La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

INTERPRETAZIONE GIURIDICA ROBERT ALEXY Enciclopedia delle Scienze Sociali 1. Concetto 2. Teoria 3. Metodo 1a. Concetto generale (Wróblewsky) senso amplissimo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "INTERPRETAZIONE GIURIDICA ROBERT ALEXY Enciclopedia delle Scienze Sociali 1. Concetto 2. Teoria 3. Metodo 1a. Concetto generale (Wróblewsky) senso amplissimo."— Transcript della presentazione:

1 INTERPRETAZIONE GIURIDICA ROBERT ALEXY Enciclopedia delle Scienze Sociali 1. Concetto 2. Teoria 3. Metodo 1a. Concetto generale (Wróblewsky) senso amplissimo = qualsiasi evento possa avere significato senso ampio = espressioni linguistiche senso stretto = espressioni linguistiche dubbie

2 1b. interpretazione giuridica carattere pratico e istituzionale pratico = ciò che in un sistema giuridico viene prescritto, vietato o permesso istituzionale = sia oggetto che soggetto oggetto = è legge (anche legge costituzionale), precedenti, contratti soggetto = istanza che decide con effetto vincolante interpr. autentica interpr. dottrinale interpr. popolare interpr. comune

3 2. Teoria 2a. Ermeneutica (F. Schleiermacher, W. Dilthey, M. Heidegger, H-G. Gadamer, E. Betti) come teoria (e non come metodologia) = struttura della comprensione e concetto di circolo ermeneutico per giurisprudenza: tre tipi di circoli ermeneutici a) precomprensione e testo ipotesi con cui interprete si accosta al testo mette in evidenza contributo costruttivo dellinterprete postulato della riflessione

4 b) rapporto tra parte e il tutto comprensione di una norma presuppone quella del sistema e viceversa postulato della coerenza c) norma e fatti fatti sono descritti con lausilio delle norme, ma i fatti possono richiedere lapplicazione di unaltra norma postulato della completezza Ermeneutica non contiene criteri sostanziali per soluzione dei postulati

5 2b. Interpretazione come argomentazione (= senso ampio di Barberis) interpretazione come attività e risultato si tende a un risultato corretto = interpretazione corretta risultato è una tesi interpretativa che avanza una pretesa di correttezza

6 correttezza può essere dimostrata solo adducendo ragioni a favore della tesi ed eliminando quelle contrarie scoperta (psicologica) Distinzione contesto di giustificazione (attività argomentativa)

7 3. Metodo (interpretazione in senso ampio) formulare concreti giudizi giuridici di dovere teoria dellinterpretazione è - analisi della struttura della motivazione dei concreti giudizi giuridici di dovere

8 3a. Interpretazione e deduzione nucleo deduttivo distinzione tra giustificazione argomentativa delle premesse Ne segue distinzione tra: interna (primo ordine) giustificazione esterna (secondo ordine) = motivazione delle premesse Es: tutela del domicilio

9 modello deduttivo mette in evidenza il contributo creativo dellinterprete tale modello richiede: - completezza delle premesse - natura esplicita delle premesse (certezza) - pari trattamento (universalità) - vincolo allattività del giudice (concatenazione completa delle premesse) Campo specifico dellargomentazione è: giustificazione esterna = motivazione dellinterpretazione scelta

10 3b. Fine dellinterpretazione (x Barberis è metodo) Criteri sulla cui base definire buona o cattiva una motivazione (e quindi interpretazione) sono determinati da: fine della interpretazione teoria soggettiva (volere del legislatore) Distinzione tra teoria oggettiva (significato razionale)

11 dicotomia sostanziale cui si sovrappone dicotomia temporale (emanazione e interpretazione) determina 4 opzioni: - volontà del legislatore storico - significato razionale al tempo della nascita - volontà ipotetica dellattuale legislatore - significato razionale al momento dellinterpretazione Importanti sono primo e ultimo

12 Argomenti a favore e sfavore delluno e dellaltro: Volontà del legislatore storico (interpretazione soggettiva) A favore: Autorità del legislatore basata sui principi della democrazia e della separazione dei poteri A sfavore: è caratterizzata da vaghezza e contradditorietà Significato razionale (interpretazione oggettiva) A favore: Necessità che linterpretazione conduca a una soluzione corretta o giusta rispetto al contenuto A sfavore: rischio dellarbitrio interpretativo e di un eccessivo aumento di competenze da parte del potere giudiziario

13 quale soluzione? = primato prima facie dellinterpretazione soggettiva verificata alla luce di: - età della legge - mutamento circostanze e valori - univocità del volere del legislatore - argomenti sistematici e sostanziali non conduce tuttavia a soluzione univoca

14 3c. I mezzi dellinterpretazione Sono: i) canoni (argomenti) ii) regole (impiegare e soppesare gli argomenti) Classificazione di Savigny (grammaticale, logica, storica e sistematica) (anche teleologica = ratio legis) due strategie di analisi degli argomenti: ristretta = elenco di categorie (semantica, genetica, storica, comparativa, sistematica, teleologica + dogmatica, basata su precedenti, generale pratica o sostanziale, empirica, analogia)

15 ampia basata su classificazione degli argomenti: - linguistici - genetici - sistematici - pratici generali i primi tre argomenti (linguistici, genetici, sistematici) sono istituzionali

16 - argomenti linguistici: = argomenti semantici e sintattici = significato e struttura grammaticale di una norma - argomenti genetici due generi: a) semantico-soggettivi (significato attribuito alla norma dal legislatore) b) teleologico-soggettivi (scopi perseguiti dal legislatore)

17 - argomenti sistematici = quelli che si basano sullidea dellunità o della coerenza del sistema giuridico otto sottogruppi: a) argomenti che assicurano la consistenza (in funzione della eliminazione della contraddizione tra norme) b) argomenti contestuali (relativi al rapporto con altre norme)

18 c) argomenti sistematico-concettuali (che cercano di assicurare chiarezza concettuale, unità formale e completezza sistematica) d) argomenti relativi ai principi (derivanti in particolare dellapplicazione, spesso contrastante, dei principi costituzionali) e) argomenti giuridici speciali (in primo luogo lanalogia) f) argomenti basati sui precedenti g) argomenti storici (in relazione alla coerenza temporale) h) argomenti comparativi

19 - argomenti pratici generali Due orientamenti: - argomenti teleologici = riferimento alle conseguenze idea di bene - argomenti deontologici = cosa è giusto o ingiusto indipendentemente dalle conseguenze idea di dovere fondata su generalizzabilità (universalizzabilità)

20 ii) regole interpretative fissano i criteri di precedenza tra i diversi argomenti: a) rapporto tra argomenti istituzionali = precedenza prima facie degli argomenti linguistici su quelli genetici e sistematici b) rapporto tra argomenti istituzionali e pratici = precedenza prima facie degli argomenti istituzionali rispetto a quelli sostanziali

21 Questione finale: interpretare o integrare il diritto? Integrazione in senso stretto = quando non si può decidere nellambito della lettera di una norma 4 casi: - estinzione (conflitto tra norme) - creazione - estensione (analogia) - riduzione (a contrario)

22 Ammissibilità integrazione è problema gerarchia degli argomenti Gerarchia implica scelta tra valori fondamentali Democrazia, separazione dei poteri = autorità del legislatore Coerenza e correttezza del contenuto = decisione giusta


Scaricare ppt "INTERPRETAZIONE GIURIDICA ROBERT ALEXY Enciclopedia delle Scienze Sociali 1. Concetto 2. Teoria 3. Metodo 1a. Concetto generale (Wróblewsky) senso amplissimo."

Presentazioni simili


Annunci Google