) per il finanziamento dell'energia sostenibile nell'Unione europea, volta a consentire, tra l'altro, investimenti per l'efficienza energetica, –il programma quadro per la competitivit à e l'innovazione (CIP), comprendente il programma "Energia intelligente per l'Europa II" incentrato specificamente sull'eliminazione di barriere di mercato connesse all'efficienza energetica e all'energia rinnovabile mediante ricorso, per esempio, allo strumento di assistenza tecnica ELENA (assistenza energetica europea a livello locale), –i programmi per l innovazione e l imprenditorialit à : il programma 2010 di sostegno alle politiche in materia di TIC, il settimo programma quadro di ricerca. –Il nuovo Fondo di 146 M di euro - un nuovo Fondo europeo per investire in efficienza energetica ed energie rinnovabili (le modalit à sono in corso di definizione)

12 Fondi Strutturali EU Uso dei fondi FESR Regolamento n. 397/2009 :Modifica dell art. 7 del Regolamento FESR nell ambito del piano EU anticrisiRegolamento n. 397/2009 :Modifica dell art. 7 del Regolamento FESR nell ambito del piano EU anticrisi Il 4% del FESR, allocato a ogni Paese (equivalente a 8 Miliardi in tutta l UE) per il periodo , può essere usato per cofinanziare lavori di isolamento, installazione di pannelli solari, sostituzione di caldaie standard nello stock abitativo esistente in tutte le regioni dell UE.Il 4% del FESR, allocato a ogni Paese (equivalente a 8 Miliardi in tutta l UE) per il periodo , può essere usato per cofinanziare lavori di isolamento, installazione di pannelli solari, sostituzione di caldaie standard nello stock abitativo esistente in tutte le regioni dell UE. Il regolamento richiede che l investimento debba sostenere la coesione sociale (aiutare, cio è, i gruppi famigliari pi ù vulnerabili) e l alloggio sociale sar à uno dei settori principali in cui i progetti potranno essere cofinanziati.Il regolamento richiede che l investimento debba sostenere la coesione sociale (aiutare, cio è, i gruppi famigliari pi ù vulnerabili) e l alloggio sociale sar à uno dei settori principali in cui i progetti potranno essere cofinanziati. Fondi teoricamente utilizzabiliFondi teoricamente utilizzabili –Vedi la circolare

13 Per saperne di pi ù Per ulteriori informazioniPer ulteriori informazioni Per ricerca partners per progetti europeiPer ricerca partners per progetti europei Per quesiti e richiesta materiali:Per quesiti e richiesta materiali: –Sito Power House Italia: –Sito Federcasa: –Mail a –Telefono


Scaricare ppt "Novit à normative italiane ed europee Anna Maria Pozzo, Direttore tecnico Federcasa Riunione Dirigenti responsabili Energia Roma, 25 gennaio 2011."

Presentazioni simili


Annunci Google