La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

7^ giornata dell'economia 2 Il Tessuto imprenditoriale Il clima di negatività delleconomia si è manifestato in modo molto attenuato sulle imprese imperiesi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "7^ giornata dell'economia 2 Il Tessuto imprenditoriale Il clima di negatività delleconomia si è manifestato in modo molto attenuato sulle imprese imperiesi."— Transcript della presentazione:

1

2 7^ giornata dell'economia 2 Il Tessuto imprenditoriale Il clima di negatività delleconomia si è manifestato in modo molto attenuato sulle imprese imperiesi. Diminuiscono le imprese registrate ma ciò è imputabile in larga parte alla pulizia degli archivi camerali dove sono state depennate molte società inattive: le imprese registrate passano da a (-167 imprese) mentre quelle attive segnano un leggero incremento passando da a (+46 imprese) Dopo decenni di crescita preoccupa il rallentamento e soprattutto si teme larresto del processo di maggior strutturazione che si è registrato negli ultimi anni con laumento delle società di capitali

3 7^ giornata dell'economia 3 I settori Agricoltura: -3% Commercio: -0,6%, di cui dettaglio -3,3% Turismo: -2,5% Manifattura: -0,6%, ma metalli +2% Costruzioni: +2,9%, per frammentazione produttiva Servizi: Trasporti -6,1% Credito e assicurazioni -4,6% Immobiliare -2,9% Attività professionali -0,5% Servizi privati, +0,1%

4 7^ giornata dell'economia 4 Il Tessuto imprenditoriale Imprenditoria straniera in crescita del +6,2%, oggi a unità. Sempre più extracomunitari titolari delle imprese di Imperia, oltre Diminuisce invece limprenditoria femminile, -1,3%, così come le donne imprenditrici, -1,2%, scese a unità. Tuttavia, limpresa in rosa rappresenta ancora una realtà importante nel sistema imperiese con il 26% delle imprese, soprattutto nel commercio e in generale terziario, e nellagricoltura.

5 7^ giornata dell'economia 5 I conti economici territoriali Economia terziarizzata: i servizi determinano il 78,3% del Pil locale. Forte specializzazione nel settore agricolo, in rapporto alla regione (6,1% del Pil, contro l1,6% ligure), nelle costruzioni (9% del Pil, contro il 6,3% ligure), ma poca manifattura (6,6% del Pil, contro il 12% ligure). Il valore aggiunto complessivamente prodotto in provincia è pari a quasi 4,7 miliardi di euro.

6 7^ giornata dell'economia 6 I conti economici territoriali Nel 2008, il Pil a Imperia è cresciuto del +5,5% sul 2007, a fronte del +3% della Liguria e del +1,8% dellItalia. Dallinizio del millennio la ricchezza a Imperia cresce di più che nel resto della Liguria e dellItalia, di circa un punto e mezzo in più allanno. Le distanze però ancora restano. Siamo 59esimi in classifica nazionale per Pil pro-capite, con euro a testa, contro i 27,4 mila liguri e i 26,3 mila italiani. Anche sul reddito realmente disponibile si notano questi ritardi, seppur meno accentuati.

7 7^ giornata dell'economia 7 I conti economici territoriali Le famiglie più in sofferenza sono da noi quelle sotto i 3 componenti, avendo un reddito famigliare inferiore alla media regionale. Quelle da 4 componenti in su sono invece relativamente più ricche. Negli ultimi 2 anni, le nostre famiglie consumano di più di quelle liguri. Ogni anno accantonano mediamente il 6% del reddito disponibile, contro il 9% medio regionale. Se hanno meno entrate reddituali, le famiglie imperiesi hanno però un patrimonio più consistente. Ogni nucleo famigliare ha mediamente 447 migliaia di euro di patrimonio, investito in 2 casi su 3 (più che in Liguria) in immobili, e per 1/3 in titoli.

8 7^ giornata dell'economia 8 Il lavoro Nel 2008, il tasso di occupazione anni a Imperia è al 64,9%, più o meno lo stesso di quello dellanno precedente. Media Liguria al 63,8%, media Italia al 58,7%. Occupati pari a 90 mila unità. Crescono però le persone in cerca di occupazione, da 4,5 mila del 2007 a 6,0 mila nel Tasso di disoccupazione al 6,3%, un punto e mezzo in più del 2007, il più alto di tutta la regione (media 5,4%). Media nazionale al 6,7%. Motivo: disoccupazione femminile in rialzo al 9,7% dal 6,3% dellanno precedente.

9 7^ giornata dell'economia 9 Il lavoro Fenomeno: con la crisi, più donne ricercano attivamente lavoro, anche se molte non lo trovano. Nel 2008, la Cassa integrazione totale è cresciuta del +19%, ma la modalità ordinaria (per situazioni di temporanea difficoltà) del +41% sul 2007, grazie a impennata delledilizia (+50%). Nei primi 3 mesi 2009, però, inaspettata inversione di rotta, rispetto a tendenza nazionale: Cig totale - 38% su stesso periodo del 2008, con Cig ordinaria a - 47%.

10 7^ giornata dell'economia 10 Il Commercio Internazionale Le esportazioni si sono ridotte nel 2008 del -6,6% (- 25 milioni di euro). Oggi la nostra provincia esporta circa 347 milioni. La bilancia commerciale continua però ad essere positiva di 100 milioni. Unico caso di positività in tutta la regione. In Liguria, invece, lexport ha segnato un +9,4%, ma la bilancia commerciale è negativa. Primo mercato di riferimento del nostro venduto resta la Francia (che rimane costante) e in generale lEuropa, ove collochiamo il 90% di tutto lesportato.

11 7^ giornata dell'economia 11 Il Commercio Internazionale Perdiamo quote in Germania (-6,3%), nei Paesi Bassi (-25%) e in Svizzera (-23%), consolidiamo la nostra presenza in Slovenia (+77%), Arabia Saudita (+95%) e Cina (+227%), anche se siamo ancora su piccoli numeri. Riguardo ai principali settori: silvicoltura -9,5% (76 milioni di esportato) agricoltura, orticoltura e floricoltura -1,1% (60 milioni) alimenti +10% (32 milioni) Inoltre, è in grande ascesa lexport di navi e imbarcazioni +41%, in diminuzione, invece, le bevande -12,4%.

12 7^ giornata dell'economia 12 Il Commercio Internazionale Bassa specializzazione produttiva del sistema manifatturiero imperiese. Il 38% dei prodotti esportati fanno riferimento alla filiera agricola e alle materie prime, il 42% a prodotti tradizionali e standard, e solo il 20% a prodotti specializzati e high tech, contro il 45% della Liguria. Import in calo del -11,6% (-32 milioni). Oggi si attesta a 247 milioni. In Liguria, invece, le acquisizioni estere sono aumentate del +12,7%.

13 7^ giornata dell'economia 13 Il Commercio Internazionale Se vi sono pochi scambi commerciali sui prodotti manifatturieri, vi è però unelevata intensità degli scambi internazionali dei servizi. Nel 2007, Imperia ha una situazione creditoria nei confronti dellestero per lerogazione di servizi di 476 milioni di euro, e una debitoria di soli 83 milioni. Saldo a 347 milioni, cifra consistente anche rispetto a export prodotti manifatturieri. Inoltre, negli ultimi 6 anni, questo commercio è raddoppiato, contro un -15% in Liguria. Determinante la bilancia turistica, in forte attivo, ma si esportano anche servizi alle imprese e costruzioni.

14 7^ giornata dell'economia 14 Il Commercio Interno Le modificazioni nei comportamenti di consumo e lavvicendarsi delle crisi economiche si sono riflessi sulla numerosità delle imprese commerciali: imprese perse in 10 anni. Oggi sono quasi unità, di cui nellingrosso e nel dettaglio. Comunque, il commercio nel suo insieme è ancora un settore strategico per Imperia: occupati , valore aggiunto pari a 556 milioni di euro (12% del Pil totale).

15 7^ giornata dell'economia 15 Il Commercio Interno A proposito del dettaglio, negli ultimi 10 anni ha perduto 630 unità (-3,3%). Ma resta alta la parcellizzazione: 165 esercizi ogni residenti, sopra la media regionale. Ogni punto commerciale imperiese è costituito da 66 mq di vendita, 57 mq in Liguria, 74 mq in Italia. Sistema imperniato sul piccolo commercio, con eccezioni come Taggia, ove la media e grande distribuzione raggiunge livelli da record in ambito regionale (oltre mq ogni residenti).

16 7^ giornata dell'economia 16 LArtigianato A Imperia, circa 1 impresa su 3 è artigiana, e contribuisce al 15% del Pil dellartigianato regionale. Il valore aggiunto prodotto è aumentato dal 2001 al 2006 del +5% medio annuo, tasso più alto in regione (+2%). Nellultimo quinquennio, exploit delledilizia (+9% medio annuo), ma molto bene anche i trasporti (+4,6%) e informatica e servizi alle imprese (+3,8%).

17 7^ giornata dell'economia 17 LArtigianato Nel 2008 il settore sembra aver tenuto da un punto di vista delle strutture, ma non dei fatturati. Primo semestre 2008 relativamente negativo. Secondo semestre in ulteriore peggioramento: calo tendenziale della produzione -1,1%, fatturato -1,2%, ordini -1,3%. Cede anche loccupazione -0,4%. In Liguria, produzione -1,2%, fatturato -1,1%, occupazione -0,7%. Clima di fiducia in leggero calo. Per i primi 6 mesi del 2009, le previsioni sono: produzione -0,8%, fatturato - 1%, ordini -1,6%, sul già debole secondo semestre 2008.

18 7^ giornata dell'economia 18 LAgricoltura Settore strategico per leconomia imperiese anche per il suo risvolto industriale. Filiera agro- alimentare. Pil 2007 pari a 288 milioni di euro, 6,1% del totale. Incidenza dalle 3 alle 4 volte superiore alla media regionale e nazionale. Nel 2008, però, le imprese agricole iscritte al Registro imprese sono in calo del -3,2%. Perse circa 200 unità. Oggi le imprese ufficiali sono circa mila quintali di olio prodotti nella campagna , solo 9 mila nel

19 7^ giornata dell'economia 19 Il Turismo LItalia non attrae più come un tempo: nel 1970 eravamo il primo Paese al mondo per stranieri, oggi siamo al 5° posto, dietro Francia, Spagna, Usa e Cina. E nel 2020 scivoleremo al 7° posto, dopo UK e Hong Kong. Le criticità: Industria turistica poco competitiva (28esimi al mondo) Solo il 2% degli alberghi è affiliato alle grandi catene internazionali, contro il 70% negli Usa e il 20% in UK. Non si riesce perciò a creare turismo aggiuntivo

20 7^ giornata dell'economia 20 Il Turismo Scarsa attenzione alle nicchie, come low cost e giovani (inesistenti i budget hotel e tariffe contenute). Poca possibilità di prenotare tramite internet: lo consente 1 struttura su 4, contro 1 su 3 in Europa. Manca un coordinamento unitario che promuova il marchio Italia nel mondo. Riguardo a Imperia, nel ,3 milioni di presenze turistiche, -1,4% rispetto al A fronte di un calo degli italiani (-3,7%) per una minore permanenza, si registra, però, un incremento degli stranieri (+3,9%) che superano abbondantemente il milione di presenze.

21 7^ giornata dell'economia 21 La Popolazione Nel 2008, residenti pari a unità, +1% sul Determinante nella crescita il movimento migratorio (saldo unità), mentre il saldo naturale è negativo ( unità). Popolazione che sta gradatamente invecchiando: oggi, per ogni giovane sotto i 15 anni di età vi sono 2,25 anziani sopra i 65 anni (225%). Media Italia = 142%. Gli stranieri residenti salgono a unità, +17% rispetto al 2007, raggiungendo il 7% della popolazione totale. Le principali comunità sono quelle albanesi, marocchine, rumene, francesi e turche.


Scaricare ppt "7^ giornata dell'economia 2 Il Tessuto imprenditoriale Il clima di negatività delleconomia si è manifestato in modo molto attenuato sulle imprese imperiesi."

Presentazioni simili


Annunci Google