La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LE DONNE AL LAVORO FUORI E DENTRO CASA L’identità femminile in una società e in una famiglia che cambiano A. M. Passaseo – Università di Messina.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LE DONNE AL LAVORO FUORI E DENTRO CASA L’identità femminile in una società e in una famiglia che cambiano A. M. Passaseo – Università di Messina."— Transcript della presentazione:

1 LE DONNE AL LAVORO FUORI E DENTRO CASA L’identità femminile in una società e in una famiglia che cambiano A. M. Passaseo – Università di Messina

2 La divisione del lavoro: una questione di genere PAT CRIS 5.00 Si sveglia per il pianto di Andrea. Si alza, lo cambia e gli dà da bere. Lo riaddormenta. Dorme 5.30 Ritorna a letto e resta in dormiveglia Dorme 6.45 Si alza con la svegliaSi alza con la sveglia 6.50 prepara la colazione e il latte per Andrea Fa la doccia. Si veste

3 7.05 Sveglia Andrea e lo cambia. Gli dà il biberon Fa colazione 7.15 Fa la doccia. Si vesteFinisce di dare il biberon ad Andrea 7.30 Gioca con Andrea e finisce di vestirsi Saluta ed esce per andare a lavorare 7.40 Veste Andrea. Raccoglie la biancheria sporca. Stende il bucato pulito Prende la macchina e si immette nel traffico 7.55 Pulisce le stoviglie della colazione e la cucina Guida in mezzo al traffico 8.00 Mette la biancheria sporca nella lavatrice, fa partire il bucato Arriva al posto di lavoro (Ufficio postale). Timbra il cartellino 8.10 Cerca le scarpe che Andrea ha nascosto sotto il letto. Gliele infila Comincia a sbrigare le pratiche di ufficio

4 8.20 Chiude casa. Entra in macchina e sistema Andrea sul seggiolino Continua il lavoro di ufficio 8.30 si dirige verso la casa della baby-sitter Continua il lavoro di ufficio 8.40 arriva dalla baby-sitter, saluta Andrea che piange e non vuole staccarsi e va al lavoro Continua il lavoro di ufficio. Scherza con alcuni colleghi 9.00 Arriva in ufficio (assicurazioni). Prende il caffè e comincia a lavorare Continua il lavoro di ufficio Aggiorna il capo sugli impegni della giornata Fa una pausa per il caffè con i colleghi Fa una pausa. Chiama il medico per il mal d’orecchi di Andrea Raccoglie e seleziona la posta Continua il lavoro Carica il furgone per le consegne. Comincia il giro

5 13.00 Termina il lavoro. Esce a mangiare un panino, compra le medicine per Andrea Continua il giro delle consegne Ritira Andrea dalla baby- sitter Fa la pausa pranzo con i colleghi Va a fare la spesa con Andrea Termina il giro delle consegne e torna in ufficio Scarica la spesa, mette a riposare Andrea Continua il lavoro di ufficio Stira, pulisce il soggiorno, la camera e i bagni E’ a colloquio con il capo per la gestione dei turni di lavoro Andrea si sveglia, lo cambia e gli dà la merenda Lavora in ufficio e seleziona la posta Prepara la cena per Andrea mentre gioca con lui Termina il lavoro, si mette in macchina per tornare a casa

6 17.45 Prepara la cena per sé e Cris Arriva a casa. Si lava e si cambia continua a preparare la cena Prende Andrea con sé. Guarda la tv. Gioca con Andrea Fa il bagno ad Andrea Fa il bagno ad Andrea Dà la cena ad Andrea Guarda la tv serve la cena e mangia mangia lava i piatti e pulisce la cucinaGuarda la tv con Andrea mette a letto Andrea. Gli legge una storia Dà la buonanotte ad Andrea legge un libro in poltrona, poi si addormenta e va a letto Legge il giornale, guarda la tv e dopo che Pat già dorme va a letto

7 CONSIDERAZIONI Da quanto esposto si evince che Pat e Cris lavorano molto, sia fuori che dentro casa Parte di questo lavoro è retribuito, per Cris all’ufficio postale, per Pat presso la compagnia di assicurazioni Tuttavia la maggior parte del lavoro è anche di routine domestica e quest’ultimo pesa praticamente tutto su Pat Ma chi sono Pat e Cris?

8 In base alle norme e alle aspettative socialmente condivise, immaginiamo: Che Pat sia una donna Che Cris sia un uomo e lavori più tempo fuori casa, guadagnando di più Che lei abbia chiesto di lavorare part time per dedicarsi a ciò che “naturalmente” ci si aspetta che una donna sposata e madre di un bambino faccia: occuparsi della casa e del figlio

9 E INVECE… …è proprio così! Pat è la donna, Cris è l’uomo MA SORGONO ALCUNE RIFLESSIONI: Lavoro retribuito e non retribuito sono entrambi centrali nel buon funzionamento della vita familiare Nonostante la tendenza generale a considerare il lavoro retribuito come l’unica e vera forma di lavoro, è evidente come il lavoro non retribuito sia sostanziale nella quotidianità familiare Spesso il lavoro domestico sembra invisibile per i bambini o gli uomini che usufruiscono, ma è un gran peso per le donne che lo affrontano

10 UN PO’ DI STORIA: A partire dagli anni Cinquanta emerge il cosiddetto fenomeno della Femminilizzazione della forza lavoro, che sottolinea la massiccia entrata della donna nel mondo del lavoro Disuguaglianza a livello di entrata e di permanenza nel mercato. Forme di segregazione orizzontale e verticale Disuguaglianze nella gestione del lavoro domestico, in quanto le donne si fanno carico di una doppia vita lavorativa

11 ANNI OTTANTA E NOVANTA: Acuta contraddizione tra un modello ancora piuttosto rigido di doppia presenza femminile, e le aspettative e gli investimenti psicologici, prima ancora che economici, che le donne, sempre più istruite, e quindi sempre più preparate ad intraprendere una nuova attività professionale, vanno elaborando. La dicotomia famiglia-lavoro permane, malgrado proposte e tentativi per un suo superamento e malgrado dei cambiamenti sociali: maggior simmetria dei ruoli familiari, soprattutto dal punto di vista di un maggior coinvolgimento dei padri nella cura e nell’educazione dei figli

12 Famiglia e lavoro: una difficile ricomposizione  L’incremento del livello di istruzione e la terziarizzazione dell’economia, che hanno coinvolto il nostro Paese come tutti i Paesi occidentali, hanno favorito una significativa crescita della partecipazione femminile al mercato del lavoro  A ciò dobbiamo aggiungere, in anni recenti, l’aumento dei contratti atipici (tempo parziale, tempo determinato…), che sembrano favorire la conciliazione delle responsabilità familiari e professionali  Ma la ricomposizione si prospetta, prima ancora che come problema organizzativo, come questione culturale: si tratta di avvicinare codici simbolici differenti

13 IN SINTESI È possibile operare un cambiamento nei termini di differenti relazioni all’interno della famiglia? E’ possibile che le due sfere del lavoro e della famiglia non rappresentino una frattura così pesante per la donna? Come la pensano le giovani generazioni?


Scaricare ppt "LE DONNE AL LAVORO FUORI E DENTRO CASA L’identità femminile in una società e in una famiglia che cambiano A. M. Passaseo – Università di Messina."

Presentazioni simili


Annunci Google