La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

INSIEME A TE Progetto promosso e sostenuto dallassociazione AVULSS di Bellaria- Igea Marina UN PONTE FRA DUE GENERAZIONI Progetto realizzato nella Classe.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "INSIEME A TE Progetto promosso e sostenuto dallassociazione AVULSS di Bellaria- Igea Marina UN PONTE FRA DUE GENERAZIONI Progetto realizzato nella Classe."— Transcript della presentazione:

1 INSIEME A TE Progetto promosso e sostenuto dallassociazione AVULSS di Bellaria- Igea Marina UN PONTE FRA DUE GENERAZIONI Progetto realizzato nella Classe 4°B. Plesso Flavia Casadei di Viserba A.S. 2013/2014

2 Obiettivi del progetto: Facilitare leducazione alla solidarietà dei bambini. Capire il significato del volontariato. Riflettere sullimportanza del tempo da dedicare agli altri. Favorire e preparare lincontro fra gli alunni e gli ospiti della casa di riposo Villa Salus. Sensibilizzare gli alunni allincontro di generazioni diverse e lontane. Indurre gli alunni a riflettere sulla bellezza della vecchiaia. Indurre gli alunni a riflettere sul senso della vita. Valorizzare lidentità di ognuno Agevolare le abilità espressive di ognuno Sapersi porre di fronte allaltro per ascoltarlo ed imparare da lui. Sapere ascoltare in modo partecipato i compagni, applicando lascolto attivo. Sapere ascoltare i compagni mentre riferiscono la narrazione dei momenti significativi della loro vita. Sapere prendere nota delle narrazioni dei compagni. Sapere rielaborare le narrazioni degli altri. Trovare le parole per riepilogare i fatti più importanti. Saper cogliere le parti narrative emozionali più interessanti e che, personalmente, hanno colpito e trovare le parole per condividerle con i compagni.

3 Inizio progetto I nonni della casa di riposo Villa Salus hanno spedito una lettera collettiva agli alunni della classe 4° B del plesso Flavia Casadei di Viserba per invitarli nella loro struttura. La lettera servirà a motivare gli alunni e le alunne della classe allincontro con i nonni e ad iniziare il percorso.

4 La maestra spiega il progetto alla classe

5 1° momento Ogni alunno/a ha scritto una lettera di presentazione di sé come risposta a quella dei nonni. Attraverso una scrittura sobria ma significativa, ognuno ha messo in evidenza la propria personalità con pregi e difetti. Le lettere riportano il disegno del proprio autoritratto. In questo modo i bambini e le bambine si sono presentati ai nonni della casa di riposo ed alle persone che in essa lavorano e provvedono allassistenza degli anziani ospiti. Il lavoro eseguito è stato inviato alla Villa Salus come preparazione alla visita che è avvenuta prima delle vacanze natalizia.

6 Lettere di presentazione

7 2° momento Ogni bambino/a ha pensato ad un albero, vero o finto, che lo rappresentasse e lo ha disegnato su un foglio, curandone i particolari. A turno, ognuno ha mostrato ai compagni il proprio albero, ha spiegato il motivo della sua scelta ed in quale caratteristiche lo rappresenta. Successivamente lalbero è stato ulteriormente abbellito, colorato e curato nei particolari. Ognuno ha poi ricercato le proprie qualità che sono diventate i frutti del suo albero. È nato così Lalbero delle mie qualità. Alla fine è stata eseguita una scrittura individuale: Il mio albero.

8 LALBERO DELLE MIE QUALITÀ

9

10

11 Elenco delle proprie qualità da mettere sullalbero come frutti

12

13 3° momento Si organizza lincontro con gli anziani della Villa Salus (saranno presenti la presidente dellAVULSS, Adele Maioli, la psicologa Federica Mazza e alcune volontarie dellAVULSS ) In preparazione alla visita dei nonni, sono stati costruiti degli oggetti da portare loro in dono. Tali oggetti sono stati realizzati con laiuto di Anna Maria Piva, volontaria Avulss ed insegnante in pensione.

14 La maestra Antonietta spiega cosa si andrà a costruire

15 Costruzione degli oggetti di gesso

16 I piccoli regali sono pronti, colorati

17 …..e impacchettati

18 Lincontro è stato preceduto da un intervento in classe della dottoressa Mazza Federica che, con la tecnica del circle-time, ha chiesto agli alunni quali erano le loro aspettative, le loro emozioni, li ha informati sulla particolarità dellambiente da visitare e sulle condizioni degli ospiti che avrebbero dovuto incontrare. Il gruppo è stato così preparato al particolare avvenimento. Dalla conversazione diverse paure sono emerse. Qualcuno del gruppo ha così escogitato una strategia per sconfiggerle: disegnare un cuore da tenere sul petto. Il suggerimento è stato accolto: sono allora comparsi cuoricini da accarezzare, piccoli scudi a cui ricorrere per difendersi e altro…

19 Si salgono le scale della Villa Salus per incontrare i nonni

20 Durante lincontro alla casa di riposo, i bambini e le bambine hanno consegnato agli anziani i regali che avevano confezionato e hanno cominciato a fare conoscenza con i nonni. Sono stati affiancati dalle volontarie dellAVULSS, dal personale della casa protetta e dalla dottoressa Mazza. Gli allievi sono stati aiutati ad avvicinarsi agli anziani, a conversare con loro, a comprendere il loro linguaggio spesso impedito da disturbi fisici, a lasciarsi accarezzare e abbracciare.

21


Scaricare ppt "INSIEME A TE Progetto promosso e sostenuto dallassociazione AVULSS di Bellaria- Igea Marina UN PONTE FRA DUE GENERAZIONI Progetto realizzato nella Classe."

Presentazioni simili


Annunci Google