La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Corpo Musicale di Brenno Useria Lezioni del corso di approfondimento di teoria musicale Lezione 5 Le tonalità: scale maggiori e minori, circolo delle quinte.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Corpo Musicale di Brenno Useria Lezioni del corso di approfondimento di teoria musicale Lezione 5 Le tonalità: scale maggiori e minori, circolo delle quinte."— Transcript della presentazione:

1 Corpo Musicale di Brenno Useria Lezioni del corso di approfondimento di teoria musicale Lezione 5 Le tonalità: scale maggiori e minori, circolo delle quinte

2 Tonalità: indica la scala sulla quale sono costruite la melodia e larmonia di un brano musicale La tonalità è scelta liberamente dal compositore del brano, spesso tenendo conto della difficoltà esecutiva o delle caratteristiche peculiari dello strumento e dell'organico di destinazione Le note della melodia e degli accordi armonici del brano, in particolare, sono in stretta relazione con la tonica, la nota che dà il nome alla tonalità Tonalità 1 TonicaSopratonicaMedianaSottodominanteDominanteSensibileSopradominante

3 Nella tonalità si distinguono il tono ed il modo Il tono indica la nota con cui comincia la scala, cioè la sua tonica Il modo indica la disposizione dei semitoni allinterno della scala: può essere maggiore o minore Esempio di scala in modo maggiore: scala di Do maggiore; la scala comincia con la nota Do e presenta un semitono tra il 3° e il 4° grado e tra il 7° e l8°. Tutte le scale in modo maggiore hanno questa disposizione dei semitoni Tonalità 2 1 tono 1 semitono Tonica

4 Tonalità 3: le scale con i bemolli in chiave La scala di Fa maggiore La scala comincia correttamente con la nota Fa, ma non torna la disposizione dei semitoni! Per avere la disposizione dei semitoni relativa al modo maggiore occorre avere un semitono tra la 3 a e la 4 a nota e un tono tra la 4 a e la 5 a, bisogna pertanto inserire un bemolle sulla nota Si 1 tono 1 semitono!!1 tono 1 tono !!1 semitono 1 tono 1 semitono

5 Tonalità 4: le scale con i diesis in chiave 1 tono 1 semitono 1 tono1 semitono!! 1 tono 1tono!! La scala di Sol maggiore La scala comincia correttamente con la nota Sol, ma ancora non torna la disposizione dei semitoni! Per avere la disposizione dei semitoni relativa al modo maggiore occorre avere un tono tra la 6 a e la 7 a nota e un semitono tra la 7 a e l8 a, bisogna pertanto inserire un diesis sulla nota Fa 1 tono 1 semitono

6 Il circolo delle quinte per le scale in modo maggiore 1

7 Conseguenza del circolo: bemolle e diesis vanno inseriti in chiave secondo un ordine preciso Lordine dei bemolli sarà: Si, Mi, La, Re, Sol, Do, Fa Lordine dei diesis sarà: Fa, Do, Sol, Re, La, Mi, Si Regola per ricavare la tonalità di un brano a partire dai bemolli in chiave: basta leggere il penultimo bemolle in chiave (esempio, se ho 3 bemolli il penultimo sarà il Mi, la tonalità sarà Mib maggiore) Regola per ricavare la tonalità di un brano a partire dai diesis in chiave: basta leggere lultimo diesis in chiave e salire di una nota (esempio, se ho 2 diesis in chiave, lultimo sarà Do e dunque la tonalità sarà Re maggiore) Circolo delle quinte per le scale in modo maggiore 2

8 Scala in modo minore: tra la tonica e la mediante è presente un intervallo di 3 semitoni invece che di 4. Esistono vari tipi di scale minori (naturale, melodica, armonica ecc), ma le più note sono quella naturale e quella melodica. Nella scala minore naturale la successione ascendente e quella discendente sono uguali con semitoni tra 2 a e la 3 a nota e tra la 5 a e la 6 a Scala minore melodica, la più impiegata; la successione ascendente e quella discendente sono diverse, con la successione ascendente che presenta un semitono tra la 2 a e la 3 a nota e tra la 7 a e l8 a, mentre la discendente è naturale Le scale in modo minore 1

9 Le scale in modo minore 2 La minore è la corrispondente minore di Do maggiore Se infatti si considerano le scale di Do maggiore e La minore naturale si osserva entrambe non hanno alterazioni in chiave e che i suoni che compongono entrambe le scale sono identici, cambia solo la disposizione dei semitoni secondo il diverso modo Ne deriva la regola generale per cui una scala in modalità maggiore avrà come relativa minore una scala con le stesse alterazioni che comincia dal VI grado della scala in modo maggiore (o una terza sotto la tonica della stessa scala). Per discriminare tra i 2 modi basta valutare lultima nota del pezzo, di solito la tonale Do magg La min

10 Il circolo delle quinte per le scale in modo minore

11 Scale maggiori con diesis e relative minori

12 Scale maggiori con bemolle e relative minori


Scaricare ppt "Corpo Musicale di Brenno Useria Lezioni del corso di approfondimento di teoria musicale Lezione 5 Le tonalità: scale maggiori e minori, circolo delle quinte."

Presentazioni simili


Annunci Google