La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La fase più importante e più consistente dellespansione di Roma è iniziata alla fine del VI secolo e si è conclusa, più o meno, alla fine del I sec. a.C.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La fase più importante e più consistente dellespansione di Roma è iniziata alla fine del VI secolo e si è conclusa, più o meno, alla fine del I sec. a.C."— Transcript della presentazione:

1 La fase più importante e più consistente dellespansione di Roma è iniziata alla fine del VI secolo e si è conclusa, più o meno, alla fine del I sec. a.C.

2 Le fasi dellespansione sono tre 1) a.C. Roma conquista gran parte della penisola italiana. 2) a.C. Roma conquista la Pianura padana, il Mediterraneo e parte dellAsia (le tre guerre puniche /le guerre macedoniche e la conquista della Gallia Cisalpina). 3) a.C. Conquista della Gallia e consolidamento delle conquiste in Africa.

3 Esaminiamo la seconda fase La conquista del Mediterraneo e della Grecia ( a.C.)

4 Quale situazione geopolitca rappresenta la carta?

5 I territori conquistati da Roma nella prima fase di espansione ( a.C.)

6 È cambiato qualcosa nel giro di 150 anni circa ( a.C.) oppure no? Cosa sarà successo? 150 years later

7 Nel giro di poco meno di un secolo e mezzo, Roma estende ulteriormente la sua egemonia a tutta larea del Mediterraneo occidentale e orientale, attraverso tre conflitti fondamentali: 1) a.C. Le tre guerre puniche contro Cartagine 2) a.C. contro il regno di Macedonia, dal 215 al 168 a.C. (47 anni) che portò alla conquista della Grecia e alla creazione della provincia di Macedonia che comprendeva anche la Grecia (Acaia). 3) la terza, più breve, contro i Celti che occupavano la Pianura padana, dal 225 al 222 a.C. Con la creazione delle colonie latine di Piacenza e Cremona Roma avviò la progressiva romanizzazione del territorio.

8 Soffermiamoci sulle guerre puniche ( a.C.) 1)Perché si chiamano così? 2)Quali sono le cause allorigine dei tre conflitti? 3)Perché sono importanti?

9 Risposta 1 Per guerre puniche intendiamo i tre conflitti che videro i Romani impegnati contro i Punici, una popolazione originaria della Fenicia che si era stanziata sulle coste dellAfrica Settentrionale a partire dal IX secolo con la fondazione di Cartagine. Punico deriva dal lat. Punĭcus, agg. di Poeni «Cartaginesi»; cfr. gr. Φοίνικες «Fenici».

10 Proviamo a rispondere alla seconda domanda. Quali potrebbero essere le cause dei tre conflitti?

11 1.Quali territori controllava Cartagine? 2.Perché rappresentava un ostacolo allespansione di Roma nel Mediterraneo?

12 Cartagine a)occupava il vasto territorio costiero dellAfrica settentrionale, unarea oggi divisa tra Marocco, Algeria, Tunisia e Libia; b)controllava anche la parte occidentale della Sicilia, la Sardegna, la Corsica e le isole Baleari; c)con le colonie di Malaga, Cartagena, Cadice e Gibilterra Cartagine controllava anche la parte meridionale della penisola iberica.

13 In tal modo Cartagine si trovava a detenere il controllo dei traffici commerciali nel M. Mediterraneo. Per Roma, che con la conquista della Magna Grecia, aveva trovato uno sbocco nel bacino del M. Mediterraneo e che mirava a conquistarne il controllo, la potenza di Cartagine rappresentava un grosso ostacolo. Questa è la causa principale delle prime due guerre puniche ( e a.C.).

14

15 Qual è limportanza delle guerre puniche? Proviamo a ricavarlo dallosservazione di due carte geopolitiche.

16 Quale situazione rappresenta la carta? A)Lorganizzazione dei territori conquistati dopo il 270 a.C. B)I territori conquistati dopo le tre guerre puniche; C)i territori conquistati dopo il 129 a.C. (dopo le tre guerre contro lo stato ellenistico della Macedonia e contro i Celti che occupavano la Pianura Padana); D)limpero romano dopo la morte di Giulio Cesare.

17 È solo grazie alla sconfitta di Cartagine (avvenuta in due momenti significativi nel 202 e in maniera definitiva nel 146 a.C.) che, nel 129 a.C., Roma riesce a diventare lunica potenza militare ed economica del Mediterraneo.

18 La gestione delle nuove conquiste. Quale sistema avrà adottato Roma questa volta? Perché?

19 1.Come vengono definiti i territori conquistati?

20 Vengono costituite le seguenti province: Sicilia, Sardegna, Corsica, Illiria, Gallia Cisalpina, Gallia Narbonense, Hispania, Macedonia e Acaia, alcune regioni dellOriente

21 2.Possiamo parlare di confederazione anche in questo caso? 3.Gli abitanti della provincia della Sardegna avranno avuto gli stessi diritti della colonia latina di Sena Gallica nellAger Gallicus? 4.La Sardegna avrà goduto della stessa libertà amministrativa della colonia latina di Ariminum nellAger Gallicus? 4.La Sardegna avrà pagato gli stessi tributi del municipio di Tarquinia?

22 Nonostante gli svantaggi insiti nella diversità di trattamento rispetto ai territori «confederati», le province trassero importanti benefici dallamministrazione romana. In tutti i territori conquistati Roma promosse la costruzione di importanti infrastrutture: acquedotti, strade, ponti, ecc. Inoltre le province erano nella grande rete di scambi che coinvolgevano tutti i domini romani, e questo favorì la crescita della loro economia.

23 1.Le due monete commemorano uno degli eventi bellici di cui abbiamo parlato in questa PPT. Quale? 2.Da quali elementi lo si può capire?


Scaricare ppt "La fase più importante e più consistente dellespansione di Roma è iniziata alla fine del VI secolo e si è conclusa, più o meno, alla fine del I sec. a.C."

Presentazioni simili


Annunci Google