La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

BLACKOUT MAGAZINE ANNO 3 – NUMERO 8 (52) – 22 Novembre 2007 – blackoutbergamo.altervista.org Voltino lascia la squadra senza portiere: Letorio fa gli straordinari.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "BLACKOUT MAGAZINE ANNO 3 – NUMERO 8 (52) – 22 Novembre 2007 – blackoutbergamo.altervista.org Voltino lascia la squadra senza portiere: Letorio fa gli straordinari."— Transcript della presentazione:

1 BLACKOUT MAGAZINE ANNO 3 – NUMERO 8 (52) – 22 Novembre 2007 – blackoutbergamo.altervista.org Voltino lascia la squadra senza portiere: Letorio fa gli straordinari. Prima volta senza segnare Città troppo Alta: e il Blackout trova il settebrutto Settimo ko stagionale e il campanello dallarme scatta. Lemergenza è un alibi parziale NUMERI E STATISTICHE 8° giornata Risultato : Blackout Bergamo Sità Olta Classifica : S. Paolo 21, P.R. Zeta 18, Bellini 16, Real Os, Sità Olta 13, Marakaibo 12, Esse di Erre 10, Dominoni Group 8, Osio Sopra 6, Pantera Rosa 4, Blackout 3. Atl. Polenta 1. Prossimo Turno : lunedì 26 novembre: Bellini Pane - Blackout Bergamo. Gol : Consonni, Fantoni Perla 5, Spini (1 rig) 2, Letorio, Mostosi, Falciano 1. Presenze : Spini, Letorio, Perla 8, Consonni 7, Mostosi 6, Falciano 5. Fantoni, Cannella 4, Voltino, Camolese, Sbarra 2. Voti : Fantoni 7,25, Voltino 7, Sbarra, Camolese 6,75, Spini, Perla 6,63, Letorio 6,56, Consonni 6,43, Mostosi 6,33, Falciano 6,3, Cannella 6. LETORIO 7 La sua prestazione tra i pali è una piacevole sorpresa. Ha colpe al massimo su una rete subita, ma soprattutto estrae dal cilindro qualche intervento importante, tra parate difficili e uscite coraggiose. Quando va in porta lui, significa che lemergenza è palese, ma almeno se la cava discretamente. MOSTOSI 6 Unico difensore di ruolo, è costretto agli straordinari, ma non eccelle come altre volte. Marca a vista gli avversari e comunque ce la mette tutta. PERLA 7 Il voto più alto, non solo per il tasso tecnico di gran lunga superiore a quello del resto della squadra, ma anche e soprattutto perché questa volta dà lesempio ai compagni e ci mette lanima, correndo su ogni pallone, non mollando mai lavversario e andando su u giù per il campo. Un vero leone, con i piedi buoni. FALCIANO 6,5 Lemergenza lo retrocede in difesa e lui gioca meglio del solito. Qualche buono spunto, tanti palloni dispensati e anche un pizzico di altruismo in più del solito. CANNELLA 6 Luomo spogliatoio mostra che, alloccorrenza, può dire la sua anche in campo. Tanta generosità e un filo di lucidità: comunque si inventa anche qualche sgroppata interessante. CONSONNI 6 La tripletta della settimana prima è dimenticata. Stavolta, un palo, ma anche tanta confusione. Generoso, in ogni caso, a ripiegare in copertura, quando i difensori attaccano. SPINI 6 E in un periodo-no e si vede. Prova un tiro dalla distanza che, sporcato, si trasforma in assist per Consonni (palo), poi sbaglia da buona posizione su assist di Falciano e, infine, sfiora di tacco un tiro da lontano senza deviare quanto basta. Un primo tempo discreto, ma nella ripresa è invisibile e sbaglia tanto. BLACKOUT BERGAMO – SITA OLTA 0-4 BLACKOUT BERGAMO: 2 Letorio, 4 Mostosi, 10 Perla, 14 Falciano, 1 Cannella, 11 Consonni, 9 Spini. ARBITRO: Bani. AZZANO – Un passo avanti e due indietro. Il Blackout versione mantiene intatti tutti i difetti che avevano caratterizzato le passate stagioni e sembra lontano anni luce dallauspicato salto di qualità. Lassenteismo imperante che costringe la squadra in versione sempre più rimaneggiata, poi, non fa altro che acuire gli innegabili problemi di una formazione che, come potenzialità, potrebbe ambire ad una diversa dimensione di classifica. Ancora fuori Fantoni, assente dellultimora (per di più ingiustificato Voltino, con il povero Letorio a indossare i guantoni per la seconda volta, piazzandosi tra i pali e liberando dallincombenza Cannella, che va a prendere posto sul fronte dattacco, accanto a Spini e Consonni. In difesa, i pilastri Mostosi, Perla e Falciano, costretti agli straordinari una volta in più. Se questo Blackout è pieno di acciacchi, è il caso almeno di fare un plauso alla sua vecchia guardia, il nucleo storico che è lultimo a morire ed è lunico che non muore mai. Spini, Letorio, Consonni, Mostosi e Perla: i soli che mostrano sempre un grande spirito di attaccamento alla maglia, ai quali aggiungere, solo in parte, un Falciano capace di tutto, nel bene e nel male. In attesa dellacquisto annunciato al mercato invernale Suardi e del ritorno in pianta stabile di Fantoni, il vero problema è la mancanza di un portiere di affidamento, dato che Voltino non sembra essere in grado di garantire la sua presenza. Servirebbe un nuovo Zanardi, tanto per intenderci, ma la cosa è tuttaltro che semplice. Intanto, cè da raccontare di un altro ko, il settimo dellanno, contro una squadra già affrontata lanno scorso, il Sità Olta. Una sconfitta che da un lato evidenzia i mali degli allblacks e dallaltro li consola con la consapevolezza di un girone di gran lunga più difficile di quello dellanno scorso, dato che il Sità Olta lanno scorso veleggiava al vertice, mentre ora è impegolato nelle retrovie. Ma è un alibi insufficiente per giustificare un brutto 4-0. Brutto soprattutto per quanto visto nella ripresa, di solito oasi felice nei nubifragi di Spini e compagni. I padroni di casa, stavolta, giocano un discreto primo tempo, cogliendo due pali sullo 0-0 (prima Consonni provando a correggere un tiro sporco di Spini, poi Perla direttamente dalla bandierina) e sbagliando un gol facile con lo stesso capitano, perfettamente imbeccato da Falciano. Il finale della prima frazione, però, parla di uno 0-3 esagerato, equilibrato invece da un secondo tempo del tutto negativo, chiuso però con una sola altra rete al passivo. Il punteggio, viceversa, sarebbe potuto essere anche più pesante, considerando i tantissimi errori sottoporta degli ospiti, uniti alle paratone di un impensabile Letorio, a fronte del nulla assoluto nellattacco allblack, rianimato solo a tratti da un Perla infaticabile. Unaltra gara da dimenticare e unaltra pagina da voltare: lunedì PRONTA LA NUOVA SECONDA MAGLIA I risultati non saranno quelli sperati, ma il Blackout continua a regalare novità: dopo il sito ufficiale, ecco in antemprima le nuove divise da trasferta, che saranno disponibili nel girone di ritorno. prossimo dovrebbero tornare portiere e Fantoni, ma cè il Bellini Pane secondo in classifica. Lobiettivo minimo è comunque centrare qualche altro punto prima della sosta.


Scaricare ppt "BLACKOUT MAGAZINE ANNO 3 – NUMERO 8 (52) – 22 Novembre 2007 – blackoutbergamo.altervista.org Voltino lascia la squadra senza portiere: Letorio fa gli straordinari."

Presentazioni simili


Annunci Google