La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Uliano stendardi CISL nazionale1 IL SECONDO LIVELLO DI CONTRATTAZIONE RAFFORZARE E QUALIFICARE LA CONTRATTAZIONE DI 2° LIVELLO: UNA PRIORITA PER LA CISL.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Uliano stendardi CISL nazionale1 IL SECONDO LIVELLO DI CONTRATTAZIONE RAFFORZARE E QUALIFICARE LA CONTRATTAZIONE DI 2° LIVELLO: UNA PRIORITA PER LA CISL."— Transcript della presentazione:

1 uliano stendardi CISL nazionale1 IL SECONDO LIVELLO DI CONTRATTAZIONE RAFFORZARE E QUALIFICARE LA CONTRATTAZIONE DI 2° LIVELLO: UNA PRIORITA PER LA CISL

2 uliano stendardi CISL nazionale2 IL CONTESTO LA CRISI: rischi e opportunità RECESSIONE, DISOCCUPAZIONE,SFIDUCIA LAVORATORI: più sindacato, reddito, tutele IMPRESE: più innovazione, soluzioni adattabili, rapide e condivise TUTTI:più contrattazione

3 uliano stendardi CISL nazionale3 IL SISTEMA DI RELAZIONI PRIMO E SECONDO LIVELLO PARTI DI UN SISTEMA INTEGRATO IL CCNL CENTRO REGOLATORE PREPARA IL SECONDO LIVELLO. UN SISTEMA DI RELAZIONI PARTECIPATIVO: labbandono dell antagonismo per la ricerca di soluzioni condivise

4 uliano stendardi CISL nazionale4 IL SISTEMA DI RELAZIONI 2 CAPITALE E LAVORO:soggetti con interessi diversi che possono lavorare insieme per obiettivi comuni IL RICONOSCIMENTO RECIPROCO: le parti si riconoscono come legittimi rappresentanti NON SOLO CONTRATTAZIONE: il sistema di relazioni è un insieme complesso di rapporti non solo di tipo contrattuale (informazione, consultazione, bilateralità)

5 uliano stendardi CISL nazionale5 SPOSTARE IL BARICENTRO DELLA CONTRATTAZIONE IL CCNL NON PERDE IMPORTANZA, MA SI RIQUALIFICA ACCORDO CONFINDUSTRIA: …le parti ritengono che una maggiore diffusione della contrattazione di secondo livello possa consentire di rilanciare la crescita della produttività e quindi delle retribuzioni reali. Le parti..confermano la necessità che vengano incrementate…le misure di riduzione di tasse e contributi per incentivare la contrattazione di secondo livello.

6 uliano stendardi CISL nazionale6 IL CCNL PER IL 2° LIVELLO ACCORDO 22/01/2009:… la contrattazione nazionale regola il sistema di relazioni industriali a liv. naz/le, terr/le e az/le… La contrattazione di 2° livello si esercita per le materie delegate dal CCNL o dalla legge… Per la diffusione della contrattazione di 2° liv. nelle PMI gli accordi (naz/li) possono prevedere….apposite modalità…..

7 uliano stendardi CISL nazionale7 IL CCNL PER IL 2° LIVELLO (2) ….ai fini della effettività della diffusione della contrattazione di 2° liv. I successivi accordi potranno individuare…..ELEMENTI ECONOMICI DI GARANZIA….. ….potranno individuare procedure…per modificare…singoli istituti economici o normativi

8 uliano stendardi CISL nazionale8 IL CCNL PER IL 2° LIVELLO (3) ACCORDO CONFINDUTRIA 15/4/09 -Il CCNL regola il sistema di relazioni… -Il CCNL definisce le modalità e gli ambiti di applicazione della cont. di 2° liv. -..definisce i tempi e le procedure per la presentazione delle piattaforme a tutti i livelli….

9 uliano stendardi CISL nazionale9 IL CCNL PER IL 2° LIVELLO (4) Per favorire la diffusione della contrattazione aziendale nelle PMI i CCNL possono definire linee guida per i modelli di premio variabile Possono essere costituite a liv naz/le commissioni paritetiche per monitorare e analizzare la contrattazione di 2° liv. Per gli accordi non rinnovati dopo 5 mesi dalla scadenza i CCNL possono prevedere un intervento delle associazioni imp/li e sindacali a livello territoriale. Dirimere le controversie

10 uliano stendardi CISL nazionale10 INCENTIVI AL 2° LIVELLO FISCALI: A) innalzato da 3000 a 6000 euro il tetto dei premi legati ad obiettivi con regime agevolato (10% delle somme erogate). B) Ampliata la platea dei beneficiari fino a euro annui di reddito. CONTRIBUTIVI: sgravi sia a beneficio dei datori di lavoro (3%) della retribuzione contrattuale, che dei lavoratori (9,19%). La quota di retribuzione che gode di sgravi è comunque pensionabile.

11 uliano stendardi CISL nazionale11 PIU COMPETENZE AL 2° LIVELLO Non di sole DEROGHE e non solo in PEJUS. LE PIATTAFORME DEI CCNL devono trasferire competenze al secondo livello La capacità di costruire risposte personalizzate alle esigenze delle imprese e dei lavoratori. NO A PIATTAFORME ED ACCORDI FOTOCOPIA

12 uliano stendardi CISL nazionale12 UN DIVERSO APPROCCIO Non solo regole, date e scadenze Non solo piattaforme e accordi La contrattazione continua o meglio il sistema di relazioni: Atti, contatti, comunicazione, gestione del quotidiano….tutto ciò che compone un sistema di relazioni di tipo partecipativo. Affidabilità, investimento di fiducia, oltre la cultura rivendicativa

13 uliano stendardi CISL nazionale13 LE MATERIE DEL 2° LIVELLO Le esigenze di sviluppo (o di gestione di fasi di crisi) delle imprese, le fluttuazioni di mercato, la necessità di lanciare prodotti e servizi innovativi si combinano con le diverse ed articolate esigenze di una forza lavoro che cambia nella propria composizione. Affermare la pari dignità delle esigenze delle imprese e delle persone.

14 uliano stendardi CISL nazionale14 LE MATERIE DEL 2° LIVELLO (2) MIGLIORARE I PROCESSI DI INFORMAZIONE E CONSULTAZIONE – SPERIMENTARE LA DEMOCRAZIA ECONOMICA LA CONOSCENZA PREMESSA E PRECONDIZIONE DELLA PARTECIPAZIONE E DI UN APPROCCIO ISTRUITO ALLA CONTRATTAZIONE NON BANALIZZARE GLI INCONTRI INFO- CONSULT. IL VALORE DEI DATI E LA CAPACITA DI LEGGERLI

15 uliano stendardi CISL nazionale15 LE MATERIE DEL 2° LIVELLO (3) STRATEGIE D IMPRESA: un approccio a livelli di responsabilità crescente: informazione, consultazione…..contrattazione? STRATEGIE D INVESTIMENTO, SVILUPPO, CRISI, RISTRUTTURAZIONI, LOCALIZZAZIONI, DELOCALIZZAZIONI, DIVERSIFICAZIONI, CESSIONI, ACQUISIZIONI. SEDI E STRUMENTI PER AFFRONTARE LE STRATEGIE D IMPRESA.

16 uliano stendardi CISL nazionale16 LE MATERIE DEL 2° LIVELLO (4) ODL E ORARI. Differiscono non solo tra settori ma a livello di singole aziende in ordine alle tipologie produttive, ai processi di produzione, alle tecnologie produttive, al rapporto col mercato ecc. Larticolazione dell orario deve rispondere alle esigenze di innovazione tecnologica ed organizzativa e di mercato, coniugandosi con le esigenze del lavoro. Intreccio tra contrattazione e vertenzialità territoriale.

17 uliano stendardi CISL nazionale17 LE MATERIE DEL 2° LIVELLO (5) L INTERVENTO SULL ORARIO va abbinato ad eventuali riconoscimenti salariali. Occorre affermare una concezione estensiva del salario ad obiettivi: tutto ciò che concorre a migliorare le condizioni di produttività e di competitività dell impresa. Concezione estensiva suffragata dalla circolare ministeriale in merito alle condizioni di agevolazione fiscale: premi di rendimento, flessibilità oraria, turnazioni particolari.

18 uliano stendardi CISL nazionale18 LE MATERIE DEL 2° LIVELLO (6) PROFESSIONALITA-INQUADRAMENTO- FORMAZIONE Gestire la professionalità dove si forma. Tutto caricato sul CCNL rischia di assorbire tutto lo spazio di risorse e di non conciliarsi con le esigenze articolate. Prevedere un diritto esplicito di contrattazione al 2° livello (non solo di gestione attuativa), fornendo griglia di intervento legata a organizzazione- innovazione (ancora il ruolo del CCNL in logica di sistema).

19 uliano stendardi CISL nazionale19 LE MATERIE DEL 2° LIVELLO (7) Contrattare percorsi formativi, legati a programmi finalizzati e collegati a percorsi professionali e di carriera. Più trasparenza e oggettività in luogo di unilateralità. La professionalità come valore e fattore di riconoscimento per il lavoratore. Legame con lo sviluppo della bilateralità Anche le ricadute salariali legate all inquadramento professionale dovrebbero beneficiare di decontribuibilità e detassabilità

20 uliano stendardi CISL nazionale20 LE MATERIE DEL 2° LIVELLO (8) SALARIO. Superare un approccio isolato verso uno diffuso. Il salario legato a parametri di bilancio o quantitativi mantiene un suo proprio spazio negoziale. Più salario legato ad obiettivi economico-finanziari e/o di risultati di mercato richiede più spazi partecipativi e di trasparenza. Condivisione obiettivi, info-consult, monitoraggio e verifica. Aumentare la quota di salario legato ad obiettivi.

21 uliano stendardi CISL nazionale21 LE MATERIE DEL 2° LIVELLO (9) ETICA-RESPONSABILITA SOCIALE Alzare il tasso: valore e fattore di successo. Uscire dallunilateralita. Un plus oltre le normative. Effettività verificabilità CERTIFICAZIONE Qualità dei processi info-consult Standard salute e sicurezza Benessere organizzativo Conciliazione vita-lavoro Pari opportunitformazione Grado soddisfazione lavoratori-consumatori

22 uliano stendardi CISL nazionale22 LE MATERIE DEL 2° LIVELLO (10) LO SVILUPPO SOSTENIBILE STRUMENTI POSSIBILI: I BILANCI SOCIALI UNA SUGGESTIONE: non solo auditing sociale, ma connessioni salariali. Legare quote di salario al conseguimento di obiettivi sociali, ambientali. Affermare la soggettualità non solo economica dell impresa. Far crescere la cultura e la responsabilità di tutti i lavoratori ed, in particolare, del management Etica e mercato

23 uliano stendardi CISL nazionale23 LE MATERIE DEL 2° LIVELLO (11) La bilateralità al servizio della contrattazione e della partecipazione. La bilateralità come prodotto della contrattazione La bilateralità oltre la contrattazione:non si esaurisce nellacquisizione del risultato ma consegna alle parti lonere di una gestione comune formale e sostanziale. Il welfare contrattuale. CCnl fonte istitutiva e secondo livello di implementazione.

24 uliano stendardi CISL nazionale24 GLI AMBITI DEL SECONDO LIVELLO Non solo azienda e territorio LA REGOLA DORO DELLA CONTRATTAZIONE: STARE DOVE SI DECIDE E DOVE SI GESTISCE. IMPRESA: gruppo, sito, unità. Un terzo livello? Imprese transnazionali

25 uliano stendardi CISL nazionale25 GLI AMBITI DEL 2° LIVELLO (2) TERRITORIO NON E SOLO PROVINCIA E/O REGIONE. Non solo confini geografico-istituzionali ma effettiva concentrazione delle aziende Distretti – filiere – settori Criteri di omogeneità produttiva, tecnologica, organizzativa, di mercato, interdipendenza ecc.. Praticabilità di obiettivi a cui legare quote di salario Possibilità di politiche industriali bilanciare l accorpamento di CCNL

26 uliano stendardi CISL nazionale26 UN PROGETTO ORGANIZZATIVO E CULTURALE Un messaggio culturale forte e condiviso Il messaggio di Marcegaglia Condivisione, etica, partecipazione, responsabilità Le piattaforme dei CCNL La formazione e gli strumenti di supporto Le professionalità e le risorse Gli incentivi e la promozione La contrattazione non si sviluppa per editto: far venire la voglia di contrattare


Scaricare ppt "Uliano stendardi CISL nazionale1 IL SECONDO LIVELLO DI CONTRATTAZIONE RAFFORZARE E QUALIFICARE LA CONTRATTAZIONE DI 2° LIVELLO: UNA PRIORITA PER LA CISL."

Presentazioni simili


Annunci Google