La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il Controllo di gestione Dott.Giuseppe Melara Università Popolare di Battipaglia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il Controllo di gestione Dott.Giuseppe Melara Università Popolare di Battipaglia."— Transcript della presentazione:

1 Il Controllo di gestione Dott.Giuseppe Melara Università Popolare di Battipaglia

2 Il budget della produzione e delle scorte Dal budget delle vendite deriva il budget della produzione, con cui lazienda programma di fabbricare i prodotti che ha previsto di vendere

3 La formula del Budget della produzione QP = QV + RF – RI QP = Quantità da produrre QV = Quantità da vendere RF = Rimanenze finali di prodotti RI = Rimanenze iniziali di prodotti

4 Lazienda dovrà produrre una quantità di prodotti che le permetta di avere una certa scorta (rimanenza finale) tenendo conto del fatto che un aparte di prodotti è già pronta (rimanenza iniziale)

5 Budget delle scorti finali Il budget delle scorte finali collega il budget della produzione con quello delle vendite in quanto solo conoscendo la quantità da vendere, attraverso il budget delle vendite, e le rimanenze finali, attraverso il budget delle scorte finali, potrò conoscere la quantità da produrre (le rimanenze iniziali sono un dato che conosciamo dal consuntivo dellanno precedente)

6 Elementi per il budget della produzione e delle scorte In quantità: Produzione prevista = Volume vendite previste Variazione rimanenze +_+_

7 Elementi per il budget della produzione e delle scorte In valore: Valore Produzione prevista = Ricavi netti di vendita Valore Variazione rimanenze +_+_ Il valore delle rimanenze di prodotto è espresso dal costo di fabbricazione che è fornito in sede di contabilità analitica. Il costo di fabbricazione comprende sia i costi diretti (materia e manodopera diretta) sia una quota di costi indiretta (spese generali di fabbricazione)

8 Elementi che influenzano il budget della produzione Mezzi di produzione a disposizione (impianti, macchinari ecc.) e loro capacità produttiva Mezzi finanziari a cui attingere (per nuovi eventuali investimenti) Politica delle scorte

9 Elementi che influenzano la politica delle scorte Previsioni delle vendite Mezzi finanziari disponibili per linvestimento in scorte Andamento dei premi (scorte speculative) Struttura dei magazzini Esistenza di un numero necessario a evitare che gli ordini della clientela non siano evasi Alcuni dati sono determinabili in correlazione con il budget finanziario e con il budget degli investimenti

10 Un Esempio DescrizioneQVRFRIQP Televisioni Videoregistratori Impianti HiFi

11 Il budget della produzione, come quello delle vendite, assume una forma analitica in relazione ai prodotti e spesso anche ai reparti di produzione. I dati, ovviamente, dovranno essere mensilizzati

12 Interrelazioni tra budget Il budget della produzione implica la redazione di un piano operativo delle scorte e della produzione che sono legati a quello delle vendite. A sua volta la predeterminazione delle quantità da produrre risulta utile per stabilire in via preventiva: a) I consumi di materia b) Il costo della manodopera diretta c) Le spese generali industriali Inoltre la quantità da produrre risulta legata alla necessità di fare nuovi investimenti tenuto conto della capacità produttiva esistente.

13 I Sequenza e articolazione del budget annuale Budget Vendite 1) Budget scorte Prodotti 2) Budget Produzione 3)

14 Budget dei consumi di materie e degli acquisti Dopo aver redatto il budget della produzione, occorre calcolare in ordine logico i consumi di materie, vale a dire la quantità di materie prime e sussidiarie (per esempio cotone e coloranti nellindustria tessile) per effettuare una data produzione. Ciò implica la conoscenza dei coefficienti di impiego o standard, ossia il consumo unitario di materia per ogni unità di prodotto

15 Un esempio Prodotto 1Prodotto 2 DescrizioneQP1CF1CM1QP2CF2CM2Totale CM Materia Materia QP: Quantità di produzione programmata CF: Coefficiente di consumo per unità di prodotto CM: Consumo di materie

16 Dal budget dei consumi a quello degli acquisti Una volta determinati i consumi di materie, dobbiamo stabilire quanto acquistare poiché i consumi di materie sono diversi dagli acquisti di materie Acquisti di materie = Quantità di materie da consumare – Rimanenze iniziali di materie + Rimanenze finali di materie

17 Il Budget degli approvigionamenti è un budget a quantità e valore. Dobbiamo esprimere quelle quantità in valori.

18 Materie Prime Descrizione12 Consumi di materie Rimanenze finali Rimanenze iniziali Quantità da acquistare Prezzo medio d'acquisto previsto Totale acquisti programmati Totale complessivo

19 La compilazione del budget degli acquisti dipende dai consumi delle materie, prestabiliti sulla base delle produzioni preventivate e dalla politiche delle scorte

20 II Sequenza e articolazione del budget annuale Budget Vendite 1) Budget scorte Prodotti 2) Budget Produzione 3) Budget consumi Materie 4) Budget scorte Materie 5) Budget acquisti materie


Scaricare ppt "Il Controllo di gestione Dott.Giuseppe Melara Università Popolare di Battipaglia."

Presentazioni simili


Annunci Google