La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Esercitazione di riscrittura ipertestuale Unidea di storia disciplina e i suoi rapporti con linformatica di Ivo Mattozzi Ivo Mattozzi Università di Bologna.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Esercitazione di riscrittura ipertestuale Unidea di storia disciplina e i suoi rapporti con linformatica di Ivo Mattozzi Ivo Mattozzi Università di Bologna."— Transcript della presentazione:

1 Esercitazione di riscrittura ipertestuale Unidea di storia disciplina e i suoi rapporti con linformatica di Ivo Mattozzi Ivo Mattozzi Università di Bologna – Clio 92 Cdl in Storia Informatica per le scienze storiche

2 Il territorio del dominio signorile dei Ventimiglia in Sicilia nei secoli XIII-XIV testo di Piero Corrao Esercizio di riscrittura degli studenti del corso di Informatica per le scienze storiche Bologna - Lezione marzo 2010

3 Istruzioni per lesercitazione Il testo di Pietro Corrao che prenderemo in considerazione per la nostra esercitazione è molto interessante e pregevole dal punto di vista della ricostruzione storica e della rappresentazione del territorio e del dominio signorile e delle sue vicende. Però è scritto in modo accademico, a volte con un fraseggiare arzigogolato: frasi molto lunghe e comprendenti idee molteplici che si incastrano luna nellaltra. Ciò rende disagevole la lettura e la comprensione del testo, specie a monitor. Inoltre, la struttura ipertestuale non si giova delle risorse informatiche per rendere visibili sul monitor sia il testo sia le immagini a cui il testo si riferisce (ad es. la descrizione del territorio e la mappa che lo rappresenta iconicamente). Per questi motivi il testo può essere riscritto e lipertesto può essere modificato. Vi proponiamo, per iniziare, un esempio di analisi di un nodo testuale tratto dal lavoro di Corrao che servirà ad evidenziare in modo più preciso gli errori di scrittura storiografica.

4 Consigli per la riscrittura Vi proponiamo di riscrivere uno dei testi (nodi) scritti da P. Corrao di vostra scelta. La prima cosa da fare è analizzare la composizione del testo secondo lesempio, scomporre le tante informazioni che sono presenti in un solo periodo Poi si tratta di farne la riscrittura, impegnandosi a dare consistenza a ciascuna informazione o idea con frasi brevi e autonome luna dallaltra. Nella riscrittura si può anche modificare il montaggio delle informazioni. Nella riscrittura si possono usare le immagini presenti in Corrao oppure cercarne altre sul web. È possibile istituire link diversi da quelli di Corrao o profittare degli stessi già presenti.

5 Il nucleo originario

6 Il nucleo originario e le prime acquisizioni Esempio di analisi di testo intricato Percorso: Il dominio – La costruzione signorile – Il nucleo originario e le prime acquisizioni 1.Alla vigilia dell'apparire stabile del titolo di conte di Geraci, attribuito al nipote di Enrico, Francesco, il dominio madonita è percepibile come un territorio organizzato attorno al centro di Geraci, connesso con i due centri costieri demaniali di Termini e Cefalù - sui quali i Ventimiglia esercitano già notevole influenza e dove possiedono cospicui beni - e con delle appendici separate a Ovest (Gratteri), ad Est (Caronia), a Sud (Petralia).EnricoFrancescoGeraciTerminiCefalùpossiedono cospicui beniGratteriCaroniaPetralia 2.Più esterno rispetto all'area madonita risulta invece Montemaggiore.Montemaggiore 3.Si tratta insomma della congiunzione dell'eredità dei Candida con i possessi ricevuti al tempo di re Manfredi. 4. E' sostanzialmente il quadro politico-territoriale nel quale si muoveranno per i due secoli successivi i diversi rami dei Ventimiglia. In esso il maggiore possesso territoriale è ancora quello del Vescovo di Cefalù, e su questo si orientano gli aggressivi interessi del primo conte Francesco, nuovo personaggio eminente dell'area, sulle orme dell'avo Enrico..diversi ramiaggressivi interessiFrancescoEnrico Nel primo capoverso si incastrano 7 informazioni: 1) siamo nel tempo X (manca la data e sarebbe di aiuto al lettore indicarla) ed è alla vigilia del tempo y 2) nel tempo y (manca la data) il titolo di conte diventa stabile; 3) esso è attribuito a Francesco, nipote di Enrico; 4) il dominio è organizzato attorno al centro di Geraci; 5) il centro di Geraci è connesso con i 2 centri costieri (Termini e Cefalù); 6) sui 2 centri costieri i Ventimiglia possiedono beni ed esercitano influenza; 7) il centro di Geraci è connesso anche con Gratteri a O, con Caronia a E, con Petralia a S.

7 Esempio di riscrittura della descrizione del territorio attraverso una sequenza di immagini che corrispondono ai primi due periodi del testo Tema: Lestensione del dominio

8 Le località in dettaglio del territorio descritto

9 Le Madonie Gruppo montuoso dell'Appennino siculo che costituisce un settore della catena settentrionale della Sicilia, catterizzato dalla presenza di 14 vette con unaltezza che varia dai 1500 ai 2000 m. circa e da numerosissime manifestazioni sorgentizie alcune delle quali con portate medie attorno agli 800 l/s, quali quella di Scillato che è captata dall'omonimo acquedotto. Rielaborato da Wikipedia La descrizione del territorio delle Madonie attraverso testo+mappa

10 Lestensione del dominio testo di Pietro Corrao Il territorio su cui insistette per secoli il potere dei Ventimiglia ha una notevole coerenza geografica; delimitato a Ovest dalla grande valle dell'Imera settentrionale e ad Est da quella minore del fiume di Tusa, corrisponde alla porzione più occidentale della catena costiera del settentrione dell'isola: un grande massiccio montuoso, ricco di corsi d'acqua e di vegetazione boschiva, tagliato da numerose valli maggiori e minori, che scende a Nord su una costa ripida e digrada a Sud e a Sud-Est riconnettendosi all'immenso sistema alto-medio collinare caratteristico del centro dell'isola. Rispetto all'area così delimitata, nel tempo,territorio i Ventimiglia estesero i loro domini su territori contigui, quello dell'antica foresta regia di Caronia, un immenso territorio impervio montuoso e boscoso, quasi privo di abitati; quello di Montemaggiore, a Ovest della valle dell'Imera

11 Lestensione del dominio Testo di Corrao Il territorio su cui insistette per secoli il potere dei Ventimiglia ha una notevole coerenza geografica; delimitato a Ovest dalla grande valle dell'Imera settentrionale e ad Est da quella minore del fiume di Tusa, corrisponde alla porzione più occidentale della catena costiera del settentrione dell'isola: un grande massiccio montuoso, ricco di corsi d'acqua e di vegetazione boschiva, tagliato da numerose valli maggiori e minori, che scende a Nord su una costa ripida e digrada a Sud e a Sud-Est riconnettendosi all'immenso sistema alto-medio collinare caratteristico del centro dell'isola. Rispetto all'area così delimitata, nel tempo,territorio i Ventimiglia estesero i loro domini su territori contigui, quello dell'antica foresta regia di Caronia, un immenso territorio impervio montuoso e boscoso, quasi privo di abitati; quello di Montemaggiore, a Ovest della valle dell'Imera … Analisi della struttura I temi delle frasi incastrate luna nellaltra sono 13 e sono in disordine rispetto alla sequenza ottimale possibile. Si tratta di riordinare le frasi. 1.I Ventimiglia esercitarono il loro potere per secoli su un vasto territorio 2.I limiti del territorio (quando? Manca la datazione) sono a O la valle dellImera, a E la valle del fiume di Tusa, 3.Ha una notevole coerenza interna 4.Corrisponde alla porzione occidentale dellAppennino siculo 5.Al centro cè il grande massiccio montuoso 6.Il massiccio è ricco di corsi dacqua …. 7.Scende a nord … 8.Digrada a sud e a sud est …. 9.Si riconnette …. 10.I Ventimiglia estesero il loro dominio (quando?) … 11.Caronia (Datazione) era un immenso territorio …. 12.Montemaggiore (datazione ?) 13.Fu scambiato con Sperlinga (datazione ?) n

12 Lestensione del dominio Testo di Corrao Il territorio su cui insistette per secoli il potere dei Ventimiglia ha una notevole coerenza geografica; delimitato a Ovest dalla grande valle dell'Imera settentrionale e ad Est da quella minore del fiume di Tusa, corrisponde alla porzione più occidentale della catena costiera del settentrione dell'isola: un grande massiccio montuoso, ricco di corsi d'acqua e di vegetazione boschiva, tagliato da numerose valli maggiori e minori, che scende a Nord su una costa ripida e digrada a Sud e a Sud-Est riconnettendosi all'immenso sistema alto-medio collinare caratteristico del centro dell'isola. Rispetto all'area così delimitata, nel tempo,territorio i Ventimiglia estesero i loro domini su territori contigui, quello dell'antica foresta regia di Caronia, un immenso territorio impervio montuoso e boscoso, quasi privo di abitati; quello di Montemaggiore, a Ovest della valle dell'Imera Riscrittura di I.M. La famiglia Ventimiglia esercitò il suo potere signorile su un territorio ampio un quarto della superficie della Sicilia (oltre 6000 kmq).territorio Il territorio si sporge sulla costa tirrenica. Il nucleo originario si estendeva tra le valli dellImera ad ovest e del fiume di Tusa ad est e a sud fino al centro dellisola. Il nucleo originario Comprendeva il grande massiccio montuoso delle Madonie, ricco di corsi dacqua e di vegetazione boschivamassiccio, tagliato da numerose valli.grande massiccio montuoso Il scende a nord sulla ripida costa, mentre digrada a sud e a sud est verso limmenso sistema collinare che caratterizza il centro dellisola. In seguito, i Ventimiglia estesero i loro domini su territori contigui: ad est, l'antica foresta regia di Caronia, un immenso territorio impervio montuoso e boscoso, quasi privo di abitati; a ad ovest della valle dell'Imera quello di Montemaggiore, poi scambiato con Sperlinga. CO Solo testo con link

13 Il nucleo originario del territorio del dominio signorile La famiglia Ventimiglia esercitò il suo potere signorile su un territorio ampio un quarto della superficie della Sicilia (oltre 6000 kmq).territorio Il territorio si sporge sulla costa tirrenica tra le valli dellImera ad ovest e del fiume di Tusa ad est e si estende a sud fino al centro dellisola.e valli dellImera ad ovest e del fiume di Tusa Comprende il grande massiccio montuoso delle Madonie, ricco di corsi dacqua e di vegetazione boschiva, tagliato da numerose valli.grande massiccio montuoso delle Madonie Il massiccio scende a nord sulla ripida costa, mentre digrada a sud e a sud est verso limmenso sistema collinare che caratterizza il centro dellisola. Testo e immagini

14 Gli ingrandimenti del dominio In seguito, i Ventimiglia estesero i loro domini su territori contigui: ad est, l'antica foresta regia di Caronia, un immenso territorio impervio montuoso e boscoso, quasi privo di abitati; a ad ovest della valle dell'Imera quello di Montemaggiore, poi scambiato con Sperlinga. Testo e immagini

15 ORA TOCCA A VOI


Scaricare ppt "Esercitazione di riscrittura ipertestuale Unidea di storia disciplina e i suoi rapporti con linformatica di Ivo Mattozzi Ivo Mattozzi Università di Bologna."

Presentazioni simili


Annunci Google