La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CHANGE Project C are of H ealth A dvertising N ew G oals for E lderly people.............………………… Applicazione dellapproccio motivazionale per stimolare.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CHANGE Project C are of H ealth A dvertising N ew G oals for E lderly people.............………………… Applicazione dellapproccio motivazionale per stimolare."— Transcript della presentazione:

1 CHANGE Project C are of H ealth A dvertising N ew G oals for E lderly people ………………… Applicazione dellapproccio motivazionale per stimolare le persone anziane poco istruite a migliorare gli stili di vita: guida allintervento ………………… Dr Zuzana Simonova (ASL CE) Dr Domenica Rosaria Marotta (Villa delle Magnolie) Università degli Studi di Salerno Dipartimento di Scienze dell'Educazione

2 CHANGE Project OUTLINE OUTLINE: Come motivare lanziano a migliorare lo stiledi vita relativo almangiare e al camminare? Come motivare lanziano a migliorare lo stile di vita relativo almangiare e al camminare? 1. Comprendere le ragioni del perché le persone trovano le difficoltà nel migliorare i loro stili di vita (modello bio-psico-sociale) 2. Superare le resistenze opposte al cambiamento 3. Scegliere lintervento giusto per la persona anziana meno istruita per sostenere il cambiamento – gli stadi del cambiamento

3 CHANGE Project Analisi delle cause nellottica bio-psico- sociale (Engel,1977) Analisi prassi attuali Considerare ragioni del COMPORTAMENTO alimentare e motorio (perché cattive abitudini sono persistenti?) Determinanti del CAMBIAMENTO piacere-bisogno primario regolatore dellumore rappresentazioni mentali pubblicità consumismo orientato al piacere passivo Eccesso di cibo tendenza al risparmio energetico emozioni spiacevoli di fatica, sfiducia cultura e convinzioni mancanza opportunità ambientali ABITUDINI CONSOLIDATE

4 1. Comprendere ragioni (2/3) Modello bio-psico-sociale (Engel, 1977) Dalle CAUSE agli INTERVENTI per attivare il desiderio (volontà, intenzione) di cambiare

5 CHANGE Project !!! COLLOQUIO MOTIVAZIONALE !!! !!! attività professionale nella quale una persona è assistita per superare difficoltà e modificare abitudini consolidate Aiutare a risolvere lambivalenza tra i comportamenti AUTOMATICI e VOLITIVI Collegarsi ai desideri profondi (emozioni) della persona 1.Comprendere ragioni (3/3) Lobiettivo dellintervento

6 CHANGE Project 2. Superare le resistenze (1/3) Sei fattori maggiori che influenzano laderenza allesercizio fisico: 1. Benefici reali o attesi 2. Approccio individuale 3. Incoraggiamento agli esercizi fisici 4. Monitoraggio regolare 5. Supporto sociale 6. Esplicazione degli obiettivi Tre fattori che abbassano la volontà di cambiare? 1.Sensazioni spiacevoli 2.Costrizione nel fare dieta e moto 3.Ricadute nelle vecchie abitudini (Resnik,B., 2005)

7 CHANGE Project 2. Superare le resistenze (2/3) – Quanto tempo dedicare? >7 MINUTI – tempo minimo che evidenzia lefficacia in termini costi/benefici nello studio GREEN PRESCRIPTION relativo alla cura sanitaria primaria (Ingaire, K et al. (2005). Is Physical Activity Counseling Effective for Elderly People? A Cluster Randomized, Controlled Trial in Primary Care. J Am Geriatr Soc 53: )

8 CHANGE Project Stabilire un rapporto che favorisce intersoggettività (so che tu sai come mi sento) utilizzando uno stile empatico e non giudicante Raggiungere una accurata comprensione della situazione presentata (cosa prova la persona al riguardo?) per consentire alla persona di entrare in contatto con risorse personali e ambientali (opportunità come amici, club anziani, gruppi di cammino, chiesa…) che possano migliorare la sua capacità di affrontare la situazione problematica 2. Superare le resistenze (3/3) – Cosafare? Cosa fare?

9 Contemplazione Determinazione Azione Mantenimento Ricaduta Precontemplazione Uscita definitiva 3. Gli stadi del cambiamento (1/5) Soglia del cambiamento Presenza del comportamento Assenza del comportamento SPILLER V., SCAGLIA M., CEVA S. Il modello transteorico. Una modalità eclettica di terapia, Bollettino delle Farmacodipendenze e Alcoolismo, 2, XXI, 1998.

10 Contemplazione Determinazione Azione Mantenimento Ricaduta Precontemplazione Uscita definitiva Mantenere il contatto Evocare la consapevolezza e i dubbi Fornire informazioni Comprendere lambivalenza Esaminare i Pro e i Contro Fornire opportunità praticabili Aiutare a determinare le scelte Sostenere i cambiamenti effettuati Prevenire le ricadute Facilitare il rientro in terapia 3. Accrescere la Disponibilità al cambiamento (2/5) Spiller, V. et all. 1998

11 CHANGE Project 3. Tecniche di supporto per rafforzare la motivazione nella fase della DETERMINAZIONE (3/5) Mindful Eating - mangiare consapevole: Consapevolezza delle sensazioni fisiche ed emotive associate allatto di mangiare (Framson C. et al,2009;Kabat-Zinn 1990,2005) Esercitiamoci…

12 CHANGE Project 3. Tecniche di supporto per rafforzare la motivazione nella fase della DETERMINAZIONE (4/5) Mangiare consapevole significa: 1.Riconoscere e apprezzare la reazione emotiva associata al cibo mentre è nella bocca 2.Sentire e riconoscere consistenza, odore, gusto e altre caratteristiche del cibo 3.Cercare con impegno sensazioni che si generano prima e dopo il mangiare 4.Pianificare ogni settimana il consumo di cibo 5.Acquistare gli alimenti con lutilizzo di un appropriata lista della spesa

13 3. I tre fattori della motivazione (5/5) Autoefficacia La fiducia nella propria capacità di attuare un comportamento prestabilito, di raggiungere un obiettivo specifico in un tempo determinato (Bandura, 1977) Frattura interiore La dolorosa percezione delle contraddizioni esistenti tra la propria attuale condizione, e importanti aspirazioni, valori personali e mete ideali (Festinger, 1957) Disponibilità al cambiamento Il grado di riconoscimento del problema, di volontà di modificare un comportamento o prendere una decisione (Prochaska e DiClemente, 1986)

14 CHANGE Project C are of H ealth A dvertising N ew G oals for E lderly people ………………… Grazie per lattenzione ………………… Dr Zuzana Simonova (ASL CE) Dr Domenica Rosaria Marotta (Villa delle Magnolie) Università degli Studi di Salerno Dipartimento di Scienze dell'Educazione

15 Bibliografia 1. Framson C. et al; Development and Validation of the Mindful Eating Questionnaire. J Am Diet Assoc Aug;109(8): Ingaire et al. (2005). Is Physical Activity Counseling Effective for Elderly People? A Cluster Randomized, Controlled Trial in Primary Care. J Am Geriatr Soc 53: Kabat-Zinn: Full Ctastrophe Living: Using the wisdom of your body and mind to face stress, pain and illness, Kabat-Zinn: Wherever you Go, there you are: Mindfulness Meditation in every day life. New York,Hiperion Kristeller J et al; An exploratory study of a meditation-based intervention for binge eating disorder. J Health Psychology, Montano A. Mindfulness:guida alla meditazione di consapevolezza; una terapia per tutti. Ecomind, Resnick, B & Spellbring A.M. (2005). Understanding what motivates older adults to exercise. J Gerontol Nurs. 26(3): Spiller V, Scaglia M., Meneghini S., Vanzo A., Assessing motivation for change toward healthy nutrition and regular physical activity. Valdidation of two set of instruments, Mediterranean Journal of Nutrition and Metabolism (2009), DOI /s SPILLER V., SCAGLIA M., CEVA S. Il modello transteorico. Una modalità eclettica di terapia, Bollettino delle Farmacodipendenze e Alcoolismo, 2, XXI, Thich Nhat Hanh Vita di Siddharta il Buddha. Astrolabio Ubaldini edizioni. 11. Wall,A.D.,& Eberly, M Five biblical factors in eating disorder development.


Scaricare ppt "CHANGE Project C are of H ealth A dvertising N ew G oals for E lderly people.............………………… Applicazione dellapproccio motivazionale per stimolare."

Presentazioni simili


Annunci Google