La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PRINCIPI ATTIVI ETEROSIDI Molecola zuccherina e genina liberata per idrolisi enzimatica.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PRINCIPI ATTIVI ETEROSIDI Molecola zuccherina e genina liberata per idrolisi enzimatica."— Transcript della presentazione:

1 PRINCIPI ATTIVI ETEROSIDI Molecola zuccherina e genina liberata per idrolisi enzimatica

2 ETEROSIDI SALICILICI SALIX ALBA (salice) GAULTHERIA PROCUMBENS (wintergreen) BETULA ALBA (betulla) SPIREA ULMARIA (regina dei prati).

3 AZIONE Avviene una idrolisi e poi una successiva ossidazione a livello epatico con liberazione acido salicilico Azione: ANTIINFIAMMATORIA ANTIREUMATICA ANTIPIRETICA DIURETICA E SUDORIFERA

4 MECCANISMO DAZIONE INIBIZIONE DI: CICLOSSIGENASI 5-LIPOSSIGENASI ATTIVI SU ACIDO ARACHIDONICO PROSTAGLANDINE 2 TROMBOXANO LEUCOTRIENI - (pelle, mucose, articolazioni)

5 CONTROINDICAZIONI Allergie ai salicilati Assunzione di farmaci antiaggreganti, anticoagulanti Ulcera gastro-duodenale

6 ETEROSIDI IDROCHINONICI ARCTOSTAPHYLOS UVA URSI (uva ursina) ARBUTUS UNEDO (corbezzolo) LEDUM PALUSTRE (rosmarino selvatico e di palude) VACCINIUM VITIS IDAEA (mirtillo rosso) VACCINIUM MYRTILLUS (mirtillo nero) CALLUNA VULGARIS (erica).

7 MECCANISMO DAZIONE Idrolisi di ARBUTINA e METILARBUTINA a livello intestinale successiva coniugazione epatica (glucurone e solfato) deconiugazione batteri vescicali con liberazione di IDROCHINONE

8 ETEROSIDI CARDIOTONICI Piante: DIGITALIS PURPUREA, STROPHANTUS AZIONE FARMACODINAMICA Influenzano lattività CARDIACA modificandone i parametri. INOTROPISMO – aumentano lenergia di concentrazione delle sistole. CRONOTROPISMO – diminuiscono la frequenza cardiaca. BATMOTROPISMO – regolarizzano limpulso. (Piante medicinali da cui si ricavano molecole di sintesi e quindi farmaci).

9 ETEROSIDI SAPONOSIDI SAPONARIA OFFICINALIS (saponaria) AESCULUS HIPPOCASTANUM (ippocastano) HEDERA HELIX (edera) VIOLA TRICOLOR e VIOLA ODORATA VERBASCUM THAPSUS (tasso barbasso) SCROFULARIA NODOSA (scrofularia )

10 MECCANISMO DAZIONE Azione irritante sulla lingua stimolazione nervo vago aumento secrezioni e peristalsi

11 RUSCOGENINE (Saponine steroidee) RUSCUS ACULEATUS (pungitopo), hanno una azione: ANTIEDEMIGENA ANTIINFIAMMATORIA VASOCOSTRITTICE sulla microcircolazione periferica modulatrici della resistenza e permeabilità capillare (Vitamina P).

12 ATTIVITA E MECCANISMO DAZIONE Saponine steroidee attivano i recettori alfa- adrenergici vasocostrizione Laculeoside A inibisce lAdenil-ciclasi limita la vasodilatazione

13 ESCINA Saponina Triterpenica AESCULUS HIPPOCASTANUM (ippocastano) hanno unazione: ANTIEDEMIGENE ANTIINFIAMMATORIE VASOCOSTRITTRICI CAPILLAROTROPE (600 volte più attive del RUTOSIDE

14 ATTIVITA E MECCANISMO DAZIONE Inibisce le sostanze infiammatorie impedendone il contatto con la parete del vaso (serotonina, bradichinina), inibisce elastasi e jaluronidasi

15 GLICIRRIZINA (Saponoside triterpenico) estratto dalla GLYCYRHIZA GLABRA LIQUIRIZIA con attività ANTIINFIAMMATORIE Aumenta la produzione di interferoni, macrofagi, NK Inibizione di replicazione virale (Herpes, epatite)

16 AZIONE E MECCANISMO DAZIONE La Glicirrizina e Acido Glicirretico inibizione lenzima 11 idrossisteroideidrogenasi, deputato al catabolismo dei Corticosteroidi Attenzione soggetti ipertesi mg al dì

17 ETEROSIDI CIANOGENETICI Semi mandorlo amaro (PRUNUS AMIGDALUS) Semi albicocca, pesco, susino, ciliegio, Azione Antiossidante su OH Radicale Idrossilico

18 ETEROSIDI ANTRACHINONICI ALOE FEROX (aloe) RHAMNUS FRANGULA (frangola) RHAMNUS CATHARTICUS (spino cervino) RHAMNUS PURSHIANA (cascara sagrada) RHEUM OFFICINALIS (rabarbaro cinese)

19 ATTIVITA E MECCANISMO DAZIONE Azione LASSATIVA o PURGANTE per irritazione terminazioni nervose intestinali Controindicata per colon irritabile, gravidanza, allattamento, emorroidi. Rheum Officinalis da 20 a 50 mg di reina effetto stimolante digestione e peristalsi Da 50 a 100mg lassativo Da 100 mg in poi purgante Contiene Diacereina Antinfiammatorio e condroprotettore

20 POLIFENOLI FENOLI SEMPLICI Acido caffeico (clorogenico), Cumarine, acidi fenolici FLAVONOIDI flavonoli, flavoni, isoflavoni, antocianine TANNINI condensati: Proantocianidine TANNINI idrolizzati: acido gallico, acido ellagico

21 ETEROSIDI FLAVONOIDICI FLAVONOIDI (diosmina, esperidina) FLAVONI (apigenina, luteolina) FLAVANI (catechine,epicatechine, leucoantociani) ISOFLAVONI CITRUS DIV. RUTA GRAVEOLENS ruta (rutina) CRATAEGUS OXYACANTHA biancospino (vitexina) EQUISETUM ARVENSE equiseto (luteolina) MATRICARIA CHAMOMILLA camomilla (apigenina)

22 ATTIVITA E MECCANISMO DAZIONE RIDUCONO LA PERMEABILITÀ E LA FRAGILITÀ delle pareti dei capillari mentre ne aumentano la RESISTENZA (effetto CAPILLARO TROPO). RALLENTA LA DEGRADAZIONE dellADRENALINA INIBISCE JALURONIDASI ELASTASI,COLLAGENASI RISPARMIO DELLA VIT. C INIBISCE LISTAMINA INIBISCE ADESIONE E ATTIVAZIONE LEUCOCITI Controindicati in gravidanza

23 ALTRE AZIONI AZIONE DIURETICA HIERACIUM PILOSELLA (pilosella). ANTIINFIAMMATORIA, DIAFORETICA SAMBUCUS NIGRA (sambuco) TILIA TOMENTOSA (tiglio) ONONIS SPINOSA (ononide) GLYCYRRHIZA GLABRA (liquirizia) AZIONE ANTISPASMODICA (melissa) ANTIDEPRESSIVA (iperico) ANSIOLITICA (passiflora).

24 ETEROSIDI ANTOCIANOSIDI VACCINIUM MIRTILLUS (mirtillo nero) VACCINIUM VITIS IDAEA (mirtillo rosso) HIBISCUS SABDARIFFA (carcadè) RUBUS IDAEUS (lampone)

25 ATTIVITA E MECCANISMO DAZIONE ATTIVITA ANTIINFIAMMATORIA e ANTIAGGREGANTE, ANTIPAF e ANTI ACIDO ARACHIDONICO ANTIOSSIDANTE RIGENERAZIONE PORPORA RETINICA

26 RIGENERAZIONE RODOPSINA Luce RETINENE OPSINA Antocianosidi Buio RODOPSINA

27 ETEROSIDI SOLFORATI BRASSICA NIGRA (senape nera) RAPHANUS SATIVUS (ravanello) RAPHANUS SATIVUS NIGER (rafano nero) NASTURTIUM OFFICINALE (crescione) ALLIUM SATIVUM (aglio) ALLIUM CEPA (cipolla)

28 ATTIVITA E MECCANISMO DAZIONE DETOSSIFICANTE EPATICO (Fase II) Solfossidazione (molibdeno dipendente) Solfatazione ESPETTORANTE

29 ETEROSIDI IRIDOIDI PLANTAGO LANCEOLATA (piantaggine) HARPAGOPHYTUM PROCUMBENS (artiglio del diavolo) VERBASCUM THAPSUS (tasso barbasso) VALERIANA OFFICINALIS (valeriana) OLEA EUROPEA (olivo)

30 ATTIVITA E MECCANISMO DAZIONE Azione analgesica e antiinfiammatoria Azione sedativa e ipnotica Dislipidemie e ipotensiva Inibizione sintesi Eicosanoidi (PgE2 Ciclossigenasi Lipossigenasi Contiene principi amari attenzione Gastrite Ulcera, simili avvertenze dei salicilati

31 MUCILLAGINI MALVA SILVESTRIS (malva) ALTHAEA OFFICINALIS (altea) PLANTAGO PSILLIUM (psillio) PLANTAGO MAJOR (piantaggine) LINUM USITATISSIMUM (lino) GELIDIUM GRACILARIA (agar-agar)

32 AZIONE E MECCANISMO DAZIONE Richiamano acqua e formano una massa gelatinosa Azione antiinfiammatoria meccanica (reflusso gastroesofageo, gastriti, coliti, tosse) Azione stimolazione peristalsi (con molta acqua) Azione assorbente liquidi (con poca acqua)

33 POLISACCARIDI IMMUNOSTIMOLANTI Eleuterococco senticosus Echinacea angustifolia Astragalus membranaceus Panax ginseng Diatesi II IV Azione immunostimolante Proinfiammatoria IMMUNOMODULANTI Aloe vera gel Diatesi I III Azione immunostimolante e antiinfiammatoria

34 PRINCIPI ATTIVI AMARI ARTEMISIA ABSINTHIUM (assenzio) CYNARA SCOLYMUS (carciofo) CICHORIUM INTYBUS (cicoria) GENTIANA LUTEA (genziana) ERYTHRAEA CENTAURIUM (centaurea) HUMULUS LUPULUS (luppolo).

35 AZIONE E MECCANISMO DAZIONE Attivazione papille gustative Attivazione nervo vago Aumento peristalsi e secrezioni

36 TANNINI (polifenoli) VACCINIUM MYRTILLUS (mirtillo nero) VACCINIUM VITIS IDAEA (mirtillo rosso) ARBUTUS UNEDO (corbezzolo) CALLUNA VULGARIS (erica) RUBUS FRUCTICOSUS (rovo) AGRIMONIA EUPATORIA (agrimonia) POTENTILLA ERECTA (potentilla) QUERCUS ROBUR (quercia) HAMAMELIS VIRGINIANA (amamelide) JUGLANS REGIA (noce)

37 AZIONE E MECCANISMO DAZIONE Tannini idrolizzabili Gallotannini Eligitannini Si legano alle proteine astringenti, emostatici, antidiarroici, antisettici Irritanti, epatotossici Tannini condensati o flavonali o catechinici Proantocianidine simili ai flavonoidi Antiossidanti, capillarotropi

38 ALCALOIDI CAFFEINA, ATROPINA, SCOPOLAMINA, JOSCIAMINA, NICOTINA Sostanze attive sul sistema nervoso e sul sistema neurovegetativo Generalmente usate come molecole per farmaci

39 ALCALOIDI PIRROLIZZIDINICI TUSSILAGO FARFARA farfara TUSSILAGO PETASITES farfaraccio SYMPHITUM OFFICINALIS consolida BORRAGO OFFICINALIS borragine (lolio è ATOSSICO).

40 ALCALOIDI OSSINDOLICI PENTACICLICI Atossici, antiinfiammatori e immunostimolanti Uncaria Tomentosa Att. Alcaloidi ossindolici tetraciclici inibitori assorbimento pentaciclici, ipotensivi

41 ACIDI ORGANICI Acido citrico si combinano con Ossigeno Acido malico Acido carbonico Acido tartarico Acido ossalico Na K Mg Ca Riserve alcaline Carbonati Bicarbonati Fluidificazione Anidride Carbonica

42 ENZIMI Bromelina azione proteolitica Papaina azione proteolitica

43 SALI MINERALI EQUISETUM ARVENSE equiseto BAMBOO TAPASHIR bamboo URTICA DIOICA ortica

44 BALSAMI BALSAMO DEL PERÚ BALSAMO DEL TOLÚ Azione balsamica

45 FORME GALENICHE TISANE Estrazioni acquose INFUSO Fiori foglie. Far bollire lacqua, spegnere e mettere la droga e lasciare in infusione per 5-10 minuti DECOTTO Corteccia, alburno, radici, rizomi, rami. Portare ad ebollizione lacqua con la droga allinterno e far bollire per 10 minuti circa, lasciare in infusione per 5-10 minuti MACERATO A FREDDO Mettere la droga in una tazza dacqua e lasciar macerare per 6-8 ore filtrare e bere (mucillagini)

46 VANTAGGI DELLA TISANA Trattamenti di drenaggio emuntoriale 3 settimane di trattamento una di pausa (finestra terapeutica) altre 3 settimane Dosaggio crescente 1 settimana due tazze al dì 2 settimana tre tazze al dì 3 settimana due tazze al dì 5 grammi di droga (parte della pianta contenente principi attivi) per tazza oppure tisana al 3% su 150 cc di acqua

47 ALTRI UTILIZZI Principi attivi forti antrachinoni, alcaloidi Soggetti Diatesi I Iperreattivi Bambini, anziani, sovraccarico epatico Obbliga a bere

48 LIMITI DELLA TISANA Forma estrattiva debole Non è titolabile ne standardizzabile in principi attivi Estrae solo principi attivi idrosolubili

49 TERMINOLOGIA DOSAGGI 1 pizzico 3 grammi 1 cucchiaio da caffè (c.d.c.) 5grammi 1 cucchiaio da minestra (c.d.m.) 10 grammi 1 manciata= 30/40grammi CARCIOFO aa o ana = parti uguali dei prodotti TARASSACO qsp= quantità sufficiente per Esempio: 1 c.d.c. x tazza di ROSMARINUS OFFICINALIS in infusione per 10 minuti - 3 tazze al dì oppure 3 c.d.m. x litro di ALBURNO di TIGLIO nelle 24 ore per 3 settimane.

50 TINTURE MADRI (Estratti idroalcolici ) PIANTA FRESCA MACERAZIONE ALCOLICA (45° - 60°) 1 parte di droga 9 di solvente rapporto 1:10 Macerazione per 21 giorni CAUTELA CON BAMBINI, GRAVIDANZA, PATOL. EPATICHE GRAVI (Epatite Virale) e nellALLATTAMENTO.

51 MACERATI GLICERICI MERISTEMI PARTI IN CRESCITA DELLA PIANTA AUXINE GIBERELLINE POL HENRY

52 MERISTEMOTERAPICI Macerazione a freddo per 3 settimane di 1 parte di meristemi su 19 parti di un solvente con 50 parti di GLICERINA, 30 parti di ALCOOL, 20 parti di ACQUA Filtrazione e ulteriore diluizione 1:9 del macerato glicerico su un solvente con le stesse proporzioni di acqua alcool glicerina MG 1DH

53 POSOLOGIA TM MG ADULTO dose intera ( gocce) ADOLESCENTI2/3 3° INFANZIA½ LATTANTI1/5 ATT. NEONATI1/10 ATT. ANZIANI2/3 Oppure ½ goccia x Kg ad ogni assunzione (3 ASSUNZIONI AL DÍ).

54 ESTRATTI Droga secca a contatto con un solvente (acqua, alcool ecc.) e successiva eliminazione del solvente ESTRATTO FLUIDO 1:1 ESTRATTO MOLLE 1:0,3 (70% droga secca) ESTRATTO SECCO 1:O ESTRATTO SECCO STANDARDIZZATO TITOLATO Determinazione e standardizzazione dei principi attivi

55 POLVERI Polveri parti di vegetale (radici, fiori, foglie frutti, etc.) finemente polverizzate MA NON CE ESTRAZIONE CON SOLVENTE NEBULIZZATI Polveri o Estratti secchi essiccati con correnti di vapore alta temperatura e breve durata

56 AROMATERAPIA ESSENZA premitura diretta a freddo su organi produttori OLIO ESSENZIALE distillazione a vapore

57 AROMATERAPIA RENE MAURICE GATEFOSSE ( ) 1935 termine aromaterapia

58 I PADRI DELLAROMATERAPIA JEAN VALNET ( ) Aromathérapie, Traitement des maladies par les essences des plantes, 1964

59 PIERRE FRANCHOMME Pierre Franchomme nozione di chemiotipo Daniel Penoel coautore Laromatherapie exactement

60 CRITERI DI QUALITA TEMPI DI ESTRAZIONE sempre superiori ad 1 ora 1,15 lavanda 3 ore pinus silvestris +100 ore santalum album

61 TEMPI DI RIPOSO 1 mese per la lavanda 3 mesi per il rosmarino 1 anno lalloro

62 OLI ESSENZIALI CHEMIOTIPIZZATI I TRE REQUISITI CHE IDENTIFICANO UN OLIO ESSENZIALE SPECIE BOTANICA ORGANO PRODUTTORE SPECIFICITÀ BIOCHIMICA O CHEMIOTIPO.

63 SPECIE BOTANICA GENERE o NOME GENERICO es. LAVANDA EPITETO SPECIFICO o SPECIE es. ANGUSTIFOLIA

64 ORGANO PRODUTTORE Se da parti diverse di una stessa pianta si ricavano oli essenziali diversi bisogna dichiararlo esempio CINNAMOMUM ZEYLANICUM (Specie botanica) O.P. (foglie) (corteccia) (radici)

65 SPECIE BIOCHIMICA (S.B.)o CHEMIOTIPO (C.T.) I chemiotipi possono essere anche più di cento, molto spesso vengono indicati i maggiori e possono variare a seconda di dove vive la pianta esempio Rosmarinus officinalis Marocco S.B. o CT 1,8 cineolo Provenza borneone (canfora) Corsica Acetato di bornile Verbenone

66 FENOLI SATUREJA MONTANA (santoreggia)s. b. carvacrolo ORIGANUM COMPACTUM(origano)s. b. carvacrolo timolo THYMUS VULGARIS s. b.(carvacrolo e timolo) CORYDOTHYMUS CAPITATUS (origano di spagna) s. b. timolo

67 FENOLI CINNAMOMUM ZEILANICUM (VERUM) (cannella) o. p. FOGLIE s. b. eugenolo (70%) EUGENYA CARYOPHILLATA (chiodi di garofano) o. p. Somm. Fiorita s. b. eugenolo (82- 90%) CARUM COPTICUM TRACHYSPERMUM AMMI (ajowan) s.b. timolo (40-48%) OCIMUM GRATISSIMUM (basilico eugenolifero) eugenolifero s.b. eugenolo 63-85%

68 INDICAZIONI CONTROINDICAZIONI Fortemente antiinfettivi (batteri, virus, parassiti) ++++ Immunostimolanti Ipertensivi Dermocaustici Epatotossici

69 CHETONI HISSOPUS OFFICINALIS THUYA OFFICINALIS SALVIA OFFICINALIS MENTHA PIPERITA EUCALIPTUS DIVES PIPERITONE LAVANDA STOECHAS

70 INDICAZIONI CONTROINDICAZIONI Mucolitici Lipolitici Abortivi (dosi superiori a 9 gocce al dì) Neurotossici

71 DOSAGGI PER VIA INTERNA FENOLI 3% in T.M. Altri OLII 6% IN T.M. VIA ESTERNA 10%-20% in T.M., GEL, O.V. (Olio vegetale) 1 GR= gocce= 1ml.


Scaricare ppt "PRINCIPI ATTIVI ETEROSIDI Molecola zuccherina e genina liberata per idrolisi enzimatica."

Presentazioni simili


Annunci Google