La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE E DEI SERVIZI ACCESSORI Ponzano Veneto – 20 maggio 2011 Dr.ssa Cristina De Battista CASA DI RIPOSO E.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE E DEI SERVIZI ACCESSORI Ponzano Veneto – 20 maggio 2011 Dr.ssa Cristina De Battista CASA DI RIPOSO E."— Transcript della presentazione:

1 LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE E DEI SERVIZI ACCESSORI Ponzano Veneto – 20 maggio 2011 Dr.ssa Cristina De Battista CASA DI RIPOSO E CENTRO DIURNO GINO E PIERINA MARANI Villorba (TV)

2 -115 posti letto nella sede di Villorba, di cui 94 posti per ospiti non autosufficienti 21 per autosufficienti (2 posti non convenzionati) ­ 26 posti nella sede di Povegliano, anchessi per non autosufficienti ­ 25 posti diurni sempre per non autosufficienti LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE E DEI SERVIZI ACCESSORI

3 SISTEMA QUALITA 2004 UNI EN ISO 9001:2000 UNI AVVIO MODELLO EUROPEO DECCELLENZA 2007 CONSEGUIMENTO CERTIFICAZIONE E-QALIN 2010 UNI EN ISO 9001:2008

4 LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE E DEI SERVIZI ACCESSORI SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Gennaio 2003 COMUNE DI VILLORBA Gennaio 2003 COMUNE DI POVEGLIANO Giugno 2003 COMUNE DI ARCADE SERVIZI COMPLEMENTARI Pasti a domicilio Taxi sanitario Prenotazione esami Ritiro referti Ambulatorio infermieristicoUtilizzo bagni attrezzati

5 LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE E DEI SERVIZI ACCESSORI ComuneCasa Marani

6 COMUNE: - presa in carico e titolarità del caso. LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE E DEI SERVIZI ACCESSORI COMUNE e CASA MARANI: - attività di informazione relativamente ai casi e alle modalità di intervento in occasione degli incontri di coordinamento che si svolgono settimanalmente; - partecipazione alle UVMD che a volte coinvolgono anche altri servizi come ad esempio la psichiatria o la disabilità adulta; - elaborazione del progetto individualizzato; - revisione degli obiettivi in itinere; - verifica del caso.

7 LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE E DEI SERVIZI ACCESSORI CASA MARANI: ­ formazione del personale; ­ somministrazione questionario di soddisfazione del cliente; ­ analisi annuale dei dati del servizio; ­ eventuale coinvolgimento delle figure professionali che operano in struttura (terapista della riabilitazione, educatore professionale, psicologo, logopedista; ­ totale gestione organizzativa attraverso il piano di lavoro settimanale.

8 FASI DELLA PROCEDURA LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE E DEI SERVIZI ACCESSORI 1) DOMANDA DI ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE La richiesta di attivazione del servizio viene presentata esclusivamente presso lufficio di Servizio Sociale del Comune. 2) PRESA IN CARICO Lassistente sociale del comune accoglie la domanda e valuta (con gli strumenti professionali a sua disposizione) il caso decidendone leventuale presa in carico. 3) VISITA DOMICILIARE Lassistente sociale del Comune concorda con lassistente sociale di Casa Marani la visita domiciliare.

9 FASI DELLA PROCEDURA LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE E DEI SERVIZI ACCESSORI 4) STESURA DEL PROGETTO DI LAVORO Le informazioni raccolte consentono lelaborazione di una ipotesi di P.A.I. da condividere con lequipe. Tale progetto evidenzierà: - il bisogno reale (che può differire dal bisogno espresso); - gli obiettivi generali; - le strategie di intervento; - la valutazione delle risorse (della persona, della rete familiare, sociale ed istituzionale); - il piano di intervento individuale (che comprende la tipologia delle prestazioni, la frequenza e la durata); - lindicazione della/e assistente/i domiciliare/i a cui viene assegnato il caso; - tempi e modalità di verifica.

10 FASI DELLA PROCEDURA LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE E DEI SERVIZI ACCESSORI 5) U.O.I. SAD Il progetto di lavoro viene condiviso e formalizzato in occasione dello svolgimento delle U.O.I. SAD, che si riunisce settimanalmente presso la sede di Casa Marani. Alle U.O.I., condotte dalla responsabile SAD o dallassistente sociale di Casa Marani partecipano le seguenti figure professionali: a) lassistente sociale del comune; b) la responsabile del SAD di Casa Marani, c) lassistente sociale di Casa Marani; d) le operatrici socio sanitarie; e) eventuali altre figure professionali che si renda necessario coinvolgere, (es. fisioterapista, psicologa, educatrice, medico, ecc.)

11 FASI DELLA PROCEDURA LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE E DEI SERVIZI ACCESSORI 6) EROGAZIONE DEL SERVIZIO Espletato tale iter, il servizio di assistenza domiciliare dovrà essere attivato in tempi congrui. 7) MODIFICHE DEL PIANO DINTERVENTO Dopo un mese dallattivazione del servizio, per dare modo alle operatrici di conoscere lutente e di raccogliere ulteriori informazioni, si inserisce allordine del giorno la discussione del caso.

12 LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE E DEI SERVIZI ACCESSORI VILLORBA N° abitanti : : 26 UTENTI 19 ANZIANI\7 ADULTITOT: 3268 ORE ATTIVATI 3 NUOVI CASI SOSPESI 10 CASI POVEGLIANO N° abitanti : : 11 UTENTI8 ANZIANI\3 ADULTITOT: 1717 ORE ATTIVATI 1 NUOVO CASO SOSPESI 3 CASI ARCADE N° abitanti : : 12 UTENTI 10 ANZIANI\2 ADULTITOT: ORE 865 ATTIVATI 3 NUOVI CASI SOSPESI 10 CASI

13 LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE E DEI SERVIZI ACCESSORI SERVIZI COMPLEMENTARI Pasti a domicilio Taxi sanitario Prenotazione esami Ritiro referti Ambulatorio infermieristico Utilizzo bagni attrezzati

14 LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE E DEI SERVIZI ACCESSORI Grazie per lattenzione


Scaricare ppt "LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE E DEI SERVIZI ACCESSORI Ponzano Veneto – 20 maggio 2011 Dr.ssa Cristina De Battista CASA DI RIPOSO E."

Presentazioni simili


Annunci Google