La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

In tutte le civiltà luomo ha sempre cercato di rappresentare la realtà per esprimere qualcosa oppure semplicemente per trasmettere ciò che il suo occhio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "In tutte le civiltà luomo ha sempre cercato di rappresentare la realtà per esprimere qualcosa oppure semplicemente per trasmettere ciò che il suo occhio."— Transcript della presentazione:

1 In tutte le civiltà luomo ha sempre cercato di rappresentare la realtà per esprimere qualcosa oppure semplicemente per trasmettere ciò che il suo occhio percepiva. Per risolvere il problema della rappresentazione su un piano di oggetti tridimensionali, nel corso dei secoli architetti e pittori, artisti e matematici hanno accumulato un enorme patrimonio di conoscenze geometriche LA PROSPETTIVA

2 Gli artisti medievali avevano risolto il problema della rappresentazione dello spazio in modi empirici.

3 La PROSPETTIVA è il metodo che consente di rappresentare su un piano bidimensionale corpi tridimensionali inquadrati da un certo punto di vista, e di sistemare con gradualità e gerarchicamente gli oggetti nello spazio Due sono i tipi fondamentali di prospettiva: -l-la prospettiva lineare, che dispone gli oggetti nello spazio secondo una griglia costruita geometricamente -l-la prospettiva aerea, per cui la distanza fra le cose è resa mediante il digradare della luce e dei colori E nel corso del Rinascimento che artisti e matematici mettono a punto un metodo per la rappresentazione della realtà: la prospettiva LA PROSPETTIVA

4 FILIPPO BRUNELLESCHI fu il primo artista che ricercò un metodo oggettivo per rappresentare lo spazio nel modo più realistico. In seguito a diversi esperimenti ottici, egli giunse alla formulazione di alcuni principi fondamentali di rappresentazione che vennero poi teorizzati da Leon Battista Alberti nel suo trattato De Pictura. Esemplari sono le sue tavolette prospettiche, realizzate allinizio del Quattrocento: in una di esse era possibile osservare, attraverso un foro praticato nella tavoletta, la veduta prospettica del battistero di Firenze riflessa da uno specchio. Essa costituiva la nascita delle regole per la costruzione della prospettiva di un edificio. LA PROSPETTIVA

5 In una prospettiva: - Il punto di vista è il punto in cui si pone locchio dellosservatore; - il punto di stazione è la posizione dellosservatore rispetto alloggetto. Definisce la distanza dalloggetto; - il punto di fuga è il punto dove convergono tutte le linee che delineano loggetto - la linea dellorizzonte è la linea orizzontale che si trova allaltezza degli occhi e che passa per il punto di fuga LA PROSPETTIVA

6 La superficie piana è la base della piramide visiva; il vertice della piramide è il punto in cui si pone locchio dellosservatore (il punto di vista). Tutte le linee che delimitano gli oggetti convergono in un unico punto o punto di fuga. Il raggio che dallocchio arriva perpendicolare alla superficie da rappresentare, il raggio centrico è quello che su cui si basa il calcolo delle distanze LA PROSPETTIVA

7 La prospettiva lineare può essere - centrale, ottenuta mediante lideale convergenza delle linee dei corpi rappresentati verso un punto di fuga unificato posto allinfinito; - bifocale quando i punti di fuga sono due, posti in punti diversi della composizione LA PROSPETTIVA

8 Donatello e Masaccio furono i primi a mettere in pratica a Firenze le conclusioni tratte degli esperimenti brunelleschiani… … eppure le scoperte rinascimentali presuppongono che locchio dellosservatore sia puntato sul fuoco, ovvero che sia statico. Questo corrisponde a una visione e non alla realtà, in quanto locchio si muove e quindi di conseguenza il fuoco cambia. LA PROSPETTIVA

9 La posizione della linea dellorizzonte rispetto al margine inferiore dellopera (linea di terra) cambia il punto di vista e quindi il tipo di visione dellopera: se la linea dellorizzonte è collocata più o meno a metà, la composizione è costruita in modo da fornire una visione frontale della scena dipinta LA PROSPETTIVA

10 Se la linea dellorizzonte è collocata più o meno in alto rispetto alla linea di terra la composizione è costruita in modo da fornire una visione dallalto verso il basso della scena dipinta LA PROSPETTIVA

11 Se la linea dellorizzonte è collocata più o meno in basso rispetto alla linea di terra la composizione è costruita in modo da fornire una visione dal basso verso lalto della scena dipinta LA PROSPETTIVA


Scaricare ppt "In tutte le civiltà luomo ha sempre cercato di rappresentare la realtà per esprimere qualcosa oppure semplicemente per trasmettere ciò che il suo occhio."

Presentazioni simili


Annunci Google